Sparò ai ladri, condannato a risarcire i rom: colto da infarto

Su Facebook corre la solidarietà per Ermes Mattielli, condannato a 5 anni di galera per aver sparato a due ladri entrati nella sua attività

Forse la colpa è proprio in quella condanna a 5 anni e 4 mesi di galera, o forse dall'aver saputo di dover risarcire con 135mila euro i due rom che lo stavano derubando. O, come sostengono alcuni, a causa dell'eccesiva esposizione mediatica degli ultimi giorni.

Fatto sta che ora Ermes Mattielli, l'uomo che ha sparato a due rom che entravano nella sua ricicleria ferendoli, è stato colto da un infarto. Ricoverato da ieri all’ospedale Alto Vicentino, ora è in osservazione nel reparto di Cardiologia dell’ospedale dell’Ulss 4. Non sarebbe in pericolo di vita.

Su Facebook, tra i tanti gruppi nati in suo sostegno, corre la solidarietà all'uomo che è diventato insieme ad altri il simbolo della "difesa che deve essere sempre legittima".

Annunci
Commenti

agosvac

Mer, 04/11/2015 - 12:48

Chissà se i magistrati che lo hanno messo sotto processo e poi condannato per avere difeso le sue proprietà avranno un minimo di rimorso!!!

Ritratto di OKprezzogiusto

OKprezzogiusto

Mer, 04/11/2015 - 12:56

Urgentissima una riforma delle norme, che non lasci ai giudici nessuna possibilità di interpretazione.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/11/2015 - 13:01

Mi spiace per lui, spero che si rimetta in salute. Quanto alla sua condanna, il giudice non poteva fare altrimenti: quando arrivò Mattielli sul luogo del furto, i ladri (disarmati) abbandonarono la refurtiva e scapparono, ma Mattielli gli sparò contro tutto il caricatore della pistola (14 colpi). Così non è stato possibile applicargli l'art. 52 del c.p. sulla legittima difesa, perché i ladri "desistevano" e non l'avevano aggredito. E' quindi stato condannato per eccesso colposo di legittima difesa, mentre i ladri sono rimasti invalidi.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 04/11/2015 - 13:02

Chi crede d’aver capito come funziona la giustizia in Italia è gentilmente invitato a farsi avanti e spiegarla a 60 milioni di italiani.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 04/11/2015 - 13:08

Tutta la solidarietà e l'appoggio morale per il Sig.Ermes. Questo è l'Italia di oggi . Ci dica il Magistrato come deve comportarsi un anziano quando I ladri entrano in casa ? Offrire caffè e ringraziare per la visita ? Non mi si dica fare denuncia perchè non ne hanno mai trovato uno nè è stata mai recuperate la refurtiva. Facciamo che lo Stato incapace di difenderci risarcisce I Danni o li scala dalle tasse ? Dicano I "potenti" , solerti nell'individuare ogni tipo di tassa invece che di elaborare un piano per difendere I cittadini.

Ritratto di Zohan

Zohan

Mer, 04/11/2015 - 13:14

Io non ho facebook ma esprimo la mia solidarietà a questo povero italiano ... un giorno forse sarò anche io al suo posto

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mer, 04/11/2015 - 13:14

NO.I magistrati NON hanno anima.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 04/11/2015 - 13:29

I giudici dovrebbero renderci giustizia dei soprusi e dei torti subiti. Ma se sono i giudici a commettere un sopruso o un torto, a chi ci rivolgeremo per avere giustizia? Chi ci salverà dai giudici? E' una domanda che continuo a porre da anni, ma nessuno mi ha ancora risposto.

Dako

Mer, 04/11/2015 - 13:32

Peccato che in galera loro (i giudici) non ci vanno mai anche quando sbagliano e se lo meriterebbero per sentenze assurde/irresponsabili, eh già di tutto questo il CSM è sempre assente distratto non se ne accorge, sono tropo oKKupati con la riforma della giustizia che non vogliono cambiare!!

46gianni

Mer, 04/11/2015 - 13:33

agosvac NON CI SPERARE SONO SENZA CUORE PERCIO' NON AVRANNO RIMORSI

releone13

Mer, 04/11/2015 - 13:35

eh si....dopo aver scaricato tutto il caricatore nella schiena di 2 che scappavano...........l'articolo 52 proprio non ci sta......magari il prossimo ci pensa 2 volte prima di sparare.........

Tuthankamon

Mer, 04/11/2015 - 13:37

Per quanto mi concerne questa classe politica che permette queste "leggi" e questi magistrati che le "applicano" in questo modo, DEVONO ANDARE A CASA!

paolonardi

Mer, 04/11/2015 - 13:43

Delirio fi onnipotenza di alcuni msgistrati lontani mille anni luce dal diritto inteso come sentire del senso comune del popolo col nole del quale emettono sentenze. Indegni.

Ritratto di gattofilippo

gattofilippo

Mer, 04/11/2015 - 13:48

Se i magistrati non hanno fatto altro che applicare la legge vuol dire che è sbagliata. Chi entra in una proprietà privata deve sapere che gli possano sparare questa sarebba la legge giusta e anche molto semplice da applicare.

Malacappa

Mer, 04/11/2015 - 13:54

Stavano scappando,disarmati,poverini,permettetemi dirvi che sicuramente non era il primo furto che facevano al signore quindi uno s'incazza,ma guarda te se un italiano deve andare in galera e i delinquenti vengono pure risarciti che schifo questa giustizia.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 04/11/2015 - 14:01

Consiglio al sig Mattielli di chiedere (come fanno certi mafiosi) la scarcerazione per motivi di salute, vendere tutto e mandare af.......questo paese di........

frabelli1

Mer, 04/11/2015 - 14:06

È questa la nostra giustizia? Quella che difende ladri, assassini, stupratori e condanna chi si difende dalle loro violenze? Questo paese con la sua malagiustizia è vergognoso.

michetta

Mer, 04/11/2015 - 14:11

Caro JASPAR44, non c'e' bisogno di andare a cercare CHI CONOSCE LA GIUSTIZIA IN ITALIA, noi abbiamo la fortuna di condividere pensieri ed opinioni, nientepopodimenoche, il LIBEROPENSIERO assoluto! A lui, si puo' devolvere qualsiasi richiesta in merito, vedrete, sapra' dire sempre il GIUSTO (che e' un altro come il liberopensatore!). Invece, rimanendo sull'argomento, pregherei tanto, quei furbacchioni che si presentano da Del Debbio, di PROVVEDERE URGENTISSIMAMENTE, a cancellare tutte le malefatte e scritte dei Codici, dai comuniasti in illo tempore, per le quali chi si difende, ha colpa. Ed io, mi ripeto ancora, dicendo, che se capitasse a me, FAREI LA STESSISSIMA COSA, CON PIU' MIRA, dispiacendomi per l'infarto accaduto, al pover'uomo aggredito dai rom, ma andrei in galera felice.

Raoul Pontalti

Mer, 04/11/2015 - 14:11

liberopensiero77 per la cronaca il pistolero da strapazzo inizialmente fu rinviato a giudizio per eccesso di legittima difesa ma in aula il delitto fu rubricato, sulla base delle stesse dichiarazioni dell'imputato, in duplice tentato omicidio proprio per le modalità di esecuzione di una vendetta più che una difesa della roba.

maurizio50

Mer, 04/11/2015 - 14:12

Lo Stato in Italia è un carrozzone che fa acqua da tutte le parti. Ci sono poi categorie che mirano al totale affondamento del barcone: la più in vista, senza tema di smentite, è quella che comanda nel Paese senza che nessuno mai l'abbia votata, vale a dire la consorteria che emette sentenze in nome del Popolo Italiano. Ebbene sentenze come quella che riguarda il sig. Ermes sono state emesse CONTRO il Popolo Italiano!!!

claudio63

Mer, 04/11/2015 - 14:16

LIBEROPENSIERO77 l'ampia liberta' di manovra dei giudici mi lascia perplesso in questo caso; c'e' una reiterata e continuo attacco criminale nei confronti del Mattielli, derubato piu' volte, senza reazione da parte delle forze dell'ordine. il giudice avrebbe dovuto tenere conto anche di questo. Lo stato cosi si dimostra inetto e grossolanamente affrancato dal vivere della societa' civile.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 04/11/2015 - 14:29

Qualcuno parla di "ladri disarmati"e allora bisognerebbe distinguere con un patentino se sono o no armati,e poi l'abbandono della refurtiva avviene dopo aver sentito i colpi e non prima.Certo che la magistratura è molto ligia nell'applicazioni delle condanne nei confronti delle persone oneste che difendono i loro averi mentre non mi sembra facciano altrettanto coi delinquenti.Se questa è legge allora la si cambi,e sopratutto non venga INTERPRETATA.

Lino1234

Mer, 04/11/2015 - 14:30

Constato che, anche in un caso estremo come questo, del magistrato che condanna un derubato a 5 anni di galera e ad un rimborso agli stessi ladri, di € 35.000, apprendo che due dei presenti commentatori danno ragione al magistrato, superando ogni limite dell' idio.... Saluti. Lino. W Silvio.

cesare caini

Mer, 04/11/2015 - 14:31

Ma questa condanna significa solo legittimare i ladri ed incoraggiarli a delinquere nelle nostre case tanto sono molto più protetti loro dei poveri derubati.

timba

Mer, 04/11/2015 - 14:39

A chi dopo ogni sentenza in tal senso freddamente e con perfetta lucidità ci spiega in dettaglio che il povero magistrato di turno non è colpevole perché ha applicato alla lettera la legge, al comma Y dell'art. X, etc...; ebbene a costui chiedo poi cortesemente di commentare anche gli episodi di fatti opposti, ossia quando a delinquere, uccidere, stuprare, etc.. è un esponente dell'immondizia della quale facevano parte i due "poveretti" e di spiegarci come, guarda caso, nello specifico il giudice sinistrato di turno non applichi mai alla lettera il comma Y dell'art X, ma lo interpreti, lo diluisca, lo modelli; il tutto in spirito equo e solidale. Sono curioso di sapere.

levy

Mer, 04/11/2015 - 14:41

A chi lo ha condannato invio il mio più sentito disprezzo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 04/11/2015 - 14:42

#Raoul Pontalti Ne riparleremo quando faranno visita a casa tua. Dopo averti, magari,fatto fuori il cane con la polpetta pretrattata al CN.

claudio63

Mer, 04/11/2015 - 14:42

RP, ribadisco il concetto espresso su lb77:l'atto " vendicativo" andrebbe interpretato come un atto di disperazione di fronte alle continue" missioni" dei ladri nella proprieta' del Mattielli,in relazione sopratutto ad una quasi inesistente presenza dello stato sul territorio (qui il vero imputato). inoltre, io,da carabiniere innamorato,consiglierei di astenersi da nomignoli quali 'pistolero da strapazzo' probabilmente perche so cosa vuole dire usare una pistola in simili occasioni. cordialita'.

Ritratto di gammasan

gammasan

Mer, 04/11/2015 - 14:43

A norma di legge, non bisogna sparare o scoraggiare i ladri, altrimenti non ci potrebbero provare di nuovo a rubare. Bisogna assolutamente che i Sigg ladri si rendano conto che, se va male la prima volta, possono ancora tentare con nuove speranze di successo! E che diamine!!!

levy

Mer, 04/11/2015 - 14:44

Inutile sperare che i legislatori stabiliscano il diritto alla difesa personale, a loro non importa la nostra persona o la difesa dei nostri beni, loro stanno dall'altra parte.

stefanopiero

Mer, 04/11/2015 - 14:56

Quando il ladro entra in casa bisogna chiedergli: vuoi rubare o aggredirmi? Se è solo per rubare prego, si accomodi, non c'è difesa alcuna. Chiamare la polizia? Passi in commissariato a fare la denuncia. Non sto esagerando, è successo a me quando chiamai i carabinieri mentre stavano rapinando una donna davanti ai miei occhi. Ecco, qualcuno mi deve spiegare quale è il senso di tutto questo se non che la proprietà privata è non ritenuta ma "interpretata" dai giudici come illegale.

Pinozzo

Mer, 04/11/2015 - 14:57

Sicuramente il giudice avra' tenuto presente dei ripetuti furti subiti e dell'esasperazione di quest'uomo. Il punto e': una vita umana vale piu' o meno di un televisore? Se qualcuno cerca di portarti via il televisore (qui avevano pure mollato la refurtiva, ma immaginiamo il caso) hai il diritto di portargli via la vita? Secondo me no, poi ognuno risponda secondo coscienza.

timba

Mer, 04/11/2015 - 15:00

Fantastico. Chiaramente per il Pontalti il poveraccio storpio plurirapinato dalla fedina penale pulita che non ha mai fatto male a nessuno, il Mattielli appunto è un "Pistolero da strapazzo". Esilarante se non fosse vomitevole. Poi c'è Liberopensiero che ci ricorda che i "poveretti" sono pure rimasti invalidi.. Ma gioie.. Ma cuccioli..Ora che ci penso i 135.000 Euro che sono stati riconosciuti loro a titolo di risarcimento sono fin troppo pochi. Dovevano essere molti di più e che diamine!! Almeno avrebbero evitato loro la fatica di compiere altri furti e rapine, terrorizzare, stuprare o magari uccidere... Tutte cose loro permesse e mai perseguite perché i cucciolotti sono vittime della società... bleah

autorotisserie@...

Mer, 04/11/2015 - 15:01

SE FACEVI IL DELINQUENTE NON TI ACCADEVA NULLA , PRENDEVI UN PREMIO E VIA, ORA PAGA E MUTOOOOOOOOOOOOOOOOOO, MALEDETTIIIIIIIIIIIIIIIIIII

Blueray

Mer, 04/11/2015 - 15:08

Non dimentichiamo che i cittadini che sono diventati pistoleros lo sono diventati perché vessati per anni da ripetuti furti, danneggiamenti, intimidazioni ed atti di delinquenza varia cui le forze dell'ordine, specialmente quelle inertizzate ahimè contro loro volontà dall'attuale governo di sx, non hanno fornito una risposta adeguata. Così subentra il fai da te. C'è un bisogno estremo di sicurezza, ma la sinistra non lo percepisce e tira dritto tutelando i delinquenti con una magistratura che colpisce sempre chi spara, a prescindere. Così la sicurezza finisce veramente nei tacchi.

autorotisserie@...

Mer, 04/11/2015 - 15:09

EVVIVA RAULLEEEEEEEEEEEEEEE, MI MANCAVA LA DEFECATA QUOTIDIANA ,DI AI TUOI COMPARI LADRI CHE SE STAVANO A CASA, QUESTO DISGRAZIATO ERA LIBERO COME L'ARIA, TE CAPI RAULLE.

sesterzio

Mer, 04/11/2015 - 15:11

Certe sentenze strampalate sono il modo migliore per incoraggiare i malviventi e offendere chi l'offesa l'ha già avuta.In tal modo si allontana la popolazione dalle istituzioni,dalla magistratura e dalla politica.Si fanno nascere rancori,ma fino a quando le gente riuscirà a sopportarli?

roberto del stabile

Mer, 04/11/2015 - 15:12

in compenso hanno ridotto la pena a quello che ha massacrato la fidanzata che ancora dopo anni e' sofferente.SCHIFO

maricap

Mer, 04/11/2015 - 15:27

Roul Pontalti?. L'è tutta na cosa da ridere.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 04/11/2015 - 15:30

Per quei 3 FRESCONI che non sto neanche a nominare per NON farli sentire importanti, ripeto quanto gia scritto ieri per un fatto analogo. La colpa è TUTTA DELLO STATO, di un parlamento che LEGIFERA a favore dei delinquenti,di un S/governo che DEPENALIZZA, di una Magistratura che INTERPRETA sempre a FAVORE dei delinquenti, di un corpo di PUBBLICA SICUREZZA che picchia i cittadini e protegge SOLO i politici ed i LORO amici ecc. Tutte queste "DISFUNZIONI" (per usare un eufemismo) fanno sentire il cittadino SOLO CONTRO TUTTI, ed ecco che poi qualcuno finisce con l'esasperarsi. Pace e bene dal Nicaragua FELIZ

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/11/2015 - 15:31

@timba, Lei fa lo spiritoso sul fatto che i rom (che a me, beninteso, non stanno affatto simpatici) sono rimasti invalidi (in realtà solo uno è seriamente invalidato), ma non mi sembra ci sia molto da ridere. Se a Lei manca il senso di umanità, pensi almeno al fatto che un invalido non può lavorare, e che quindi finisce per dover essere mantenuto dalla società con l'assegno di invalidità, quindi anche da lei. Non mi sembra una buona cosa. Quindi, prima di sparare alle persone, bisognerebbe pensare alle conseguenze delle proprie azioni.

zadina

Mer, 04/11/2015 - 15:31

Mi piacerebbe vedere i magistrati i giudici che anno accusato e condannato Ermes Mattielli come si sarebbero comportati loro stessi, se si fossero trovati nelle stesse situazioni del signor Mattielli ?.....forse li avrebbero accolti con spumante e dolci, poi li avrebbero accompagnati dove il materiale più costoso era depositato?.....poi gli avrebbero chiesto se gli serviva del contante per le spese immediate gli avrebbero dato pure pure del danaro ?...... forse potevano chiedere se avevano necessità di un passaggio per rientrare nelle loro abitazioni ?..... e durante il tragitto se cera un locale di ristoro aperto avrebbero offerto una cena compresa di relativo ottimo CAFFE, è questo che i falsi buonisti pretendono ?.... personalmente avrei fatto come ha fatto Ermes ( morte sua vita mia ). ' .......

Libertà75

Mer, 04/11/2015 - 15:41

In Francia se scopri dei ladri in casa tua nelle ore notturne è ammessa la difesa in qualsiasi forma. In pratica, il legislatore ha deciso che durante, le ore notturne, gli individui siano sempre in uno stato di razionalità limitata e per questo non punibili

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 04/11/2015 - 15:50

Caro Liberopensiero che scrivi "pensi almeno al fattoche un invalido non puo lavorare" Quello non poteva lavorare perche NON ne aveva voglia anche PRIMA, quando non era invalido e proprio per quello ANDAVA A RUBARE!! Chissa perche queste CONSIDERAZIONI i GIUDICI NON SONO MAI PORTATI A FARLE!!!! Pace e bene dal Nicaragua FELIZ.

timba

Mer, 04/11/2015 - 16:02

Liberopensiero : "pensi almeno al fatto che un invalido non può lavorare". Ma sta scherzando? E quand'è che lavora questa gentaglia!!! Ma cosa sta dicendo?? E' il Mattielli che nonostante fosse invalido continuava a lavorare e subire angherie. Per lui piena umanità e solidarietà. Ma cosa non arriva a scrivere pur di difenderli... I Rom sono gli unici che pur non facendo niente (almeno legalmente) riescono ad essere proprietari/padroni di incredibili patrimoni. Storpi o no che siano. Adesso che ci penso, ho capito il suo ragionamento: per loro rubare è un lavoro e se sono storpi non riescono più a farlo come Dio comanda. Vero, questo mi era sfuggito.

carpa1

Mer, 04/11/2015 - 16:02

@liberopensiero77. Chi delinque e subisce delle conseguenze dai suoi atti criminali, dovrebbe curarsi e mantenersi a proprie spese o da quelli come lei che li giustifica, senza poi pesare sulla comunità che LUI, di sua volontà, ha cercato di danneggiare con furti, rapine e, spesso, causando pure la morte dei malcapitati. La volete capire che i cittadini onesti non credono più nelle istituzioni di un paese come questo che si è arreso alla criminalità?

zadina

Mer, 04/11/2015 - 16:08

La magistratura i giudici quando leggono le sentenze di condanna come quella inflitta al signor Ermes Mattielli non dovrebbero dire ( IN NOME DEL POPOLO ITALIANO, MA A NOME MIO E DELLA CORTE ) per che tutto il popolo Italiano è contrario a certe sentenze, si dovrebbe fare un referendum per la legittima difesa, chi di dovere rimarrebbe sbalordito dal risultato, questa non è giustizia è uno schifo, sono umile cittadino che pensa in questo modo, forse sbaglio ?......

claudio63

Mer, 04/11/2015 - 16:15

liberopensiero77:l'argomentazione sul valore della vita umana in teoria e' valida,tuttavia l'invalido ha una fedina penale piena.Secondo Lei, quante possibilita'ha "l'invalido", di andare a lavorare onestamente? In nome di teorici valori umanitari perche non si rispetta e protegge chi onestamente fa parte di questa societa' COSTRETTO a difendersi perche lo Stato e' assente??Faccia i conti degli anni spesi in galera dalle vittime (in totale) e quelli dati al Mattielli, poi risponda.

cameo44

Mer, 04/11/2015 - 16:15

Ecco spiegato il perchè del dilagare della criminalità si sente protet ta da questo Stato che condanna non i ladri non chi aggredisce ed avvol te uccide ma chi si difende nella propria casa penso che difendersi è un diritto dovere se è sacra la vita dei criminali credo che sia sacra anche quella dei cittadini inermi aggrditi picchiati e come già detto avvolte uccisi se quei pochi criminali uccisi fossero stati a casa lo ro a al lavoro sarebbero ancora vivi la colpa non è di chi si è difeso ma di chi ha calpestato e violato la proprietà di chi è costretto a difendersi visto che non lo fa lo Stato queste sentenze ne sono la con ferma

claudio63

Mer, 04/11/2015 - 16:15

RP: onestamente, ti sei mai chiesto PERCHE" sei stato trombato piu' volte alle elezioni?

Ritratto di randagio41

randagio41

Mer, 04/11/2015 - 16:17

Domani mattina vado a fare il porto d'ARMI.

woofer65

Mer, 04/11/2015 - 16:19

Come ricorda giustamente liberopensiero77 non si trattò di legittima difesa bensì di punizione / vendetta contro i ladri che stavano ormai andandosene. Se sull'accettabilità della legittima difesa si può discutere, è invece sacrosanto che la punizione rimanga allo Stato, altrimenti, se lasciata ai privati cittadini, si rischierebbero derive davvero pericolose.

Giorgio Rubiu

Mer, 04/11/2015 - 16:25

I rom non chiedono di meglio che restare invalidi. Non dovranno mai più lavorare (ma non lò hanno mai fatto!), riceveranno un congruo rimborso e potranno, da invalidi, mendicare nei pressi dei semafori e davanti ai supermercati, Fossero stati feriti, mentre cercavano di rubare, al loro paese d'origine sarebbero in galera per molti anni.

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 04/11/2015 - 16:37

E' triste coricarsi alla sera con la preoccupazione che la tua dimora possa venire assaltata dagli impuniti ladroni dell' est europeo.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 04/11/2015 - 16:37

@timba e carpa1, purtroppo per voi, le leggi sono quelle che sono, e prevedono che agli invalidi venga corrisposto l'assegno di invalidità, prescindendo dal gruppo etnico a cui appartengono. @carpa1, se uno è invalido grave (e io non lo giustifico ...), non vedo come possa curarsi e mantenersi, lei fa un discorso inverosimile. @timba, Lei fa dei ragionamenti razzisti. Fra i rom ci sono sicuramente molti delinquenti, ma ci sono anche quelli che lavorano (per es. nei circhi). Non può fare di tutta l'erba un fascio. Anche i ladri, poi, possono redimersi e mettersi a lavorare, vale per gli italiani, e anche per i rom. Non possiamo condannare e "bollare" la gente a vita, non è neanche auspicabile.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 04/11/2015 - 16:51

Spiacente caro woofer di non condividere quanto menzioni laddove scrivi che "la punizione rimanga allo stato". Scusa è ma questi soggetti con una fedina penale lunga KILOMETRI, quale PUNIZIONE avevano GIÀ ricevuto dallo stato???? NESSUNA, perche lo stato ITALIANO NON PUNISCE I DELINQUENTI ANZI LI PROTEGGE ed è per colpa dello stato (come ho gia scritto) che poi qualcuno si esaspera!!!! PENSACI!!!! Saludos dal Nicaragua.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mer, 04/11/2015 - 17:05

@Jaspar44 Funziona? Guardi che non funziona più niente.

Jimisong007

Mer, 04/11/2015 - 17:17

Solidarietà

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 04/11/2015 - 17:23

liberopensiero lei dice di non fare di tutta un'erba un fascio,c'è pure qualcuno che lavora.Vero ma credo sia l'eccezione che conferma la regola,e sul fatto del redimersi mi astengo dall'argomentare.Ora se le fa piacere mi dia pure del razzista,ma non mi bolli a vita non è auspicabile,sarei pronto a ricredermi se i fatti mi dessero torto.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 04/11/2015 - 17:27

Vedi carissimo LP, mi soffermo sulla tua frase "anche i ladri,poi possono redimersi ecc" Vero, pero se dopo la prima,la seconda ,la terza,la quarantesima NON SI SONO REDENTI che fare??? Per me sbatterli in Galera e buttare via la chiave, per la "GIUSTIZIA" ITALIANA INDOVINA????. Infatti io NON bollo la gente di qualsiasi etnia, ma BOLLO INESORABILMENTE I DELINQUENTI, NOSTRANI COMPRESI. Cosa che purtroppo lo Stato Italiano ha da tempo (con le sue leggi permissive, con il Buonismo a raffica di quelli come Te)smesso di fare!!! Saludos dal Nicaragua.

eglanthyne

Mer, 04/11/2015 - 17:36

Poere RISORSE , si sono introdotte non INVITATE (per RUBARE ) nella proprietà del sig.Mattielli.

Furgo76

Mer, 04/11/2015 - 17:39

quindi ora per i Rom diventerà un mestiere redditizio farsi menare in proprietA privata per poi ottenere il risarcimento! Siamo tutti avvisati, se ve li trovate in casa meglio offrirgli anche un caffe!

Zizzigo

Mer, 04/11/2015 - 17:57

I "garantisti ad ogni costo", dovrebbero farsi un giro al CERN di Ginevra... forse non ci capiranno niente, ma, per la sola imponenza delle apparecchiature, potrebbe anche accadere che gli si "accelerino" i neuroni! Volere proteggere chi danneggia la società, per stirpe, da generazioni (e non c'è redenzione), è un po' come il favoreggiamento...

Libertà75

Mer, 04/11/2015 - 18:05

I Rom vanno difesi a spada tratta, sono voti sicuri per il PD, il pistolero stanco di essere usato come bancomat sicuramente non vota PD. Tutto il resto è noia, no, non ho detto gioia...

Pinozzo

Mer, 04/11/2015 - 18:08

Basta con questo "offriamogli u ncaffe' ", siete ripetitivi e nemmeno divertenti. Basta non sparargli alle spalle quando scappano senza niente in mano. La legge italiana non prevede la vendetta.

Sleeper

Mer, 04/11/2015 - 18:08

@liberopensiero77: a giudicare dalle sentenze che spara credo che Lei sia un magistrato. Questo spiegherebbe la sua magistrale interpretazione delle leggi e delle circostanze dei fatti così come il suo costante supporto a criminali & co. e l'altrettanto costante condanna degli onesti cittadini. Ben fatto. È rassicurante sapere di poter contare su persone che, come Lei, sanno far funzionare la giustizia nel nostro scalcinato paese. Grazie!

paràpadano

Mer, 04/11/2015 - 18:09

Senza se e senza ma sto con Ermes Mattielli e in casa con la pistola alla mano e il colpo in canna perché se questo stato non mi difende mi difendo da solo, interpretando la legge a modo mio.

Lepanto71

Mer, 04/11/2015 - 18:11

Sono i frutti di un Paese alla rovescia con leggi e giudici alla rovescia.

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

Joe Larius

Mer, 04/11/2015 - 18:19

Secondo l'eccelso modo di pensare dei sigg. "Lieberopensiero 77" e "Raul Pontalti", il Sig. Mattielli oltre agli spari, si è macchiato di un gravissimo delitto: non ha invitato i due gentiluomini a riprendersi la refurtiva che con il suo sconsiderato intervento sono stati costretti ad abbandonare. Intervento della polizia: i poliziotti sono stati definiti dal Sig. Pontalti "pelandroni in divisa", ma a parte questo, anche il sig. “Liberopensiero77” per sua definizione “attempato miscredente” non dista molto dalle pontaltiane esternazioni. Auguro ai due suddetti signori una visita notturna di gentiluomini di esotica provenienza e di intendimenti simili a quelli esternati dai due gentiluomini di cui sopra. Includeremo gli esemplari effetti delle loro reazioni nei codici di comportamento per le future sinistre generazioni.

camucino

Mer, 04/11/2015 - 18:25

Auguro affettuosamente (sic!) a Raoul Pontalto di trovarsi un giorno in casa un paio di quei personaggi, armato del suo dotto eloquio. Me lo immagino a fare BUM BUM con la bocca e mi immagino il paio che scappa. Sì, glielo auguro affettuosamente (sic!).

Ritratto di Gios'',,40.

Gios'',,40.

Mer, 04/11/2015 - 18:33

L'unico modo per stare in pace gli onesti é mattere tutti i disonesti é i suio fans "magistrati, PD tutti" metterli sotto terra. Fino a quando sono loro sopra terra siamo noi a soffrire purtroppo. Salute a tutti gli onesti

Ritratto di giulio_mantovani

giulio_mantovani

Mer, 04/11/2015 - 18:36

Anch'io sono contro questa legge, ma mi pare che le leggi non le fanno i giudici, loro le applicano o le interpretano!, Allora con chi ce la dobbiamo prendere se non con i pelandroni che stanno in Camera & Senato?

forbot

Mer, 04/11/2015 - 18:38

< Libero pensiero > Se non ti dispiace, mi dici che mestiere fai? Come ti esprimi fai capire che potresti essere tu stesso uno di loro. Altrimenti parla pure così, ma solo dopo aver provato personalmente, compreso le bastonate, quello che stanno provando tutti quelli che subiscono in questi ultimi tempi furti e rapine. Altrimenti fà il santo favore di tacere.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 04/11/2015 - 18:54

Per certi magistrati vale sempre il vecchio princìpio comunista (definirlo di sinistra sarebbe un eufemismo): la proprietà è un furto. Qui conosciamo il nome della vittima di questa abominevole interpretazione del princìpio di legittima difesa ma non conosciamo i nomi dei criminali che hanno tentato il furto e nemmeno quello del giudice che ha fatto la sentenza. In casi simili sarebbe utile cominciare a diffondere anche nominativi ed indirizzi di questi individui, così, per pareggiare le informazioni sulla vittima trasformata dalla "giustizia" in criminale.

zen39

Mer, 04/11/2015 - 19:19

Per limitare l'eccesso di legittima difesa visto che la paura e da questa la reazione spesso incontrollata prenda il sopravvento il porto d'armi dovrebbe essere concesso solo dopo che il richiedente dimostri di aver seguito un corso di addestramento presso le forze dell'ordine. Insomma l'arma la può possedere solo dopo che avrà dimostrato di saper affrontare situazioni di pericolo. Forse sarà un po' teorico ma si conserverebbe il diritto di difendersi con maggiore efficacia con la giusta valutazione del pericolo. Una specie di patente speciale che potrebbe valere anche in tribunale in caso di contestazioni sulle modalità in cui si sono svolti i fatti.

Ritratto di Gios&#039;&#039;,,40.

Gios'',,40.

Mer, 04/11/2015 - 19:57

Dovete finirla di dire che i magistrati eseguono le le leggi fatti dai governi. Se un governo qualsi si voglia facesse una legge che discriminasse un criminale, farebbero tante di quelle denunce ai vari apposti, ""non sô crimini contro l'umanita,,, oppure violazione dei diritti civili ect ect "" é posso garantirvi che avrebbero multe dall'Europa, é persino dall'Onu,. Questi politici é questi magistrati sono la stessa cosa, difensori dei suoi elettori attuali é prossimi, immagginatevi l'Italia senza criminali vuole dire senza questi poltici''''é solo una immagginazione però peccato. Con questi elementi che appoggiano sti politici, che vlolete fà.

cerbiatta753

Mer, 04/11/2015 - 20:20

Totalmente vicina al SIGNOR MATTIELLI,CON IL CUORE.

Giampaolo Ferrari

Mer, 04/11/2015 - 20:32

Auguro e prego che i giudici che lo anno condannato possano raggiungere l'inferno dopo 5 anni e4 mesi di atroci dolori e aver speso 135.000 euro di medicine.

Ritratto di Giano

Giano

Mer, 04/11/2015 - 21:58

"Mai discutere con un idiota; chi ascolta potrebbe non capire la differenza.", diceva Arthur Bloch. Vale anche per i comunisti. Infatti non sempre è facile distinguere la differenza fra comunisti e idioti. Anche perché molto spesso le due categorie coincidono.

Ritratto di pippo48

pippo48

Mer, 04/11/2015 - 21:59

Ma perché non creapano tutti sti magistrati che disonorano la vera giustizia. Anziché proteggere noi cittadini (che manteniamo con i nostri soldi i loro lauti ed immeritati stipendi) , tutelano i veri banditi e delinquenti. Forse perché di loro hanno paura.

Maura S.

Mer, 04/11/2015 - 22:35

libero pensiero 77 = una persona che entra in una casa per rubare. insomma un ladro, sa di correre un rischio anche se non è armato. Forse e lei darebbe loro il benvenuto, facendoli accomodare per rubare a loro piacimento....... ma mi faccia il piacere ci risparmi queste caxxate.

Ritratto di genviello

genviello

Mer, 04/11/2015 - 23:36

La maggioranza dei Lettori di questo e di altri Giornali, si mostrano incapaci di comprendere la profonda differenza tra "Legittima Difesa" (sempre consentita) e "Legittima Punizione" (sempre vietata)! E' tutto qua, molto semplicemente...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 05/11/2015 - 00:21

Noi cittadini dobbiamo ribellarci a queste ingiustizie. Dobbiamo poter fare in modo che i magistrati vengano inquisiti per la insensata applicazione DEL SOCIOLOGISMO DI SINISTRA IN LUOGO DELLE LEGGI. QUESTI MAGISTRATI SI COMPORTANO COME DESPOTI CHE SI PERMETTONO DI ANTEPORRE LE PROPRIE IDEE ALLE LEGGI ED ALLA COSTITUZIONE. Fuori dalla giustizia i prevaricatori delle istituzioni e della democrazia. Non giudicano più in nome del popolo italiano ma in nome delle loro idee. Ciò è un abominio che priva del diritto un intera nazione.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 05/11/2015 - 10:26

@Maura S., i rom a cui Mattielli ha sparato, rubavano in un terreno dove c'erano dei rottami che venivano poi venduti. Non sono mai entrati in casa. Si informi prima di scrivere stupidaggini.

Libertà75

Gio, 05/11/2015 - 12:11

@lp77, l'art 52 del c.p. indica legittima la difesa dei propri beni, non del proprio appartamento.. sempre il solito pressapochista e qualunquista

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 05/11/2015 - 13:41

@Libertà75, qui se c'è un pressapochista, oltre che ignorante e intellettualmente disonesto, è proprio lei. Infatti l'art. 52, comma 2°, si riferisce ai beni che riguardano il proprio domicilio (ex art. 614 c.p.). Così fa pure delle brutte figure. Cerchi di studiare di più, se ci riesce ...

Raoul Pontalti

Gio, 05/11/2015 - 14:37

Libertà75 per favore impara a interpretare un testo di legge e ricorda che uno dei principi fondamentali dell'ermeneutica legislativa insegna che la norma va letta per intero e un secondo principio sempre di ermeneutica afferma che ciò che precede nel testo illumina ciò che segue e pertanto "sempre che la difesa sia proporzionata all'offesa" di cui al primo comma art. 52 cp vale anche per i commi successivi dove si trova che per sparare si devono verificare due circostanze congiunte al domicilio: mancata desistenza e pericolo di aggressione. Nel caso i ladri stavano fuggendo, quindi avevano desistito e, disarmati non si erano mai sognati di aggredire e scaricare un intero caricatore nella schiena dei ladri non è legittima difesa sia pure eccessiva, è tentato omicidio deliberato.

Libertà75

Gio, 05/11/2015 - 16:59

@Pontalti, esimio, ha letto che ritengo innocente secondo il nostro ordinamento giuridico il condannato? So bene di cosa si tratta e dell'ermeneutica legislativa, la quale però dovrebbe spiegarla al suo amico liberopensierodelpadrone perché si limita a leggere il comma 2 e sorvola il comma 3 del medesimo articolo.

Libertà75

Gio, 05/11/2015 - 17:07

@lp77, complimentoni ha letto il comma 2, mi spiega perché invece ha tralasciato il comma 3 al quale facevo riferimento? Contento lei di fare pessime figure, siamo contenti tutti. Non è il luogo ad essere un presupposto per la legittima difesa, è la situazione di pericolo reale e la proporzionalità tra offesa e difesa.

Libertà75

Gio, 05/11/2015 - 17:10

@Pontalti, guardi che mi riferivo soltanto all'espressione del povero liberopensiero che affermava il presupposto del domicilio quale luogo necessario per la legittima difesa, comunque concordo totalmente sull'ermeneutica legislativa e sui principi in vigore sul nostro ordinamento. Non critico la condanna, critico semmai l'articolo di legge. Buonaserata a lei

Ritratto di mario bonelli

mario bonelli

Gio, 05/11/2015 - 17:55

#AGOSVAC - Ma quale rimorso? Per averlo bisogna avere prima UN MINIMO DI COSCIENZA, e quella,nella categoria di cui ragioniamo, sembra merce rara!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 05/11/2015 - 23:20

In mezzo a tante chiacchiere il signor ERMES MATTIELLI È MORTO PER AVER PERSO IL LAVORO E IL DIRITTO ALLA GIUSTIZIA.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/11/2015 - 11:16

Libertà75 continua a fare confusione sull’art. 52 del c.p. L’articolo regola la legittima difesa per cui “non è punibile chi ha commesso il fatto, per esservi stato costretto dalla necessità di difendere un diritto proprio od altrui contro il pericolo attuale di una offesa ingiusta, sempre che la difesa sia proporzionata all'offesa“. Questo 1° comma (che riguarda qualsiasi luogo) è molto generico, e si presta a difficili interpretazioni riguardo la proporzionalità, per cui il legislatore ha voluto aggiungere i commi 2 e 3, che, partendo dal presupposto oggettivo della violazione di domicilio (valido anche per i luoghi di cui parla il 3° comma, da intendersi come pertinenze), specifica due fattispecie in cui si presuppone il rapporto di proporzionalità, per difendere: a) la propria o l’altrui incolumità; b) i beni propri o altrui quando non vi è desistenza e vi è pericolo di aggressione.

Libertà75

Ven, 06/11/2015 - 12:10

@lp77, io non ho fatto confusione, l'ho solo redarguita sul fatto che il domicilio non è un elemento fondamentale per parlare di legittima difesa, ma è un punto di partenza. E' lei che ha scoperto la verità dopo ripetute segnalazione. Son contento che ora si sia informato in merito, saluti a lei.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/11/2015 - 14:04

@Libertà75, io non ho mai scritto che, perché si applichi la legittima difesa, è necessario che il fatto avvenga nel domicilio, questa è un'accusa totalmente gratuita che mi rivolge. Invece la violazione di domicilio è un presupposto per l'applicazione dei commi 2 e 3 dell'art. 52 c.p. Quindi è inutile che si appigli al comma 3, all'inizio del quale è detto chiaramente che si rifà alle disposizioni del comma 2. Non è proprio in condizione di "redarguire" nessuno. Studi di più e faccia meno il furbo.

Libertà75

Ven, 06/11/2015 - 14:57

@lp77, come desidera lei, l'importante è che stia calmo e che prenda le dovute medicine. Cordiali saluti.

Libertà75

Ven, 06/11/2015 - 15:01

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/sente-i-ladri-spara-aria-i-carabinieri-denunciano-1190334.html#comment-5902828 ore 17.56 la verità è semplice, basta avere l'onestà intellettuale per coglierla. Auguri ancora di buone cose a lei

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 06/11/2015 - 17:18

Lib75, le medicine le prenda lei. Io confermo ciò che ho scritto, e spiego meglio. Fuori di casa, o meglio, fuori dal domicilio, si può invocare la legittima difesa, ma devono ricorrere tutte le condizioni ex 1° comma dell'art. 52, cioè necessità, pericolo attuale, offesa ingiusta e proporzionalità all'offesa. Non si può certo sparare a qualcuno solo perché entra nella proprietà privata! Viceversa, se i fatti avvengono nell'ambito del domicilio, il proprietario può usare sicuramente un’arma (perché lo dice la norma) e la proporzionalità si presuppone nei casi di cui alle lettere a) e b) del comma 2, nonché del comma 3. Inoltre la giurisprudenza considera più minaccioso il comportamento di chi entra nell'abitazione vera e propria, aspetto rilevante nel giudicare sul pericolo di aggressione (e quindi sulla legittimità della difesa). È chiaro? Se capisce altre cose, non è un mio problema. Saluti.

Libertà75

Ven, 06/11/2015 - 18:21

@lp77, hahahaha stucchevole ahahahah... quando la pezza è peggio del buco. Lei ignorava il comma 3, come più volte dimostrato. Vada a leggere il suo post con cui affermava che fuori dal domicilio non si poteva ricorrere alla legittima difesa. E solo i leghisti potevano pensare a questo. Finalmente si è informato su come funziona l'art.52, sono contento di questo, almeno al prox articolo (es. Sicignano) non si affretterà a dare del colpevole alla vittima di rapina. Sono lieto che abbiamo trovato un punto di convergenza. Saluti a lei e buone cose.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Sab, 07/11/2015 - 10:59

@Libertà75, lei è il solito mistificatore. Tutti sanno che la legittima difesa si può, a certe condizioni, applicare anche fuori del domicilio, figuriamoci se non lo so io che studio diritto, e ho letto, riletto e approfondito l'art. 52 c.p. Ciò che scrive è totalmente falso, mai scritto nulla del genere. Pensi piuttosto alle stupidaggini che scrive lei, su questo e su altri argomenti giuridici (come le 50 "province autonome" che vorrebbe introdurre in Italia). Purtroppo lei si conferma per quello che è sempre stato: interpreta e falsifica ciò che scrivono gli altri, per dimostrare vere le sue tesi, che invece si dimostrano sballate e fallaci. Lei è solo un troll, inutile discutere con lei, è falso, bugiardo e inutilmente polemico. Ritorno quindi alla mia posizione di qualche tempo fa: non discuto con lei, e non commenti i miei post con insulti o falsificazioni o dovrò scrivere alla direzione. A non risentirla.

Libertà75

Dom, 08/11/2015 - 22:39

@lp77, come vuole lei, stia sereno, ciò che è scritto è scritto ed è facilmente interpretabile da chiunque. Sopra c'è l'url e la verità è accessibile a chiunque. Per quanto riguarda i suoi insulti, sono tutti rispediti al mittente. Ritorni pure alle sue posizioni, quindi eviti di chiamarmi in causa quando esprimo delle mie legittime opinioni (tipo quella sulle 50 province). Augurandole buone cose, spero di non dover più leggere i suoi insulti verso la mia persona e chiunque la pensi diversamente da lei (che poi qui non c'è nessuna che la pensa come lei). A non risentirla