Vasto incendio a Termoli: evacuata la fabbrica della Fiat

Paura a Termoli: il vento forte alimenta le fiamme. A causa del fumo chiusa anche l'autostrada A14 per 20 chilometri. Sospeso il traffico ferroviario

L'Italia continua a bruciare. Un vasto incendio è scoppiato vicino allo stabilimento della Fiat di Termoli (guarda la gallery). La fabbrica è stata evacuata per consentire ai vigili del fuoco le operazioni di spegnimento delle fiamme. Ad aggravare la situazione, a quanto si apprende, un vento forte che alimenta il rogo. Sul posto sono immediatamente intervenuti i vigili del fuoco con due squadre e un elicottero, ma si è subito resa necessaria la richiesta di rinforzi. Il fumo, chi si è immediatamente levato in cielo, ha obbligato la chiusura dell'autostrada A14 per una ventina di chilometri e la chiusura di un tratto del traffico ferroviario.

Probabilmente è nato tutto da alcuni contadini che si sono messi a bruciare le sterpaglie nei campi. Ma ben presto si è tradformato in un drammatico incendio che è arrivato a lambire lo stabilimento della Fiat (guarda il video). E, in un'estate tragicamente segnata da continui roghi e dalla siccità, un'altra parte d'Italia è andata in fiamme rendendo necessario un repentino intervento dei vigili del fuoco. L'autostrada A14 Bologna-Taranto è stata immediatamente chiusa nel tratto compreso tra Vasto Sud e Poggio Imperiale a causa del fumo prodotto da due diversi incendi divampati in due differenti aree (uno all'altezza del chilometro 497 dell'autostrada e l'altro vicino al casello di Termoli).

Per spegnere gli incendi, divampati a Ripalta e tra Termoli e Campomarino, si sono subito levati in cielo i canadair (guarda il video), ma il forte vento ha reso difficile qualsiasi tipo di operazione. Tanto che è stata sospesa anche la circolazione ferroviaria sulla linea Termoli-Foggia. Non solo. Interessando anche la viabilità stradale, le fiamme non hanno consentito di attivare servizi sostitutivi con autobus.

Mappa

Commenti

moichiodi

Lun, 24/07/2017 - 16:58

Stabilimento in fiamme o incendio vicino allo stabilimento?

Ritratto di Civis

Civis

Lun, 24/07/2017 - 18:09

I contadini sanno che non devono bruciare niente, almeno da noi è così e anche se lo facessero, controllerebbero il fuoco. Questi qui, invece, sono delinquenti e andrebbero eliminati.