Sostanze cancerogene nei pannolini Pampers

Allarme in Francia: lo studio dell'Asef rivela la presenza di derivati del petrolio

L'Associazione Santé Environnement France ha lanciato l'allarme sui pannolini della Pampers. Secondo un recente studio, riportato nei giorni scorsi da Le Parisien e ripreso oggi dall'Huffington Post, conterrebbero derivati del petrolio classificati come cancerogeni dall'Unione europea.

Secondo lo studio commentto dall'Asef (Association Santé Environnement France), i pannolini della Pampers conterrebbero idrocarburi policlicici aromatici (Ipa) come benzo antracene e crisene. "Gli Ipa sarebbero utilizzati per rendere i pannolini meno irritanti per i glutei dei lattanti - si legge sull'Huffington Post - il problema è che questi componenti sono considerati cancerogeni dall'Unione europea".

Fortunatamente il tasso degli Ipa è basso, ben al di sotto dei minimi tollerati dai tecnici di Bruxelles. Tuttavia per Ludivine Ferrer, direttrice dell'Asef, anche se la quantità è legale, non va affatto bene che le parti intime dei bambini siano esposte a questi prodotti.

"È legale, ma lasciare anche la minima quantità di componenti pericolose è comunque moralmente troppo - ha dichiarato Ferrer a Le Parisien - tanto più che gli industriali non sono obbligati ad aggiungere queste sostanze chimiche".

Un allarme tuttavia confutato da Fater spa, che si occupa produrre e commercializzare i prodotti a marchio Pampers in Italia, e che in un comunicato sostiene che "non vengono aggiunti idrocarburi aromatici policiclici" e che i componenti dei prodotti "rispondono alle stringenti norme europee dettate dal regolamento Reach che ne confermano la sicurezza sia in fase di produzione che di utilizzo", inoltre che "prima di commercializzare un nuovo prodotto Pampers vengono condotti test clinici sia da esperti interni che da pediatri esterni".

Aggiunge poi: "Allo scopo di contribuire a ridurre la possibilità di arrossamenti, derivanti dall'interazione fra urina e feci, i pannolini Pampers vengono arricchiti con una delicata lozione applicata sulla superficie del pannolino". "Il petrolato (comunemente conosciuto come vaselina) in essa contenuto è purificato e sicuro per l'uso in prodotti destinati ai bambini. In questo senso i test di sicurezza svolti sono stati esaminati e valutati dal Professor Daniel Hohl, medico e pediatra dermatologo, già presidente dell'associazione europea di dermatologia pediatrica, che ha certificato la sicurezza dei prodotti Pampers per l'uso sulla pelle dei bambini".

"A riguardo del petrolato, il Prof. Hohl conferma si tratta di un ingrediente inerte non solo usato comunemente in cosmetica ma ampiamente raccomandato da pediatri e dermatologi proprio per proteggere la pelle delicata dei bambini. Infine tutti gli ingredienti della lozione sono conformi al regolamento cosmetico europeo e soggetti a periodiche revisioni da parte delle Autorità Sanitarie europee".

Commenti

PaK8.8

Mar, 25/10/2016 - 17:01

Secondo me fa venire il cancro leggere troppe fesserie.

giovauriem

Mar, 25/10/2016 - 17:15

scommetto che nessuno sapeva che i pannolini e pannoloni , di tutte le marche , sono fatti con derivati del petrolio , d'altronde i produttori non hanno mai parlato di cellulosa vergine o di carta naturale impermeabilizzata con cera o paraffina .

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 25/10/2016 - 20:00

USATE QUELLI DI COTONE NATURALE DA LAVARE DECINE DI VOLTE IN LAVATRICE COME SI USAVA 60 ANNI FA, BASTA CON IL CONSUMISMO IMPOSTO DALLE MULTINAZIONALI SENZA ANIMA E DISUMANE