Spendiamo 20 milioni di euro soltanto per contare i migranti

Per la gestione dei flussi i programmi si accavallano moltiplicando i costi. E i rifugiati non arrivano al 5%

Si continua senza tregua a chiamarli rifugiati e profughi. Si persevera nell'errore omologando i richiedenti asilo agli immigrati con protezione sussidiaria o agli immigrati tutelati da protezione internazionale come se tutti questi appellativi fossero sinonimi. La realtà invece è ben diversa: anche se ieri si è celebrata la giornata mondiale del rifugiato costoro, in Italia, sfiorano semplicemente il 5%. Gli altri sono migranti economici per i quali, la spesa corrente, potrebbe arrivare a sfiorare i 4,6 miliardi. Già, il perché è facile da individuare: il traguardo degli arrivi ha superato del 26% i primi sei mesi del 2016 e i numeri sono in crescita esponenziale come riporta il cruscotto statistico giornaliero. Ossia lo strumento del ministero dell'Interno che rappresenta i dati relativi agli sbarchi. Ma questo strumento che tiene conto direttamente delle comunicazioni delle singole prefetture sembra non bastare a enumerare gli immigrati.

Il governo ha deciso di mettere ordine tra i numeri in modo più complesso: istituire una sorta di registro con tante categorie. Ed ecco che se si fa la somma dei costi impegnati per contare e rendicontare i servizi ai migranti si superano i 20 milioni. Cifre da capogiro che non riguardano la gestione del cruscotto e le sistemazioni nei centri di accoglienza. Assolutamente no, quelli sono pagati a monte dalle 103 prefetture. Sono altri costi, più sotterranei, cui nessuno ha pensato a meno di non incappare nei meandri delle gare d'appalto indette dal dipartimento libertà civili e immigrazione del Viminale. Per tre anni si spenderanno 1,8 milioni di euro (aggiungendo l'Iva al 22 per cento si arriverà a circa 2,2 milioni) per la gestione del progetto S.i.s.a.m.i. (Sistema informativo servizi dell'asilo, della migrazione e dell'integrazione), un acronimo di tutto rispetto. Sul bando di gara c'è scritto anche che «questo sistema nasce per integrare e implementare il sistema centrale di gestione di tutte le informazioni che riguardano il sistema italiano di gestione accoglienza, asilo e integrazione. Gli apparati hardware e il software saranno installati e configurati presso il dipartimento dl ministero dell'Interno nei centri di Roma e Bari». Siamo in pratica di fronte a una sorta di cervellone che conterrà tutti i dati degli immigrati. Quelli catalogati però. Clandestini esclusi, ovvio.

A questa spesa bisogna sommare la proroga di 4 mesi di un servizio pressoché analogo per la gestione del desk con tanto di sviluppo software (ossia raccolta dati) per altri 372mila euro (iva compresa). Questo altro servizio, per intero, è costato tra il 2014 e il 2016 ben 3,7 milioni (con la solita Iva al 22 per cento si arriva a 4,5 circa). Però la parte del leone nella rendicontazione dei migranti la ricopre l'Associazione nazionale comuni italiani, l'Anci, che attraverso la propria fondazione Cittalia intasca altri 17,7 milioni di euro erogati direttamente dal ministero dell'Interno. Insomma a fianco dell'ammontare dei costi per la gestione diretta dell'accoglienza, in capo a prefetture e capoluoghi di provincia, nonché per la gestione differita e diffusa nei comuni, ce ne sono altri, subdoli, che approfondendo bene rispecchiano una sorta di sistema fotocopia dove tutti gli attori realizzano pressoché le stesse cose quando invece basterebbe un singolo server. E in questo la tecnologia odierna aiuta eccome.

Commenti
Ritratto di eaglerider

eaglerider

Mer, 21/06/2017 - 23:12

Stiamo importando tutti i disperati e i delinquenti d'africa che nulla hanno a che vedere con le guerre e che non hanno lo status di rifugiati politici, per gli interessi di tutti gli sciacalli che lucrano sui contributi dello stato, onlus legittime e illegittime comprese e non esclusa la nostra chiesa cattolica. L'eccezione di qualche immigrato perbene conferma la regola. Che orrendo schifo !

Kucio56

Mer, 21/06/2017 - 23:20

Si vedono tante trasmissioni dove si ripete che alcuni anziani e non solo anziani non hanno nemmeno i soldi per comperarsi le medicine.....mah....

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 21/06/2017 - 23:47

quanti soldi, quanti soldi 'sti maledetti che dicono che non ce ne sono mai per noi.

Ritratto di Henry.Kissinger

Henry.Kissinger

Gio, 22/06/2017 - 00:19

Salvini sbraita ma se fosse al governo non cambierebbe nulla. Il "comunista padano" dovrebbe sottostare come Gentiloni o chi per lui alle stesse leggi nazionali e soprattutto internazionali che ci gettano in questa assurda situazione senza via d'uscita e senza possibilità di ribaltare il tavolo come la Lega vuole farci credere cianciando di sparare ai barconi o caxxate simili per fomentare il popolino. L'unica cosa intelligente l'aveva fatta Silvio: servono accordi con i dittatori africani ma non sono gratis.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/06/2017 - 00:21

Strano ci guadagno solo i sinistri. Va tutto nelle loro casse. Capito il perchè? Altro che solidarietà.

manfredog

Gio, 22/06/2017 - 00:22

L'Italia è diventata terra di conquista da parte di una miriade di popoli, con il beneplacito, debole ed inconsapevole, a volte, molto più spesso interessato (e nel breve periodo, che è ancora peggio..) di certa politica, che si scanneranno tra loro, una volta raggiunto anche solo in parte l'obbiettivo, mentre noi italiani, per la maggior parte, diventeremo sia schiavi di queste nuovi 'popoli' (è dura chiamarli così, perché, purtroppo, arrivano soprattutto i 'peggiori') e vivremo sempre più ai margini del paese che i nostri padri, bene o male, hanno realizzato. mg.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 22/06/2017 - 00:50

Soldi divorati dai parassiti di vario ordine e grado.

ziobeppe1951

Gio, 22/06/2017 - 01:04

Gentaglia disonesta che si presenta appositamente senza documenti, con i loro papponi rossi, altrettanto disonesti che li proteggono..ci costano una fortuna ..soldi che potrebbero andare a chi veramente ne ha bisogno..bibliche perdite di tempo..arroganti e prepotenti..senza neanche un briciolo di riconoscenza per chi li ospita..ma tutto ciò cambierà..sono certo che cambierà

vinvince

Gio, 22/06/2017 - 04:09

1) mi sembra inutile raccontarcela tra di noi : sono pochi quelli che votano a sinistra e leggono " il Giornale " 2) i sinistrorsi si fanno imbottire di false informazioni dai loro giornali ed è per questo che non cambiano mai . 3) anche se con i migranti ci stanno rimettendo la faccia e le poltrone, quando andranno a casa, avranno le tasche belle piene. 4) lasceranno un'Italia distrutta ma nessuno di loro ammetterà mai le proprie responsabilità: sarà sempre colpa di qualcun altro. 5) ci vorranno decenni per mettere un po' a posto le cose : i danni fatti da questa gente in politica nazionale ed estera sono incalcolabili.

amicomuffo

Gio, 22/06/2017 - 06:38

Già quei soldi potrebbero servire per permettere a molti disoccupati di ritrovare oltre il lavoro, anche una dignità. Ma questo succede o nelle favole o in nazioni serie...e noi purtroppo non lo siamo.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 22/06/2017 - 06:52

E 20 miliardi per mantenerli di tutto punto.

Duka

Gio, 22/06/2017 - 06:52

MA QUANTI DI QUESTI SOLDI FINISCONO NELLE TASCHE DEL PD alias PCI ????

mstntn

Gio, 22/06/2017 - 07:23

La spending rewie e noi a crederci. Questi non dormono la notte per pensare come spendere soldi pubblici. Chissà come mai.

Magicoilgiornale

Gio, 22/06/2017 - 07:27

Sono neri, non si vedono bene

vinvince

Gio, 22/06/2017 - 07:31

I sinistrorsi disinformati come sono dai loro media, questi dati non li conosceranno mai ed è per questo che continuano a votare pd !!!

Ritratto di Kjitt

Kjitt

Gio, 22/06/2017 - 07:38

chiediamo tutti questi soldi a kompagno bergoglio !!!

FRATERRA

Gio, 22/06/2017 - 07:39

Basta vedere la foto,CLANDESTINI venuti solo per pretendere tutto compreso il territorio i soldi le donne e soprattutto la nostra DIGNITA'.

il sorpasso

Gio, 22/06/2017 - 07:39

Tale somme se fossero inviate al loro Paese sarebbe molto meglio o no?

Giorgio Rubiu

Gio, 22/06/2017 - 08:10

Stolta gestione di una situazione che ci impoverisce e che,a suo tempo, determinerà la nostra nostra scomparsa etnica e culturale.Deve esserci un disegno dietro tutto questo perché è impossibile che,mentre la popolazione,spaventata,si accorge dell'errore che stiamo commettendo, i nostri governanti perseverino nel commetterlo e,addirittura,lo travestano da cosa dovuta ed eccellente.Sperano che nel futuro questa masnada di invasori voterà per loro? Questa genia,a suo tempo ed avendo i numeri,voterà per se stessa!