Sospetto caso di meningite al ritorno dalla Gmg di Cracovia

Giovane pellegrino dell'hinterland napoletano ricoverato in via precauzionale, i medici escludono la patologia: "Ha un'infezione virale"

Sospetto caso di meningite a Nocera Inferiore, un ragazzo appena rientrato dalla Giornata Mondiale della gioventù tenutasi a Cracovia è stato ricoverato presso l’ospedale cittadino. Al pronto soccorso presentava i sintomi della febbre alta e di frequenti conati di vomito, attivate le procedure di profilassi necessarie ma – al momento – i medici parlano di un’infezione virale e sembrano aver escluso il rischio meningite.

Come riporta il quotidiano La Città, il ragazzo – residente nell’area di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli – è stato portato di corsa in ospedale nella serata di ieri. Sottoposto alle primissime cure del caso ed esaminato scrupolosamente dai sanitari in servizio a quell’ora presso la struttura ospedaliera, il giovane pellegrino è stato dichiarato affetto da un problema di natura virale ed è stato deciso il ricovero in via precauzionale.

Intanto sono stati indetti per la giornata di oggi i funerali (in forma rigorosamente privata) della giovanissima Susanna Rufi, la 18enne deceduta a Vienna dopo aver contratto una forma fulminante di meningite. La ragazza aveva partecipato alla Gmg e il suo triste destino ha commosso e contestualmente preoccupato decine e decine di pellegrini e le loro famiglie.

Un messaggio di cordoglio alla famiglia della 18enne romana è arrivato anche da Papa Francesco che ha voluto ricordare con affetto “la ragazza romana di questa Diocesi che è deceduta subito dopo aver partecipato alla Gmg, a Vienna. Il Signore, che certamente l’ha accolta in Cielo, conforti i suoi familiari ed amici”.