La sonda a pezzi Ma non dite che è uno spreco

La tentazione è quella, un po' immediata, o meglio immatura: «Ecco come si buttano via i soldi». Quasi fosse una frustrazione collettiva che si manifesta e suona come l'Europa che non ce la fa, che è indietro rispetto all'America, alla Cina, alla Russia. Loro sì, noi no. Loro bravi, noi scarsi. Un vorrei ma non posso perenne. Le aspettative sulla sonda Schiaparelli e sul suo arrivo su Marte erano alte perché tanti, forse anche troppi, avevano collegato questa missione all'idea di colmare la distanza che c'è tra gli altri Paesi rispetto all'intero continente europeo sulla ricerca.

Il tentativo di dire che la missione è stato un sostanziale successo è la dimostrazione più evidente della delusione. Missione incompiuta, punto. Ed è attorno a questo che vale la pena ragionare. Perché la scienza e la ricerca sono una sequenza di missioni incompiute intervallate da successi clamorosi e oggettivi. Non abbiamo buttato 1,2 miliardi (del quale trecento milioni sono italiani): li abbiamo investiti. Sul presente, sul futuro, dunque su noi stessi. Sarà banale, anzi diciamo che senz'altro lo è, ma è un fatto che ogni scoperta e ogni risultato ottenuto dagli scienziati è il frutto di un tot di fallimenti. Rimanendo alle sole missioni spaziali, sono infinitamente di più quelle finite male di quelle finite bene. Quasi vent'anni fa, nel 1998, il Mars Polar Lander, una sonda automatizzata lanciata dalla Nasa, ebbe lo stesso destino di Schiaparelli: dopo l'atterraggio, la Nasa non riuscì a ristabilire i contatti. Ancora oggi nessuno sa che fine abbia fatto. Avrebbe dovuto studiare il clima della regione del Planum Australe, nei pressi del polo sud di Marte.

Il fallimento non è stato la fine, anzi. Ce ne sono stati altri, americani e russi, eppure su Marte ci siamo arrivati lo stesso. Facendo ciò che l'umanità e la sua declinazione spesso più alta, ovvero la ricerca scientifica, probabilmente non speravano neanche di poter fare. Allora la domanda è: i fondi usati per Mars Polar Lander sono stati uno spreco? No, semplicemente. Ogni euro o dollaro speso in ricerca è un investimento. E ogni investimento, se uno lo definisce tale, comprende anche l'idea stessa del fallimento. È il rischio d'impresa che in pochi attribuiscono alla scienza, ma che invece la scienza ha come suo fondamento costitutivo. La ricerca spende per definizione, oltre che per necessità. Ed è lo strumento migliore per trasformare quel costo in profitto. Certo che quella riflessione iniziale, quella immatura, è umana e financo comprensibile: quando una missione costosa come quella della sonda Schiaparelli fallisce, viene spontaneo (e anche un po' facile) pensare di aver buttato via tempo, energie e denaro. Ma un solo dettaglio che verrà fuori dai risultati seppur incompleti di questa storia, potrà ripagare economicamente e non solo tutti gli investimenti. Non ci siamo mai chiesti quanto è costato arrivare a brevettare un nuovo farmaco, o creare la tecnologia che ha permesso la creazione dei motori ibridi che cambieranno il nostro modo di viaggiare.

Il problema non si pone, perché una volta ottenuto il risultato ci dimentichiamo di tutto. È questa la forza della scienza. Che è diversa da ogni altra cosa: la più assurda scoperta alla fine ha un'applicazione che ci rende la vita migliore e non crea rivendicazioni. Si cancellano i brutti ricordi e non è la consegna all'oblio di ciò che non ha funzionato, è la presa d'atto che i soldi fanno la differenza. Spenderli bene significa passare attraverso una delusione, un fallimento. Perché l'obiettivo è semplicemente più grande.

Commenti
Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 21/10/2016 - 08:38

Quando l'uomo iniziò ad andare per mare iniziò anche ad imparare come affrontarlo con le banche affondate o naufragate.

Klotz1960

Ven, 21/10/2016 - 08:39

Spreco totale, fine del discorso.

pc64

Ven, 21/10/2016 - 08:54

Un buon articolo, con cui concordo. Vorrei rimarcare che la missione ExoMars prevedeva due fasi. 1. Un satellite lanciato dalla Terra doveva essere posto in orbita su Marte, per fornire dati e fungere da base appoggio per le missioni future. Questa parte della missione è RIUSCITA, e il satellite è in orbita. 2. Dal satellite orbitante doveva staccarsi il modulo Schiaparelli, atterrare su Marte e fornire dati. Questa parte della missione è FALLITA. Non mi pare si possa parlare di fallimento totale e soldi buttati.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Ven, 21/10/2016 - 09:14

Mica è in aeromodello uscito dal raggio del radiocomando, schiaparelli è costata tanto che smarrirla andar parlando di successo è da alienati. Soprattutto chi fa proclami dovrebbe pensare più ai vestiti che alle sonde spaziali, imparerebbe lo stile di tacere quando si fallisce.

il_viaggiatore

Ven, 21/10/2016 - 09:20

Ottimo articolo, punto di vista sensato ed equilibrato. A me dispiace solo una cosa: non avrei sprecato il nome di Schiaparelli per una missione a rischio. Era a rischio perché mandare un orbiter è una cosa, mandare un lander è tutta un'altra cosa, e le cose che possono andare male sono forse 100 volte di più. Insomma mi dispiace per Schiaparelli lo scienziato. Come dimostrarono l'Apollo 13 e il Columbia, perfino ripetendo una missione le cose non sono le stesse, figuriamoci al primo tentativo.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 21/10/2016 - 09:25

Il MAGNA MAGNA italico costruisce ponti, viadotti, argini dei torrenti con la malta detta MAGRONE (dicasi magrone una malta composta da sabbia e piccolissime tracce di cemento rinforzata però con CORIANDOLI e polistirolo ad alta densità) questo MAGNA MAGNA appunto, per risparmiare sui costi nella costruzione della navicella ha usato materiali a basso costo come GHISA, vimini, canne di bambù, retrorazzi con cerini e stagnola, il risultato una caduta precipitosa a rotta di collo un pó come l'Italia che sprofonda sempre di più ma mantiene sempre al massimo livello il MAGNA MAGNA.

Kamen

Ven, 21/10/2016 - 09:48

Il gioppino si era appena vantato di questa missione:è lui che porta sfiga

lupo1963

Ven, 21/10/2016 - 10:02

Costruita a Torino,cosa ci si poteva aspettare. Praticamente la Multipla spaziale...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 21/10/2016 - 10:26

VI FANNO CREDERE CHE QUESTE COSE SERVONO ALL'UMANITA' NON AVETE MAI PENSATO ALLE MULTINAZIONALI IN CERCA DI MATERIE PRIME E COMBUSTIBILI ? QUESTI MOSTRI GUARDANO MOLTO + LONTANO DI VOI POPOLI DELLA TERRA DISTRATTI AD ARTE NON NON FARVI CAPIRE E RAGIONARE.

tzilighelta

Ven, 21/10/2016 - 10:26

Condivido il pezzo, la storia lo dimostra, e poi non c'è alternitiva altrimenti se fosse per gente come Klotz1960 l'umanità sarebbe ferma all'età della pietra!

il_viaggiatore

Ven, 21/10/2016 - 10:30

@Klotz1960 Invece vuoi mettere che bell'uso dei soldi la RAI, le feste dell'Umidità, i miliardi che ci costano i clandestini, il MAXXI e tutte quelle istituzioni pseudoculturali dove magnano i Kompagni. Da lì sì che usciamo arricchiti culturalmente ed economicamente, vero?

il_viaggiatore

Ven, 21/10/2016 - 10:33

@primulanonrossa Certo che si risparmia sulle navette. Bisogna risparmiare sulla ricerca perché dobbiamo spendere per andare a prendere i clandestini dalla Libia. Vuoi mettere l'arricchimento culturale? Sulla ghisa su una nave spaziale non commento, basta averlo scritto. Poi guarda gli scienziati, girano tutti con le Ferrari, vero? Fatti un giro per i laboratori e centri di ricerca e vedi un appassionati giovani e meno giovani con borse di studio e stipendi tra i 1500 e 2000 €/mese. Guarda, guarda come magnano.

Roberto R

Ven, 21/10/2016 - 10:50

Secondo me, da inesperto, ci sono stati errori di progettazione. Tre retrorazzi che devono essere perfettamente sincronizzati ed erogare perfettamente la stessa potenza per non sbilanciare la navicella significa moltiplicare per tre il rischio di errori. Comunque, tutto bene: il crash test è stato un successo.

umberto nordio

Ven, 21/10/2016 - 10:56

Meglio investire soldi in questi " fallimenti" che per mantenere un parlamento di 1550 fannulloni.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 21/10/2016 - 11:27

Chissa' cosa ne pensano i marziani di quell'ammasso di ferraglia inutilizzabile approdato sul loro suolo e non richiesto. Non mi stupirei se ce lo rimandassero indietro,magari ricambiando l'inutile sforzo,con qualche "regalo" poco gradito a noi umani.

il_viaggiatore

Ven, 21/10/2016 - 11:32

@RobertoR Certo che ce ne sono stati, altrimenti avrebbe funzionato. La cosa importante è capire quale sia stato l'errore. A questo servono le analisi. Mettersi a cambiare il sistema di spinta quando poi invece magari si è impallato il software, o perché l'altimetro (se c'era) funzionava male a bassa temperatura è altrettanto sbagliato, però. Non ci scordiamo del lander americano mandato a schiantare perché nel software non c'era la conversione piedi/metri.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 21/10/2016 - 11:33

Non dobbiamo poi dimenticare che anche in questo campo quelli bravi e non raccomandati o straraccomandati se ne sono già andati all'estero. W l'Italietta

pietrom

Ven, 21/10/2016 - 11:36

Se consideriamo che la maggior parte dei costi di realizzazione di un prodotto cosi' avanzato stanno nella ricerca e nella progettazione, beh, questi non sono andati persi. Se ne puo' ricostruire una copia con una frazione degli investimenti.

Ritratto di italiota

italiota

Ven, 21/10/2016 - 11:49

povero Schiaparelli, una sonda dedicata a suo nome ...spetasciata sul suolo marziano pur di risparmiare sulla benzina dei retrorazzi

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 21/10/2016 - 11:54

#primulanonrossa- 11:33 La triste verità, mascherata dalla retorica di regime, purtroppo è proprio questa. Chissà quanti di questi "scienziati" ricoprivano il loro ruolo grazie alla tessera di qualche partito.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 21/10/2016 - 12:27

@il_viaggiatore: chi fa ricerca e lavora nei laboratori molto probabilmente non maggna il mangiato è già avvenuto a monte dai capi, dirigenti e chi ovviamente non fa un c***o

Ritratto di Antipupazzo

Antipupazzo

Ven, 21/10/2016 - 12:29

Scusate sono ignorante, chi è intelligente mi può spiegare perchè l'itaglia ha dovuto provvedere con un quarto (1.200.000.000 di spese : 300.000.000 nostra quota). Ma i paesi appartenenti all'europa non sono 28? Non riesco proprio a capire.

Ritratto di host8965

host8965

Ven, 21/10/2016 - 12:38

Memphis35 - Ci sarà mica l'ombra della sinistra? Scienziati komunisti con la tessera PC che lavorano al servizio del komplotto komunista globale oppure stavolta ci sono di mezzo i marziani?

il_viaggiatore

Ven, 21/10/2016 - 13:02

@primulanonrossa e Memphis35 Le squadre di sviluppo sono sempre internazionali e anche se sputi a terra la cosa viene valutata sempre da colleghi internazionali. Per il lavoro che si fa, non fa differenza se lavori in Italia o all'estero. Cambia solo lo stipendio, non certo i compiti. Ma dai commenti qualunquisti che leggo è chiaro che quasi nessuno qui sa come funziona la ricerca, né il fatto che tutti gli acquisti e le spese sono stradocumentati, a differenza che nei bilanci comunali e regionali. Criticate qualcun altro, non chi si fa il m...o per far avanzare la scienza, cosa che già si fa praticamente con spirito da missionari, visti i guadagni. Comunque vale il principio di peer review: scaricatevi gli articoli su ExoMars dalle riviste scientifiche, trovate l'errore, e pubblicate a vostra volta. Normalmente si fa così.

Ritratto di Turzo

Turzo

Ven, 21/10/2016 - 13:14

Ma con un nome così che esito volevate dalla missione? Sicuramente lo ha scelto il Renziota

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 21/10/2016 - 13:34

@il_viaggitore chiedo scusa se la mia ignoranza non è pari alla sua.

LUCATRAMIL

Ven, 21/10/2016 - 13:42

Il fattoche non montino polemiche sul cosa non ha funzionato mi fa cpire, con sollievo, che non è stat una parte "italiana" del modulo. Altrimenti, apriti cielo, saremmo stati esposti allo scherno globale. Quando sbagliano gli altri, tutto passa via (vedi scandalo VW, tram Combino Siemens, violazione Schengen ecc.).

ziobeppe1951

Ven, 21/10/2016 - 13:50

host89...12.38...sicuramente "scienziati" kkkomunisti con tessera PC promossi col 6 politico ...il massimo

Trinky

Ven, 21/10/2016 - 13:52

@host8965..........ci sarà mica lo zampino della FIAT? solo chi fabbrica catorci può costruire un altro catorcio!

risorgimento2015

Ven, 21/10/2016 - 14:10

Grande "TURZO" mi hai rubbato il comment...tante risate ,il nome schiap.....si addice all'Italia attuale !?!?

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Ven, 21/10/2016 - 14:16

Sinceramente tutte queste ricerche astrospaziali, missione con sonde, navicelle, lander chiamateli come volete sono sprechi di milioni. L'unica cosa che hanno omologato è il - Euro NCAP - Crash Test - superato con 5 stelle e lode!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 21/10/2016 - 14:17

#host8965- 12:38. Caro il mio pulcino nato ieri, fatti un po' un giretto nel pubblico impiego e poi riferiscimi. Stranamente il solo privato è esente dal vizietto delle tessere. Lì, o "tiri" oppure vai a sproloquiare in sezione.

krgferr

Ven, 21/10/2016 - 14:27

Ovunque successi o fallimenti recano i segni delle culture locali: in U.R.S.S., durante i lanci delle V2 catturate ai tedeschi, alcuni di questi si resero impossibili perché l’alcool usato come combustibile era stato troppo apprezzato dal personale, in astinenza da vodka, che se lo era bevuto. In U.S.A. un lancio, mi pare proprio verso Marte, fallì perché la quantità di combustibile calcolata in galloni fu fornita in litri. Nel caso della sonda italiana semplicemente qualcuno avrà fatto la cresta sulla “benzina” per i razzi del modulo: in questo caso, peraltro, forse siamo in tempo per un controllo della finanza al distributore interessato. Saluti. Piero

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 21/10/2016 - 15:19

Come la fracchettata di miliardi buttati inutilmente per cercare il mitico bosone di Higgs, poi smentito dallo stesso "padre".

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 21/10/2016 - 15:34

Ma vi rendete conto del disastro che rappresenta il fallimento della sonda Schiaparelli ? Non ci arriveranno mai le immagini dei marziani che fanno propaganda per il "SI"!

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 21/10/2016 - 16:18

Il suo articolo centra l'argomento ma, per me che ho un'educazione scientifica, ha dato fastidio aver a tutti i costi voluto dire che é stato un successo anche se l'ammartaggio é stato catastrofico. Se si fosse ammesso subito l'insuccesso di quest'ultimo la cosa sarebbe passata con assoluta normalità visto che é normale che qualcosa vada storto in missioni sofisticate come quella di andare su un altro pianeta.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 21/10/2016 - 16:41

@il_viaggiatore:...concordo!@umberto nordio:...concordo!A cui aggiungere stipendi e prebende varie,privilegi,pensioni d'oro,di Dirigenti,Presidenti,e di TUTTI i funzionari Pubblici,per cui di queste missioni,se ne potrebbero pagare tante,ed altrettanto investire in "ricerca"(naturalmente facendo un pò di repulisti,dei soliti "tesserati" scalda posto/zavorra a UFO,in Università e "centri" vari...),laddove in italia siamo invece a ZERO!...Però "importiamo-accogliamo" milionate di "risorse",per raccogliere i pomidoro,le olive,le patate,le mele,mungere le vacche,fare lavoretti da "cinesi",per aumentare il PIL(..Oh!!),invece di "investire" in ricerca e innovazione,utilizzando manodopera nostrana,che poi se ne va all'Estero...Senza innovazione,senza ricerca,l'italia,nella condizione in cui ci troviamo,è destinata a chiudere bottega!!!!

Ritratto di host8965

host8965

Ven, 21/10/2016 - 16:56

@il_viaggiatore - E' una battaglia persa. Qui sono tutti esperti con lauree e master in materia, sanno perfettamente come funziona la ricerca e a cosa serve ma ne sono ovviamente contrari perché qualunque forma di progresso fa a pugni con la loro piccola mente conservatrice! Questa è gente che usa il Dialogo sopra i due massimi sistemi per accendere il caminetto.

aitanhouse

Ven, 21/10/2016 - 17:04

1.200 milioni,tanto per far capire a chi ha perso il senso del danaro, equivalgono a circa 2400 miliardi di vecchie lire, vi pare allora che questa europa dissestata ed in preda a problemi di povertà si possa permettere uno spreco simile? non è meglio destinare tanti soldi alla ricerca scientifica piuttosto che chiedere continuamente finanziamenti tramite numeri telefonici od altro?ed ecco allora che sorgono i soliti dubbi circa i finanziamenti da devolvere ad aziende amiche o a gruppi che hanno rapporti con il potere......

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 21/10/2016 - 17:04

Mi chiedo come mai certe avventure, pardon volevo dire ricerche, non vengono fatte in collaborazione tra tutti gli stati sotto l'egida dell'ONU invece di sprecare risorse preziose mentre miliardi di esseri umani e non muoiono di fame!

Fjr

Ven, 21/10/2016 - 17:13

Inutile addolcire la pillola ,anzi la supposta, alla fine abbiamo mandato un giocattolo costoso per la gioia degli scienziati ,ma in genere da un'investimento non si dovrebbe avere un ritorno?Sono stati spesi 1,2 miliardi di euro,di cui 300 milioni di soldi italiani ,per che cosa? In genere queste tecnologie come in altri settori si spera possano essere utili alla massa ,sotto diversa forma, ma il vero paradosso e' che mandiamo sonde su pianeti inabitabili dall'uomo,dove ci sono temperature impossibili e atmosfere improponibili ,e se per una volta cercassimo di investire questi soldi nel tentativo di salvare l'unico pianeta ancora abitabile,ma non si sa ancora per quanto, cioè il nostro?unica consolazione ,almeno non sono finiti in tasca dei soliti marpioni

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 21/10/2016 - 17:45

@Fjr:....beata ignoranza!!!Lei si scandalizza per questi 300 milioni "investiti" in ricerca,in innovazione,di cui abbiamo una fame pazzesca(che lei non vede),ma non si lamenta che la guerra commerciale scatenata dalle sanzioni alla Russia,ha fatto scendere le esportazioni delMade in Italy in Russia al minimo da almeno un decennio con una perdita stimata di 7,5 miliardi in 2 anni, provocata anche dall'embargo totale deciso nei confronti di importati prodotti agroalimentari.,e non si scandalizza,che abbiamo i costi della "politica" i più alti al Mondo,il costo di funzionari,dirigenti nel PUBBLICO,strapagati,con pensioni e benefit d'ORO,il costo di dirigenti e quant'altro di una RAI,un carrozzone MANGIASOLDI,Enti Pubblici inutili,presidenti,portaborse,"accoglienza" di MILIONI di invasori,etc.etc.....Quanta RICERCA,si potrebbe fare,con tutti questi soldi???????

krgferr

Ven, 21/10/2016 - 19:45

@Host8965... Lei fa bene a scherzarci su perché non prendere le cose troppo sol serio aiuta a vivere meglio, ma in fondo ha quasi colpito nel segno; certo ricorda quando Stalin, cui la genetica mendeliana stava sul gobbo decise, con il conforto del suo tirapiedi Lysenko, di creare la “biologia socialista”. La cosa sarebbe rimasta fra i cataloghi delle buffonate se non avesse avuto tragiche conseguenze sulla produzione agricola e, sopratutto sulla fame di milioni di sovietici. Non che la stessa cosa non potesse, e non possa, capitare ad altri ideologi ma credo che ciò dimostri come, in questo campo, sia opportuno non essere troppo leggeri; in fin dei conti spesso l’idiozia supera, e di gran lunga la fantasia. Saluti. Piero

Ritratto di host8965

host8965

Sab, 22/10/2016 - 10:53

Ma si krgferr, tiriamolo fuori un po' di comunismo anche quando non c'entra una beata mazza che tanto ci sta sempre bene! Mi ascolti: si faccia togliere il fiasco.