Sea Watch, cos'è e chi la finanzia

Fondazione, finanziamenti ed obiettivi della Sea Watch, l'Ong tedesca che da diversi mesi è al centro di un vero e proprio braccio di ferro con il governo italiano

Sea Watch è un'organizzazione non governativa fondata in Germania ed avente sede a Berlino e il suo presidente e legale rappresentante è Johannes Bayer. La Sea Watch si rende protagonista soprattutto negli ultimi mesi del braccio di ferro tra le ong impegnate nel recupero di migranti in mare ed il governo italiano, così come dimostra dall’ultimo caso relativo a Carola Rackete.

La fondazione di Sea Watch nel 2014

L’organizzazione non governativa tedesca viene fondata sul finire del 2014 quando si fa strada, tra alcune associazioni, l’idea portata avanti da Harald Höppner, un commerciante tedesco che investe molti dei suoi risparmi nell’acquisto di una nave in grado di essere impegnata nel Mediterraneo per attività di soccorso.

In quel periodo si assiste ad un aumento delle partenze dalle coste libiche, soprattutto a causa dell’instabilità in cui imperversa il Paese nordafricano la quale favorisce l’attività delle associazioni criminali che lucrano sui cosiddetti “viaggi della speranza”.

Il finanziamento di Höppner, al pari di quello di altri privati accomunati dalla volontà di intraprendere operazioni di soccorso in mare, sortisce l’effetto di dare vita all’organizzazione non governativa denominata per l’appunto “Sea Watch”. Il “battesimo” ufficiale della ong si tiene il 19 maggio 2015 a Berlino.

L’obiettivo e le ideologie dietro la Sea Watch

Come detto, il primo obiettivo della Sea Watch è quello di intraprendere attività di soccorso in mare. L’Ong è formalmente un’organizzazione non governativa umanitaria no profit che fornisce aiuti umanitari attraverso il soccorso marittimo immediato. Per far questo, con i fondi raccolti da Höppner e dagli altri privati l’ong acquista una nave la quale è usata quindi per le attività di ricerca e soccorso di migranti nel Mediterraneo.

Ma dietro gli obiettivi della Sea Watch, si celano ovviamente anche intenti prettamente politici che fanno capo ad ideologie molto vicine ad ambienti cosiddetti “no border” e della sinistra estrema. Sotto questo profilo infatti, viene propagandata l’idea di un più facile accesso dei migranti in Europa tramite soprattutto la creazione di corridoi umanitari in grado di accogliere coloro che intraprendono i viaggi della speranza lungo il Mediterraneo.

L’Ong Sea Watch vede inoltre, al pari di altre organizzazioni impegnate in questo campo, nelle azioni di respingimento dei barconi atti in grado di peggiorare la situazione umanitaria e di mettere in pericolo la vita stessa dei migranti. Per questo più volte la Sea Watch chiede maggiore responsabilità in chiave europea e l’intensificazione delle attività di soccorso nel Mediterraneo.

Chi finanzia la Sea Watch

Dai bilanci del 2018, si evince come l’incasso complessivo della Sea Watch sia di 1.797.388,49 euro, a fronte di spese per 1.403.409,26 euro: il 55,9% è andato a finanziamento della nave Sea Watch 3, il mezzo dell’Ong maggiormente finito sotto il clamore mediatico per le attività in mare negli ultimi mesi.

Il sito della Sea Watch specifica che gran parte degli incassi sono dovuti a donazioni. Tra i principali finanziatori, come riporta ilGiornale, c'è la Chiesa Evangelica tedesca la quale sostiene anche politicamente le azioni delle ong.

Tra chi contribuisce al finanziamento della Sea Watch, figurano inoltre Anton "Toni" Hofreite, capogruppo dei Verdi nel Bundestag, così come Gregor Gysi, ossia l’ultimo leader della Germania Est pro Gorbaciov, e l’ex europarlamentare del Pd, Elena Ethel Schlein.

Le prime missioni nel Mar Egeo del 2015

Dopo la presentazione ufficiale della ong avvenuta,come detto, il 19 maggio 2015, nel mese di giugno prendono il via le missioni vere e proprie della Sea Watch. La prima in assoluto avviene con l’ausilio di due motoscafi a supporto della International Maritime Rescue Federation, con la quale collabora nel Mar Egeo.

Infatti in quel momento è la cosiddetta “rotta balcanica” ad avere il maggior numero di migranti, con la tratta tra Turchia e Grecia che appare la più trafficata ed anche quella dove avvengono purtroppo il maggior numero di naufragi. Per questo motivo gran parte delle prime attività svolte a partire dalla metà del 2015, vengono intraprese proprio nel Mar Egeo.

Le missioni nel Mediterraneo centrale

Ma la Sea Watch punta ovviamente anche la rotta libica e dunque la tratta dei viaggi della speranza che attraversa il Mediterraneo centrale. Negli anni successivi a quello della fondazione, l’Ong riesce ad acquistare le navi per intraprendere le missioni di soccorso tra Libia ed Italia. La Sea Watch 2 tra il 2016 ed il 2018 risulta quella più impegnata, con diverse centinaia di migranti a cui l’Ong presta soccorso. È proprio nel Mediterraneo centrale che la Sea Watch sposta il baricentro del suo raggio d’azione.

Le controversie

In tutto ciò ovviamente non mancano episodi contraddittori destinati a suscitare anche polemiche di natura politica. In primo luogo, i critici delle attività della Sea Watch rimproverano all’organizzazione il fatto di spingersi sempre più verso la Libia, andando a prendere i migranti praticamente a ridosso delle coste del paese nordafricano per portarli poi in Italia.

I membri della Ong si giustificano affermando il principio di inderogabilità relativo al salvataggio delle vite umane, ma tra i più critici emergono anche coloro che puntano il dito non solo contro la Sea Watch ma anche contro le altre Ong per presunti contatti con scafisti africani.

Sotto il profilo politico le accuse diventano più incisive nel 2017, anno in cui il governo di centrosinistra di Paolo Gentiloni in Italia elabora il primo codice di comportamento delle ong, il quale riguarda anche la Sea Watch. Ad elaborare tale codice è l’allora ministro dell’interno Marco Minniti.

I casi riguardanti la Sea Watch 3 e Carola Rackete

Ma l’apice dello scontro tra la Sea Watch ed il governo italiano, lo si raggiunge con l’insediamento dell’esecutivo “gialloverde” guidato da Giuseppe Conte che vede al suo interno la presenza del leader leghista Matteo Salvini quale nuovo ministro dell’interno.

Quest’ultimo vieta a molte Ong di entrare nei porti italiani, accusando le stesse organizzazioni di incentivare l’immigrazione e di rendere un indiretto servizio ai trafficanti di esseri umani.

La Sea Watch è protagonista con due casi molto importanti nel braccio di ferro tra governo ed Ong, in entrambe le volte l’organizzazione tedesca compie soccorso a largo della Libia con la nave Sea Watch 3.

Il primo caso si ha nel maggio del 2019, quando il capitano del mezzo Arturo Centore forza il blocco di ingresso in acque italiane imposto dal Viminale, facendo sbarcare i migranti a Lampedusa.

Il secondo caso invece è del 29 giugno e vede protagonista il capitano Carola Rackete, con quest’ultima che sperona una motovedetta della Guardia di Finanza a Lampedusa per sfidare il blocco ancora una volta imposto dalle autorità italiane. Il caso, per via dell’arresto prima e della liberazione poi, della stessa Carola Rackete appare come uno dei più importanti a livello politico degli ultimi mesi.

Commenti

19gig50

Mar, 06/08/2019 - 12:02

Tagliare la testa al vertice e poi affondare la nave.

ginobernard

Mar, 06/08/2019 - 12:13

questo vuole dire governo di destra il prossimo anno ... le ONG stanno spingendo su il consenso per i partiti nazionalisti.

Ritratto di Walhall

Walhall

Mar, 06/08/2019 - 12:16

Non smetterò mai di vedere con occhio torvo queste ONG. Mio padre, tedesco come Höppner, medico e filantropo, passò gli ultimi anni della sua vita a curare le popolazioni africane, prima con organizzazioni internazionali, e visti i tanti propositi loschi e opachi, in maniera indipendente. Fu proprio la sua operatività indipendente che non piacque a queste organizzazioni, tanto che gli fu negato estemporaneamente il visto nel Paese laddove prestava servizio, nella tristezza della popolazione, gente meravigliosa che io stesso ebbi modo di conoscere. Le vite si salvano in loco, non le si fa attraversare innanzitutto il Sahara. In occidente si porta chi vuole studiare per poter aiutare i propi connazionali ad emanciparsi. Ma all'ONU, gente affarista come Soros, comanda piu di un Putin, un Trump o un Xi Jinping, per questo motivo questo commercio umano è paragonabile al sommerso delle mafie.

vince50

Mar, 06/08/2019 - 12:23

Non sfida soltanto Salvini,sfida tutta l'Italia.Purtroppo per uno che oppone resistenza,in tanti sono venduti traditori infami e devastatori dell'intera nazione.A causa di quest'ultimi abbiamo perso ogni qualsivoglia di rispetto.Per diretta conseguenza veniamo considerati e trattati da marionette,il cancro lo abbiamo in casa da decenni.

Bingo1

Mar, 06/08/2019 - 12:25

Guerra Italia-Ong. Il Giornale (già berlusconiano e allegro): "I nostri ambasciatori hanno già consegnato alle Ong la dichiarazione di guerra. Spezzeremo le reni alle Ong". Risultato del conflitto: l'Italia sconfitta.

agosvac

Mar, 06/08/2019 - 12:26

E' strano che ogni volta che la nave ong sea watch va sotto inchiesta e viene sequestrata, cambino immediatamente capitano. Del capitano Cantore non se ne sa più niente. Del capitano "carola" si sa che è in Germania ma, probabilmente, sparirà anche lei dalla circolazione. Credo sia un modo come un altro per fare in modo che non paghino per i reati commessi, complice, come sempre, la magistratura italiana che non li mette in carcere fino alla chiusura delle indagini.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 06/08/2019 - 12:37

bisogna eleggere un p.d.r. di destra e vedrete che tutto si aggiusta, l'italia ha un solo problema: la magistratura, eleggendo un capo della magistratura di destra tutto tornerà al posto di competenza!

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mar, 06/08/2019 - 12:57

Ops Carola, ops Carola, und Massa, Massa, Massa, und Massa, Massa, Massa, ops Carola, baduhè, baduhà, ops Carola, baduhè, baduhà... nella orribile canzoncina tedesca per bambini compariva il nome Helena, ma Corala suona meglio per prenderla in giro...

Mannik

Mar, 06/08/2019 - 13:18

Sarò indelicato, ma l'articolo è spaventosamente vacuo. L'articolista non si è nemmeno preso la briga di fare delle ricerché approfondite, non ha letto nemmeno il sito. Il resto è solo un riassunto di quanto è accaduto che non scredita minimamente il lavoro dell'organizzazione, cosa che ovviamente era l'obiettivo dell'articolo.

Maura S.

Mar, 06/08/2019 - 13:19

Bingo 1 = l'Italia sconfitta, chi te ho ha detto: l'uccellino

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 06/08/2019 - 13:25

Non capisco questa guerra all'Italia da parte dei tedeschi.Con quello che hanno fatto nell'ultima guerra ad un popolo dovrebbero andare a testa bassa per secoli.

Gattagrigia

Mar, 06/08/2019 - 13:32

Wallhall, non metto in dubbio le sue affermazioni perché non ho elementi per poterlo fare. Se le ong sono così potenti, converrà con me che non ci saranno decreti bis, ter, quater ecc.che le fermeranno. Quindi, come le ong sfruttano i migranti per i loro sporchi giochi di potere, anche chi dice di combatterle in modo così plateale e ridondante, lo fa per per i propri fini personali, un viatico per raggiungere il potere

Bingo1

Mar, 06/08/2019 - 13:44

@odio!tedeschi, sei un patetico copione dei tedeschi, un poveraccio con il senso di inferiorità. Gli italiani son cattolici, universali, non odiano nessuno e tutto armonizzano. I tedeschi hanno inventato questo pasticcio dell'odio etnico.

ottomarzo

Mar, 06/08/2019 - 13:57

che vogliono invadere la nostra TERRA con gente avulsa alla nostra cultura ormai è evidente. che cosa si aspetta ancora per prendere provvedimenti più drastici(meloni docet) vogliamo arrivare al momento in cui in ITALIA si parla l'arabo?

Calmapiatta

Mar, 06/08/2019 - 13:58

L'Italia è rea di aver cercato di interrompere quello che è un fiorente mercato. Il mercato della carne e degli schiavi del nuovo millennio. Carne che si trasforma in quattrini, mano d'opera a costo 0, prostituzione, spaccio, segregazione e, appunto, schiavitù. Le varie Carola, che si fanno peralro pagare per farlo, non lo fanno gratis, consegnano questi uomini e donne alla tritte realtà. Ha mai riflettuto la sx su come sia possibile che su un barcone viaggino 35 minori non accompagnati? Chi ha pagoto per loro? E giunti qui, dove finiscono? E le ragazze che finiscono sulla strada, sapete chi ha pagato il loro trasporto? Gli stessi aguzzioni che le sfruttano. Tutto questo olezza di ignobiltà. Invece, questi si paludano da umanisti mentre lucrano sulla carne altrui.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 06/08/2019 - 14:00

PRIMO il 99.9% (come per l'esame del DNA) di quelli che loro definiscono SALVATI (ma non e vero perche trattasi di FINTINAUFRAGHI) NON e Libico, quindi proviene da paesi dove NON c'è la guerra ed e in Libia solo in cerca di un passaggio. SECONDO possono andare a recuperare chi vogliono ,e con quelle NAVI di cui dispongono, quella del porto sicuro piu vicino e una BALLA COLOSSALE!!! Quindi TERZO e BUON ULTIMO, chi vuole salvare SALVI e si porti i salvati a CASA SUA!!!! AUGH.

cabass

Mar, 06/08/2019 - 14:13

Bisognerebbe intimare a tutti i dipendenti e collaboratori di sea watch di nazionalità italiana, di abbandonare l'incarico, pena la perdita della cittadinanza. L'hanno proposto per Gozzi, Gonzi o come si chiama, che ha preso un incarico per il governo francese, non vedo perché non lo si possa fare anche per Centore, Linardi & C., che collaborano con un'entità apertamente ostile al Governo italiano.

baronemanfredri...

Mar, 06/08/2019 - 14:23

SE UNA NAZIONE DEVE DARE LA CD GRAZIA DA PARTE DI UN MAGISTRATO MAGARI SI SINISTRA ED IMPORRE LA SUA VOLONTA' CHE SONO ANCHE DI ALTRI ALLORA QUESTA NAZIONE CHE E' L'ITALIA HO SI SPACCA IN DUE O IN TRE OPPURE REAGISCE COME HANNO REAGITO I NOSTRI ANTENATI MIGLIAIA DI VOLTE CON GUERRE E RIVOLTE.

MOSTARDELLIS

Mar, 06/08/2019 - 14:25

Questa gente, come tutti i sinistri, hanno una idea completamente distorta del bene e del male, degli aiuti umanitari, degli aspetti sociali delle popolazioni. Come al solito, nel migliore dei casi è gente improvvisata e incompetente, che non sa cosa sia la democrazia, il benessere dei popoli, e soprattutto non sa e non vuole sapere cosa siano le leggi di uno Stato sovrano. Nel caso specifico non si rendono conto (???) che sono complici in primo piano del traffico di esseri umani andando a braccetto con scafisti e simili.

Mario Mauro

Mar, 06/08/2019 - 14:32

La sfida non è stata solo a Salvini, ma all'Italia. Dove però comanda qualsiasi mezza calzetta che ha superato il concorso per la magistratura,cui spetta sempre l'ultima parola. Il modo di dire più appropriato al caso è: Ti piace vincere facile? E poi le anime belle progressiste e gretiniste si meravigliano se la gente è stufa.

Ritratto di Walhall

Walhall

Mar, 06/08/2019 - 14:49

@Gattagrigia: bravissima, lei ha compreso. Il mondo non è gestito dai politici, la politica è una sorta di dottrina essoterica, parzialmente aperta al popolo. L'alta finanza e l'industria, sono la verità autorità che non conoscono confini, lingue, colore e sostanzialmente divergenza filosofica, tabù per i comuni, perché esoterica. Giustamente mi dirà, a che serve votare? A illudersi, in pratica a poco, è solo un indice di preferenza statistico per le 2 parti in conflitto, ma badi bene, un conflitto che equivale ad una partita amichevole tra amici, non a una guerra violenta: una fazione vuole le singole autorità nazionali e ciò che ne deriva; l'altra, un'unica autorità mondiale(ovviamente nel tempo) e ciò che ne deriva. Ma ambe 2 hanno un comune denominatore: tenere i popoli sotto controllo. Un tempo c'erano i re, poi i sacerdoti, ora chi elargisce prestiti a chi è indebitato, controllando il debito. La politica è un osso gettato a cani agitati.

Maura S.

Mar, 06/08/2019 - 14:50

Gattagrigia non si arrampichi sugli specchi, potrebbe cadere.

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Mar, 06/08/2019 - 14:51

Perché non parlate di chi finanzia le milizie impegnate in guerra? O quali sono i Stati che continuano a vendere armi a questi gruppi? Pensiamo a quanto emerso tempo fa su una fabbrica di armi in Sardegna! Certo, fare informazione su questi argomenti non paga come fare di continuo articoli sulle ONG. È più facile parlare di migrazione di massa, che è un effetto, ma è più difficile parlare delle principali cause che sono le guerre o lo sfruttamento delle ricchezze di quei paesi! Da persona di destra moderata com'è il sottoscritto, penso che stiamo andando verso un periodo nero, molto nero. Inizia ad esserci troppa violenza sia fisica che verbale, troppa intolleranza, troppo autoritarismo. In questo paese si inizia ad accettare e fare passare come eventi normali eventi che normali non sono! Questo fatto mi preoccupa, mi preoccupa molto!

brunicione

Mar, 06/08/2019 - 15:20

E' come salvare un "barbone" dalla strada, e pretendere di lasciarlo nella casa del primo che trovi...

baio57

Mar, 06/08/2019 - 15:52

@ Fabious76(ore14.51) ..stiamo andando verso un periodo nero,molto nero... L'accostamento verbale calza a pennello .

Bingo1

Mar, 06/08/2019 - 16:01

@Maura.s: me lo dice la storia. Ha presente come andò l'ultima? I nostri alleati tedeschi e giapponesi si battevano contro il resto del mondo, moi puntammo a quei poveracci dei Greci e fummo i primi ad arrenderci. Gli unici ad accogliere coi baci i vincitori.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mar, 06/08/2019 - 16:30

Se mettera' l'elica nel mediterraneo, vicino le acque italiache sara' confiscata,poi pagate e noi la rottamiamo.whe caro' non ti fa ridere?

Gattagrigia

Mar, 06/08/2019 - 17:25

Maura S, non mi arrampico sugli specchi, purtroppo Walhall ha ragione. Gli abitanti della terra saranno una dozzina. Gli altri sono nulla.

Foci

Mar, 06/08/2019 - 18:05

E'da ieri che l'Alan Kurdi ha calato la paranza davanti a Zuwara, aspettiamoci nelle prossime ore l'annuncio di una pesca miracolosa. vesselfinder.com

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 06/08/2019 - 18:21

Se non si risale alle cause che determinano migrazioni per lo più spintanee, ci sarà sempre una "guerra ideologica" in corso. Dovrebbe intervenitre la Ue in questa diatriba e risolverla. Ma non lo fa. D'altro canto in Europa non entrano 700milioni di africani poveri che campano con due dollari al giorno. Per fargli fare cosa, poi? Già che in Ue ci sono circa 30mln di disoccupati! Sono e sarò sempre con il Papa Emerito che, in due congressi migr4antes ( 2013/ 2017 ) affermò il diritto a non emigrare, specie se certe migrazioni hanno scopo di lucro di delinquenti che non vengono perseguiti in modo adeguato.

flip

Mar, 06/08/2019 - 18:26

carota. a tirar troppo l'elastico, questo si può rompere. e fine della corsa..........

effecal

Mar, 06/08/2019 - 19:01

Questa associazione criminale ha il sostegno incondizionato dei traditori rossi.

Giorgio1952

Mar, 06/08/2019 - 19:02

Nuovi sbarchi fantasma tra Agrigento e Palma di Montechiaro, lunedì pomeriggio a Punta bianca (Ag) un’imbarcazione lunga meno di 10 metri, ha sbarcato una quarantina di migranti, provenienti da Monastir in Tunisia, si sono dileguati nel territorio agrigentino, sotto lo sguardo sorpreso dei bagnanti. Ad alcuni di loro è stata fornita dell’acqua, altri si sono incamminati per le colline tra Agrigento e Palma di Montechiaro, l’imbarcazione con ogni probabilità rimorchiata da una barca madre fino a poche miglia dalla costa, non aveva nessun numero di riconoscimento, non conteneva reti da pesca ed era stata verniciata da poco. Il decreto sicurezza bis di Salvini cosa prevede in questo caso, la cattura e la fucilazione sul posto o li buttano in mare ai pesci?

scurzone

Mar, 06/08/2019 - 19:02

Argomento sempre molto trattato o mal trattato. Ma in questa Italia le cose importanti quali sono?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 06/08/2019 - 19:19

Soldi e navi e guerra all'Italia? Allora i comunisti che si battono per loro sono traditori della patria? Tipo @Gattagrigia che è già caduta da un pezzo dallo specchio. Dà ragione all'intelligente @Walhall e quindi indirettamente dà comntro a se stessa. Fenomeno.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 06/08/2019 - 19:21

@Bingo1 - aspetta a cantar vittoria e dire bingo, con il nuovo decreto sicurezza bis, le tue ong avranno guai seri. ma poi perchè vuoi la devastazione dell'Italia e tifi per un'invasione infinita e perpetua da parte dei clandestini? Li mantieni tu, farfallone?

Maura S.

Mar, 06/08/2019 - 19:45

Gattagrigia se lo dice un cervellotico come lei allora non ci resta altro che un "harakiri" mondiale .

al59ma63

Mar, 06/08/2019 - 20:39

RIMANDARE i clandestini al porto di partenza come da tracciati RADAR...poi sequestro e DEMOLIZIONE DELLA NAVE...30 di galera ai comandanti...in una settimana risolviamo il problema anche meno credo...:-)