Ma la Storia non si distrugge

Fascista è comprimere idee e libertà, anche se queste non costituiscono minaccia concreta alle istituzioni o alla sicurezza pubblica

Fascista non è essere fascista o simpatizzante del Ventennio ma impedire con la forza che qualcuno lo sia. Fascista è comprimere come proposto dall'onorevole Fiano del Pd - idee e libertà anche se queste non costituiscono minaccia concreta alle istituzioni o alla sicurezza pubblica. Fascista è cancellare, distruggere come vorrebbe fare la Boldrini monumenti e architetture che, anche nel male, sono un pezzo di storia di questo Paese. Fascista, insomma, è essere comunista, ideologia peraltro molto più sanguinosa e tragica della prima.

Quella che sembra la classica polemica estiva l'inasprimento delle norme contro l'apologia del fascismo è in realtà un pericoloso rigurgito illiberale. L'Italia si è già dotata di leggi per impedire la ricostituzione di un partito fascista e di strumenti per vigilare che nostalgie o passioni restino confinate nella sfera privata. Invadere pure quella, sanzionando anche la mera circolazione o il possesso di documenti, foto e ridicoli gadget che rimandano al Ventennio, non solo è tecnicamente impossibile, ma è cosa da dittatura.

Siamo al rogo dei cimeli, alla caccia alle streghe. Oggi il fascismo, domani a chi tocca? Perché no, ai comunisti, a lungo alleati e simpatizzanti dell'Unione Sovietica di Stalin (abbiamo invece vie dedicate a Stalingrado, città eretta in onore di un boia). E perché no, mettere al bando tutto ciò che riporta a Pio IX, il Papa che si oppose con le armi all'Unità d'Italia.

Questa offensiva estiva contro le basilari libertà di opinione non solo è umiliante per una democrazia, è più semplicemente stupida. La circolazione delle idee e dei loro simboli non può costituire reato. Abbiamo più cautele nei confronti dei simpatizzanti dell'Isis che di un innocuo bagnino affascinato dal Duce. Per espellerli infatti occorre provare che la loro infatuazione sia sul punto di trasformarsi in atti pericolosi, trovare indizi di una complicità attiva con terroristi conclamati.

Se per fascismo intendiamo il pericolo di quel preciso periodo storico possiamo dormire sonni tranquilli. Non invece se per fascismo intendiamo un rigurgito di leggi illiberali. Perché per metterle in atto non necessita portare la camicia bruna e intonare Faccetta nera. A volte basta la faccia rassicurante di un deputato del Pd. Come quella di Fiano.

Commenti
Ritratto di adl

adl

Mer, 12/07/2017 - 17:03

Direttore, lei ha ragione da vendere, però mi perdoni la destra ci è cascata, come una pera cotta. Tutti hanno capito che secondo il devastante fascismo pol.corr. essere jiahdista dell'isis è meno peggio di essere un semplice ed innocuo nostalgico del duce, però ora come al solito il pantano di polemiche svierà l'attenzione dalla INVASIONE CONCORDATA IN UE DELL'ITALIA.

domenicocarponi...

Mer, 12/07/2017 - 17:09

Si dice che ognuno ha quello che si merita. Ma cosa ho fatto io, da italiano, per meritarmi la Boldrini che vorrebbe demolire le opere di “architettura fascista”? Qualche tempo fa – non molto – qualcuno scrivendo sulle distruzioni di Palmira, Mosul e Nimrod si è chiesto “Da dove viene tutto questo odio per gli antichi monumenti?” e si è anche risposto che “simili «atti di barbarie» hanno una base teologica” che “costituisce uno dei punti di forza del gruppo jihadista”. La stessa base che ebbe un millennio e mezzo fa l’iconoclasia. Ossia per certe menti non è cambiato nulla: perdurano fondamentalismi retrogradi che dovremmo tremare al pensiero di tirarci in casa… …Invece noi fortunati non abbiamo neppure bisogno di importarli: dopo settant’anni dall’orbace siamo ritornati autarchici, come voleva Lui; quello spettro che ancora fa paura ai deboli di Costituzione. Grazie Boldrini! Domenico Carponi Schittar

domenicocarponi...

Mer, 12/07/2017 - 17:18

si dice che ognuno ha quello che si merita. Ma cosa ho fatto io, da italiano, per meritarmi la Boldrini che vorrebbe demolire le opere di “architettura fascista”? Qualche tempo fa – non molto – qualcuno scrivendo sulle distruzioni di Palmira, Mosul e Nimrod si è chiesto “Da dove viene tutto questo odio per gli antichi monumenti?” e si è anche risposto che “simili «atti di barbarie» hanno una base teologica” che “costituisce uno dei punti di forza del gruppo jihadista”. La stessa base che ebbe un millennio e mezzo fa l’iconoclasia. Ossia per certe menti non è cambiato nulla: perdurano fondamentalismi retrogradi che dovremmo tremare al pensiero di tirarci in casa… …Invece noi fortunati non abbiamo neppure bisogno di importarli: dopo settant’anni dall’orbace siamo ritornati autarchici, come voleva Lui; quello spettro che ancora fa paura ai deboli di Costituzione. Grazie Boldrini! Domenico Carponi Schittar

toni175

Mer, 12/07/2017 - 17:21

Hanno talmente la coscienza sporca che iniziano veramente ad aver paura.

VittorioMar

Mer, 12/07/2017 - 17:55

..I PEGGIORI "FASCISTI" E "NAZISTI" SONO PROPRIO I POST-COMUNISTI !!..PER LE LORO IDEE MOLTO VICINE AI "TALEBANI" E ALL'ISIS"...HANNO DISTRUTTO OPERE E MONUMENTI ...PRESTIGIOSI PER L'UMANITA'.....VOGLIAMO SOMIGLIARE A LORO ????...CHE TRISTEZZA.!!....CHE SQUALLORE MORALE....!!...QUANTA AMBIGUITA' VENDICATIVA ..!!

mareblu

Mer, 12/07/2017 - 23:08

SIG. DIRETTORE , MI CREDA, NON FOSSE ALTRO PER LA STIMA DELLE SUE IDEE , E LA CAPARBIETA' NEL MODO IN CUI LEI LE PERSEGUE A VOLTE VERAMENTE NON SO' CHI LE DA LA FORZA E LA TENACIA A CREDERE IN QUALCOSA CHE NON C'E' ( SOLO PERCHE' UN UOMO SI E' VOLUTAMENTE TRAVESTITO DA PULCINELLA. MI CREDA ! LEI E' FORTUNATO, SOLO PERCHE' NON E' e non potra' MAI ESSERE COME ME!

acam

Gio, 13/07/2017 - 02:46

a cosa serviva un dittatore al tempo dei romani? perché non restava in carica più di sei mesi? vi era fascismo in quel modo di governare? tutte domande per pescare nella storia una soluzione al problema dell'ingovernabilità del popolo italiano. si leggono milioni di critiche in tutte le salse dialettiche. Pochissimi che cristallizzino le proprie idee per essere sintetizzate con altre, solo una melassa appiccicosa, che metabolizza la realtà in un composto fetente che rappresenta la politica italiana

orailgo38383838

Gio, 13/07/2017 - 06:46

grande Direttore! Siamo invasi, ormai potremmo anche cambiare (con decreto europeo) il nome Italia in Bordello....ma si pensa a queste ridicole cose (fascismo è tutt'altra cosa) che ai veri problemi peninsulari.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 13/07/2017 - 08:17

Questa volta, egregio Sallusti, devo dissentire dal suo finale. E' inutile citare le varie "uscite" del fiano, basta quella fatta in tv, dopo essersi auto-qualificato esperto in sicurezza del pd, in cui asserì seriamente che contro la criminalità bastava far passare una macchina della Polizia o dei Carabinieri ogni 15 minuti davanti a tutti gli obiettivi sensibili. Personalmente considero gli arroganti ignoranti come il fiano le persone più pericolose, altro che faccia rassicurante di un deputato del pd.

luigiB3

Gio, 13/07/2017 - 10:12

Articolo centrato. Ottimo. La vita in generale ha due facce della stessa medaglia non si puo' quindi buttare una faccia sola. O si butta l'intera medaglia o niente: si constata solo la differenza tra le due facce sebbene si dica da una parte c'e' la brutta e dall'altra c'e' la bella, e' solo una convenzione perche' la verita' e' che sono o tutte e due brutte o tutte e due belle perche' la vita e' sempre bella. Perfino la morte e bella in certi casi. La storia fa parte del nostro essere e si puo' dire che qualcuno governa male e l'altro governa bene, ma e tutto fondato sui fatti e bisogna registrarli per IMPARARE a non sbagliare piu'.

Flandry

Gio, 13/07/2017 - 10:37

Non sapevo che nel nostro ordinamento giuridico esistesse anche la figura del reato di "pensiero". Forse l'impaccata Boldrini e sodali, oltre a non conoscere il codice penale, non hanno letto, o magari invece l'hanno letto e ad esso si ispirano, "1984" di Orwell (il romanzo del Grande Fratello, per intenderci), il quale, peraltro, sottintendeva al regime comunista stalinista (il Grande Fratello aveva persino i baffoni).

Altoviti

Gio, 13/07/2017 - 10:44

La sinsitra uccide l'Italia!

maxaugustus

Gio, 13/07/2017 - 10:55

Ma che bisogno c'è in questo momento di una legge del genere? Esiste forse il pericolo di rigurgiti fascisti? Oppure il vero motivo è un altro... Magari più nascosto. Non sarà per caso che si vuole stabilire l'equazione fascista = sovranista (inteso come colui che sostiene il principio di sovranità nazionale)? Perché allora si spiegherebbe. Infatti sempre più persone stanno prendendo coscienza che la tanto sinistramente invocata "cessione di sovranità" in effetti si traduce in cessione di democrazia. Però è un buon segno, perché questi colpi di coda riflettono il profondo timore che gli italiani si stiano svegliando e inizino a capire di essere sulla soglia di una nuova dittatura, alla quale il PD fa da maggiordomo.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 13/07/2017 - 11:08

Già, la Storia non si distrugge, ma la si racconta a seconda delle convenienze. E ci sono esempi del passato che sembrano di oggi: gli antichi egizi avevano l'usanza di cancellare tutto ciò che ricordava un faraone caduto in disgrazia, dal cartiglio alle fattezze somatiche delle statue, condannandolo a posteriori all'oblìo. E' quello che hanno fatto e che stanno facendo i "puristi" (o "epuristi"?) dell'estrema sinistra, quelli che vanno orgogliosi della falce e martello e del pugno chiuso che di morti ne han fatti dieci volte tanto...

Ritratto di blackeagle

blackeagle

Gio, 13/07/2017 - 11:24

"...la storia nn si distrugge", verissimo e neanche quella della vile e vigliacca aggressione piemontese nonostante voi tutti fate orecchie da mercante! E se volete essere credibili parlate di TUTTA la storia (con l'enfasi necessaria e non notizietta un 150esima agina) non solo di quella che interessa a voi, altrimenti credibilità = a ZERO!

giorgiotigano

Gio, 13/07/2017 - 12:28

Con tutte le colpe che può avere avuto il Fascismo nessuno storico si è mai sognato di paragonare Mussolini a Hitler o Stalin. Anche questo dovrebbe sapere Renzi che da profondo conoscitore (?) invita a studiare la Storia

Aleramo

Gio, 13/07/2017 - 12:36

Bisogna approvare una legge che condanni l'apologia del comunismo.

Alex1970

Gio, 13/07/2017 - 13:34

...fascista è chi scrive e pubblica articoli solo per compiacere un padrone...

gimuma

Gio, 13/07/2017 - 13:48

Strano,che nessuno non si sia mai accorto della grande somiglianza del comunista Fiano col plantigrado BREZNEV...i caratteri somatici sono ineccepibili....dai concetti che esprime, il succitato, deve avere della democrazia, le stesse idee del " plantigrado " BREZNEV...

Ritratto di contdjbabi

contdjbabi

Gio, 13/07/2017 - 14:41

Quale "fascismo" é giusto colpire? Le esagerazioni squadristiche, ovviamente, l'asservimento delle istituzioni al partito unico, pure, il servilismo e le delazioni "di regime": eppure sono aspetti che hanno caratterizzato anche i regimi "compagni". Se poi guardiamo ai "compagni" sterminati, credo che il record spetti a Stalin, che qualche puzzetta antisemita l'aveva pure lui, retaggio di una cultura assai diffusa nella Russia bianca, non a caso il patto Molotov-Ribbentropp evidenzia qualche comunanza di vedute. In fondo essere antisemita in appoggio ai compagni palestinesi é qualcosa di alto, rispetto all'antisemitismo nazi-fascista.

Mannik

Gio, 13/07/2017 - 16:16

@Domenico Carponi - Premetto che della Boldrini non m'importa un fico secco, ma quanto lei (e purtroppo tanti altri) afferma in relazione all"Architettura fascista" non è vero.

Mannik

Gio, 13/07/2017 - 16:25

Sallusti, solo perché suo nonno era tenente colonello della Repubblica di Salò non deve ergersi a difensore di un'ideologia cestinata dalla storia. E soprattutto non faccia queste assurde comparazioni con il comunismo (ideologia DIVENTATA parimenti deleteria), perché con i crimini del comunismo l'Italia non c'entra.

stefano.colussi

Gio, 13/07/2017 - 21:54

Caro Direttore, quelli che vogliono distruggere la Storia sono Uomini senza Storia & Famiglie senza Storia tipo Famiglia Renzi & Famiglia Serracchiani. Amen. stefano colussi, cervignano del friuli, udine, italy

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Ven, 14/07/2017 - 06:16

.... non solo, come la mettiamo ad esempio con maometto (omicida seriale) e la costituzione? In particolare l'articolo 8 (Le confessioni religiose diverse dalla cattolica hanno diritto di organizzarsi .... in quanto non contrastino con l’ordinamento giuridico italiano)- L'unica legge seria che si potrebbe fare è quella sull'anti-anti-fasciosmo.

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Ven, 14/07/2017 - 10:27

Esprimo la mia solidarietà all'On. Corsaro, non se ne può veramente più di questi imbecilli, ma poichè non è possibile cambiare le "teste" proporrei di prenderli in parola e di stilare la lista di opere leggi enti economici in sintesi tutto ciò che ha costruito e fondato il fascismo da distruggere o alienare, cosi per rendersi conto di quello che rimarrebbe: centri di accoglienza indegni, corruzione, degrado del patrimonio pubblico, speculazione edilizia, finanziaria e ambientale, prevaricazioni a tutti i livelli ma soprattutto la Boldrina... lasciando il bilancio dei suoi effetti al giudizio individuale al di la delle opinioni politiche, finalmente il Re sarà nudo ma noi in mutande.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 14/07/2017 - 12:01

Trovo oltremodo risibile – ma non mi diverte, anzi mi indigna - che nel 2017 inoltrato ci sia ancora qualcuno - magari pure nobilitato da un patrimonio familiare di efferatezze subite – che si agiti e si affanni per proporre l’ impegno del Parlamento in una nuova legge di contrasto al fascismo e qualche altro che si batta per il riconoscimento del ius soli, e molto meno per il varo di leggi che urgono per attualità del fenomeno da governare: vedi la legittima difesa e l’ invasione migratoria-tratta umana. Dopo il misero e lungo cazzeggio per tentare una velleitaria e dilettantistica riforma costituzionale, idiota o illiberale, si tenta ora la distrazione di massa spostando altrove le attenzioni sociali.

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 14/07/2017 - 14:09

@mannik; te l'ho già detto in altri posts; tu sei un ignorante! Il fascismo é stato battuto da una guerra. Il comunismo, invece, é stato, come dici tu, cestinato dalla storia. Oltre alla ferocia, il comunismo era un'utopia, cioé, irrealizabile e, ciononostante, é stato imposto con la violenza ai popolo sovietici. Di tale utopia se ne sono accorti anche i cinesi i quali hanno invertito la rotta data dell'escremento maoista. Altri escrementi comunisti insistono, come castro, maduro, il nord coreano ecc., ma prossimamente scompariranno anche loro perché la storia é come un rullo compressore: fa sparire tutte le storture dell'umanità.

better_world

Ven, 14/07/2017 - 14:16

Se si dovesse cancellare tutto del fascismo si doveva vietare anche l'UNESCO di dichiarare Asmara (capitale dell'Eritrea) Patrimonio dell'Umanità perché tante delle sue costruzioni che la distinguono sono state fatte dal governo fascista. Non si può e non si deve cancellare la storia, ma se siamo saggi imparare a non fare certi sbagli del passato.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 14/07/2017 - 15:02

Spero che lascino almeno in pace le opere di De Felice, di Denis Mack Smith ed altri prodotti culturali ed artistici: quando i talebani mettono gli occhi su qualcosa, molte sono le rozze cannonate e rare sono le salvezze, nemmeno la Storia è al sicuro. Mentre, a livello di crimine, l’ idiozia al potere necessita quanto prima di una sua nuova e autonoma fattispecie penale. Chè, se poi uno, sia pure con un eufemismo da taverna, li definisce teste di ca... fanno pure gli offesi e gridano allo scandalo.

Mannik

Sab, 15/07/2017 - 13:14

Orione, ma la capacità di leggere? Mi sa che il vero ignorante è lei. Poi ciò che "mi ha già detto in altri post" non mi interessa gran che, non è né mio padre né il mio professsore. Sia il fascismo (tedesco e italiano) sia il comunismo sono stati cestinati dalla storia. I primi in seguito a una guerra il comunismo perché è imploso, ma adifferenza del comunismo l'Italia ne è vittima diretta. Comprende?

Ritratto di orione1950

orione1950

Sab, 15/07/2017 - 16:35

@mannik; per te i 60/80 mila vittime del comunismo in Italia non sono un numero rilevante! Bravo continua cosí! tu sí che comprendi!