"È stato in carcere per spaccio". Bufera sul prete amico della Boldrini

Due documenti pubblicati da La Verità fanno riesplodere la polemica su Mussie Yosief Zerai

Non è la prima volta che le vicende di padre Mussie Yosief Zerai attirano l’attenzione della stampa. Era stato Fausto Biloslavo, dalle pagine di Panorama, a scrivere che “la faccenda della droga non è mai stata citata nelle biografie di Zerai, che pure avrebbe potuto giocare la carta della redenzione con l'abito talare”. Oggi, però, è La Verità a pubblicare in prima pagina due documenti che fanno riesplodere la bufera sul parroco.

Il don è ormai noto alle cronache italiane. Eritreo, nel 2015 è stato nominato al Nobel per la Pace. Attivo sul piano delle migrazioni, è finito nel registro degli indagati della procura di Trapani nell’indagine che tenta di scoprire la verità sulla Ong tedesca Jugend Rettet. L’accusa era di "favoreggiamento dell'immigrazione clandestina". Una sua fotografia assieme a Laura Boldrini l’ha reso “il prete amico” dell’ex presidente della Camera. “Fondatore e presidente dell'agenzia di informazione Habeshia, "il salvagente dei migranti" - spiegava Avvenire - offre assistenza telefonica a chi si accinge a partire, avvertendo le autorità quando imbarcazioni che attraversano il Mediterraneo si trovano in difficoltà e hanno bisogno di un intervento di salvataggio”.

Ma ora a investire il fondatore del “salvagente dei migranti” è quanto pubblicato da La Verità. “Pare proprio – scrive il quotidiano diretto da Belpietro - che Mussie Yosief Zerai, prima di prendere voti e abito talare, sia finito in carcere, a Roma, nel 1994. E sia stato condannato a due anni di reclusione, con rito abbreviato, per concorso in detenzione ai fini di spaccio di 2,2 chilogrammi di hashish”.

La Verità cita due documenti a sostegno della sua tesi. “Il primo è datato 6 maggio 1994 – si legge - Ed è il verbale di udienza con il quale viene convalidato l'arresto di Yosef Zerai (che risulta nato il 26 febbraio 1975)”. Il difensore di Zerai in quel procedimento non si sarebbe opposto alla convalida dell’arresto ma avrebbe chiesto “per il suo assistito gli arresti domiciliari”. Il giudice , però, avrebbe ritenuto “la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza, confermati dal ritrovamento della droga e dalle dichiarazioni di una donna che era con Zerai al momento dell' arresto (e che non è citata ulteriormente nel verbale di udienza, ma il cui nome è presente nell' altro documento dell' inchiesta di cui La Verità è in possesso). E decise di lasciare Zerai dietro le sbarre”.

Un secondo documento citato sempre dal quotidiano riporta invece un riassunto dell’”esito della sentenza”. "Ci sono impressi il numero del registro generale delle notizie di reato (il fascicolo di Zerai è il 6939 del 1994) e quello del registro dell'ufficio del gip (7307/94)”, riporta La Verità. C’è però un’incongruenza: la data di nascita di Zerai nel secondo atto risulta diversa da quella contenuta nel primo documento, ovvero il 25 giugno 1975.

Secondo quanto riportato nell’atto, "Yosief Mussie Zerai – scrive La Verità - era imputato di ‘concorso in spaccio di sostanze stupefacenti di tipo hashish' con una donna (molto probabilmente eritrea anche lei)”. Il giudice avrebbe dichiarato "Zerai colpevole, e per la scelta del rito abbreviato lo condanna a due anni di reclusione e a una multa di 10 milioni di lire. Nella parte finale della sentenza è anche riportato che 'a pena espiata' sarebbe stata ordinata l'espulsione di Zerai dal territorio italiano”.

Il parroco, contattato da La Verità, non avrebbe per ora commentato quanto riportato dal quotidiano. Ma avrebbe "negato tutto, ripetendo soltanto più volte 'no'. A suo dire, non sarebbe vero niente”.

Commenti

DRAGONI

Lun, 17/09/2018 - 10:24

OGNUNO CERCA E TROVA IL SUO SIMILE!!

maricap

Lun, 17/09/2018 - 10:28

Sboldrina dicci dicci, siamo tutt'orecchi. Ahahaha

Franco Ruggieri

Lun, 17/09/2018 - 10:29

Vabbe', è stato condannato per un reato di oltre venti anni fa. Ma il reato recente, per il quale ancora aspettiamo il verdetto, è essere diventato (o "spacciato", per restare in argomento :-)) amico della Boldronza. :-):-):-)

dagoleo

Lun, 17/09/2018 - 10:39

E' innegabilmente una risorsa. Una risorsa della Boldri e per la Boldri. A noi dovrebbe pagare le pensioni. A lei questa gente serve per farsi rieleggere e stare in politica. Ogniuno ha il suo tornaconto.

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Lun, 17/09/2018 - 10:45

Zerai favorisce l'immigrazione clandestina e ci prende anche in giro con la complicità dei suoi superiori. Dovrebbe essere confinato in Vaticano se fosse impossibile spedirlo in Eritrea, dove tra l'altro la guerra è finita ufficialmente.

VittorioMar

Lun, 17/09/2018 - 10:59

...ma cosa dite,è per la sua IMMENSA E STUPEFACENTE "BONTA'" ...CRITICONI !!

Aegnor

Lun, 17/09/2018 - 11:05

Uno spacciava, un altro andava a spaccare teste con la chiave inglese e con i tondini, l'altro illuminato si augura la morte di qualche bambino a fini politici..certo che kkkompagni e buonoidi non si fanno mancare niente, deve essere per questo che sono sempre in prima fila a ululare sulla moralità....

baronemanfredri...

Lun, 17/09/2018 - 11:07

BOLDRINI VISTO CHE CI SEI PORTATI QUESTO INDEGNO PRETE E FALLO PROCESSARE A IMPERIA. CI SONO TANTI DETTI POPOLARI CON PERSONE CHE SI INCONTRANO SI CONOSCONO E SI FREQUENTANO. TRA SPACCIO DI DROGA DI CLANDESTINI STRANIERI E PRETI, ORA, STUPRI ANCHE SOTTO IL VIMINALE ADDIRITTURA PIU' CORNA ALLA POLIZIA DI COSI' MI PARE TROPPO, DA PARTE DI UNO STRANIERO, TU NON DICI NIENTE NELL'ATTACCARE QUESTO. BRAVA BOLDRINI QUANDO VAI DAVANTI AL GIUDICE IN QUANTO TU, MA COL TUO COMPORTAMENTO E POLITICA HA INDOTTO GLI ITALIANI A DIRE QUESTO ED ALTRO CONTRO DI TE, DICI DI ESSERE PARTE LESA ED ATTRICE NELLA CAUSA, DIMOSTRA DAVANTI AL GIUDICE DI GIUSTIFICARTI PERCHE' COL TUO SILENZIO NON FAI ALTRO CHE PASSARE COME COMPLICITA' POLITICA SAI COME SI DICE? CI TACE ACCONSENTE. TU NON HAI MAI DIFESO GLI ITALIANI AGGREDITI SIA DA SPACCIATORI CHE DA STUPRATORI. QUESTO E' L'ESEMPIO ANCORA COL TUO SILENZIO. ORA CHE PRETENDI? SMETTILA DI DIFENDERE CHI NON PUO' ESSERE DIFESO

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 17/09/2018 - 11:36

gli amici della baldrani non si devono toccare!

dedalokal

Lun, 17/09/2018 - 11:52

E bravo Mussie Yosief Zerai, spacciatore di stupefacenti, condannato e poi diventato prete. Non poteva che diventare amica della ex presidenta della Camera Laura Boldrini..Così tanto per non smentire la disonestà morale di certi sacerdoti e della compagna veterocomunista che odia gli italiani. In belle mani siamo! Povera Italia!

SpellStone

Lun, 17/09/2018 - 11:55

quando si dice trovare un lavoro per le risorse... mica e' specificato il tipo...

CidCampeador

Lun, 17/09/2018 - 11:58

forse e' ora di espellerlo realmente non alla buonista

clod46

Lun, 17/09/2018 - 12:03

Probabilmente i proventi della droga con i relativi interessi dopo tanti anni, la Sboldrini avrà indotto il don a versarli nel nostro fondo pensioni, diversamente come fa a dire che questi ci pagheranno le pensioni.

mariod6

Lun, 17/09/2018 - 12:06

L'appoggio palese e sfacciato dato a questo delinquente dalla Boldrini configura il reato di favoreggiamento ??? Chiediamo lumi al PM comunista che indaga Salvini. Oppure, siccome sono entrambi compagni, non esiste nessun reato ???

rasna

Lun, 17/09/2018 - 12:15

Tristezza infinita....

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Lun, 17/09/2018 - 12:57

IO NON HO AMICI DELINQUENTI O PREGIUDICATI !!!!!!!, ME NE VERGOGNEREI.

Una-mattina-mi-...

Lun, 17/09/2018 - 12:58

INSOMMA SONO DUE SPACCIATORI: UNA DI CRETINATE E L'ALTRO DI DROGA

Trinky

Lun, 17/09/2018 - 13:10

Ah ah ah ah........chi si somiglia si piglia?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 17/09/2018 - 13:11

quindi se ti processano per averlr augurato cose brutte puoi stare tranquillo: le amiche degli spacciatori nessuno le tocca e un giudice saggio sa dare la giusta dimensione a parole senza possibili effetti. sorrisi e caffeina

rossini

Lun, 17/09/2018 - 13:33

Questi preti, non solo stupratori di bambini e pedofili, ma anche spacciatori e venditori di morte. NO 8 x 1000 alla Chiesa Cattolica.

zadina

Lun, 17/09/2018 - 14:04

Conosco un vecchio proverbio che dice(dimmi con chi vai e ti dirò chi sei) a buon intenditor poche parole.

Ritratto di noside863

noside863

Lun, 17/09/2018 - 14:13

Ave Maria, piena di grappa, il signore è con te, che beve il brulè, e gli angeli in coro fuman malboro, e noi in compagnia...

carlottacharlie

Lun, 17/09/2018 - 14:22

Boldrini Boldrini, nemmeno le amicizie sai scegliere?

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 17/09/2018 - 14:23

Da vomito!

daniel66

Lun, 17/09/2018 - 15:03

l'immenso e simpaticissimo Gianluca Buonanno aveva sbugiardato in varie occasioni questo pseudo-sacerdote.

Papilla47

Lun, 17/09/2018 - 15:03

Diffidate sempre dai preti.

pier1960

Lun, 17/09/2018 - 16:08

spacciatore riclicatosi in prete...dov'è il problema? santa madre chiesa prende tutti, purchè obbediscano ciecamente e non facciano domande....

ilbelga

Lun, 17/09/2018 - 16:13

scusate: ma quando spacciava pagava i contributi all'inps??

gedeone@libero.it

Lun, 17/09/2018 - 16:22

E smettetela di sparare sulla croce rossa. Boldrini è finita, non la pensa più nessuno. Non fategli pubblicità che non merita.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 17/09/2018 - 17:07

Poi, quando la sento pontificare...

onurb

Lun, 17/09/2018 - 18:11

Con tanti problemi di pedofilia all'interno della Chiesa cosa volete che siano 2,2 kg di hashish. Per di più ha sicuramente detto i canonici Pater, Ave e Gloria e tutto ora è in perfetta regola, soprattutto se si dedica a far entrare in Italia clandestini, una benemerenza per gente come la Boldrini.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Lun, 17/09/2018 - 18:59

Ed è pure diversamente bianco mentre la sboldracchia è diversamente intelligente.

frabelli1

Lun, 17/09/2018 - 19:00

Ah le risorse che non finiscono di stupire. Ma per i boldriniani; va tutto bene

Sceitan

Lun, 17/09/2018 - 19:44

Manca all'appello l'anello di congiunzione fra' questi due e cioe'l'ex compagno della chiacchierona. Quello del viaggio e soggiorno a sbafo in occasione dei funerali di Mandela, un giornalista anch'egli Italo Eritreo. Lo spiega molto bene un'altro giornalista Eritreo, Daniel Wedi Korbaria in un apposito articolo presente sul Web.

fft

Lun, 17/09/2018 - 20:06

Baronemafredri... e i puntini dicono tutto. In quel cranio siete in troppi. Ma non e' un problema. Ma almeno organizzatevi un poco. Un post per uno. Non tutti insieme nello stesso commento

gianfranco9385

Lun, 17/09/2018 - 20:56

proprio un bel quadretto, chi si somiglia si piglia

Ritratto di Tipperary

Tipperary

Lun, 17/09/2018 - 21:51

Dio li fa e poi li accoppia .

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Lun, 17/09/2018 - 21:51

Uomo di fede ... ma la verità chi ce l'ha?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 17/09/2018 - 22:59

Sarà un altro compagno che sbaglia. L'importante è che non sbagli sempre.

Divoll

Mar, 18/09/2018 - 00:07

Non posso dire quello che veramente penso.