Soffoca la moglie con una busta di plastica e poi tenta il suicidio

Dopo il delitto ha chiamato un amico confessando il folle gesto

Matteo Buscaglia, 47 anni, ha soffocato la moglie Roxana Zenteno, infermiera di origini peruviane, e dopo ha cercato di farla finita tagliandosi le vene. E’ successo in via Marici a Boissano, paese in provincia di Savona. La moglie di 42 anni è stata uccisa questa mattina con un sacchetto di plastica. In casa anche i due figli della coppia, un maschio e una femmina, di 10 e 12 anni. Non si sarebbero accorti di nulla perché stavano dormendo nei loro letti. Il marito, operaio della Piaggio a Villanova d’Albenga, dopo il folle gesto ha cercato di uccidersi ma è stato soccorso e trasportato all’ospedale. Le sue condizioni risultano molto gravi. Dopo il delitto l’uomo ha telefonato a un amico raccontandogli cosa aveva appena fatto. E’ stata questa persona ad avvertire sia i carabinieri che i soccorritori. Secondo le ricostruzioni l’uomo avrebbe ucciso la moglie alle prime luci dell’alba, usando come arma per il suo delitto una busta di plastica, con la quale ha soffocato la consorte.

L’assassinio è avvenuto nella villetta dove la coppia viveva con i due figli. In quel momento i bambini stavano dormendo nella stanza accanto e non avrebbero sentito nulla. Sono ora affidati alla zia, la sorella dell’assassino, assistiti da uno psicologo. Quando le Forze dell’ordine sono giunte nell’abitazione hanno trovato il 47enne in cantina, in un lago di sangue. Aveva cercato di uccidersi tagliandosi i polsi. Subito è stato trasportato a sirene spiegate all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure. Al momento però i medici non si pronunciano perché le condizioni dell’uomo sono apparse molto gravi. La sindaca di Boissano, Rita Olivari, ha detto ai microfoni che quella appena accaduta è una vera tragedia e che conosceva molto bene la famiglia, apparsa sempre molto normale. I carabinieri del Nucleo investigativo di Savona e della Compagnia di Albenga, sotto la supervisione del pubblico ministero Massimiliano Bolla, stanno facendo tutti i rilevamenti del caso.

Commenti
Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Sab, 17/11/2018 - 19:11

Rientra nella casistica nazionale, sull'entità della quale, per una sorta di reverenziale omertà, si preferisce tacere, piuttosto che trattarne senza disonestà mentale…. Ma, tra omicidi, infanticidi e suicidi legati alla "normalità" familiare, in Italia ogni anno le vittime sono oltre 1.000... Mah!

Divoll

Sab, 17/11/2018 - 20:51

Moglie e buoi dei paesi tuoi, dicevano i vecchi saggi...