Seveso, motociclista muore investito da un ubriaco

Nell’incidente è rimasta ferita anche la moglie. Il pirata della strada è stato arrestato

Un motociclista è morto nella notte a Seveso, comune in provincia di Monza-Brianza. Si trovava a bordo della sua Harley Davidson. Anche la moglie è rimasta ferita, ma non sarebbe in pericolo di vita. Arrestato il conducente dell’auto che li ha presi in pieno, probabilmente perché non ha dato loro la precedenza. L’uomo, un operaio 55enne incensurato residente a Meda, è ora agli arresti domiciliari. Il suo tasso alcolico al momento dell’impatto è risultato essere molto alto, 2,35mg/l. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri intervenuti sul posto, il conducente dell’auto, una Renault Clio, stava percorrendo via Vignazzola, quando improvvisamente non ha dato la precedenza alla moto, una Harley Davidson FXD, che stava arrivando dal senso opposto di marcia.

Sull’asfalto sono rimasti i due centauri. L’uomo, un 65enne originario di Milano ma residente a Seveso, è subito apparso gravissimo. La vittima dello schianto era ancora in vita quando i soccorritori sono giunti sul luogo, a bordo di due ambulanze della Croce Bianca di Seveso e di un’auto medica dell’Avis Meda. Viste le sue condizioni disperate, i sanitari hanno deciso di trasportarlo in elicottero all’Ospedale Civile Niguarda di Milano. Il motociclista è però morto poco dopo il suo arrivo alla struttura ospedaliera.

Al momento dell’incidente, a bordo dell’Harley Davidson, con il 65enne vi era anche la moglie, una brianzola di 50 anni. Portata d’urgenza all’ospedale San Gerardo di Monza non sarebbe comunque in pericolo di vita. La donna resta comunque per il momento ricoverata per accertamenti. L’investitore, risultato sotto l’effetto dell’alcol, è stato posto agli arresti domiciliari.