Straniero senza biglietto attacca poliziotti: ad uno rompe il braccio

Sorpreso dal capotreno, il gambiano ha preteso di continuare a viaggiare gratuitamente. Insulti e botte agli agenti della Polfer intervenuti dopo la segnalazione dell'operatore: uno dei poliziotti finisce in ospedale con la frattura scomposta dell'avambraccio sinistro

Arriva dal foggiano la notizia dell'ennesima aggressione a bordo di un treno commessa da un cittadino straniero trovato privo di biglietto. Stavolta a finire in manette è un pregiudicato gambiano che, deciso a proseguire gratuitamente il viaggio, non ha esitato ad attaccare il capotreno e gli agenti della Polfer.

L'episodio ieri pomeriggio su un convoglio delle Ferrovie del Gargano, ente che si occupa di alcuni trasporti ferroviari nel Sud Italia, diretto ad Ischitella (Foggia). Il treno stava per partire, quando il dipendente delle Ferrovie ha sorpreso lo straniero sprovvisto del regolare titolo di viaggio. Inutili i tentativi di spiegare al soggetto che per usufruire del servizio è necessario acquistare il biglietto. Deciso a rimanere a bordo, il gambiano non ha voluto saperne di scendere, motivo per il quale il capotreno si è visto costretto a richiedere l'intervento degli agenti della polizia ferriviaria.

Saliti sul treno per occuparsi della faccenda, i poliziotti sono stati pesantemente insultati dall'africano, che li ha infine aggrediti per aprirsi una via di fuga ed evitare il fermo. Soltanto grazie all'arrivo di rinforzi, gli uomini in divisa sono riusciti ad immobilizzare l'extracomunitario, che ha comunque opposto una violenta resistenza. Durante la colluttazione, infatti, uno degli agenti ha riportato la frattura scomposta dell'avambraccio sinistro ed è dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso degli ospedali Riuniti.

Dichiarato in arresto per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, ed interruzione di pubblico servizio, il gambiano è finito dietro le sbarre della casa circondariale di Foggia.

Si tratta di un richiedente asilo in regola con il permesso di soggiorno, ma già noto per precedenti reati. Durante la perquisizione personale, è stato fra l'altro trovato in possesso di un piccolo coltello, cosa che ha fatto scattare anche una denuncia per porto abusivo di armi.

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Mar, 15/10/2019 - 21:27

Dovete smetterla di chiedere il biglietto alle risorse sinistre! È fascismo

Brutio63

Mar, 15/10/2019 - 21:31

Grande risorsa per l’Italia! Chi paga il conto dell’agente ferito? Chi paga il conto di tutto questo casino quotidiano in giro per l’italia ? Grazie Francesco e Laura per aver riempito le storiche città d’arte italiane di risorse dedite allo spaccio di morte, alla vendita di oggetti clandestini taroccati realizzati in fabbriche clandestine da lavoratori in nero sfruttati, da bordelli a cielo aperto Grazie a voi ed alle ONG che fanno i taxisti per i trafficanti ed alle Coop che li accolgono lucrando lauti guadagni spacciati per volontariato! Vergogna, avete devastato l’italia e l’anima dell’essere Italiani No all’invasione straniera dell’italia No alla sostituzione etnica degli italiani

dagoleo

Mer, 16/10/2019 - 00:11

ma queste preziose risorse avranno pur diritto a muoversi in questo paese per integrarsi bene. e dovrebbero anche pagare? siamo noi che dobbiamo pagare i loro biglietti.