Straniero tortura 2 anziani per ore. Giudice lo scarcera dopo 20 giorni

Anziani segregati in casa e torturati per scoprire dove nascondevano i preziosi. Il giudice ha accettato il ricorso di uno dei due rapinatori. Uno è libero di tornare a casa agli arresti domiciliari

Lo scorso 20 luglio, insieme a un complice, Abderrahim Benhicham, marocchino di 26 anni di Merlara, ha aggredito selvaggiamente due anziani di Piacenza. Ora, dopo solo 20 venti giorni di carcere è libero.

La violenta rapina

Abderrahim Benhicham e il suo complice El Abidine Haidoufi Zin, 33 anni, di Castelbaldo, hanno fatto irruzione nell'abitazione di Ennio Libero Bendini e Rosina Fracasso, 87 e 86 anni mentre questi dormivano. Prima hanno cercato oggetti preziosi e denaro, non trovandoli si sono diretti nella camera dove stavano riposando i due anziani. Lì sono stati aggrediti selvaggiamente dai due marocchini. Sono stati segregati in casa e torturati per scoprire dove custodivano il denaro e l'oro. Addirittura l''anziana residente era stata anche ferita con un ferro da stiro rovente.

Un'azione violenta che il Riesame di Venezia ha pensato bene di non condannare. Infatti il ricorso dell'avvocato Andrea Formenton di Padova, difensore del ventiseienne, è stato accolto, disponendo la scarcerazione del rapinatore e ordinandone i domiciliari. Benhicham ha dunque abbandonato il carcere di Rovigo ed è tornato a Merlara. Le motivazioni della decisione non sono state rese note. Non è invece stato accolto il ricorso per di El Abidine Haidoufi Zin, 33 anni.

Commenti

cgf

Gio, 06/10/2016 - 14:48

avvocato Andrea Formenton di Padova... un nome da ricordare, da non chiamare fosse l'ultimo avvocato rimasto in itaGlia.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 06/10/2016 - 15:01

Assaliti mentre dormivano utraottantenni? Ma è giustizia questa? Anzi, creano un precedente, sarà possibile per chiunque, ma rigorosamente clandestino, di delinquere impunemente a casa di coloro che non possono difendersi. Se il colpo va bene, bene. Se va male, fuori subito e gli daranno il biglietto: ritenta avrai più fortuna. E il gioco continua. All'infinito. Dimenticavo, non possono partecipare a tale gioco gli italiani, verrebbero scotennati subito, con ogni tipo di aggravanti.

MOSTARDELLIS

Gio, 06/10/2016 - 15:11

Dal 1991 la giustizia italiana è quanto di peggio possa esserci nel paese.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 06/10/2016 - 15:16

bravòòòò giudice...in fin dei conti è colpa dei due "vecchi",se avessero detto subito dove erano denaro e gioielli,la risorsa non li avrebbe torturati!!ACCHHH SOOOO!!!

agosvac

Gio, 06/10/2016 - 15:16

Evidentemente ci deve essere un articoletto del codice penale che dice che se un clandestino o comunque un extracomunitario si limita a torturare senza procurare la morte può andare libero di torturare altre persone!!! In fondo che male fa, se si limita a torturare senza , pensate un po', neanche uccidere??? Povera Italia!!! In che pessime mani è la Giustizia!!!

Ritratto di Lissa

Lissa

Gio, 06/10/2016 - 15:29

Che schifo,si vendono tutti per pochi spiccioli. Ma arriverà il giorno, poi vedremo.

billyserrano

Gio, 06/10/2016 - 16:06

Il messaggio che passa è questo:- forza criminali, di vecchietti da rapinare (anche se per solo pochi euro), ce ne sono ancora tanti. Tanto poi se vi prendono ci pensiamo noi giudici a mettervi subito in libertà. E poi questi vecchietti cosa se ne fanno dei soldi? Meglio che li prendano clandestini e ladri vari.

fifaus

Gio, 06/10/2016 - 16:06

E il nome del magistrato?

Blueray

Gio, 06/10/2016 - 16:07

Le motivazioni della decisione sono semplici. Siamo già in infrazione con l'Ue per quanto concerne l'affollamento delle carceri. Non ne costruiamo di nuove, ci tiriamo dentro nel Paese orde di potenziali e reali delinquenti che poi non sappiamo dove piazzare se non, come in questo caso, ai domiciliari per non contravvenire le norme imposteci sull'affollamento carcerario. Sarebbe da verificare se la misura restrittiva applicata sia compatibile con il tipo di reato perpetrato.

Dako

Gio, 06/10/2016 - 16:10

Alcuni dementi dicono sempre che il carcere non rieduca, quindi tutti liberi (evviva l`italia) tanto chi se ne frega, manco al giudice che aplica da irresponsabile la "Legge" con senso di discrezionalitá....personale. Se venisse una buona volta pestato a sangue qualche giudice vanesio forse le "sentenze" andrebbero diversamente, molto diversamente!

manolito

Gio, 06/10/2016 - 16:11

lissa sono con te spero che la pagheranno

flip

Gio, 06/10/2016 - 16:13

ai magistrati di qualsiasi livello dovrebbe essere rifatto il lavaggio del cervello. non spesso, ma ogni tanto.

flip

Gio, 06/10/2016 - 16:20

visto e considerato che i colpevoli sono quelli che vengono derubati o solamente uccisi, abbiamo due possibilità: una non denunciare niente, tanto non serve. così la magistratura se lo prende in quel posto perché non viene pagata non avendo cause penali da svolgere secondo non paghiamo più le tasse. a che serve?

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Gio, 06/10/2016 - 16:25

Forza, elkid, facci sapere la tua! Ma certe notizie preferisci non commentarle, vero?!

VittorioMar

Gio, 06/10/2016 - 16:34

...che "STUPIDATA"!..poveri anziani lasciati in baia di "IRRESPONSABILI!. e se fosse capitato ai loro genitori??

Lucky52

Gio, 06/10/2016 - 16:40

Lo sto ripetendo tutti i giorni: la magistratura va azzerata e licenziata in tronco!!!! I magistrati non devono essere di nessuna parte politica altrimenti dato che sono tutti rossi succede quello che ogni giorno stiamo leggendo. Gli extracomunitari in Italia hanno carta bianca di delinquere almeno fino a quando non violenteranno o pesteranno a sangue qualche giudice o loro parente.

Elenav

Gio, 06/10/2016 - 17:06

C'è da augurarsi che prima o poi l'avvocato difensore e il giudice del Riesame siano oggetto a loro volta a casa propria della gradita visita dei loro tutelati o dei loro amici e affini...

Mizar00

Gio, 06/10/2016 - 17:06

già.. dove sono elkid, pontaltum e altri superbananas.. ??

Elenav

Gio, 06/10/2016 - 17:07

Per Lucky52 .... speriamo avvenga al più presto...

chebruttaroba

Gio, 06/10/2016 - 17:16

Solo in questo paese governato da politici incapaci (e neppure eletti), con leggi pro delinquenti, e magistrati scarsi e non capaci.

angelo1951

Gio, 06/10/2016 - 17:36

In itaglia si annidano e si sviluppano come pandemia la demenza e la viltà. La viltà tra i sudditi itaglioni; la demenza tra gli intascatori di denaro e privilegi liberando criminali d'importazione e carcerando chi si difende.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Gio, 06/10/2016 - 17:47

Mi aspetto da un momento all'altro gli interventi dei soliti sospetti, giustificazionisti e 'collaborazionisti' degli invasori.

Fjr

Gio, 06/10/2016 - 17:55

Mi immagino i vaneggiamenti del solito Librandi ,che dirà "se i due anziani avevano un sistema antifurto questo non sarebbe accaduto" lo aspetto presto da Del Debbio con uno dei suoi soliti mirabolanti commenti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 06/10/2016 - 23:37

Come mai li hanno tenuti dentro 20 giorni? Erano tutti in ferie gli impiegati? Di norma, per schiocchezze simili perpetrate da clandestini, si scarcera subito! Mah, valle a capire queste leggi!

nopolcorrect

Ven, 07/10/2016 - 00:00

Ma sono "fratelli nostri in cerca di felicità", lo ha detto Bergoglio....se si sono comportati così è perché evidentemente voi non li avete fatti felici e allora loro con il loro comportamento vogliono farvi capire che dovete farli felici. Come? Beh, per esempio regalando loro del denaro...o invitando le vostre donne ad avere rapporti sessuali con loro...ci siamo capiti? E poi sanno che in Italia possono fare quello che vogliono senza essere puniti...

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 07/10/2016 - 08:28

Delinquenti come questo migrante,(MAROCCHINO), """sono i futuri militanti del partito democratico Italiano"""!!!

rossini

Ven, 07/10/2016 - 08:33

Questo è un crimine orrendo che meriterebbe di essere sanzionato almeno con vent'anni di galera. Ci sono tutte le aggravanti immaginabili. Eppure... Eppure c'è un Giudice a Venezia che è il contrario di quello famoso Giudice a Berlino che dispensava vera giustizia.

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 07/10/2016 - 08:37

Delinquenti come questo migrante,(MAROCCHINO), """sono i futuri militanti del partito democratico Italiano"""!!! il partito dei ladri e dei delinquenti.

Ritratto di nando49

nando49

Ven, 07/10/2016 - 08:55

Ecco perché molta della delinquenza "slava" africana e nord-africana si trasferita nel nostro paese. Qui possono delinquere rischiando poco o nulla sfruttando le leggi garantiste e i giudici buonisti che le applicano.

gnamen

Ven, 07/10/2016 - 09:13

ci date il nome del giudice? viene pubblicato di tutto e noi vogliamo anche il nome del giudice!!!

gnamen

Ven, 07/10/2016 - 09:14

ci date il nome del giudice? viene pubblicato di tutto e noi vogliamo anche il nome del giudice!!! di questo alleato della malavita!!

buri

Ven, 07/10/2016 - 09:23

niente sorpresa. è logico siamo in Italia dove la "giustizia ?" funziona così

Gianluca_Pozzoli

Ven, 07/10/2016 - 09:49

E IL PIAVE MORMORO' NON PASSA LO STANIERO NO NO E RENZI MORMORO' PASSA LO STRANIERO SI SI

Raoul Pontalti

Ven, 07/10/2016 - 13:21

(ennesimo invio) Il magistrato a diversificato la decisione sulla base di valutazioni espresse su elementi che noi non abbiamo: uno dei due è rimasto dietro le sbarre, l'altro è stato mandato agli arresti domiciliari. In ogni caso entrambi restano soggetti a misure cautelari e quello ai domiciliari non è libero, è sempre agli arresti. Il reato commesso dai due marocchini è particolarmente odioso e mi auguro che siano esemplarmente condannati in quanto rei e non in quanto stranieri (un italiano o anche un trentino mio conterraneo li vorrei ugualmente condannati per il medesimo reato). Ribadisco peraltro il concetto: gli arresti domiciliari non sono la libertà checché ne dica l'articolista.

flip

Ven, 07/10/2016 - 18:09

pontalti. una volta tanto dice qualcosa di sensato. complimenti. però la legge è legge e va applicata senza personalismi. se poi la Legge non è chiara e si può prestare a diverse interpretazioni si deve provvedere nella giusta sede e non in aule di tribunali che la devono applicare alla lettera.

Audit

Mar, 01/11/2016 - 00:50

Pontalti, per fortuna che c'è lei a rallegrarci con le sue minchiate quotidiane? Lo sa quanti stanno in carcere preventivo perché non confessano il reato come vuole il pm? e questo qui è reo confesso, con una decisa probabilità di ripetere un reato simile, quindi c'è il pericolo di reiterazione del reato, e invece è agli arresti domiciliari, che sulla carta non saranno la libertà, ma di fatto il signore potrà sempre uscire di casa di soppiatto quanto vuole, non ché essere libero di avere accesso a tutta la sua vita sociale.