La strana idea della democrazia à la carte

È un'idea commendevole quella di Hamza Piccardo, ex presidente dell'Ucoii, ovvero la maggiore organizzazione islamica italiana, quella di dare al suo mondo «una rappresentanza democratica che possa interagire con le istituzioni, i media e l'insieme della società civile». Comprensibile poi che l'idea, come lui dice, sia quella di «votare un'assemblea costituente islamica on line»: certo, on line. Quella cosa che democratica sembra, ma democratica non è. Il modello Cinque Stelle ha dato i suoi frutti nell'addensare in diretta lo scontento e la distanza culturale da una classe dirigente confusa e a volte spaurita, e questo può portare ottimi frutti politici, lo si è visto. Una costituency sparpagliata e diversificata, un computer unico.

Eppure non basta la forma principe della democrazia, ovvero il partito, così come non bastano le elezioni («un rimedio che certe società devono prendere a cucchiaini» ha detto il grande storico del Medio Oriente Bernard Lewis) perché un voto si risolva nella maggior gloria della democrazia stessa. Non è successo in tanti casi: per esempio con Erdogan, dittatore che ha vinto tre volte le elezioni, o con l'egiziano Mursi, che portò col voto la fratellanza musulmana al potere per poi franare sullo scontento.

È il contenuto, il programma, il credo quello che può garantire o meno che un partito sia o meno parte dello spettro democratico. La domanda è quindi: un partito islamico avrebbe oggi le caratteristiche per contribuire al nostro concetto di pluralismo, di democrazia, di dibattito delle idee? La risposta sincera è che la cosa appare molto problematica: l'Islam è assertivo quanto l'Europa è dubbiosa, si espande quanto l'Occidente si contrae, propone le sue dottrine quanto noi siamo tremuli sulle nostre. Il nostro tasso di crescita è miserabile quanto il loro è verticale, la crescita numerica li ha portati nel giro di quattro anni a 40 milioni di persone, sei milioni in Germania, 5 in Francia, 3 in Inghilterra e poco dopo vengono l'Italia, l'Olanda, il Belgio. L'Europa cristiana non fa più figli mentre si moltiplicano le Molenbeek in cui la frustrazione ha matrici non solo sociali ma semmai a una crescita sociale che resta ancorata al desiderio di sopraffazione culturale. Una organizzazione estremista, Sharia4Belgium, nel suo programma scriveva «Noi abbiamo salvato l'Europa dall'oscurità. Noi abbiamo la soluzione adatta per tutti i problemi: essa scaturisce dalla legge divina, ovvero dalla Sharia». Adesso, stando a tutte le indagini Pew, le più accertate, l'affezione alla Sharia del mondo islamico è di gran lunga maggioritaria. Ma non ci si accusi di islamofobia, perché non c'entra niente, quando diciamo che un gruppo islamico che si costituisse in Italia come partito dovrebbe essere chiaro su questo: niente corti islamiche come in Inghilterra, niente poligamia, illegale, niente velo che nasconde la faccia e atteggiamenti oppressivi verso le donne, l'antisemitismo, e naturalmente, una decisissima posizione di rifiuto verso il terrorismo. Si può fare? Sembra difficile al momento: ci sono tanti segnali che l'adesione all'Islam alle volte abbia un carattere politico oltreché religioso, e che punti per aspera ad astra, viste le prospettive demografiche e morali.

I turchi in Germania pensano per il 32 per cento che «I musulmani si devono battere per tornare a un ordine sociale come quello dei tempi di Maometto»; un terzo pensa che «il pericolo che l'Occidente rappresenta per l'Islam giustifica la violenza», un quarto che «i musulmani non devono stringere la mano alle donne». Nel maggio scorso a Londra la maggiore associazione caritativa ha affittato centinaia di spazi pubblicitari sugli autobus per proclamare la gloria di Allah. Un terzo degli adulti ha detto di non sentirsi parte della cultura britannica, il 47 per cento che l'Islam è la parte più importante della loro identità. È loro diritto. Dunque, possono far parte di una democrazia occidentale? Oppure no?

Lo è quando immaginiamo le nostre reazioni confuse, sballate, sempre in ritirata... pronti a passare sopra la poligamia, a confondere la libertà di opinione con l'incitamento e l'ostracismo religioso e persino l'odio contro gli infedeli. Insomma, visto che pochi ne hanno il coraggio, va detto chiaro: l'Islam non è mai stato democratico.

Commenti

edo1969

Dom, 07/08/2016 - 10:30

Sono raramente d'accordo con la sig.ra Nirenstein, ma se mai gliene frega qualcosa questa volta lo sono. Sembra di leggere la Fallaci...

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 07/08/2016 - 10:55

Brava Fiamma! Finalmente qualcuno che fotografa la realtà!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 07/08/2016 - 10:59

Benvenuti nell'Itaglia saudita!

Ritratto di leoni_da

leoni_da

Dom, 07/08/2016 - 11:01

Gli emigranti italiani potevano espatriare SE erano stati richiesti, cioe' lavoro certo.I vagabondi non li facevano neanche salire sulle navi... Questo e' solo disordine organizzato.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 07/08/2016 - 11:12

Repetita juvant. Leggere il Corano, 114 sure, serveper capire il fanatismo e la pericolosità della dottrina islamica, che si confonde con la politica, con la quale anzi sostanzialmente si identifica. Più volte sono stati sul punto di sottomettere l'occidente cristiano, ma sempre sono stati fermati militarmente. Ora ci stanno invadendo "pacificamente", mentre monta la loro pressione militare esterna ed il terrorismo interno. Forse per loro è finalmente giunto il momento per spazzare via la cultura cristiana, ormai in irrefrenabile decadenza.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 07/08/2016 - 11:31

Riprovo. Leggere il Corano serve per capire il fanatismo e la pericolosità della loro dottrina, che si confonde con la politica, con la quale anzi sostanzialmente si identifica. Più volte sono stati sul punto di sottomettere l'occidente cristiano, ma sono sempre stati fermati militarmente. Ora ci stanno invadendo "pacificamente", mentre monta la loro pressione militare esterna ed il terrorismo interno. Forse per loro è finalmente giunto il momento per spazzare via a cultura cristiana, ormai in irrefrenabile decadenza.

Ritratto di depil

depil

Dom, 07/08/2016 - 11:41

l'islam è una nefandezza. Promuove la schiavitù e probabilmente pratica la pedofilia di massa.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 07/08/2016 - 11:47

-------------- cara Fiamma Nirenstein -----------che ruolo gioca israele nella balcanizzazione programmata di tutto il medio-oriente e nella conseguente creazione di enormi flussi migratori in europa?---queste sono le domande essenziali alle quali deve rispondere---non i bau bau micio micio----hasta siempre

pasquinomaicontento

Dom, 07/08/2016 - 12:05

La roscia m'è sempre piaciuta,specie la sera prima d'addormimme me faceva da cullamento,con quella vocina da mammina in ambascie che raccontava fiabe al un bambino pe' fallo addormì.Comunque sempre mejo che sorbisse un pistolotto fuoruscente da quella boccuccia un po'così della Boschi che meno parla e mejo è.Si fanno molte congetture sulle dimissioni della roscetta,la verità è una sola e non è una sòla che,per chi pratica Piazza Giudia,sa che vordì.La Nirenstein circa ventanni fa,scrisse un pappiè ferocemente critico verso madama la marchesa Netanyahu...li giudii "s'arrecordano" come diceva un certo Corleone alias Marlon Brando toccandosi con l'indice della mano destra la fronte...e la vendetta anche se, dopo ventanni risulta inacidita,mejo ancora...fa più male,te fa venì li forzi de stommico.

Anonimo (non verificato)

Ramsmeat

Dom, 07/08/2016 - 12:20

La nostra decadenza coincide col progressismo ma è da tempo che tale pagliacciata risulta fallita. Mi piace vedere come sempre più gente se ne renda conto e magari col tempo noi di questa generazione cercheremo di porvi rimedio. Oramai è però certo che una guerra per difenderci dai musulmani sarà inevitabile. L'islam non vuole dialogare, ma sottomettere, e rappresentiamo un pericolo non perché lo vogliamo annientare, bensì per essere d'intralcio all'intento di conquistare il mondo. A tutti gli anti-fascisti, se avete gli attributi gridate forte: no al nazislam!

idleproc

Dom, 07/08/2016 - 12:26

Esistono degli aspetti che sono più profondi della "democrazia" e che nel complesso si possono definire come "cultura" e storia di un popolo. Se piglio e vado a casa di qualche altro e pretendo di imporre le "mie" regole è del tutto naturale che mi mandino via a pedate, non c'è democrazia che tenga. Non esiste nemmeno un concetto e una realtà di democrazia uguale all'altra tranne alcune questioni di principio teoriche e mai praticate se non in superficie o parzialmente. L'esperimento di rimescolamento voluto in corso, è fallimentare e finirà a pedate anche se nessuno lo desidera.

@ollel63

Dom, 07/08/2016 - 12:34

l'islam rappresenta solo la FINE DEL MONDO, LA FINE DELL'UMANITA' LA FINE DELLA CIVILTA', LA FINE DELLA CULTURA. L'islam è oscurantismo, barbarie, bestialità.

Anonimo (non verificato)

@ollel63

Dom, 07/08/2016 - 12:37

basta, non si parli più di mussulmani: siano tutti dichiarati fuorilegge, abusivi, criminali .... e, a loro spese, cacciati da tutta Europa.

fifaus

Dom, 07/08/2016 - 12:40

sono d'accordo con l'analisi di Fiamma Nirenstein. L'idea commendevole di Piccardo è solo l'ennesima mossa di una strategia che mira a distruggere la nostra cultura e la nostra civiltà, usando gli strumenti più avanzati del nostro vivere sociale. E naturalmente la pelosa solidarietò e la schifosa pavidità dei cattocomunisti nostrani

disturbatore

Dom, 07/08/2016 - 13:18

Democrazia = Governo del POpolo . Poi pero´se il popolo, nella sua nazione di appartenenza sceglie un rappresentante fuori dai parametri che una societa´anonima degli eletti delle redazioni , ha deciso di applicare , allora non e´piu´Democrazia ? Ma allora cose´questa Democrazia ? Forse l´abdicazione del POtere ad una Istituzione Centrale ben sottocontrollo del POtere mediatico e delle Redazioni? Quanta Democrazia ce´all´interno delle redazioni dei Giornali ? Iniziate a ramazzare a casa vostra prima di voler imporre le ramazze agli altri . La Primavera Araba e´stata inventata in Europa , sono stati i Media a parlarne per primi. A pagare il conto sono sono stati i Paesi che si trovavano nella direzione del bersaglio .

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Dom, 07/08/2016 - 13:42

Nell'imponente duomo di Montagnana, in provincia di Padova, meravigliosa cittadina medioevale di 10.000 abitanti, c'è un enorme e spettacolare dipinto risalente al cavallo tra il '500 e il '600 che rappresenta la battaglia di Lepanto, con raffigurata la Madonna che protegge e benedice la flotta veneziana (a cui i montagnanesi parteciparono con alto tributo di mezzi e uomini) contro i musulmani. A Montagnana, qualche anno fa, si è toccato il minimo storico dei battesimi: 15 (quindici) bambini in un anno, assai inferiori alle nascite di bimbi islamici. Il triste destino di questo dipinto, venerato con riconoscenza dai credenti per cinque secoli, del duomo, e della intera comunità cristiana, consumatasi da sé, è ormai segnato.

Raoul Pontalti

Dom, 07/08/2016 - 13:42

Sì certo nonna Fiamma: concediamo pure agli islamici di venire qui a farsi sfruttare, a fare i figli che noi non facciamo sì da dare futura manodopera epperò non devono votare, perché loro sarebbero intrinsecamente antidemocratici. Niente tribunali islamici (e la Sacra Rota?), niente moschee (ma ci restano le chiese vuote), niente partiti islamici (e le varie democrazie cristiane che tuttora governano in vari paesi europei?), niente macellazione islamica (se è identica ma si chiama ebraica perché la fa un ebreo benedetto dal rabbino si può fare ma non lo si dice in giro). Di siffatta democrazia che non è tale ma sfruttamento su base etnico-religiosa io ne faccio a meno nonna Fiamma.

pbartolini

Dom, 07/08/2016 - 13:57

Sempre sul Giornale qualche tempo fa , un Imam francese disse che la democrazia per i musulmani non serve, in quanto la plularità delle idee ed opinioni sono inutili rispetto al volere e le istruzioni di Dio, beninteso tutte quelle riportate sul Corano. Pertanto questo dogma é difficile da smontare per chi é stato plagiato sin dall’infanzia , imparando il corano a memoria e studiando solo il corano . Per essi tutto quello che é scritto sul corano é utile , se non é scritto vuol dire che non serve, quindi inutile. Mi sembra che alla fine si ritorna al solito problema dove tutto si basa sul mantenimento dell’ignoranza più profonda e perpetrata al solo fine di annichilire i cervelli e detenere il potere materiale, tramite il dogma della religione, cosi come era il comunismo e qualunque altra forma di dittatura.

Anonimo (non verificato)

VittorioMar

Dom, 07/08/2016 - 16:59

.....quando vedo le donne musulmane velate mi ritorna in mente tutto il martellamento mediatico, che plaudiva alla guerra in Afganistan..."TUTTE LE DONNE HANNO ABBANDONATO IL BURQA"!!!....come e quanto ci credono.poco assennati...i giornalisti!!!.....e non solo!!!....si diceva!!!

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 07/08/2016 - 17:13

Cari @elkid e @Pontalti, molto meglio, se permettete, gli Ebrei e la loro storia bimillenaria che, con discrezione e rispetto, hanno davvero, arricchito, la nostra cultura occidentale!

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 07/08/2016 - 20:29

------------rosario.francalanza------caro rosario---quando hai cinque minuti di tempo libero ---digita su google---"piano yinon" e leggiti un pò di cosette ---poi dimmi se useresti ancora aggettivi tipo discrezione e rispetto in cotanto contesto----hasta siempre

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 07/08/2016 - 22:24

@elkid, mi perdoni la mia 'ristrettezza' di vedute, il mio 'particulare', ma il Piano Yinon riguarda, comunque, l'area mediorientale. La Chiesa cristiana ha fatto buona guardia in Europa in duemila anni, al di qua del Bosforo, controllando efficacemente il fronte 'esterno' dell'Islam e quello 'interno' degli Ebrei (che, peraltro, in fondo a Roma, anche dentro il Ghetto, non stavano peggio di tante altre parti, anzi!)