Stanca degli abusi ragazzina tentò il suicidio: 12 anni al padre pakistano

La ragazzina si gettò dalla finestra a causa della disperazione dopo che il padre abusò di lei per anni, fin da quando era bambina. È successo a Prato

Aveva tentato il suicidio gettandosi dalla finestra perché era disperata dopo tutti gli abusi subiti dal padre pakistano. Una storia tragica questa di Prato che ora si è conclusa con la condanna a 12 anni per abusi sessuali a carico dell'uomo.

Le violenze sono andate avanti per diversi anni, dal 2010 al 2017. La giovane, secondo la ricostruzione processuale, è stata abusata fin da bambina, dalla tenera età di 7 anni. A 14 anni, esausta e disperata dopo tuttti quegli anni di abusi, la ragazza ha tentato il suicidio, cercando di gettarsi dalla finestra. Sopravvissuta, la giovane ha deciso di denunciare tutto. Anche la madre è stata condannata a sette anni in quanto complice degli abusi del marito. Sapeva tutto, ma è sempre rimasta in silenzio.

Il tribunale di Prato ha anche revocato ai due coniugi la potestà genitoriale. L'inchiesta è stata condotta dal sostituto procuratore Laura Canovai e portò all'arresto del pakistano nell'agosto del 2017. La ragazza da allora vive in una località protetta e lontana dai genitori.