Il sindaco di Arezzo diventa imbianchino per ripulire i murales

Il primo cittadino lancia un appello a tutti: "Teniamo pulita la nostra città"

Giuseppe Fanfani, sindaco di Arezzo, si è presentato oggi in versione "imbianchino per un giorno" per promuovere la nuova campagna al fine di tenere pulita la città. "Continuo a rivolgere un appello a tutti i cittadini - ha detto - affinchè la città sia tenuta pulita. È la casa di tutti e penso che nessuno scriva con la vernice sulle pareti del salotto oppure getti mozziconi di sigaretta sul parquet". Così ha esordito questa mattina, con pennello alla mano, per ripulire la "casa" di tutti i cittadini dai murales che spesso e volentieri abbrutiscono i muri delle nostre metropoli. Ad Arezzo, la piazza della città era stata ristrutturata da qualche mese, e già in poche settimane erano apparsi i primi murales, alcuni dei quali ritenuti particolarmente offensivi. Fanfani, da parte sua, sta ipotizzando la costituzione di un gruppo "Angeli della città", che possano intervenire rapidamente nelle situazioni di maggior impatto visivo.