"La strage di Berlino? Un incidente stradale", barese rischia tre anni di sorveglianza speciale

Alfredo Santamato di Trani, convertito all'Islam, commentò così l'attentato che provocò dodici morti

C'è il rischio concreto che possa commettere atti eclatanti di martirio in nome di Allah. Così il Tribunale di Bari discuterà domani la richiesta di applicazione per tre anni della misura di prevenzione per Alfredo Santamato. Il barese che si fa chiamare Muhammad, ha definito sul suo profilo Facebook l'attentato terroristico di Berlino del 19 dicembre 2016 “un semplice incidente stradale”. Ricordiamo che, nella capitale tedesca un tir lanciato sulla folla provocò 12 morti e 26 feriti al mercatino di Natale. Tra le vittime una cittadina italiana.

Santamato nelle scorse settimane è stato sottoposto ad un provvedimento di sorveglianza speciale per motivi di terrorismo. Domani si saprà se i giudici lo convalideranno o meno.

Santamato lavora in una ditta di ristorazione con mansioni di autista, guida i tir aziendali in tutta Italia facendo consegne in caserme, scuole e ospedali.

Quando fu sottoposto al provvedimento del Tribunale di Bari, il giudice evidenziò anche il fatto che l'indagato avesse condiviso sul social il commento di un trentenne reggiano, Luca Leotti, noto per le idee estremiste e ora in regime di sorveglianza speciale per motivi di terrorismo, sempre riguardante l'attentato di Berlino. Nel commento si scriveva: “Siamo l'unico paese al mondo, cosiddetto civilizzato, incastrato tra un Italicum, un Procellum, ed un Mattarellum, ma abbiamo già trovato il colpevole di un incidente stradale avvenuto in un altro paese”. I giudici baresi decideranno domani anche sulla richiesta della Procura di avviare Santamato a un processo di deradicalizzazione in collaborazione con l'Università.

L'uomo è sposato e padre di tre figli ora allontanati dal Tribunale per i minori e affidati a una struttura protetta.

Commenti

agosvac

Dom, 02/04/2017 - 15:03

Ho sempre detto e continuo a dirlo che il vero pericolo per tutta l'Europa non sono gli islamici ma gli europei convertititisi all'Islam. Sono loro ad essere estremamente pericolosi anche perché per convertirsi all'Islam ci vuole una bella dose di stupidaggine!!! Pochissimi, tra i convertiti, conoscono realmente l'Islam. La maggior parte resta attratta dall'abbandono, dal fatto che da ora in poi non devono più pensare a niente perché a pensare per loro ci pensa Allah, come se Allah non avesse altro da fare che pensare al posto loro. Il vero problema dell'Islam è che non esistono più i veri conoscitori dell'Islam: i Sufi. Ovviamente se si chiede ad un Islamico odierno chi erano i Sufi non saprebbero neanche rispondere!!!

eras

Dom, 02/04/2017 - 16:41

Il sufismo è un islam eretico gnostico estraneo al Corano e forse di origine mazdeista. Il Corano non ha nulla di sufico ma è simile all'antico testamento. L'islam è un ramo del giudaismo ed è per questo che è pattume.

agosvac

Dom, 02/04/2017 - 17:38

Egregio eras, è chiaro che lei neanche sa cosa sia stato il sufismo. Del resto sono molto poche le persone che lo conoscono.

guardiano

Dom, 02/04/2017 - 17:42

Hanno allontanato i figli minorenni, non era meglio allontanare in galera il padre minorato?

Happy1937

Dom, 02/04/2017 - 18:33

Alfredo Santamato da condannare all'ergastolo.

Giorgio5819

Dom, 02/04/2017 - 20:30

tre anni di sorveglianza speciale ? Io direi che sarebbe meglio tre ore di pedate nei cogl.oni e trasferimento forzato in un deserto africano . Certa mer.a va eliminata dal nostro territorio.

scarface

Lun, 03/04/2017 - 11:20

A questo islamico -> psicolabile deve essere tolta immediatamente la possibilità di condurre ogni tipo di veicolo. Moglie e figlie son state giustamente allontanate dopo le sue fanatiche esternazioni da perfetto islamico durante una puntata de "La Zanzara"...