Sisma, lo scandalo dei ritardi: ​casette pronte mai consegnate

Renzi promise: Sae pronte entro l’estate. Ma a un anno dal sisma a Camerino neppure una struttura è stata assegnata

A Camerino, un anno dopo il sisma, le casette per i terremotati sarebbero pronte. La società incaricata di costruirle, il Consorzio Arcale, ne ha consegnate 118 al sindaco Gianluca Pasqui (su un totale di 311 richieste). Solo che fino ad oggi nessuno sfollato è riuscito ad ottenerne le chiavi. Zero spaccato. Le fantasmagoriche promesse dell’allora governo Renzi (“casette pronte entro l’estate 2017”) si sono scontrate, almeno in questo paese di seimila anime nelle Marche, con la realtà della burocrazia, con i tempi degli appalti, con una conformazione geologica svantaggiosa. “Non voglio far polemica”, dice al Giornale.it Pasqui. Eppure la gestione dell’emergenza affidata a Regioni e commissari del governo (Vasco Errani prima, Paola De Micheli poi) ha dimostrato tutti i suoi limiti.

Camerino “vanta” 248mila metri cubi di zona rossa. “La più grande del cratere”, spiega Pasqui che si trova costretto a gestire una città distrutta e un’Università da preservare. Alcuni vorrebbero accusare la Giunta delle proroghe delle costruzioni, ma per trovare un responsabile bisogna risalire la catena dell’emergenza. Delle 12 aree Sae (Soluzioni abitative d'emergenza) approvate dai tecnici regionali, nessuna è ancora conclusa nonostante i crono-programmi approvati ormai diversi mesi fa. A Le Cortine, per fare un esempio, i lavori sarebbero dovuti finire tra il 31 dicembre 2017 e il 21 gennaio 2018. Un mese dopo gli assegnatari continuano ad aspettare (e sperare). A rimandare l'inaugurazione sono le opere di urbanizzazione: “I poteri del Comune terminano con l’approvazione del layout e io l’ho fatto entro i tempi”, si difende il sindaco. “Prima di ordinare le Sae abbiamo dovuto fare circa 5mila sopralluoghi per evitare gli sprechi”. Ora le prime casette ci sarebbero ma “non le posso consegnare” perché le aziende incaricate dalla Regione (a guida Pd) sono in ritardo cosmico.

In un recente incontro istituzionale il governatore Luca Ceriscioli ha promesso un nuovo crono-programma a fronte dei problemi non preventivabili sorti in fase di progettazione. Bene, succede. Ma è altrettanto vero che, come spiega Pasqui, “a Sant’Erasmo i lavori sarebbero dovuti partire il 7 novembre e sono iniziati solo due settimane fa”. In fondo il Rup (Responsabile Unico del Procedimento) è disegnato dalla Regione ed è l’Ente Regionale per l’Abitazione Pubblica (Erap) ad emettere i bandi. Peraltro salatissimi. Per l’urbanizzazione del solo lotto 1 (zona ovest) dell’area di Le Cortine la ditta assegnataria si è assicurata un prezzo di aggiudicazione da 1,9 milioni euro per 43 Sae. Per il lotto 3 (zona Est) invece sono stati stanziati 2,1 milioni per 60 fabbricati in legno e per il lotto 2 (zona centro) ben 2,2 milioni. E qui nasce un giallo: il Comune ne ha ordinate solo 29, ma il l'esito della gara dell'Erap parla di "opere di fondazione" per "il posizionamento di n. 98 casette". Mistero. Poi ci sono i 443mila euro di Piegusciano, i 444mila di Meregnano San Savino, i 383mila di Morro, i 391mila di Rocca Varano, i 2,5 milioni di Vallicelle, i 3,3 milioni di San Paolo, i 501mila di Sant’Erasmo e i 492mila di Arcofiato. Tanti soldi (oltre 10 milioni solo di appalti), per altrettanti ritardi.

Certo, il sindaco avrebbe potuto indicare le zone pianeggianti vicino Camerino invece delle impervie colline. “I costi così sono schizzati”, attacca il consigliere comunale Marco Fanelli. "Le terre le abbiamo indicate noi - ammette Pasqui - ma a validarle sono stati i tecnici della regione. Se avessi voluto scendere a valle avrei spostato la comunità dalla sua città. Non ci sarebbe più stata Camerino per i prossimi 20 anni”.

Collina o pianura, in molti in fondo si chiedono se questo possa giustificare fino a 4 mesi di lungaggini. Ma tant'è. Secondo l'ultimo schema fornito dal Comune, nell’area San Paolo i lavori dovrebbero finire il 19 maggio (ma era previsto per il 18 febbraio); a Le Cortine (consegna stimata entro gennaio) non saranno conclusi se non tra fine marzo e fine aprile, eppure 87 casette sono già pronte. Alle Vallicelle allacci e finiture delle prime 19 Sae (già costruite con tanto di porte e finestre) vedranno la luce a fine febbraio, per altre cinque ci sarà da attendere fino a marzo e per le ultime dieci il 30 maggio (sarebbero dovute arrivare a metà gennaio). Nelle frazioni la situazione è più complessa e ad Arcofiato nessuno degli 8 assegnatari entrerà prima del 30 giugno. Gli altri, tra Rocca Varano, Mergnano, Piegusciamo e Sant’Erasmo sapranno qualcosa in più tra quattro mesi.

Qualcosa - è evidente - è andato storto. “Il sistema italia sull’emergenza non funziona - conclude Pasqui - Non siamo preparati. Ogni volta che c’è un terremoto si ricomincia da zero. Le pare normale che per ottenere un Sae bisogna fare qualcosa come 14 passaggi tra richieste, richiestine, gare e garette?”.

Commenti

ginobernard

Ven, 09/02/2018 - 17:34

se le vedono i migranti ciao ... belle che prese.

ammazzalupi

Ven, 09/02/2018 - 17:34

I ritardi sono cosa normale per il PD. Gli serve un certo tempo per rubare... e nascondere la refurtiva!

antonmessina

Ven, 09/02/2018 - 17:44

mica son nigeriani o altri scappati da non si sa cosa che vogliono pure sky e mangiare quel che vogliono a nostre spese!

moshe

Ven, 09/02/2018 - 17:46

... e nonostante tutto, il ciarlatan-renzi sforna quotidianamente nuove promesse elettorali ... finchè ci saranno idioti che lo voteranno ...

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 09/02/2018 - 17:46

ci sono state delle istituzioni che avevano detto, parole testuali: non vi lasceremo soli....falese promesse di comunisti bugiardi.

accanove

Ven, 09/02/2018 - 17:47

la burocrazia in Italia serve ad una e sola cosa, avere più gente possibile nella rosa di chi decide ognuno con la propria possibilità di tangenti. Quando si capirà questo e la si eliminerà ci guadagnerà la popolazione per i tempi di ottenimento del servizio, le tasche comuni per le diminuite tangenti, per il resto non serve a niente perchè come vediamo ogni giorno le responsabilità non sono mai definite, sono condivise ed alla fine nessuno è responsabile.

Tuthankamon

Ven, 09/02/2018 - 17:49

C'é veramente da chiedersi se questa sinistra sia consapevole di quel che sta accadendo nel Paese. Non sono nemmeno capaci di ... salvare le forme. Chi li vota condivide la responsabilità gravissima per questa situazione, tra le altre!

amedeov

Ven, 09/02/2018 - 17:55

Cari signori cosa pensavate che il puffo fiorentino fosse all'altezza di Berlusconi? E vasco errani cosa ha fatto da commissario per la ricostruzione? però nessun magistrato indaga

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Ven, 09/02/2018 - 17:55

Ma volete capirla o no! Se le consegnano, si rovinano, diventano invendibili ed allora, dove starebbe l'utile?

Martinico

Ven, 09/02/2018 - 17:59

La novità sarebbe il contrario. Noi itaGliani siamo cedendo tutto ciò che hanno conquistato i nostri nonni e padri. Decoro, dignità e libertà.

claudioarmc

Ven, 09/02/2018 - 18:05

Che siano maledetti fino all'ultimo dei loro giorni

ex d.c.

Ven, 09/02/2018 - 18:06

Bertolaso ha dato a tutti una casa entro pochissimo tempo e sappiamo come è stato ringraziato. I successori Gabrielli ed Errani si sono guardati bene dall'imitarlo. Giustamente

settemillo

Ven, 09/02/2018 - 18:09

Le casette per i terremotati? Ora i nostri SGOVERNANDI ABUSIVI non hanno tempo per queste QUISQUIGLIE , sono tutti impegnati per le prossime ELEZIONI, ed allora ne vedremo veramente delle BELLE. Io a questi signori non affiderei neanche la cuccia del mio CANE. POVERA NOSTRA ITALIETTA!

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 09/02/2018 - 18:13

Verranno assaltate da rom e clandestini. A proposito,la parabola Sky è già stata installata?

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 09/02/2018 - 18:15

RIPROVOOO!! Quanto esposto nell'articolo ci fa capire, che il BIZANTINISMO e lo SCARICABARILE in Italia e tutt'ora in vigore. Dove sono quelli che IRRIDEVANO Calderoli, quando SIMBOLICAMENTE bruciava 400 leggi. AMEN

Triatec

Ven, 09/02/2018 - 18:24

Ora dopo le doverose scuse, provate a chiedere a Bertolaso se è disposto a darvi una mano è il solo che potrebbe risolvere. Errani e De Micheli, tante chiacchiere e zero risultati.

LUCIO ZUCCARELLO

Ven, 09/02/2018 - 18:25

FATE PRESTO CHIAMATE BERTOLASO

27Adriano

Ven, 09/02/2018 - 18:27

Mi rivolgo al magistratume demokratico e antifascista: quanto avete percepito in sovvenzioni, bustarelle ed elargizioni varie per non intervenire?? I Destinatari delle casette non sono forse gli Italiani che vi pagano il lauto stipendio???

antonpaco

Ven, 09/02/2018 - 18:31

Le casette per i terremotati non ci sono neanche dopo un anno, gli alloggi per gli immigrati ne sfornano ogni giorno.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Ven, 09/02/2018 - 18:39

Bene,dopo otto anni di mostruoso travaglio hanno dichiarato il Sig. Bertolaso innocente. Grandissima notizia per lui e per i suoi famigliari e grandissima per i terremotati i quali visto i mostruosi ritardi accumulati con gli incapaci errani e co.abbiano pazienza ancora quaranta giorni,dopodichè il Berlusca rimetterà a furor di Popolo a riprendere in mano il casino attuale il bentornato Bertolaso. Renzi ma non hai un po di vergogna?

Lapecheronza

Ven, 09/02/2018 - 20:04

Alcune delle lezioni migliori si imparano dagli errori passati. L'errore del passato e' la saggezza del futuro. Ma per gli italiani sembra non valere: chiedere ai tedeschi come si organizzano le cose.

Ritratto di laghee100

laghee100

Ven, 09/02/2018 - 20:31

le consegneranno il giorno prima delle elezioni con grande schieramento di giornaloni, alti papaveri e reti televisive !!!!|

elio2

Ven, 09/02/2018 - 20:32

Chi è il governatore della regione marche? Ecco il primo dei colpevoli, eppure la massa di idioti che è andata a portare i 2 euro per far finta di decidere chi sarebbe stato il segretario PD è stata la maggior affluenza d'Italia, questo spiega perché NON hanno ottenuto niente, ed è giusto così. Chi è la causa del proprio male compianga se stesso. Votate compatti la sinistra il 4 marzo, mi raccomando.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 09/02/2018 - 22:22

@lanzimaurizio17.46: è sacrosanto vero che dissero "non vi lasceremo soli", basta riguardare gli interventi pubblici "urbi et orbi" fatti in TV, ma hanno omesso di terminare il concetto: non vi lasceremo soli ... ma nella vostra mierda. Ossequi.

Brutio63

Sab, 10/02/2018 - 00:22

Scusate...avete notizie del popolo delle carriole ? Quei buffoni che per mesi hanno imperversato per contestare la gestione, molto migliore dell'attuale, del terremoto dell'Aquila ? E la pezzopane che sputava sentenze a 360 gradi? (Prima del toyboy si intende!) E tutti i tromboni su certa stampa e certa Tv che amplificava l'orchestrata protesta delle carriole ? Ad Amatrice e nel resto delle zone colpite gli interventi sono lenti e scarsi e......tutto va bene. Indignati ? Spariti ! Le casette prefabbricate sono poche e di pessima qualità ma nessuno parla e nessun "sinistro" magistrato "democratico" apre fascicoli per darli in pasto alla stampa.....!!! Povera gente del centro Italia, tra gli impegni del nuovo governo bisogna in fretta rimediare al disastro della attuale malagestione, alla faccia del popolo delle carriole, delle calze blu, dei girotondini improvvisamente scomparsi.....!!!

il sorpasso

Sab, 10/02/2018 - 07:32

Voglio sperare che a Camerino nessuno voti PD anche se ho qualche dubbio

Duka

Sab, 10/02/2018 - 08:36

Che cosa significa "sono già pronte" semmai sono FINALMENTE pronte

DRAGONI

Sab, 10/02/2018 - 09:23

VUOI VEDERE CHE LE CASETTE NON VENGONO CONSEGNATE POICHE' LE PRIME , SE PUR CONSEGNATE, NON SONO STATE ANCORA PAGATE????

Trinky

Sab, 10/02/2018 - 09:33

Le case non verranno mai consegnate ai terremotati perchè serviranno per metterci i clandestini.... Cominciassero a restituire gli oltre 30 milioni che i cittadini hanno versato per i terremotati e che invece si sono fregati! Ma elpirl e riflessiva, noti PDioti, non saranno d'accordo!