Gli sprechi veri e quelli finti

Chissà perché il vitalizio dei parlamentari agita i sonni di Renzi, Richetti e i cinquestellini. E nessuno si agita invece per i quattrocentomila euro all'anno degli oziosi membri della Corte Costituzionale o per le indennità dei «giudici» del Csm e dei magistrati ordinari, che non hanno orari di lavoro e che rispondono soltanto alle loro priorità. Mi sarei aspettato maggior solerzia quando io ho indicato stupri al patrimonio artistico a valorosi difensori della legalità, come Pignatone e i suoi sostituti. Indifferenti ora, pagheranno un giorno davanti a Dio. Ma, intanto, ricevono un regolare stipendio. Anzi, per loro si registra un aumento di stipendi del 10%. E perché nessuno si anima per i seicento milioni all'anno per i 2300 dipendenti e per il funzionamento della Consob, dell'Antitrust, del garante della privacy, di Ivass, Covip, Agicom, Aeeg, Authority dei trasporti e Anac con il faraonico stipendio a Cantone? Non c'è invece una «authority» per i beni culturali, necessaria dal momento che i soprintendenti, anche ben pagati, voltano gli occhi quando un edificio storico viene abbattuto, ma il 27 di ogni mese prendono il loro lauto stipendio. Alla scure di Richetti, Renzi e dei grillini, ricordo che il presidente di quell'ente inutile che è l'autorità nazionale per l'anticorruzione e per la valutazione, l'integrità e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche, Raffaele Cantone, riceve uno stipendio di 180mila euro. E cosa fa? Cavilla.

Commenti

Popi46

Mer, 01/11/2017 - 16:03

Ha assolutamente ragione,ma parla in un mondo di sordi cerebrali

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Mer, 01/11/2017 - 17:01

Bravo Sgarbi. Questo è un commento da incorniciare; speriamo che i prossimi governanti abbiano capacità e determinazione per dare valore alle sacrosante osservazioni.

ronico

Mer, 01/11/2017 - 17:14

Si urla contro i finti sprechi per distrarre il "popolo", e coprire con una cortina fumogena i veri sprechi, che sono quelli elencati (si può aggiungere: Banca d'Italia)

giovanni951

Mer, 01/11/2017 - 17:18

sante parole...ma siccome le societá summenzionate sono composta da politici in disarmo di tutto l’arco costituzionale, nessuno si preoccuperá. Chi é che taglierebbe il ramo su cui é seduto?

Ritratto di Contenextus

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 01/11/2017 - 17:50

Tra gli sprechi aggiunerei i circa 1700 giornalisti Rai che in media guadagnano 80.000 euro l'anno.

Anonimo (non verificato)

corivorivo

Mer, 01/11/2017 - 18:10

le braccia son già cadute. le palle pure. ma quando si andrà a votare? mi scappa.

mich123

Mer, 01/11/2017 - 22:51

Spendere di più é facile, tagliare impossibile (almeno fino adesso).

Eusebio

Gio, 02/11/2017 - 06:06

beh, almeno lui ci mette la faccia e ogni tanto compare, ma gli altri elencati oziosi ecc... chi li conosce se non il cassiere dello stato ogni 27 del mese?

moichiodi

Gio, 02/11/2017 - 11:05

Una volta assoldato, Sgarbi è indubbiamente capace di dire tutto. O il contrario. A seconda del committente.

bimbo

Gio, 02/11/2017 - 13:26

Caro Sgarbi, secondo me il compenso che va dato chi dirige i lavori va liquidato solo e soltanto a lavori finiti e se eseguiti per giusta causa, no perché da lavoro o perché deve sfamare la famiglia, tutti abbiamo una famiglia.

faman

Gio, 02/11/2017 - 14:50

il vitalizio agita i sonni di Renzi, Richetti e i cinquestellini, ma nemmeno il centro-destra muove e non ha mai mosso un dito per tutti gli altri sprechi elencati da Sgarbi. Forse perchè prima o poi tutti, destra e sinistra si alterneranno in quelle cariche a mungere la vacca.