Stuprata e costretta a mangiare le feci: così un 31enne romeno torturava la sua donna

È accaduto a Nardò, in provincia di Lecce. Ora l'uomo è stato sottoposto a fermo giudiziario

Stuprata, segregata in casa, costretta a mangiare le feci del suo aguzzino. La terribile storia viene da da Nardò, in provincia di Lecce. Alexei Florea, il 31enne romeno accusato degli abusi, ora è in stato di fermo di polizia giudiziaria con le accuse di violenza sessuale, riduzione in schiavitù e sequestro di persona. La vittima è una connazionale 42enne, che si è presentata scalza e svestita, al portone del commissariato di Nardò, che dista a 250 metri dalla "casa degli orrori".

Immediatamente è stata chiamata un'ambulanza che ha condotto la donna all'ospedale di Copertino. Le violenze raccontate ai poliziotti sono indicibili. I medici hanno riscontato sul corpo della donna escoriazioni e ferite di ogni tipo, fatte anche con le forbici in diversi punti del corpo. Cicatrici pesantissime anche a livello psicologico, perché la donna è stata costretta a subire ogni forma di sopruso e umiliazione.

La relazione inizia ad agosto scorso, quando la donna, separata ormai dal marito e con due figli che vivono in Romania, si innamora del 31enne, che prima la spinge ad abbandonare il lavoro da badante perché geloso e, a gennaio, dopo l'ennesimo litigio, quando oramai i due avevano iniziato a convivere - stando al racconto della vittima -, le taglia i capelli per umiliarla, dopo averla picchiata selvaggiamente. Le orina sul viso e poi le versa della coca cola addosso. Abusa di lei e, per tenerla buona, le somministra delle benzodiazepine. Iniziano così le botte e le violenze di ogni tipo, le lesioni sul corpo, inguine compreso, anche con le forbici e una gruccia appendiabiti in legno. E ancora, secondo l'accusa, il 31enne immobilizza la vittima in un lenzuolo, la accompagna ad acquistare fondotinta ed altri trucchi per nascondere i lividi sul volto e sul corpo. Poi, di ritorno a casa, dopo aver defecato in un piatto, la costringe a imboccare, con un cucchiaio, i suoi escrementi. Riprende la scena con il cellulare e invia video a un uomo che lui considera rivale in amore.

Poi ancora la costringe a subire violenze e abusi sessuali, fino a quando, crolla sfinito. Così, due giorni fa, la donna riesce a sfuggire e raggiungere la polizia. Quando gli agenti, che inizialmente non erano riusciti a trovare il 31enne, lo individuano per stringere le manette ai suoi polsi, lui stava per salire a bordo della sua auto, dopo aver fatto le valigie. Ora l'incubo è finito e la donna è stata ricoverata in una struttura protetta.

Commenti

Cheyenne

Sab, 06/02/2016 - 17:11

Ora l'uomo è stato sottoposto a fermo giudiziario. Ah ah ah sarà già libero. Mandiamolo da sboldrina

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 06/02/2016 - 18:00

@Cheyenne-Sab, 06/02/2016 - 17:11- Ma la sboldrina mica mangia le feci, la mxxxa la fa ingoiare agli ITALIANI.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 06/02/2016 - 18:46

ma come, non ci sono i diritti umani?

cabass

Sab, 06/02/2016 - 21:22

I loro costumi, un giorno saranno i nostri. (L. Boldrini)

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 06/02/2016 - 22:23

Risorse!!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 07/02/2016 - 00:41

Ricordiamoci di queste infamie quando saremo nella cabina elettorale. Ricordiamoci bene qual'è il simbolo politico di coloro che non hanno fatto nulla per fermare alle frontiere di casa nostra i delinquenti di tutto il mondo. RICORDIAMOCI SOPRATTUTTO DEL SIMBOLO POLITICO DI COLORO CHE CI DANNO DEI RAZZISTI PERCHÉ CI RIFIUTIAMO DI TRASFORMARE IL NOSTRO PAESE NEL LETAMAIO D'EUROPA.

FRANZJOSEFVONOS...

Dom, 07/02/2016 - 08:30

BOLDRINI SEI CONTENTA? FIANO SEI CONTENTO? PRESIDENTE DELLA CEI SEI CONTENTO?

claudioarmc

Dom, 07/02/2016 - 08:34

Zitti zitti, altrimenti i "migranti" si potrebbero offendere vero Boldrinova?

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 07/02/2016 - 09:27

Risorse. Quelle da cui secondo la sboldra dovremmo imparare usi e costumi.

portuense

Dom, 07/02/2016 - 10:42

ma che gentaglia abbiamo fatto entrare in europa ? e non è finita qualcuno vuole la turchia......

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 07/02/2016 - 11:08

dai sboldrina fai sta telefonata per liberarlo!

Ritratto di daybreak

daybreak

Dom, 07/02/2016 - 11:24

Ahahah presto questo sara' il nostro stile di vita secondo la Sborrina.

routier

Dom, 07/02/2016 - 15:01

Non credo che nel suo Paese di origine avrebbe tenuto un simile comportamento. Al contrario in Italia si può. Se poi ti pescano, sono gli incerti del "mestiere". Ma comunque le conseguenza penali saranno (come sempre) risibili.

fedeverità

Mar, 31/05/2016 - 18:33

La morte è poco...