La "sindaca" Raggi adesso è anche incostituzionale

La "sindaca" Raggi è incostituzionale. Secondo il guru del cerimoniale, infatti, nuoce gravemente alla salute delle istituzioni

Povera Virginia Raggi, non ne imbrocca una. Così alle tante critiche guadagnate nelle ultime settimane se ne aggiunge una nuova. Quella di “incostituzionalità”.

A sostenerlo è Massimo Sgrelli, presidente del comitato scientifico dell’Accademia del Cerimoniale e autore de “Il Galateo Istituzionale”, volume che svela piccole e grandi scorrettezze istituzionali del nostro tempo.

Stavolta però la “sindaca” di Roma non è sola. Nel mirino del guru delle buone maniere, a capo del cerimoniale di Stato della Presidenza del Consiglio per oltre quindici anni, c’è anche la “ministra”: “Anche se la Crusca ha dato il consenso all’utilizzo dei termini al femminile e giornalisticamente posso capire che sia più immediato, il sindaco e il ministro come funzione pubblica sono termini neutri”.

Ma, oltre alla neutralità di genere della funzione pubblica, Sgrelli contesta l’utilizzo della forma femminile anche per un’altra ragione. Nel declinare al femminile i ruoli istituzionali, come sono solite fare tanto la Raggi quanto la presidente della Camera Laura Boldrini, “potrebbero ravvisarsi persino dei profili di incostituzionalità”. L’art. 3 della Costituzione, infatti, “stabilisce la parità di genere, il che significa che non potremmo introdurre distinzioni”. E, di questo passo, “c’è il rischio di discriminare chi è gay”. Ma poi, “se il prossimo Presidente della Repubblica fosse una donna, la chiameremmo Presidentessa?”, ironizza il massimo esperto di protocollo ufficiale.

Attenzione quindi perchè, al di là della comprensibile ironia, la forma è una cosa seria. Così seria che, per dirla come Aristotele, riflette la sostanza delle cose. Insomma, sulle buone maniere, soprattutto in ambito pubblico, c’è poco da scherzare. “Una condotta istituzionale disattesa – ricorda infatti Sgrelli – produce conseguenze negative, se non nefaste, per il buon funzionamento delle istituzioni e quindi del Paese”.

Commenti

agosvac

Ven, 19/05/2017 - 14:18

Ho sempre sostenuto che essendo stata votata dalla maggioranza dei romani aveva ogni diritto a governare. Il tempo per farlo lo ha avuto. Non mi sembra che sia riuscita a governare bene una città difficile come Roma. Pertanto se è oppure no incostituzionale, fatti suoi ma è di sicuro incompetente!!! L'unica cosa positiva che ha è una certa "avvenenza", ma non basta per governare bene!!!!!

accanove

Ven, 19/05/2017 - 14:28

questo succede a correre dietro alle "oche (non del Campidoglio) ma di Montecitorio"

giovinap

Ven, 19/05/2017 - 14:44

ma non sta bene dare tutti addosso a questa sciaqcuetta , la colpa non è sua è del comico che ci ha fatto solo e soltanto ridere .

Beaufou

Ven, 19/05/2017 - 14:50

“Una condotta istituzionale disattesa produce conseguenze negative, se non nefaste, per il buon funzionamento delle istituzioni e quindi del Paese”. Caro Sgrelli, lei ha tutte le ragioni, ma sinceramente le questioni lessicali, al momento, son quelle che meno mi preoccupano. Mi preoccupano molto più l'insipienza, l'impreparazione e l'arroganza di tutta la classe politica attuale.

Ritratto di lurabo

lurabo

Ven, 19/05/2017 - 14:55

ma lasciatela in pace e lasciatela lavorare................

guido.blarzino

Ven, 19/05/2017 - 16:54

L'articolo è comprensibile, motivato e condivisibile. Non capisco però perché queste informazioni escano adesso con riferimento alla Raggi piuttosto che alla Boldrini ormai da qualche anno fuori di senno e con cattiveria . Non vedo la Raggi cattiva: è giovane e si limita a fare quello che può.

beppechi

Ven, 19/05/2017 - 17:59

meno male che fa solo quello che può, pensa facesse quello che sa o quello che vuole. Di sicuro non fa quello che deve

Ritratto di FRANZ58

FRANZ58

Ven, 19/05/2017 - 18:06

alla Raggi Roma è stata consegnata su un piatto d'argento dalla volpe renzi(licenziando il marziano) e dalla mancanza di svolgere il compito di gregario da parte di fi(impuntatura biricchina). ora se non sta bene a queste due forze politiche mi viene da dire a polli..... e voi siete politici di professione?

TonyGiampy

Ven, 19/05/2017 - 22:51

Agosvac 14:18. Le consiglio vivamente di vedere la fiction intitolata "rimbocchiamoci le maniche" con Sabrina Ferilli e trasmessa da Mediaset un po' di tempo fa:un'operaia (Sabrina Ferilli)si ritrova improvvisamente a fare il sindaco di una piccola cittadina.Da li cominciano le ripicche e i complotti di un gruppo di squali assetati di soldi e di potere eletti nel consiglio comunale.Ebbene, io credo che la Raggi si trovi nella stessa situazione!!!La politica e' compromesso.Io do una cosa a te e tu la dai a me.Io,come la Ferilli nel film e come forse la Raggi,non scenderei a compromessi con nessuno, ragion per cui verrei eliminato nel giro di pochi giorni!!!Ossequi.

fer 44

Sab, 20/05/2017 - 03:07

@giovinap 14:44 Il "comico" più che ridere fa PIANGERE !