"Le stanno mangiando vive". L'orrore nelle aziende di polli

Il racconto choc pubblicato sull'Huffington Post. Così nelle aziende avicole che adottano l'allevamento a terra prolifera il cannibalismo

Quello che Wayne Hsiung ha sentito appena è entrato è stato un urlo. "Ci sono bambini qui?", si è chiesto pensando proprio al pianto di un bambino. Nel fienile, però, c'erano soltanto galline che "gridavano" mentre venivano attaccate. A raccontare sull'Huffington Post le condizioni mostruose di una fattoria con allevamento a terra della Costco, la più grande catena americana di ipermercati all'ingrosso (guarda il video), è uno dei principali ricercatori della Direct Action Everywhere (DxE) Open Rescue Newtork.

"Il cannibalismo è il primo oscuro segreto dell’allevamento a terra", spiega Hsiung citando uno studio che ha mostrato come i tassi di cannibalismo aumentino del 3mila per cento nelle aziende che praticano questo tipo di allevamento (guarda il video). "È un modo orribile di morire - continua - la cloaca della gallina (equivalente alla vagina umana) viene presa a bersaglio perché è tenera, carnosa e ricoperta di fluidi. Impazziti a causa dell’affollamento, gli uccelli attaccano questo punto debole, tirando fuori gli organi interni. Le vittime di questi attacchi muoiono, pezzo dopo pezzo". Nella fattoria della Costco il ricercatore ha visto "un esemplare, insanguinato e incapace di avanzare, trascinarsi su un ammasso di letame nel disperato tentativo di fuggire".

Nelle fattorie che praticano l'allevamento a terra, però, il cannibalismo è solo la punta dell’iceberg. "Dalla qualità dell’aria alle fratture, le galline spesso patiscono molto di peggio in un sistema di allevamento a terra", continua Hsiung ricordando che, in questo tipo di fattorie, le morti premature sono triplicate. "Le aziende con allevamento a terra, come quelle che seguono l’allevamento in gabbia, schiacciano le galline in uno spazio che ha le dimensioni di un foglio da stampante - continua il ricercatore - immaginate di vivere tutta la vita chiusi in una piccola doccia. Ora, immaginate di vivere la vostra vita in quello stesso spazio, ma con migliaia di estranei impazziti che si accalcano intorno a voi. Ecco l’alternativa tra allevamento con gabbie o a terra. Nessuna delle due opzioni è umana, neanche lontanamente".

Commenti
Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 24/10/2016 - 11:41

Franco lo hai scoperto oggi che in ambienti super affollati le galline si beccano , studiare un po' di più non guasta mai.

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 24/10/2016 - 12:36

Succede anche nei pollai in campagna, ogni tanto una bestia nasce aggressiva e sbrocca, non si sa perché, succede da sempresempre. La soluzione è brodo.

obiettore

Lun, 24/10/2016 - 13:36

Hai perfettamente ragione,mariosirio. Mio nonno, in tempo di guerra, nella sua campagna, aveva una dozzina di galline. E la soluzione era la pentola. Scoperta dell'acqua calda.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Lun, 24/10/2016 - 13:38

L'allevamento a terra e' il migliore che si possa fare . Se poi metti 200 galline per metro quadro , sei un delinquente , tale e quale a chi alleva in batteria nelle gabbiette.Resta il fatto che qualunque allevamento "intensivo" e' un vero lager per gli animali quali che siano. Bisognerebbe iniziare a mangiare i cinesi che sono tantissimi .

aurius

Lun, 24/10/2016 - 14:05

Franco Grilli, ma tu dove sei cresciuto, in un grattacielo ? Nei pollai di campagna queste cose sono normali accadono sempre. Impara: gli animali non sono uomini ... poi ci sono casi particolari in cui alcuni uomini sono come gli animali.

Una-mattina-mi-...

Lun, 24/10/2016 - 14:19

NIENTE DI STRANO: fra poco succederà qualcosa di simile, concettualmente, su alcuni mezzi pubblici

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 24/10/2016 - 14:49

L'inganno sta nel termine "allevamento a terra". Chi non ha mai visto come vengono allevate, immagina che le galline scorrazzino felici in grandi spazi aperti, razzolando su prati verdi, beccando qui e là granaglie ed erbe aromatiche. Le mostrano così anche in TV: è la versione “Famigliola del Mulino bianco” per polli (in tutti i sensi). La verità è molto diversa; è quella descritta nell'articolo. Basta cercare in rete "galline allevamento a terra" e guardare dei video sconvolgenti. Migliaia di galline, spesso malate, ammucchiate dentro grandi capannoni, così strettamente a contatto da essere quasi impossibilitate a muoversi, con la luce sempre accesa per invogliarle a mangiare continuamente e crescere in fretta, alimentate con mangimi integrati con antibiotici ed ormoni. Malattie e cannibalismo sono l’effetto della sovrappopolazione e ristrettezza dello spazio vitale. Esattamente quello che succederà all’umanità. Ma fingiamo di non saperlo.

Un Lettore

Lun, 24/10/2016 - 15:03

Capitava raramente anche nel piccolo pollaio di mia nonna ma, appena si accorgeva, per la gallina ferita, c'era la pentola. Sicuramente mia nonna si è dimenticata di comunicarlo alla Direct Action Everywhere (DxE) Open Rescue Newtork (?).

moshe

Lun, 24/10/2016 - 16:21

... tra non molto noi verremo mangiati dai clandestini ... è non è una frase "populista", è la previsione di una triste realtà !

123214

Mar, 25/10/2016 - 08:27

non basta allevarle a terra se sono in numero eccessivo si scatena ben altri estinti. non che se fossero uomini sarebbe meglio. abbiamo tutti bisogno di spazio vitale. ricordiamocelo quando riempiamo le città di clandestini maschi incivile e pieni di ormoni.