Sigarette elettroniche: ​vietata vendita online

Stop alla vendita di sigarette elettroniche sul web. A deciderlo è stata la commissione Bilancio del Senato

Stop alla vendita di sigarette elettroniche sul web. A deciderlo è stata la commissione Bilancio del Senato che ha approvato un emendamento al Dl Fisco che è stato presentato collegato alla manovra. A presentare l'emendamento è stata Simona Vicari di Alternativa Popolare. Dunque di fatto cambiano le regole per le vendite online. Soltanto le tabaccherie e i rivenditori autorizzati potranno vendere le sigarette elettroiniche. Dunque con questo emendamento viene eleiminata la vendita "a distanza" di questo tipo di prodotti. Diverse case che producono le sigarette elettroniche negli ultimi tempi hanno introdotto un nuovo sistema di vendita che prevede un periodo di test per il cliente anche attraverso la prova tramite un tabaccaio o un rivenditore autorizzato può decidere poi in secondo momento sull'acquisto. Intanto per quanto riguarda le tasse sul fumo arrivano alcune novità: "Come presidente della commissione Sanità ho presentato un emendamento alla legge di Bilancio, sottoscritto da tutta la commissione, che prevede il recupero di nuove risorse per la sanità , in particolare con una tassa aggiuntiva sui tabacchi per finanziare i farmaci oncologici innovativi", ha affermato la senatrice del Pd Emilia De Biasi. "Con questo emendamento - spiega De Biasi - interverremo sulla variazione della tassazione dei tabacchi per un gettito di circa seicento milioni. Nell’emendamento si prevede che cinquecento milioni siano posti a copertura del fondo farmaci oncologici innovativi, fondo istituito nella scorsa legge di bilancio".

Commenti

madrud

Mar, 14/11/2017 - 17:37

Sta gente sa solo infilare le mani nelle tasche altrui. E' vero che il fumo fa male, ma i farmaci da 100.000 euro a cura arricchiscono solo le case farmaceutiche (che pagano ricchi omaggi). Mai una proposta di riduzione e razionalizzazione della spesa. Bravi!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 14/11/2017 - 17:52

---da un lato aumentano la tassazione delle siga tradizionali e dei tabacchi trinciati---dall'altro cercano di ostacolare in tutti i modi possibili il fumo alternativo delle sigarette elettroniche---tutto questo sta facendo registrare un ritorno dilagante del contrabbando che si riteneva estirpato in italy ed invece nel 2017 ha fatto registrare soglie del 6 per cento del fumato pari a 900 milioni di euro---a chi giova tutto ciò?--soprattutto Camorra e Sacra corona unita che importano dai paesi dell'est e grecia---viene quasi da credere che queste organizzazioni criminali abbiano degli appoggi in commissione bilancio---augh

sparviero51

Mar, 14/11/2017 - 19:26

MISERABILI ACCATTONI FANCAZZISTI . QUESTI VORREBBERO RITORNARE AI DAZI DEGLI ANNI '50/'60 . ALLA FACCIA DEL LIBERO MERCATO PREDICATO SOLO A PAROLE E SMENTITO NEI FATTI DA QUESTE PANTEGANE MEDIEVALI !!!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 14/11/2017 - 19:55

per la salute dell'utente?? ahahahha per la casse dello stato!!!

leopard73

Mar, 14/11/2017 - 20:01

ABBIAMO I POLITICI CHE SONO VERI SCIACALLI NON SANNO DOVE RUBARE MA LORO NON SI TAGLIANO NIENTE MAI STI PORCI.!!!

Klotz1960

Mar, 14/11/2017 - 21:01

Incomprensibile, dato che la sigaretta elettronica e' il 95% meno dannosa della sigaretta tradizionale.

Ritratto di cape code

cape code

Mar, 14/11/2017 - 21:12

Stavolta siamo d'accordo su tutto Elkid...