Sisma, Honda dona 20mila euro alla Croce Rossa

Il centrocampista giapponese del Milan, Keisuke Honda ha deciso di donare 20mila euro alla Croce Rossa Italiana e ha detto di voler mettere insieme un team con i " migliori ingegneri del mondo" per costruire dei macchinari in grado di prevenire i terremoti

Il centrocampista del Milan Keisuke Honda scende simbolicamente in campo al fianco dei terremotati di Amatrice e del Centro Italia. Il giapponese ha annunciato su Instagram che donerà 20.000 euro alla Croce Rossa Italiana.

"Come mostrato nella foto, a causa del terremoto di magnitudo 6,2 che ha colpito il centro Italia vi sono almeno 247 morti e centinaia di feriti. Una situazione veramente tragica”, scrive il calciatore dopo aver postato una foto di Amatrice con la scritta bianca ‘Pray for Italy’. "So che non servirà a nulla - continua Honda - ma sono molto addolorato e faccio il tifo per tutte le persone che stanno lavorando nei soccorsi. Nella speranza che il mio pensiero possa raggiungerli, vorrei donare 20.000€ alla Croce Rossa Italiana. Alle persone scomparse e alle loro famiglie vanno tutte le mie più sentite condoglianze”.

Il messaggio di Honda si conclude con due pensieri rivolti al futuro. Il primo va al suo Giappone che “è frequentemente colpito da terremoti” e “per questo motivo gli edifici sono antisismici e molto resistenti”. “Perché non introdurre questa tecnologia giapponese?”, si domanda il centrocampista milanista. Il secondo pensiero è rivolto agli ingegneri a cui Honda chiede di “inventare macchine che possano prevedere i terremoti”. E aggiunge: “Per questo motivo vorrei mettere insieme un team con i migliori ingegneri del mondo. Chiedo agli ingegneri e collaboratori di tutto il mondo, che studino l’argomento da anni, di contattarmi. Mi piacerebbe sostenervi il più possibile".

* Come mostrato nella foto, a causa del terremoto di magnitudo 6,2 che ha colpito il centro Italia vi sono almeno 247 morti e centinaia di feriti. Una situazione veramente tragica. So che non servirà a nulla ma sono molto addolorato e faccio il tifo per tutte le persone che stanno lavorando nei soccorsi. Nella speranza che il mio pensiero possa raggiungerli, vorrei donare 20.000€ alla Croce Rossa Italiana. Alle persone scomparse e alle loro famiglie vanno tutte le mie più sentite condoglianze. Vorrei inoltre esprimere due miei pensieri affinché tragedie come queste possano diminuire in futuro. La prima cose è che anche il nostro paese, il Giappone, è frequentemente colpito da terremoti. Per questo motivo gli edifici sono antisismici e molto resistenti. Perché non introdurre questa tecnologia giapponese? La seconda è la necessità di inventare macchine che possano prevedere i terremoti. Per questo motivo vorrei mettere insieme un team con i migliori ingenieri del mondo. Chiedo agli ingenieri e collaboratori di tutto il mondo, che studiano largomento da anni, di contattarmi. Mi piacerebbe sostenervi il più possibile. * Central Italy was struck with a devastating 6.2 magnitude earthquake. The current situation is horrific with 247 people dead and hundreds injured. My abilities are frustratingly limited and I am hurting as a fellow human being. I would like to donate 20,000 euros to the Red Cross as my thoughts go out to the families and friends who lost their loved ones. In order to reduce the damages from earthquakes, there are two thoughts I'd like to share. First, Japan also has many earthquakes thus have built resilient buildings. Perhaps the region can incorporate Japanese technology during the rebuilding process? Second, we need to invent technology that provides advanced earthquake detection. This is a problem that humanity has not solved and I would like to unite the best engineers in the world to solve this problem. If you are an engineer/seismologist that is conducting cutting edge research or know of someone that is, please contact me. I will support this mission with everything I have. ※日本語はコメント欄最初に記載 @crocerossaitaliana#prayforitaly#wearetheworld

Una foto pubblicata da Keisuke Honda (@keisukehonda_official) in data:

Commenti

pasquinomaicontento

Gio, 25/08/2016 - 18:18

Prima di tutto un grazie al giocatore del Milan Honda che Dio lo benedica,se tutti (chi può) facessero come lui...Non sò se avete visto il dialogo fra una anziana signora ancora da salvare e un giovane soccorritore, la signora voleva orinare ma era restìa a farlo sentendosi osservata e il giovane che:-tranquilla signora,io adesso mi sposto così lei...ecco guardi ora mi allontano, lei facci quel che deve fare...stia calma la salveremo...un dialogo quasi surreale e il ragazzo che trova le parole giuste per non imbarazzare la signora anziana...la dolcezza delle sue parole in quei momenti tragici,e la ritrosia,il pudore della signora incastrata fra i massi che gli precludevano qualsiasi movimento...se resuscitasse De Amicis...ce ne avrebbe di spunti...

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 25/08/2016 - 18:55

Un PLAUSO a questo NOBILE SIGNORE Giapponese!!! GRAZIE.

Beaufou

Gio, 25/08/2016 - 19:44

Bel gesto, Keisuke-san. Grazie. Chissà che qualche altro calciatore (italiano) non la imiti...

alessandrogiordano

Gio, 25/08/2016 - 21:42

I Rothschilds, i Rockefellers, George Soros o la regina d'Olanda (la donna piu' ricca del mondo) doneranno qualcosa?

Gianluca_Pozzoli

Ven, 26/08/2016 - 09:02

grande gesto, pero' mi sarei aspettato anche una donazione da balotelli

precisino54

Ven, 26/08/2016 - 09:17

La beneficenza va fatta in silenzio e senza troppo pubblicizzare il gesto per evitare sgradevoli illazioni e retropensieri; il gesto di Honda, che sicuramente conosce il dramma del terremoto, invece è auspicabile magari per innescare l'imitazione di tanti suoi colleghi distratti. Li abbiamo messi sul piedistallo come soggetti di riferimento, che lo siano pure per gli aspetti positivi e non solo per quelli vacui. Complimenti a Keisuke, un signore in campo e nella vita! X alessandrogiordano; ti ricordo che le promesse di donazioni fatte dai grandi all'Aquila, a margine del G8 lì svoltosi, sono rimaste a lungo disattese.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 26/08/2016 - 09:33

Grande persona, e neppure è italiano. Onore al gesto.