Il sindaco di Amatrice: "Combatterò per il paese. Dopo sisma si risorge"

Il bilancio del sindaco di Amatrice: "Manca il panettiere, manca la macellaia. Mancano molti amici"

"Se non scappano i cittadini non scappa il sindaco. Amatrice risorgerà". Non fa un passo indietro Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice, che conferma alle televisioni presenti nel Comune devastato dal sisma che non ha intenzione di andarsene e di lasciare il suo posto, accanto a chi nel borgo abitava.

"La comunità di Amatrice non deve rimanere isolata", dice Pirozzi ai microfono di RaiNews24, spiegando che nonostante il crollo del ponte "a tre occhi" il paese è ancora accessibile, attraverso un percorso alternativo che è già stato individuato.

Amatrice è da giorni al centro dell'attenzione mediatica e da ieri lo è ancora di più per la notizia del crollo di una parte della scuola. Su cui "c'è stato dello sciacallaggio", sostiene il sindaco. Ma su cui si dovrà anche indagare, perché quell'edificio doveva resistere al sisma.

"Il comune si è costituito parte civile - spiega Pirozzi - perché nell'eventualità vengano riscontrate delle responsabilità il comune è parte lesa. Amatrice non fa sconti a nessuno".

Nel piccolo comune di Amatrice il sindaco conosceva tutti, lo ha detto diverse volte. "Mancano tante persone - aggiunge ora -. Ho stimato a braccio una quindicina di persone. Manca chi faceva il pane. Manca la macellaia, mancano dei bimbi". Li chiama "amici", prima ancora che concittadini.

"A Matteo ho detto che questa deve essere l'occasione per una ripartenza - dice poi, parlando dell'incontro con il presidente del Consiglio -, se si riparte sarà un'occasione straordinaria. Se non si riparte farò la guerra a tutti".

Commenti

FRANZJOSEFVONOS...

Ven, 26/08/2016 - 15:28

SIGNOR SINDACO IO LE AUGURO DI CUORE E SINCERAMENTE, PAROLE MAI DETTE DAL SOTTOSCITTO MA OGGI LE DIRO' SINCERAMENTE, CHE LEI E' PERSONA CORRETTA MERITA LA SUA CITTA' E I SUOI CITTADINI. MA E' SICURO CHE LE SUE ASPIRAZIONI DIVENTANO CONCRETE? VEDA CHE ORA, INIZIANDO DOPO LA GUERRA, NON C'E' UN PERSONAGGIO AFFIDABILE DA CHIEDERE AIUTO E SICUREZZA SI CHIAMAVA ELENA DEL MONTENEGRO ED E' STATA LA NOSTRA REGINA. SOLO LEI HA DATO SICUREZZA CERTEZZA ONESTA' INTERVENTO PERSONALE, MI TROVI UNA MOGLIE E UNA MINISTRA O PRESIDENTESSA CHE E' VENUTA HA DATO AIUTO PERSONALE HA SCAVATO? HA AIUTATO NELL'OSPEDALE DI CAMPO? NESSUNA. NEANCHE LE MOGLIE. SINCERAMENTE LE AUGURO BUONA FORTUNA. DA PARTE DI UN EX MESSINESE. LA STORIA E' MAESTRA DI VITA

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 26/08/2016 - 15:55

Un eroe. Radere al suolo Amatrice e ricostruire case nuove per tutti. Eppure da servivi TV e foto non tutte le case sono andate distrutte, mentre la scuola ricostruita si. Sono tutti voti, un vero bottino

flip

Ven, 26/08/2016 - 16:32

Carissimo Sindaco. mi auguro veramente che tu possa riuscire nel tuo intento. e senz' altro ci riuscirai ma stai molto, molto attento a chi ti stà intorno . tira dritto per il tuo scopo e non ascoltare i "consigli" che sono per lo più "interessati". politicamente parlando. BUONA FORTUNA.

Silvio B Parodi

Ven, 26/08/2016 - 16:55

sig. sindaco, perche' non ha usufruito dei soldi messi a disposizione per mettere in sicurezza le case, prima che crollassereo???????

peter46

Ven, 26/08/2016 - 17:39

Ricostruzione,certamente e subito.E spero che preventivamente siate tutti d'accordo per una ricostruzione senza post ricorsi a Tar o quant'altro dagli 'scontenti'di turno che 'inevitabilmente' usciranno fuori nel tempo.E non come a Cavallerizzo di Cerzeto(CS)che il ricorso è avvenuto dopo costruito il nuovo paese rimasto dunque 'disabitato'.NB:caro camer...Sergio,spero che dopo il 'confronto' col 'massimo decisore'(Renzi pdc),tu non voglia 'ripresentarti'(ti ripeto dopo la prima 'doverosa' partecipazione)a 'portaaporta' da Vespa perchè sarebe giudicata solo 'passerella'...e noi camer... non abbiamo bisogno di 'passerelle' televisive.

guerrinofe

Ven, 26/08/2016 - 17:43

Ancora troppo DIVISMO,eppure il Papa spiego molto bene......

roberto zanella

Ven, 26/08/2016 - 23:18

Ricostruiranno nel giro di 30 anni quando anche lei non ci sarà più e le nuove generazioni se ne saranno andate da tempo , non metteranno neppure gli immigrati perchè loro , mica scemi , preferiranno stare dove la mappa sismica è bassa....

Yossi0

Sab, 27/08/2016 - 10:00

Sig. Sindaco come non si possono apprezzare e condividere le sue parole ? Peccato però che non ha denunciato quello che andava fatto PRIMA e cioè da quando si è insediato. La nomina a sindaco non è solo una conquista di prestigio personale ma implica grandi e gravi responsabilità ed è meglio rinunciare se si è impossibilitati da fattori ambientali, denunciando pubblicamente il motivo.

PorcaMiseria

Sab, 27/08/2016 - 10:14

Per forza rimane! Con tutti gli appalti da gestire che arrivano nel prossimo futuro.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 27/08/2016 - 11:53

Caro Sindaco, l'Italia è solidale con voi, ma non commetta l'errore di agire con impulso determinato dall' emozione, ma usi un pò di razionalità, che si deve adoperare in questi casi. Purtroppo la ricostruzione, specie sui terreni disastrati, ha tempi biblici, spesso voluti da burocrazia e, perchè no, anche dalla politica. Nel frattempo i cittadini subirebbero gravissimi disagi, per molti anni. Forse sarebbe bene ricostruire ex-novo poco lontano in brevissimo tempo, assicurando una casa stabile a tutti, far ripartire l'economia e poi pensare alla ricostruzione del nucleo primitivo. Non pretendo di avere ragione, ma mi pare che sia una soluzione pragmatica e di buon senso.

Libero1

Sab, 27/08/2016 - 13:02

Capisco che al disperato sindaco di Amatrice sognare non costa nulla,ma illudersi al punto di sognare che il suo paesello sara' ricostruito(io ne dubito che evvera' in meno di 30 anni)a breve e' pura fantascenza.Al sindaco per rendersene conto basterebbe che si informasse dagli terremotati irpini,molisani,abbruzzesi ecc...ecc....da quanti anni sognono che il suo paesello e la sua casa fosse ricostruita.