Smog, l'europarlamento raddoppia i limiti di emissioni

Oggi l’europarlamento ha votato a strettissima maggioranza l’approvazione di una modifica del regolamento che stabilisce il tetto delle emissioni di NOx, gli ossidi di azoto che sono precursori delle polveri sottili

Oggi l’europarlamento ha votato a strettissima maggioranza l’approvazione di una modifica del regolamento che stabilisce il tetto delle emissioni di NOx, gli ossidi di azoto che sono precursori delle polveri sottili. La dose ammessa per legge è stata generosamente raddoppiata. Le auto potranno inquinare, per gli NOx, il 110% in più di quello che era stato stabilito prima del dieselgate.

Una volta scoppiato lo scandalo sono emersi infatti i trucchi di serie, il fatto che i laboratori di omologazione dei nuovi modelli, finanziati dalle case automobilistiche, ricorrevano a ogni sorta di stratagemmi (gomme super gonfie, lubrificanti speciali, aerodinamica modificata) per far sì che dalle prove in questi ambienti ovattati, dalle caratteristiche lunari, emergessero dati ben lontani da quelli misurabili sulle strade terrestri. E naturalmente molto più confortanti. Ora che bisogna fare sul serio, con test veri che mostrano quanto inquina realmente ogni auto, cambiano le norme. Il tetto si alza. Il regolamento europeo 715 del 2007 aveva stabilito che per i veicoli euro 6 il limite di emissione per gli ossidi di azoto (NOx) fosse di 80 milligrammi a chilometro. Il voto del Parlamento ha fatto passare la norma proposta dalla Commissione che alza i limiti per gli NOx del 110% nel periodo che va dal settembre 2017 al 31 dicembre 2018 e del 50% nel periodo successivo. Invece di respirare 80 milligrammi di NOX per ogni chilometro per ogni macchina in circolazione, l’anno prossimo ne respireremo 168.

Annunci
Commenti

elio2

Mer, 03/02/2016 - 20:16

Devono salvare gli interessi tedeschi.

vince50

Mer, 03/02/2016 - 20:58

Basta pagare

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 03/02/2016 - 21:49

Mario VAlenza, ma è proprio certo che il NOx sia un "precursore" del PM 10? Anche il trattorista aquilano direbbe : che c'azzecca un gas (NOx) con le poveri (anche se sottili)?

Fjr

Mer, 03/02/2016 - 22:38

Se metto il NOS va bene uguale?

yulbrynner

Mer, 03/02/2016 - 23:02

occorre vietare i riscaldamenti inquinanti a gasolio e vietare alel case automobilistiche di produrre motori solo a benzina o gasolio ordinandogli di produrli ibridi.. incentivare le auto elettriche distribuire una rete x le ricariche delle auto e in un futuro molto prossimo uan distribuzione della rete di rifornimeto di idrogeno solo cosi' respireremo un aria meno inquinata

Gaby

Mer, 03/02/2016 - 23:22

Grazie Merkel e VW.

curatola

Gio, 04/02/2016 - 07:43

siamo ancora lontani dal rimediare alla cretineria dei verdi.servono controlli seri e non limiti assurdi. purroppo l ideologismo delle anime sane,belle e pure,dell'accoglenza senza limiti e condizioni,della carità e non della mutua solidarietà continua a produrre danni. Come dice quel cret... di Moretti:continuiamo a farci del male!

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 04/02/2016 - 08:54

La UE è peggio dell'AIDS, cancro ed emorroidi messi insieme.

PaK8.8

Gio, 04/02/2016 - 09:28

gian td5, obiezione pertinete. La risposta (imprecisa) è che sono correlati, o almeno gli studi scientifici lo IPOTIZZANO: se c'è tanto NOx, ci sono tante particelle. Per questo l'NOx è usato come indicatore, probabilmente perché più facile da misurare, o perché considerato migliore della CO2. Insomma, entrambi sono sottoprodotti di un certo tipo di combustione, e uno è usato per misurare l'emissione anche delle altre. Quindi, come termine "precursore" non è da buttar via, avrebbe potuto usare "ambasciatore", "indicatore" o altro. Saluti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/02/2016 - 09:58

@PaK8.8:....diciamo che la parola giusta,debba essere:"CORRELATO"...

blackbird

Gio, 04/02/2016 - 09:59

Non sono un tecnico, ma mi domando: se un'auto percorre 25km con 1 litro di carburante e un'altra solo 8, come è possibile che la prima produca più CO2 della seconda? Per quanto a mia conoscenza la CO2 deriva dalla combustione del carburante, pertanto, senza entrare nel merito di altri gas, più un'auto consuma più CO2 produce. O non vale per Audi, Porsche, Mercedes VW ec.. ecc.?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/02/2016 - 11:16

@blackbird:....il suo ragionamento,non fa una grinza!.....Ma i test si fanno controllando le emissioni,per PER OGNI KM percorso....Quindi una macchina che consuma "meno" carburante/Km,di fatto,potrebbe avere un sistema di combustione,che produce più inquinanti(non CO2,che è un'altra cosa..),di una che consuma "più" carburante/Km,produce più CO2,ma meno inquinanti...Come poi "di fatto",vengano fatti i test,è un'altro discorso.....

PaK8.8

Gio, 04/02/2016 - 16:16

Zagovian, perfettamente d'accordo. Non ho detto che era un termine perfetto, ma "da non buttare via". Anch'io preferisco correlato. Parole a parte, io trovo schifoso che per 20 anni questi mai.ali ci abbiano forzato a cambiare macchina con le menate Euro 1 2 3 4 5, per dare soldia VW, ma anche Renault, Fiat e compagnia, poi ora gli si è rotto il giochino, salta fuori che era tutto falso (che poi non è vero, l'aria di oggi è migliore, ma ci siamo capiti), RADDOPPIANO i limiti...Per non far andare all'aria VW, ma anche Renault, Fiat e compagnia. Per fortuna guido una bellissima e ragionevolmente potente Euro 1 di 25 anni, 170 cv, e visto che non devo entrare in aree verdi spendo i miei soldi in benzina e "superbollo" e mi godo il rombo del mio 5 cilindri pagato 1750 euro con pochi chilometri. Saluti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 04/02/2016 - 18:22

@PaK8.8:....certo,visto che "realisticamente" le auto in circolazione,"alla fine",inquinano molto di più del "previsto",come rimedio,si sono inventati questa "gabola",per cui DI COLPO,siamo diventati tutti "più resistenti" agli inquinanti,per cui possiamo permetterci questi valori!....Che farsa!!!