Alabama, l'aborto è fuori legge ​pure in casi di stupro o incesto

In Alabama passa una legge che vieta l'aborto. L'unica eccezione ammessa è se la madre è in serio pericolo di vita

Una legge contro l'aborto è stata approvata in Alabama. Oltre a ricevere il consenso del Parlamento, la nuova normativa è riuscita a superare anche l'approvazione del Senato con ben venticinque voti favorevoli contro sei. Ora il testo di legge si trova nelle mani della governatrice Kay Ivey, repubblicana convinta che ancora non si è pronunciata in merito ma che ha sempre dimostrato la sua contrarietà all'interruzione della gravidanza.

L'interruzione della gravidanza può essere applicata soltanto in caso di grave pericolo per la salute della madre. Non si potrà provocare l'aborto qualora la gravidanza sia frutto di uno stupro o di incesto. Il medico che vada a violare questa legge rischierà una pena applicabile fino a 99 anni di carcere. All'interno della normativa, si legge sul Los Angeles Times, si sottolinea il fatto che i feti abortiti sono maggiori delle persone uccise dal regime di Stalin nei gulag oppure nei campi di sterminio in Cambogia.

C'è già chi grida all'incostituzionalità della legge, in particolare l'Organizzazione nazionale per le donne. Staci Fox ha dichiarato che: "È un giorno oscuro per le donne in Alabama e in tutti gli Stati Uniti d'America. Tutti i politici dell'Alabama vivranno per sempre nell'infamia a causa di questo voto. Faremo in modo che ogni donna sappia chi deve essere ritenuto responsabile".

Terri Collins, a difesa della legge nonché principale promoter ha detto: "La nostra legge dice chiaramente che il feto nell'utero di una donna è una persona". I democratici commentano il fatto dicendo: "La normativa criminalizza i medici e soprattutto è un tentativo da parte degli uomini di dire cosa fare con i loro corpi alle donne".

La legge potrebbe essere portata davanti agli occhi della Corte Federale statunitense che dovrà pronunciarsi sull'incostituzionalità o meno. I promotori dovranno riuscire a ribaltare una sentenza del 1973, Roe contro Wade, in cui per l'appunto si legalizzò l'aborto a livello federale. I politici repubblicani dell'Alabam credono fermamente che questa legge possa diventare effettiva poiché lo stesso Donald Trump ha recentemente nominato giudice della Corte Federale un convinto anti-aborto.

Commenti
Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Mer, 15/05/2019 - 09:52

Come sempre a essere penalizzate sono le donne povere. Quelle che non possono permettersi di andare ad abortire in uno Stato vicino.

Ritratto di PiciorDeLemn

PiciorDeLemn

Mer, 15/05/2019 - 10:13

Mi spiace per le donne (e gli uomini) che hanno bisogno di eliminare una gravidanza scomoda, pero' e' vero: l'aborto e omicidio. Uccidere altrui per il proprio bene puo essere legittimo?

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mer, 15/05/2019 - 10:31

Una vera e grande disumana file legge... IN FAVORE DELLE DONNE “Ricorda Ginger Rogers faceva tutto quello che faceva Fred Astaire ma all'indietro e sui tacchi alti” Faith Wittlesey“ “Se gli uomini potessero restare incinti l'aborto diventerebbe un Sacramento” Anonima tassista di Dublino “Non nego che le donne siano stupide Dio onnipotente le ha fatte per vivere insieme agli uomini” ??? “Non vorrei che il femminismo diventasse ragionevole per ottenere ciò che si vuole è bene esagerare” Susan Sontag “Le donne hanno ragione a ribellarsi, contro le leggi perché noi le abbiamo fatte senza di loro” Michel Eyquem de Montaigne. Atena

Totonno58

Mer, 15/05/2019 - 10:49

Beh, storicamente non è che l'Alabama sia un paese da prendere a modello...a parte il southern rock dei grandi Lynyrd Skynyrd!

Ritratto di DVX70

DVX70

Mer, 15/05/2019 - 11:05

Una legge giusta e sacrosanta, a tutela della vita del più innocente. Certe notizie mi fanno veramente pensare che Dio esiste !!!

Tobi

Mer, 15/05/2019 - 12:00

I bambini e le bambine che nasceranno ringrazieranno.

Ritratto di Giancarlo09

Giancarlo09

Mer, 15/05/2019 - 12:01

Pur essendo tendenzialmente contrario all'aborto devo dire che nel caso di stupro e/o incesto non solo lo tollero ma lo giustifico pure. In fin dei conti in questi casi si evita che gli stupratori siano premiati con la diffusione del loro patrimonio genetico.

Anticomunista75

Mer, 15/05/2019 - 12:10

legge giustissima: è da codarde uccidere vite innocenti perché viste come intralcio alla propria. Legge che dovrebbe diffondersi a macchia d'olio. Basta esaudire ogni stravizio e capriccio femminili.

carlottacharlie

Mer, 15/05/2019 - 12:10

Quel che fa ribrezzo è che si obblighi far nascere i bimbi nati da stupro. Sai che civiltà?

Sakarov

Mer, 15/05/2019 - 12:26

Ogni tanto una buona notizia

duca di sciabbica

Mer, 15/05/2019 - 12:47

anticomunista75 - Lei include le donne stuprate tra le straviziose e capricciose, se chiedono di abortire?

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mer, 15/05/2019 - 13:40

@i favorevoli credo maschi...Se gli uomini potessero restare incinti l'aborto diventerebbe un Sacramento” Anonima tassista di Dublino

INGVDI

Mer, 15/05/2019 - 13:42

Finalmente una legge contro l'aborto, a favore della vita, del più debole e della legge naturale. Anche un provvedimento di civiltà contro le barbarie del pensiero dominante.

buonaparte

Mer, 15/05/2019 - 13:47

leggo qui molte sciocchezze .mA SAPETE COME SI RESTa in incinta ? bene . ci sono mille modi per non rimanere incinta . la prima è il preservativo che non solo impedisce gravidanze indesiderate ma anche da mille malattie a trasmissione sessuali fra cui la prima è l'aids.negli ultimi anni in italia sono stati riaperti i reparti di malattie infettive varie a causa degli stranieri e della promiscuità e alla poca prevenzione .L'ABORTO CI DEVE ESSERE SOLO SE LA DONNA CORRE PERICOLO DI VITA E NON DEVE ESSERE USATO COME ANTICONCENZIONALE COME ORA PERCHè SI VUOL PROVARE PIU PIACERE NEL RAPPORTO SESSUale . VIVA LA VITA E ABBASSO ALLA MORTE ..

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mer, 15/05/2019 - 14:17

@i favorevoli a questa folle disumana legge: Non commettere atti che non siano puri cioè non disperdere il seme. Feconda una donna ogni volta che l'ami così sarai uomo di fede: Poi la voglia svanisce e il figlio rimane e tanti ne uccide la fame. Io, forse, ho confuso il piacere e l'amore: ma non ho creato dolore.

MARCO 34

Mer, 15/05/2019 - 14:28

carlotta Charlie - Ha provato a chiedere a questi bambini uccisi se avrebbero preferito vivere o morire in quanto nati da uno stupro?

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mer, 15/05/2019 - 15:50

I bimbi non li porta la cicogna dopo aver fatto l'amore o essere stata stuprata, violentata, magari da un parente stretto o essere in corsa in un incidente tipo rottura del preservativo in una piacevole avventura d'amore...non li porta la cicogna e nel frattempo si sta tranquille e beate in attesa che arrivi il bimbo...no quello che accade è ha tutti noto e son certa che un uomo a cui capitasse di essere stuprato e di rimanere INCINTO INVOCHEREBBE L'ABORTO COME UN SACRAMENTO...CRESCERE UNA VITA NON È SOLO UNA MERAVIGLIOSA ESPERIENZA PUÒ ESSERE UNA COSA TERRIBILE SOPRATTUTTO SE NON VOLUTO E/O IN SEGUITA A UNA VIOLENZA...l'aborto legale è una dolorosa umana vicenda che va legalmente mantenuto!

Nick2

Mer, 15/05/2019 - 16:32

In Italia, prima della legge 194, a detta degli antiabortisti venivano praticati 100 mila aborti clandestini l’anno. Sicuramente non erano oltre il milione come sostenevano i favorevoli alla legge, ma molto probabilmente ben più di 100 mila. Decine di ragazze ogni anno morivano sotto i ferri delle “mammane”. Oggi abbiamo circa 80 mila aborti l’anno. Io credo che nessuno sia favorevole all’aborto per partito preso, ma che un paese democratico (parola che a voi sembra una bestemmia) abbia il dovere di tutelare le donne che vogliono abortire. Dovessero abolire la 194, pensate che gli aborti, d’incanto, sparirebbero? No, torneremmo agli anni 70. I cattolici fondamentalisti se ne fregano degli aborti clandestini. Per loro basta che ci sia il divieto, basta l’apparenza. E salvaguardando l’apparenza credono di meritarsi l’eterna beatitudine. Papa Francesco che tratta l’argomento con umanità viene accusato di eresia. Pensateci…

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Mer, 15/05/2019 - 16:35

@marco34 Mi permetto di dare una mia risposta alla domanda fatta a Carlotta Charlie chiedendole scusa...io che sono TRE DEE, posso farlo...sì l'ho chiesto a quelle ANIME che COME TUTTE LE ANIME sono IMMORTALI, mi hanno risposto che si sono contente e che attenderanno tranquillamente e felicemente di venire al mondo da un atto d'amore e di voler incarnarsi in un ventre ricolmo d'amore e voglia di crescerli, piuttosto che in uno nato da un stupro o non voglia...e che capiscono, perdonano e amano come atto responsabile chi non gli ha accolti...essendo immortali ci sono passati/e anche loro da questa dolorosa vicenda UMANA!

manfredi13

Mer, 15/05/2019 - 16:40

Abortire significa eliminare un bambino che si sta formando e che gli abortisti chiamano impropriamente feto.Orbene il feto,quando viene trafitto da uno spillone,si ritrae, perchè sente dolore.Gli abortisti sostengono che è tutto normale perchè il" bambino" non è ancora tale.Con questa logica possiamo liberarci anche di un neonato,tanto non è ancora un bambino formato.

alox

Mer, 15/05/2019 - 23:00

Ma come puo' una madre amare, allevare il proprio figlio nato da una violenza sessuale? Al danno pure la beffa per questa donna! Certo che pensare ad un figlio di incesto consenziente (padre e figlia, fratello sorella) e' depravante: i genitori non credo siano sani di mente forse la castrazione e' da considerazione in certi casi.