Soffre di mal di testa e incubi: ha un parassita nel cervello

Yadira Rostro ha scoperto di avere un verme che continuava a deporre uova all'interno del suo cranio

Soffre per molti anni di mal di testa, poi Yadira Rostro, una donna di 31 anni di Boston, scopre di avere un parassita che ha depositato migliaia di uova nella sua testa. La donna era spesso vittima di terrificanti incubi, provocati forse dalla presenza del verme.

Il mal di testa si è fatto sempre più forte, fino a quando la donna è stata costretta a rivolgersi ai medici. È stata sottoposta a una tac e, a quel punto, ha scoperto l'esistenza del parassita. Anzi: dei parassiti che continuavano a riprodursi all'interno del suo cranio. Molto probabilmente, la loro presenza era dovuta a del cibo consumato in Messico e contaminato con materia fecale.

Le larve si sarebbero poi mosse nel corpo attraverso il sangue della donna e avrebbero infine raggiunto il cervello. I medici hanno deciso di rimuovere subito le uova dal cervello della paziente.

Commenti

Raoul Pontalti

Ven, 18/09/2015 - 01:40

Non sono molti i parassiti (a differenza di batteri e virus cui possiamo aggiungere i prioni tra i quali quello recente della variante umana dell'encefalite spongiforme bovina) umani dell'encefalo e per lo più occasionali e restringendo l'indagine agli elminti (ossia ai vermi propriamente detti) il novero praticamente si riduce alle dita delle due mani pur comprendendo le forme erratiche (larva migrans) di parassiti degli animali. Alla mente corre in primo luogo, considerando i dati anamnestici della contaminazione fecale e dell'ambiente subtropicale, lo Strongyloides stercoralis (forma erratica da reinfestazione), poi Ancylostoma braziliense (forma erratica), quindi il raro Halicephalobus gingivalis che in USA dà forme encefalitiche nel cavallo e nell'uomo, poi Cysticercus ed Echinoccus cerebrali e infine Sparganum e Baylisascaris procionis. Quale tra questi aveva Yadira?

Apophis

Mar, 02/02/2016 - 20:26

Il Boldrinococcus Italicus rincoglionentis.

blackbird

Mar, 02/02/2016 - 22:35

Una mia conoscente aveva un verme "sardo" che aveva depositato le uova nel fegato. I medici che l'hanno operata le hanno detto che le larve avrebbero potuto fermarsi in qualsiasi organo: polmoni, cuore o anche cervello. Con conseguenze nefaste.