Si salvano i deputati fannulloni: stop alle riprese "non essenziali"

I deputati dormono sui banchi di Montecitorio o giocano con l'iPad? Nessuno potra più inquadrarli con le videocamere

I deputati dormono sui banchi di Montecitorio o giocano con l'iPad? Nessuno potra più inquadrarli con le videocamere. La "censura" arriva alla Camera che vieterà le riprese "superflue" in Aula che non riguardano la stretta attualità dell'attività di Montecitorio. A stabilirlo come riporta Affaritaliani.it è il nuovo codice di autoregolamentazione che i giornalisti, se vorranno entrare nella tribuna riservata alla stampa, dovranno sottoscrivere. Il testo è abbastanza chiaro: vengono vietate tutte le immagini "non essenziali per la cronaca". Dunque vengono bandite le riprese che immortalano i deputati mentre bivaccano tra i banchi della Camera dei Deputati. C'è un altro aspetto che in questo nuovo codice di comportamento pone grandi limitazioni al lavoro dei cronisti: non si potranno fare delle riprese soprattutto nei momenti in cui la seduta è sospesa e dunque sono arischio ad esempio tutte le riprese che riguardano i tafferugli a Montecitorio che spesso siamo stati abituati a vedere sul web o nei tg. Bloccate dunque tutti i filmati "non essenziali per l'esercizio del diritto di cronaca relativo all'attualità e allo svolgimento dei lavoro in Aula". Addio anche alle immagini di "pizzini" o foglietti scambiati in Aula e di messaggi che vengono a volte intercettati dalle videocamere e che spesso alzano il velo su alcuni aspetti della vita politica del "palazzo". Insomma la Boldrini in questo caso toglie una fetta di quella trasparenza che tante volte ha sottolineato come mission essenziale del suo madato a Montecitorio.

Commenti

BENNY1936

Gio, 22/09/2016 - 13:06

Ottimo chiamarli deputati: il termine onorevole sa tanto di spagnolismo di una volta. Per tornare al punto, una dormita non sembra la fine del mondo. Però non è un buon segnale, di norma. A: Bormida

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 22/09/2016 - 13:18

Perfetto stile sovietico della Prasadanta !

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Gio, 22/09/2016 - 13:19

Sono contrario a questa censura. Ognuno di loro è UN MIO DIPENDENTE, in quanto contribuisco con le MIE TASSE a pagare IL SUO LAUTO STIPENDIO. Pertanto, visto che vengono pagati anche con il mio SANGUE, PRETENDO di sapere come spende le ore di LAVORO. ONORE.

Ritratto di italiota

italiota

Gio, 22/09/2016 - 13:25

be certo, hanno diritto anche loro alla privacy... Anzi... già che ci siamo portiamogli pure cappuccino e cornetto quando si svegliano

cgf

Gio, 22/09/2016 - 13:36

far vedere come lavorano alacremente i deputati pagati DA TUTTI GLI ITALIANI è essenziale, a trovarsi in posizione non consona è proprio CHI DIMOSTRA COME VENGONO SPESE LE TASSE DEI CONTRIBUENTI, quindi essenziale riprendere. è giusto che 'un datore di lavoro' si renda conto di come si comporta un 'dipendente' sul posto di lavoro.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 22/09/2016 - 13:42

Che bello spettacolo,indegno persino per un paese sgangherato come il nostro.Se un metalmeccanico (da 1200 euro al mese)venisse sorpreso in simile "posa" verrebbe licenziato sui due piedi,quanti ne riceverebbe nel deretano dal capo del personale.A questi che guadagnano 10 volte tanto ed hanno giurato di difendere gli interessi del nostro paese,cosa dovremmo fare?Personalmente i due piedi glieli assesterei li davanti,anzichè dietro,tanto per cominciare. Naturalmente,visto che il malcostume si è diffuso,occorreva correre ai ripari,ma non con adeguate sanzioni ai fankazzisti del parlamento,ma censurando il tutto,alla maniera komunista,dove i panni sporchi (tantissimi) si lavano in famiglia.Bravi,avanti cosi',ma prima o poi......

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 22/09/2016 - 13:50

Brava la nostra boldrinova,però se fossi al suo posto procurerei almeno delle amache,non mi sembra giusto che questi lavoratori inde fessi siano costretti ad acrobazie dopo le fatiche e le classiche 7 camicie sudate.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/09/2016 - 13:52

Entra in atto il sistema di autodifesa, degli impuniti.

Libertà75

Gio, 22/09/2016 - 14:11

Prove di censura, avanti con il partito della nazione

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Gio, 22/09/2016 - 14:14

DISPREZZO E CONDANNA SENZA APPELLO PER QUESTI PARASSITI INDEGNI

schiacciarayban

Gio, 22/09/2016 - 14:17

Deputati esseri skifosi, senza un minimo di dignità!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 22/09/2016 - 14:31

Giusto con le palle al vento possono stare. Bell'esempio.Ma che andassero a lavorare, a spalar carbone o letame.

Kerenkeren

Gio, 22/09/2016 - 14:39

Per rendersi conto dei coltroni ,bifolchi,che affollano il ns. parlamento,la foto dell maleducato "onorevole" (sic) stravaccato a Montecitorio e' la conferma di un degrado e,malcostume ,dilagante ,con rappresentanti ,non so quanto degni,dei cittadini che si comportano ,durante le sedute ,come degli emeriti CAFONI,ma ormai è la prassi ,quindi distribuire un opuscolo sulla buona educazione non sarebbe male,con obbligo di leggerlo.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 22/09/2016 - 14:45

Proibire "le riprese che non riguardano la stretta attualità dell'attività di Montecitorio"...se sono arrivati a tanto stanno ammettendo che gran parte del tempo viene impiegato in queste attività istituzionali, ipad per navigare su siti porno, scaccolarsi, fare la pennichella, leggere l'oroscopo. E' mai successo nella vita della Repubblica? non mi pare, bravo Renzi, brava Boldrini e bravo Grasso. Questa è informazione, questo è rispetto delle Istituzioni. VERGOGNOSI, tutti...vedremo se qualcuno si opporrà, sempre che serva.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 22/09/2016 - 14:46

Stanno innescando una bomba sociale che non immaginano.

Beaufou

Gio, 22/09/2016 - 14:58

E se un cronista decidesse che val la pena fare la cronaca del tempo che si perde fra i banchi di Montecitorio? Le foto di chi, senza un briciolo di dignità, bivacca fra i banchi o giochicchia con l'Ipod o si sciroppa un film porno in Internet sarebbero "essenziali per la cronaca". Come la mettiamo? Io un'idea ce l'avrei: proibizione assoluta di strumenti da ripresa e di macchine fotografiche, e autorizzazione al porto e all'uso di Kalashnikov, Mauser, Beretta e consimili presìdi tecnologici. Si risolverebbe qualche problemino...Ahahah. Oppure distribuzione gratuita di bevande all'acqua tofana, aromatizzata magari al polonio... Ri-ahahah.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 22/09/2016 - 15:11

votate pd, votate idioti italiani

frabelli1

Gio, 22/09/2016 - 15:55

Se durante il governo Berlusconi avessero messo qualche divieto di pubblicare una qualsiasi immagine del Parlamento o del senato, sarebbe crollato il mondo e gridato alla "Libertà di stampa". Ora col poi/pd al governo e col boldrinismo và tutto bene madama la marchesa.

Trinky

Gio, 22/09/2016 - 16:01

ecco come rubano i soldi degli stipendi.....ladri e farabutti! e vale per camera, senato e commissioni varie: dai presidenti agli ultimi deputati!

VittorioMar

Gio, 22/09/2016 - 16:11

....in una sola persona vi è un compendio unico di"VIRTU'":SUPERBIA-ALTERIGIA-PRESUNZIONE-PREPOTENZA-ARROGANZA-ACUME POLITICO!!!...carente in: SIGNORILITA-FEMMINILITA-SEMPLICITA-ELEGANZA!!!....non reggerebbe un confronto con una certa NILDE!!!

Ernestinho

Gio, 22/09/2016 - 16:30

Faranno ancora di più i loro comodi! Alla faccia del popolo ITALIANO!

Ernestinho

Gio, 22/09/2016 - 16:31

Ma loro sono "dei" che fanno tutti i loro comodi sul loro "Olimpo", che diamine!

gpl_srl@yahoo.it

Gio, 22/09/2016 - 16:52

renzi farebbe bene a chiedere di sostituire le attuali sedie in legno con comode poltrone letto : inoltre dovendo prevedere nuove situazioni in parlamento, sara il caso di prevedere la costruzione di un nuovo parlamento dotato di almeno mille e seicento comodi posti letto dato che certamente con la nuova legge elettorale il PD finira col chiedere un incremento del 100 per cento dei deputati

PerQuelCheServe

Gio, 22/09/2016 - 17:02

Benvenuti nelL'NMCARR: Nuovo Mondo Coraggioso a Regime Rosso. Vorrei capire una cosa: se non ricordo male era al vaglio una proposta di legge (o forse è anche già stata varata) che permette al datore di lavoro di controllare cosa fanno i propri dipendenti in rete; bene, i parlamentari sono NOSTRI DIPENDENTI, sono pagati dalle NOSTRE TASSE. Quindi, se il dirigente di una società privata può controllare i suoi dipendenti, anche NOI dobbiamo poter vedere cosa fanno. Li paghiamo per legiferare, non per spiaggiarsi come trichechi sui banchi del Parlamento o chattare con l'amichetta del cuore invece di ascoltare l'interrogazione parlamentare. CIALTRONI

Finalmente

Gio, 22/09/2016 - 17:17

fanno sempre più schifo... ma un giorno pagheranno pure loro

Ernestinho

Gio, 22/09/2016 - 17:18

950 mangiapane a tradimento!

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Gio, 22/09/2016 - 17:38

il POPOLO deve aver fiducia nei suoi rappresentanti che ha eletto!!!!quei guardoni dei giornalisti dovrebbero vergognarsi di diffondere certe immagini!!!

Ritratto di NEVERLAND

NEVERLAND

Gio, 22/09/2016 - 18:10

Ssssst .... l'onorevole dorme. si sta riposando dopo il duro lavoro. un piccolo riposino ci vuole, non è mica un metalmeccanico lui. duro lavoro quello del politico di professione, tra l'altro mal pagato. ma no ignoranti! è in fase creativa Zzz..... direbbe Zzz..... il presidente Zzz..... della Zzz..... Zzz..... Zzz.....

leo_polemico

Gio, 22/09/2016 - 18:53

Non mi risulta che nelle aziende private dove i dipendenti sono pagati molto, molto, molto meno dei nostri politici, o pseudo tali, si possa, durante l'orario di lavoro, giocherellare o collegarsi ad internet con i dispositivi tecnologici di ultimissima generazione di cui tutti, anche le "risorse dell'Italia" clandestine, sono dotati con i soldini nostri. Se così fosse scatterebbero per i lavoratori provvedimenti disciplinari. I cittadini, datori di lavoro dei politici, tramite i giornalisti, non possono controllare i propri dipendenti? Siamo tornati al medioevo i cui i feudatari potevano fare ciò che volevano alle spalle dei "servi della gleba"? Spero che qualcuno, con un po' di buon senso in testa, non permetta che questa scandalosa proposta abbia un seguito.

Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 22/09/2016 - 18:54

MIKI59: giustissimo.

onurb

Gio, 22/09/2016 - 19:02

La casta, nonostante le differenti opinioni politiche, è tutta unita e solidale quando c'è da nascondere i propri peccati. Andiamo in giro per le fabbriche e nelle aziende private a vedere quante persone possono permettersi di stare stravaccate in questo modo e passare all'incasso dello stipendio a fine mese in tutta tranquillità.

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 22/09/2016 - 19:11

Chi lo dice che non sono essenziali. Prpoprio questi comportamenti devono essere evidenzioti ed anche sanzionati visto che sono lautamente pagati dagli Italiani per "lavorare" e non per dormire o fare i propri comodi. Provate in una Azienda privata a "lavorare in questo modo".Dovrebbero essere indagati per "truffa" ai danni dello Stato.

zen39

Gio, 22/09/2016 - 19:12

Il Parlamento non è un luogo privato e ogni cittadino ha diritto di sapere come si comportano i suoi rappresentanti. Se uno vuol farsi un pisolino va in una saletta. I cellulari dovrebbero essere proibiti come nelle scuole. Se usano i pizzini sono simili ai mafiosi. Se uno vuol comunicare si alza e va trovare l'interlocutore. Se uno gioca col Pc il popolo lo deve sapere e deve guardarlo bene in faccia. Queste decisioni rasentano la dittatura. La privacy qui non deve esistere. Questo è il luogo più pubblico che esista e tutto deve essere alla luce del sole. Quei pochi parlamentari che ancora hanno un po' di dignità dovrebbero ribellarsi. Se non hanno nulla da nascondere nulla devono temere. La Presidente non è degna di occupare quel posto se si presta a questo gioco.

Ernestinho

Gio, 22/09/2016 - 19:28

Altro che onorevoli, questi sono disonorevoli! Hanno trovato la cuccagna!

ziobeppe1951

Gio, 22/09/2016 - 19:34

Ssssssss...silenzio, si sono addormentate anche le zecche rosse non postano

Ritratto di gian td5

gian td5

Gio, 22/09/2016 - 19:55

Eh, già lo avevamo capito, quando vengono eletti immediatamente si adeguano al detto del marchese del Grillo e loro sono loro e noi non siamo un ca22o, se cambia.......

Trinky

Gio, 22/09/2016 - 20:02

a quando l'ira di sesso privato?

Linucs

Gio, 22/09/2016 - 22:00

Hai capito la boldrina col femminismo... sembra una sindacalista qualsiasi.

ceppo

Gio, 22/09/2016 - 22:20

MIKI59 le tue richieste sono un atto insubordinato e offensivo per quei poveri politici che, dopo anni di scervellamento e lesioni dei pollici, cercano di ultimare i vari livelli di supermario o di pacman!! ma sei fuori di testa??

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Gio, 22/09/2016 - 22:36

Ci tolgono il piacere di vedere questi fancazzisti, pagati profumatamente da noi, mentre essi stravaccano sulle poltrone del parlamento.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/09/2016 - 23:39

Tutta gente inutile, costosa e dannosa.

Malacappa

Ven, 23/09/2016 - 00:58

Queste sono le riprese essenziali, quel gaglioffo li della foto mandarlo a lavorare in fabbrica a 800 euro al mese.

Iacobellig

Ven, 23/09/2016 - 06:11

LE COSE PUBBLICHE CHE RIGUARDANO I CITTADINI NON POSSONO ESSERE CENSURATE. I POLITICI DEVONO DARE CONTO AGLI ITALIANI.

Duka

Ven, 23/09/2016 - 06:51

Questa è l'esatta immagine dei nostri soldi buttati sulle poltrone di montecitorio- Non è un parlamento ma un bivacco molto redditizio e a quanto pare anche rilassante. CHE SCHIFO!!!!!!!

paràpadano

Ven, 23/09/2016 - 07:28

Questa si crede onnipotente e ci sta prendendo per il c**o !!

portuense

Ven, 23/09/2016 - 07:52

le regole debbono valere per tutti, se io mi addormentavo durante il lavoro rischiavo il posto di lavoro. BASTA CON QUESTI ASSURDI PRIVILEGI DI GENTE SUPERPAGATA E FANNULLONA. con il referendum speriamo di cacciarne a casa una buona parte anche se non basta.

ILpiciul

Ven, 23/09/2016 - 08:14

Non è impedendo di riprenderli che ci faranno cambiare idea su di essi. Anzi, sembra vogliano nascondere qualcosa. Nella mente di ogni cittadino e' stampata indelebilmente la considerazione verso i politisci.