Strangola la moglie e si impicca: omicidio-suicidio a Pesaro

Una donna è stata trovata strangolata con una asciugamano nel bagno della sua abitazione a Pesaro. Nel garage il corpo impiccato dell'ex marito

Maria Cegolea, moldava di 42 anni, è stata trovata strangolata, con un asciugamano attorno al collo, sul pavimento del bagno, dai cugini andati a cercarla. Poco più distante l'ex marito Andrei Cegolea, un operaio di 47 anni, moldavo anche lui, impiccato nel capanno degli attrezzi.

Si presenta come un caso di omicidio-suicidio quello scoperto nella serata di domenica a Pesaro. La donna, ex badante, madre di Nadia e Andrea, di 23 e 14 anni, aveva deciso da tempo di vivere con loro lontano dal marito violento di cui aveva molta paura. Anche se non l'aveva mai denunciato, i familiari raccontano che l’uomo l'avesse picchiata più volte per gelosia. Per questo un anno fa si erano separati, ma, come riporta il Resto del Carlino, l'operaio ogni giorno passava a trovare le figlie.

Sono state proprio le due ragazze dalla Moldavia, dove si trovano in vacanza, a chiamare preoccupate i cugini perché andassero a controllare come mai la madre non rispondesse al telefono. Quando i parenti sono arrivati all'abitazione, senza chiavi e senza ottenere risposta, hanno trovato la porta sul retro aperta e sono entrati. Nel bagno in fondo al corridoio, il corpo senza vita della 42enne, il bidet sradicato dal pavimento e tutto intorno una pozza d'acqua con vari stracci sparsi a terra, come a voler pulire le tracce di sangue.

All'arrivo dei soccorsi è stato constatato che la donna fosse deceduta circa otto ore prima e che le braccia presentassero diversi lividi, ma è stato il medico legale a confermare l'ipotesi dell'omicidio. L'ex marito avrebbe approfittato dell'assenza dei proprietari di casa che abitano al piano superiore, usciti alle dieci del mattino per andare al mare. Il suo corpo è stato ritrovato dai carabinieri nel garage.