Stamina, arrestato Vannoni

Il fondatore del metodo Stamina continuava a praticare la terapia vietata in Georgia. Ora è indagato per associazione a delinquere

Davide Vannoni, fondatore del metodo Stamina

Davide Vannoni è stato arrestato. L'uomo del "metodo Stamina" è finito in carcere. Questa mattina i carabinieri hanno portato in cella Vannoni, sotto inchiesta per associazione per delinquere finalizzata alla "somministrazione di sostanze nocive".

Lo stesso reato che lo aveva già condotto a "patteggiare" una pena di 22 mesi di galera. Ora però la nuova inchiesta è partita dal momento che i pm si erano resi conto che Vannoni aveva ripreso la sua attività in Georgia, attività che era stata definitivamente bocciata dalle autorità e dai giudici italiani.

Dalle intercettazioni, hanno spiegato gli investigatori, nelle ultime settimane sono emersi numerosi contatti volti a individuare una nuova località estera, dall'Ucraina, alla Bielorussia, a Santo Domingo, ove riprendere l'attività per la quale Vannoni aveva già patteggiato una pena, così come la biologa Erica Molino, anch'essa oggetto oggi di perquisizioni che hanno interessato anche una terza persona, Rosalinda La Barbera, presidente dell'associazione Prostamina Life, veicolo di reclutamento dei malati. Il provvedimento di fermo per Vannoni è scattato perché risultava prossimo un suo allontanamento dal territorio nazionale. I clienti reclutati in Italia e curati in Georgia sarebbero una cinquantina. Dalla Georgia Vannoni era stato allontanato lo scorso novembre a seguito di una segnalazione partita dalla procura di Torino. Complessivamente le persone coinvolte nella nuova inchiesta, coordinata dal procuratore Vincenzo Pacileo, sarebbero meno di una decina. Tra questi figurerebbero alcuni collaboratori che hanno familiari affetti da patologie neurodegenerative.

Nel corso delle perquisizioni, compiute in contemporanea nel Torinese, nel Cuneese e in provincia di Palermo sono stati sequestrati computer e numerosi documenti ora al vaglio degli inquirenti. A quanto è emerso, i pazienti per accedere alle cure che venivano effettuate in Georgia pagavano 5mila euro per l'iscrizione all'associazione Prostamina Life e da 18 mila a 27 mila euro per la cura vera e propria, a cui andavano poi aggiunte le spese di viaggio per raggiungere Tblisi. Secondo quanto si è appreso, Vannoni stava per recarsi a Santo Domingo e per finanziare la trasferta e forse per avviare una nuova attività avrebbe anche venduto la sua auto di lusso.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 26/04/2017 - 11:55

Finalmente! Adesso attendiamo con ansia i vari Rag. Filini di questo blog. Sempre intenti ai loro studi di medicina alternativa ed apologetica della...soluzione fisiologica: Idest: acqua fresca.

st.it

Mer, 26/04/2017 - 12:11

questa vicenda appare quanto meno poco, pochissimo chiara. e chi potrebbe si guarda bene dal fornire adeguate informazioni. forse in nord corea o in birmania si sarebbero spesi per fare più chiarezza.

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 26/04/2017 - 12:13

E' un giusto provvedimento. Ma quanto sono infami questi falsi venditori di salute? Lo stesso vale per i cosiddetti 'untori' che negano il valore dei vaccini.

cecco61

Mer, 26/04/2017 - 12:24

Se in Georgia la cosa non è vietata non vedo come possano incriminarlo qui. Nello svolgimento di un'attività si rispettano le regole del paese ove viene svolta, non quelle del paese di origine. A quando l'arresto di tutti gli italiani con attività all'estero? Data la farraginosità e le assurdità delle normative italiane dubito che uno solo di loro le rispetti, seppur in regola con le leggi del paese dove operano.

Pinozzo

Mer, 26/04/2017 - 12:35

E speriamo che marcisca in galera, questo ciarlatano truffatore.

schiacciarayban

Mer, 26/04/2017 - 12:38

Ma se lui opera in Georgia, non capisco cosa c'entri l'Italia, tutta la vicenda non è molto chiara.

Holmert

Mer, 26/04/2017 - 12:48

Vanoni è un millantatore. Dovete saper una cosa: o la scienza ha delle basi che vengono rispettate e con essa le ricerche che la sostengono, oppure si continua a credere a maghi, fattucchiere, miracoli e ciarlatani. Chi ha seguito, per volere di alcuni giudici scienziati (on fait pour dire) il metodo Vannoni in Italia, è rimasto talis et qualis,con la sua malattia, purtroppo. Sicuramente,Vannoni e' stato arrestato in base al patteggiamento che aveva fatto,non perché praticava il Georgia.

demetrio_tirinnante

Mer, 26/04/2017 - 13:10

Buttatelo in galera e nascondete la chiave della cella.

st.it

Mer, 26/04/2017 - 13:20

complimenti vivissimi a tutti i soloni depositari del sapere!! qualcuno mi sa spiegare per quale arcano motivo la cmr197 sviluppata dal dott. silvio buzzi sia stata brevettata in giappone e bocciata in italia? .......... E' probabile che in altri posti nel mondo le disquisizioni scientifiche vengano trattate da SCIENZIATI e non da GIUDICI , da ACCADEMICI e non da POLITICANTI. Un VAFFA di cuore a tutti i farisei che giudicano e sputano veleno rimanendo beati e beoti nella loro abissale ignoranza.

steluc

Mer, 26/04/2017 - 13:46

Guariniello disse a Vannoni smettila ovunque , non solo in Italia , o vai dentro . Venuto meno il patto , è stato arrestato . Detto ciò , questa storia , con gli opportuni distinguo , ricorda il caso Di Bella . Opinione personale , chi è condannato ha il diritto di provarle tutte , e se la malattia oncologica è la seconda causa di morte nel paese , non è sempre il caso di considerare i protocolli terapeutici ufficiali come la Bibbia . Soprattutto con la chemio a 200 euro la dose.

schiacciarayban

Mer, 26/04/2017 - 13:50

@st.it - Capisco la tua superiorità, ma cosa c'entra la cmr197 di Silvio Buzzi? Non si capisce di cosa tu stia parlando, vaneggi, probabilmente sei amico del delinquente in questione...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 26/04/2017 - 14:41

I più pericolosi, comunque, sono proprio gli addetti ai lavori attinti da incoercibile delirio scientifico. A proposito, qualcuno sa riferirci degli ultimi mirabolanti "outcomes" della terapia Di Bella? Già, abbondianamente: chi era costui?

petra

Mer, 26/04/2017 - 15:19

Adescava?! Che titolone. Vannoni aveva (ha) semplicemente una pagina Facebook con cui poteva essere contattato. Lo ha fatto anche una mia vicina per il suo figlioletto. Al tempo risiedeva in Georgia, è corretto.

petra

Mer, 26/04/2017 - 15:27

Non mi ha mai convinto la totale innocuità dei vaccini, pur essendo favorevole ad utilizzarli (minor dei mali), come non mi convince questa certezza senza appello della medicina occidentale riguardante le cure alternative.

Lele53

Mer, 26/04/2017 - 15:29

Se ho un tumore e ritengo di non avere possibilità di guarigione vado in Svizzera e scelgo di morire. In Italia non posso, ma torme di persone ritengono ingiusto che non lo si possa fare. Se invece chiedo di curarmi con una medicina alternativa tutti gridano allo scandalo. Mi spiegate la differenza? L'individuo è libero di curarsi o di non curarsi a suo piacimento o no? E se no, chi lo decide e perchè? E' un mondo schifoso!

il corsaro nero

Mer, 26/04/2017 - 15:39

@petra: è guarito il figlioletto della sua vicina?

Pinozzo

Mer, 26/04/2017 - 17:10

Lele53, lo decide lo stato italiano perche' si chiama truffa e la truffa in italia e' illegale proprio per difendere i polli (o in questo caso i disperati) che ci cascano.

Pinozzo

Mer, 26/04/2017 - 17:43

corsaro nero, e' semplice: se il figlioletto in questione si e' effettivamente rivolto a vannoni per guarire, e' morto o morira' a breve. nessuno dei pazienti di vannoni e' mai guarito.

Lele53

Mer, 26/04/2017 - 19:02

Però basterebbe informarsi appena un po' per capire, innanzi tutto, che chi si è rivolto per le cure stamina sono pazienti senza nessuna, dico nessuna, alternativa dalla medicina così detta ufficiale. Se avete seguito solo un po', molti sono bambini affetti da patologie neurodegenerative senza alcuna speranza. Forse Vannoni sarà anche un truffatore, non posso saperlo, ma tutti i medici e direttori di ospedali nei quali sono stati applicate terapie staminali, con il nulla osta del Ministero della salute?

GiCi

Gio, 27/04/2017 - 07:15

Come mai quelli delle Iene che lo avevano santificato non si fanno più sentire?

il corsaro nero

Gio, 27/04/2017 - 08:10

@Pinozzo: la mia era solamente una provocazione! Infatti la sora Petra non ha risposto!!

il corsaro nero

Gio, 27/04/2017 - 08:19

@Lele53 Mer ore 19:02: Scusi, ha notizie di qualche guarigione? dopo aver speso 5 mila euro per l'iscrizione all'associazione Prostamina Life e da 18 mila a 27 mila euro per la cura vera e propria, hanno avuto dei benefici? Questa a casa mia si chiama truffa!

il corsaro nero

Gio, 27/04/2017 - 08:20

@cecco61: Vannoni ha patteggiato la pena e ha ottenuto la sospensione della stessa, a condizione che non esercitasse la professione all'estero, cosa che si è puntualmente verificata!

titina

Gio, 27/04/2017 - 09:51

Non può dire che faceva il tutto per il bene degli ammalati, viste le tariffe.

Holmert

Gio, 27/04/2017 - 10:08

Vannoni si ostina a restare attaccato all'albero della cuccagna, che gli frutta ingenti guadagni, grazie alla disperazione dei malati incurabili. Molti malati denunciano continuamente alla TV di essere stati depredati dei loro averi ,e sono cifre notevoli. L'ultimo ieri intervistato in TV. Gli hanno fatto vincere tutti i capricci,persino i giudici lo hanno affiancato e qualche ministro. Eppure c'è ancora chi ci crede e sbandiera esempi improponibili. Ricordo nel 1967 il caso Vieri, aveva inventato un rimedio anticancro e malati venivano da tutto il mondo, grazie al tam tam dei media. Alla fine si scoprì che il farmaco sedicente miracoloso era: aceto- colchicina(zafferano)-alcool puro. I media si ricredettero e dissero che serviva per condire l'insalata . Di Bella,uomo onesto e del tutto in buona fede(lui e non tanti suoi adepti), non si faceva pagare un cent,anzi anticipava lui le medicine per i suoi pazienti che gli credevano.

giovinap

Gio, 27/04/2017 - 12:46

non ho seguito la faccenda e non so nulla di medicina , a naso mi sembra solo una questione di soldi truffati a gente che spera di guarire .