Stato-mafia: assolto Mancino, condannati Mori e Dell'Utri

Dopo 5 anni arriva la sentenza per il processo sulla trattativa Stato-mafia: condannati Mori, Dell'Utri, De Donno, assolto Mancino. 28 anni al boss Bagarella

Dopo cinque anni si conclude il processo sulla trattativa Stato-mafia, che vede dieci imputati (tra cui Totò Riina, morto a novembre).

Condannati a 12 anni l'ex generale Mario Mori, l'ex generale Antonio Subranni, l'ex colonnello Giuseppe De Donno, Marcello Dell'Utri - tutti accusati di minaccia a corpo politico dello Stato - e al boss Antonino Cinnà.

Pesante la pena per il boss Leoluca Bagarella, cognato di Riina, che dovrà scontare 28 anni di carcere, contro i 16 richiesti dai pm Vittorio Teresi, Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene. Otto anni per calunnia sono stati comminati al testimone chiave del processo Massimo Ciancimino, assolto invece per il concorso esterno in associazione mafiosa (caduto in prescrizione). Prescrizione per Giovanni Brusca.

Assolto "perché il fatto non sussiste" l'ex ministro dell'Interno Nicola Mancino, accusato di falsa testimonianza. "ha espresso tutta la sua gioia", ha detto il suo avvocato Nicoletta Piergenti, "Era molto emozionato. Era con la sua famiglia per gioire con loro".

Nell'aula bunker del Pagliarelli, i giudici della corte d'assise di Palermo, presieduta da Alfredo Montalto, hanno inoltre condannato Bagarella, Cinnà, Dell'Utri, Mori, Subranni e GDe Donno al pagamento in solido tra loro di dieci milioni di euro alla presidenza del Consiglio dei ministri che si era costituita parte civile nel processo.

Applausi e urla di incitamento ai magistrati dal pubblico: "Siamo tutti Nino Di Matteo", hanno scandito i presenti - in particolare le Agende rosse e gli attivisti di Scorta civica - all'indirizzo dei pm.

"Che la trattativa ci fosse stata non c'era bisogno della sentenza per dirlo. La sentenza dice di più - ha commentato Nino Di Matteo - qualcuno dello Stato ha trattato con Riina e Bagarella e altri stragisti, trasmettendo le richieste i messaggi di Cosa nostra ai governi. Prima si era messa in correlazione Cosa nostra con il Silvio Berlusconi imprenditore, adesso questa sentenza per la prima volta la mette in correlazione col Berlusconi politico. Le minacce subite attraverso Dell'Utri non risulta che il governo Berlusconi le abbia mai denunciate e Dell'Utri aveva veicolato tutto".

Commenti

steacanessa

Ven, 20/04/2018 - 16:37

E ti pareva che Mori e dell’Utri non fossero condannati? Nuovo orrore giudiziario.

teoalfieri

Ven, 20/04/2018 - 16:40

poverello Dell'Utri.... aveva pure chiesto di uscire dal carcere... a questo punto direi che buttare via le chiavi è il minimo...

Rainulfo

Ven, 20/04/2018 - 16:47

Quindi due Generali dei Carabinieri, un Colonello e il collaboratore più stretto di Berlusconi hanno collaborato con Bagarella per attentare alla integrità delle istituzioni rappresentate in questo caso da Mancino.... incredibile, davvero incredibile!!!

Rainulfo

Ven, 20/04/2018 - 16:48

E la trattativa? con chi trattavano? mah!

VittorioMar

Ven, 20/04/2018 - 16:50

...INCREDIBILE !!!

ludovik

Ven, 20/04/2018 - 16:51

dell'utri? ma come uno si adopera per salvare il paese e lo condannano?

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 20/04/2018 - 16:56

oggi le comiche, regia delle toghe rosse.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Ven, 20/04/2018 - 16:57

A troppe sentenze assurde ho assistito in questi ultimi anni, per poter credere a questa. Son sempre più spaventato dalla nostra magistratura.

framarz

Ven, 20/04/2018 - 17:38

che vergogna

Ritratto di Nahum

Nahum

Ven, 20/04/2018 - 17:40

Leggiamo gli atti prima di parlare ...

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 20/04/2018 - 17:43

Rainulfo - Come con chi trattavano? I nomi che vede appartengono sia alla mafia che allo stato. Trattavano tra di loro. Si vede che quando uno non vuole vedere e sentire non ci sono santi...

Ritratto di kingigor61

kingigor61

Ven, 20/04/2018 - 17:47

Mancino assolto. Adesso si dovrebbe capire che le condanne di questo tipo, dipendono da quale tessera di partito hai in tasca!

Ritratto di kingigor61

kingigor61

Ven, 20/04/2018 - 17:51

Ma Giorgione Napolitano? Ah no, lui ha fatto distruggere le prove a suo carico, lo ha fatto sotto gli occhi di tutti e nessuno ha da ridire?

Alessio2012

Ven, 20/04/2018 - 17:54

BERLUSCONI HA CRITICATO IL M5S E HANNO CONDANNATO DELL'UTRI!!! MA CHE STRANO...

Giorgio Colomba

Ven, 20/04/2018 - 18:02

Toga rossa vive e lotta contro di noi.

82masso

Ven, 20/04/2018 - 18:08

Praticamente i giudici hanno ribadito che girando il pomello blu del lavandino fuoriesce acqua fredda.

maxmello

Ven, 20/04/2018 - 18:08

Che Paese curioso è questo. Tre gradi di giudizio diritto alla difesa, uno stuolo di giudici e diverse condanne non sono sufficienti nemmeno a giustificare un ragionevole dubbio. Molti vivono aggrappati alla propria consolante allucinazione personale tanto pervicacemente da arrivare a considerare le opinioni fatti e i fatti opinioni. Queste stesse persone chiaramente incapaci di distinguere la fantasia dalla realtà vengono lasciate libere di esprimere le loro opinioni nella cabina elettorale.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 20/04/2018 - 18:14

La colpa di Mori e Dell'Utri sarebbe quella di aver veicolato all'interno dello Stato le richieste di Riina (supportate da minacce e stragi) per indurre un comportamento favorevole verso la Mafia (sentenze più miti, alleggerimento o eliminazione del 41 bis,..). E' una lettura dei fatti. Ma ce ne potrebbe essere un'altra: hanno cercato di fermare lo strapotere mafioso portando i massimi livelli delle istituzioni a conoscenza della volontà stragista del Riina. Se così fosse andrebbero premiati e non condannati.

Klotz1960

Ven, 20/04/2018 - 18:15

Sentenza politica di giudici e Pm politici mancati d'ispirazione marxista.

PEPPINO255

Ven, 20/04/2018 - 18:25

Mancino GRAZIE per averci fatto scoprire che anche Napolitano.... e con quella sentenza sul conflitto di attribuzioni, ci hai fatto scoprire che anche qualcuno nella Corte Costituzionale ha falsificato... a proposito, Mattarella dove stava ?!?

Mr Blonde

Ven, 20/04/2018 - 18:28

ACCERTATI I RAPPORTI CON BERLUSCONI. E' la fine di ogni velleità di governo, auguro ai nuovi di fare qualcosa di buono

tonipier

Ven, 20/04/2018 - 18:30

" TUTTO L'APPARATO GIUDIZIARIO E'STRANO IN ITALIA" Incominciando dal dolo del giudice.... per finire, le fattispecie penali integrate dalla condotta illecita del giudice.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 20/04/2018 - 18:40

Queste condanne lasciano perplessi. Non vorrei sentire un domani che fossero preparate a tavolino, visto anche la temporalità. Sempre appena prima o dopo il voto. Mah.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 20/04/2018 - 18:46

La sentenza si basa sulle dichiarazioni di pentiti ma contrasta con le assoluzioni avvenute in processi collegati. I punti deboli sono molti: Mori fu assolto dall'accusa di aver favorito la latitanza di Provenzano (un richiesta contenuta nel famoso "papello"), Calogero Mannino fu assolto dall'accusa di aver avviato la trattativa contattando Vito Ciancimino, il "papello" prodotto da Massimo Ciancimino si rivelò un falso. Telefonate tra Napolitano e Mannino avrebbero potuto fornire qualche chiarimento ma Napolitano ne ottenne la distruzione invocando i privilegi della Presidenza della Repubblica. Come si vede non è tutto chiarissimo e provatissimo.

nonnoaldo

Ven, 20/04/2018 - 18:49

Mancino assolto. Ci sarebbe mancato solo che lo condannassero, dopo che Napolitano aveva esatto (ad uso 5s, è il participio passato di esigere) che le registrazioni dei suoi colloqui con il predetto fossero distrutti.

nonnoaldo

Ven, 20/04/2018 - 18:53

Vittorio Teresi, Nino Di Matteo, Roberto Tartaglia e Francesco Del Bene, ora cosa faranno, dopo i cinque anni dedicati full time a questa sceneggiata. Ma dimenticavo, ci saranno l'appello e la cassazione, altri dieci anni... a dir poco.

OttavioFinestra

Ven, 20/04/2018 - 18:54

...uno di meno

scapiddatu

Ven, 20/04/2018 - 18:56

Nessuna meraviglia, per carità! sicuramente pene meritatissime, ma la domanda rimane sempre la stessa, perchè solamente loro? E' possibile che siano i soli colpevoli? Perchè la Corte Costituzionale ha ordinato di distruggere le intercettazioni telefoniche (rapporti Stato mafia) di giorgio napolitano/ N.Mancino (l'allora ministro dell'Interno)? Perchè l'allora Presidente della Repubblica giorgio napolitano concesse la grazia all'assassino del Commissario Calabresi). Veritas filia temporis

Pluto 2012

Ven, 20/04/2018 - 19:02

Per criticare una sentenza non basta il dispositivo Occorre leggere la motivazione Altrimenti si fa un discorso da bar dello sport

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Ven, 20/04/2018 - 19:10

ora salteranno fuori i soliti povaracci che grideranno al gomblotto ..toghe rosse e giustizia a orologeria.... poveretti,,

wania

Ven, 20/04/2018 - 19:19

A volte un assoluzione è necessaria per garantire un silenzio.....

Pigi

Ven, 20/04/2018 - 19:32

Demenziale. I magistrati condannano il generale Mori, capo della struttura che catturò Riina. A questo punto non c'è dubbio: i magistrati di Palermo vogliono che la mafia rimanga attiva, in quanto combattono chi veramente cattura i mafiosi. Così possono continuare con i loro fantasiosi terzi, quarti e quinti livelli. Le mafie si arricchiscono con il traffico di droga e lo faranno fino a quando tutte le droghe non saranno liberalizzate. Tutto il resto è fumo negli occhi.

ghorio

Ven, 20/04/2018 - 19:32

Sentenza scandalosa!

Cheyenne

Ven, 20/04/2018 - 19:40

DIRE CHE E' INCREDIBILE E' POCO. ONESTI SERVITORI DELLO STATO CONDANNATI SULLA BASE DEL NULLA (RICORDIAMOCI DI CONTRADA). SE NON SI FA UNA SERIA RIFORMA DI QUEST'ORDINE CHE E' DIVENTATO UN DISORDINE OSCENO L'ITALIA SPARIRA'

nerinaneri

Ven, 20/04/2018 - 19:40

...è il komunismo che ritorna...

Cheyenne

Ven, 20/04/2018 - 19:41

INVECE ASSOLTO UN LOSCO PERSONAGGIO COME MANCINO

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 20/04/2018 - 19:42

Con questa ulteriore condanna, il povero amico di Silvio sarà costretto a morire in carcere

8

Ven, 20/04/2018 - 19:43

C'è da richiedere la cittadinanza nigeriana

emilio ceriani

Ven, 20/04/2018 - 19:44

Tra i testimoni c'erano Pentiti o Collaboratori di Giustizia ?

nunavut

Ven, 20/04/2018 - 19:47

Che coincidenze e che tempistica. A Ciancimino il concorso esterno in associazione mafiosa é caduto in prescrizione(voluta?) ,se non lo fosse stato,avrebbero dovuto condannarlo alla stessa pena di Dell'Utri,forse lui Ciancimino disse quello che loro (a chi conveniva ?) gli hanno suggerito.

franfran

Ven, 20/04/2018 - 19:48

Mancino centrosinistra; Dell' Utri, Mori centrodestra. Ma guarda che caso!

Ritratto di pravda99

pravda99

Ven, 20/04/2018 - 19:58

E` veramente incredibile come il popolo del Giornale non abbia la decenza di non fare lo gnorri sui rapporti tra politica e mafia - e parlo in generale, non solo per questo particolare processo. La mafia esiste e prospera perche' e` collusa con lo Stato. Da sempre. Per definizione. In tempi recenti, c'era Andreotti col suo console Lima, in tempi ancora piu` recenti Berlusconi fece affidamento su Dell'Utri. Peraltro i risultati elettorali in Sicilia dei secondi furono ancora migliori dei primi, a partire dal '94 (100% dei seggi). Sembrate quei calciatori che dopo aver falciato ferocemente l'avversario alzano gli avambracci per dichiarare la propria innocenza.

fj

Ven, 20/04/2018 - 20:01

E' una vergogna che dei giudici debbano giudicare chi esegue delle direttive politiche. I politici a loro volta rispondono agli elettori. Quindi se era il caso o no di trattare con la mafia non e' competenza della magistratura.

soldellavvenire

Ven, 20/04/2018 - 20:03

accidenti, proprio adesso che stava per uscire... dannata giustizia!

soldellavvenire

Ven, 20/04/2018 - 20:13

evidentemente l’amico potente a sua volta ha amici ancor più potenti

FrancoCOSTANTINI

Ven, 20/04/2018 - 20:16

Ci siamo. Altro che Mattarella, consultazioni, veti e balle varie. Con la sentenza che accontenta il grillino di matteo, ecco pronto l'alibi per sbarazzarsi di Berlusconi e dar vita al governo lega-grillini. Li voglio vedere, però, i due galletti nel pollaio e, se non ci fosse da piangere, sarebbero grasse risate.

peter46

Ven, 20/04/2018 - 22:15

kingigor61...ma tu,nel mentre Giorgione faceva fare il falò alla Calderoli con le 350.000 leggi carbonizzate...che ca...volo stavi a fare invece di scendere in piazza,non da solo certo,per evitare il suo 'colpo di stato' seppur indolore senza carri armati?Che magari il tutto non sia stato fatto in virtù della legge esistente che il cdx,negli anni di suo governo,non 'depennò dalla Costituzine?Ca...volo.lodo Alfano,lodo Schifani e...lodo Giorgione,perchè no,così non l'avrebbe fatta 'franca' ma solo 'gelsomina'?

seccatissimo

Sab, 21/04/2018 - 00:17

(1) C'è forse un motivo anche solo piccolo piccolo per essere orgoglioso di essere cittadino dell'attuale stato italiano ? Secondo me assolutamente no ! Lo stato italiano con tutte le sue istituzioni, dalla più semplice e meno importante, alla massima, la più importante e la più potente, è il peggiore stato di tutto il mondo occidentale ed il peggior partner che in ogni campo poteva capitare allo sfigato popolo italiano ! Lo stato italiano non è civile, non è uno stato di diritto, è totalmente inaffidabile, non mantiene mai quello che promette, è sempre inadempiente, è il primo a non rispettare i propri cittadini, le proprie leggi, è il primo a non rispettare le clausole che lo obbligano a rispettare i contratti che ha stipulato con contraenti italiani, lo stato italiano è il peggior (segue)

seccatissimo

Sab, 21/04/2018 - 00:20

(2) (seguito) pagatore che si possa immaginare, lo stato italiano ha fatto fallire una infinità di piccole e medie imprese, solo le imprese colosso vengono tutelate, chi sa perché(?), lo stato italiano ha sulla coscienza numerosissimi contribuenti (titolari di piccole e medie imprese e contribuenti privati) suicidatisi per colpa del più feroce cravattaro dell'economia italiana, lo stato italiano ! Lo stato italiano definito dagli italiani "SUPERMAFIA", ha nel suo DNA il tradimento istituzionale del Paese Italia e dei suoi cittadini, è più criminale, più dannoso e il più impunito di tutte le mafie tradizionali messe assieme, non solo nel meridione ma su tutto il territorio nazionale !

emilio ceriani

Sab, 21/04/2018 - 09:21

Mi risulta che durante il Governi Berlusconi vennero aumentate le pene a carico dei mafiosi. Nello stesso periodo vennero catturati diversi personaggi ai vertici delle organizzazioni mafiose. Un grande magazzino, allora Standa di proprietà di Berlusconi in Sicilia, venne dato alle fiamme. Non mi sembra che la mafia andasse a braccetto con Berlusconi. Comunque fa lo stesso, basta pensare che tutti i mali del mondo siano causati da Berlusconi e certa gente pensa di vivere felice.

peter46

Sab, 21/04/2018 - 11:18

seccatissimo...però,lo STATO,ti lascia la possibilità,in virtù di tutte ste disgrazie che ti senti addosso,di...suicidarti:ti sembra poco?NB:certo,per l'ora,lo 'sfogo' può arrivare ai punti dove sei arrivato tu,però..segui il mio labiale..Lo STATO Italiano non ha sulla coscienza tutti quei 'numerosi contribuenti suicidatosi ecc ecc...",proprio no...i politici che avevano in mano le leve dello stato li hanno sulla coscienza...sx in testa,certo,ma quello si sapeva,ma correi,silvio,gianfranco,umberto e giulio...che non permettevano ad...segui sempre il labiale...A N G E L I N O ,di tagliare le catene che lo legavano al 'padre putativo'.Quando è riuscito a segarle,e facendosi scrivere dall'economista Capezzone (lui avvocato era ed è),e presentare e far approvare(gov Letta) quell'emendamento che "non permetteva più il pignoramento della 1° casa per 'impossibilità' di onorare debiti con la PA",i suicidi sono 'diradati' e quasi scomparsi...almeno un grazie lo merita,o no?

Ritratto di kingigor61

kingigor61

Sab, 21/04/2018 - 17:38

Peter 46, ti puoi capire solo per conto tuo. Quello che e come lo scrivi, a te pare ironico, a me solo un trito incomprensibile! Quando vuoi dialogare, riferendoti a me, impara a dire meno scemenze e sii chiaro.

Ritratto di kingigor61

kingigor61

Sab, 21/04/2018 - 17:49

Seccatissimo, non badare a Peter46! Oltre a scrivere scemenze, che solo lui capisce, si reputa anche ironico e non capisce un tubo di come sia la realtá delle cose! Penso che sia caduto male dal seggiolone, ma si sono rifiutati di curarlo, inutile fin dalla nascita.

peter46

Sab, 21/04/2018 - 18:40

Kingigor61...giusto,giusto...mi sarei meravigliato proprio se avessi compreso quel che ho voluto dire in base alla risposta.