Stupro a Sorrento, così il branco si vantava in chat: "Ci siamo fatti nonnina inglese"

Il branco che a Meta di Sorrento ha drogato e stuprato senza pietà una turista si vantava nelle chat: "…Quello che ho visto ieri non l’avevo mai visto in vita mia"

Il tremendo stupro di Meta di Sorrento si arricchisce di dettagli bestiali. Il branco composto da una decina di persone dopo aver violentato la turista inglese si vantava nelle chat di gruppo chiamata "Cattive abitudini".

I messaggi dopo la violenza

"Ci siamo fatti una nonnina… 40/50 anni… m’agg fatt nu tavolone cu na milf… era nu patanone incredibile… quello che ho visto ieri mai visto in vita mia": è uno dei messaggi senza pietà scambiati dal gruppo di stupratori immediatamente dopo la violenza carnale avvenuta nella notte tra il 6 e il 7 ottobre 2016. I messaggi sono stati rinvenuti nei cellulari di a Ciro Francesco D’Antonio, Davide Gennaro Gargiulo e Raffaele Regio, tutti nati nel 1995, tre dei cinque ex dipendenti dell’Hotel Alimuri, come riporta Il Fatto Quotidiano.

Gli arrestati per lo stupro non solo esultava per le loro azioni, ma si scambiavano anche "due foto di una donna seminuda trattenuta da braccia maschili". La donna ne ricorda un'altra che non è stata ritrovata nelle indagini, in cui avrebbe "il volto atterrito" per l'aggressione sessuale subita. . Altri scatti potrebbero invece essere state eliminati prima del sequestro.

In una seconda chat tra Gargiulo e un uomo da identificare, tale Gobby, si legge: "Ieri mi sono fatto un tavolo con i ragazzi della cucina con una Milf canadese…", "Imm sclerat… Fantasticoooo". Il destinatario del messaggio chiede una foto. Gargiulo non ne ha sul telefono e le chiede a Regio. Il giorno successivo la riceve e la inoltra. L'amico non gradisce, ma Gargiulo lo ammonisce: "Na bella chiavat fidati".

A un altro amico, conosciuto come "Il calabrese" scrive: "Agg fatt nu tavolone cu na milf", che in napoletano significa praticare del sesso spinto con una donna supina su una superficie ampia, come un letto o un tavolo. Anche Regio si vanta in chat: "Fratè mi so fatto una milf ultimamente", "sempre a tavolone…" ; "ci siamo fatti una nonnina"… "40/50 anni"… "fratè era nu patanone incredibile", "…quello che ho visto ieri non l’avevo mai visto in vita mia".

Commenti

manotesa

Mer, 16/05/2018 - 12:06

Che belle le carceri sudamericane dove si fa festa ogni volta che entrano nelle celle personaggi come questi. Siamo in Italia e in Europa, feste non ce ne sono. Anzi, chi si macchia di un reato così infame, viene pure capito.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 16/05/2018 - 12:46

per questi delinquenti ci vuole un processo in Iran con la gru già parcheggiata in piazza.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 16/05/2018 - 12:48

sono dei tipici cazzoni campani per non dire napoletani feccia italiana.

salvatore40

Mer, 16/05/2018 - 12:49

Sono BOVINI. Reparto Zootecnico. In carcere, a pulir cessi !

petrustorino

Mer, 16/05/2018 - 12:53

per manotesa "viene pure capito".... ed io aggiungerei magari "pure giustificato" Mi vergogno per queste bestie....

fifaus

Mer, 16/05/2018 - 13:05

Intanto, castrarli chirurgicamente

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 16/05/2018 - 13:07

Mi consola sapere che in carcere verranno a loro volta gratificati da prestanti risorse sboldriniane. Che si vanteranno di essersi fatti 5 xxxxxxx campani.

Ritratto di cicopico

cicopico

Mer, 16/05/2018 - 13:30

pena di morte,troppa liberta.

Una-mattina-mi-...

Mer, 16/05/2018 - 13:31

PENA DI MORTE! NON RIUSCIAMO A CIVILIZZARE NAPOLI, FIGURIAMOCI COSA SUCCEDERA' CON I SELVAGGI CHE ARRIVANO DALL'AFRICA...

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 16/05/2018 - 14:56

-il cortocircuito è internet-che ha fatto saltare il fossato tra fantasie e realtà---insomma-se si guardano i profili social di alcuni di questi giovani imputati si scopre che non sono manco sfigati-sono bellocci-se usassero maniere ed approcci urbani nei confronti di una milf 50enne o similare-nel 99 per cento dei casi strapperebbero pure facilmente l'invito a cena e tutto quello che ne consegue-ma a loro questo non interessa-interessa mettere in pratica quella fantasia diventata ossessiva per averla vista mille volte rappresentata sui siti porno-anche le persone equilibrate ogni tanto hanno fantasie strane-ma sanno benissimo che tali devono rimanere-questi giovani non riescono più a fare questa distinzione-secondo un sondaggio dei maggiori siti porno del web-il tag più ricercato è quello che va sotto il nome di "rape"-gli equilibrati si godono il rape nella fantasia porno e questo basta loro-i non equilibrati la mettono in pratica noncuranti delle conseguenze nella vita reale

Ritratto di libere

libere

Mer, 16/05/2018 - 16:12

Dopo il "tavolone" che gli hanno apparecchiato in carcere, vediamo se usciranno ancora con gli stessi... gusti.

Demetrio.Reale

Mer, 16/05/2018 - 16:50

nati nel 95, cioè i figli dei figli del '68. Tutto il degrado parte da lì.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Mer, 16/05/2018 - 18:19

### ^*@*^ Due anni di tempo per risolvere il caso in quanto indagine complessa e difficile,ti credo avevano solamente i filmati di tutti cellulari messi in rete ed in chat , Del genere, che guardavano tutti giorno e notte, lei aveva fotografato gli aggressori, li aveva descritti minuziosamente tatuaggi compresi , da scommetterci che in albergo lo sapeva perfino il cane di che prodezze fossero capaci questi eroi , sicuramente non era la prima volta che lo facevano. Solo con questi scarsi , scarsissimi elementi, Al limite del trascurabile un’indagine non può che essere complessa e difficile. Mancavano kg di DNA confessioni scritte in triplice copia controfirmate da due Testimoni per ciascun nonbenvivente. Con questi ulteriori Piccoli dettagli il caso si poteva chiudere tranquillamente in un annetto.

Algenor

Mer, 16/05/2018 - 18:58

Speriamo che il prossimo governo pentaleghista introduca l'ergastolo per violenza carnale, un crimine che rovina l'esistenza della vittima o che perlomeno moltiplichi per 4 o 5 volte gli attuali minimi e massimi di pena, attualmente estremamente bassi rispetto all'estrema gravitá del reato, dato che le pene peeviste dal codice penale vanno solo dai 5 ai 14 anni, ulteriormente ridotti dal rito abbreviato che grazie all'affossamento della legge Molteni (Lega) da parte del duo FI-PD, viene tuttora applicato anche a questo genere di porci.

Ritratto di Arduino2009

Arduino2009

Mer, 16/05/2018 - 19:21

Nei sommergibilisti c'è la famosa tradizione del perno, in un bel carcere con delinquenti ex sommergibilisti con gli attribbuti dovuti e per il resto della loro vita non avranno più bollori anteriori, ma solo posteriori.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 16/05/2018 - 19:28

Lo stato sociale di Napoli. -Una bella vacanza, la nonnina che "danza"...-

claudio63

Mer, 16/05/2018 - 21:05

PER UNA VOLTA D'ACCORDISSIMO CON ELKID.

Gibulca

Mer, 16/05/2018 - 22:57

Strano, non ho visto l'intervento di giovinap. QUalcuno sa qualcosa di questo campano ossessionato dal nord che lo mantiene?

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Gio, 17/05/2018 - 00:29

Io gli regalerei una visita gratuita nello zoo più vicino. Si apre la gabbia delle tigri, digiune da una settimana, e... dentro! Solo per vedere se scherzano ancora! Secondo me, dopo 10 minuti, gli eventuali sopravvissuti si fanno frati ed emettono voto di castità perpetua!

Crusade72

Gio, 17/05/2018 - 04:17

Il sud italia é troppo vicino all'Africa non c'é niente da fare. A questi animali no farei nemmeno un processo. Esecuzione in piazza come monito a tutti. Patetici, spreco d'aria e di spazio che in Italia scarseggia. Eradicarne il DNA é un dovere sacrosanto.

Dordolio

Gio, 17/05/2018 - 07:39

Li aspetta una lunga carcerazione. Da quanto si può capire dalle foto diversi di loro sono giovani piacenti. Come giustamente hanno fatto osservare qui altri, per una legge del contrappasso vedranno anche loro che gusto si prova a farsi "caricare la sveglia".

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 17/05/2018 - 09:20

una mattina mi, e chi dovrebbe civilizzare napoli? gente senza una etnia certa come te, gibulca, do ut des, e l'idiota paratedesco franz a trier de? voialtri non andreste civilizzati ma termovalorizzati, quei delinquesti di sorrento hanno, sicuramente, un DNA come il vostro!

frank173

Gio, 17/05/2018 - 09:55

Giustizia vorrebbe che non uscissero più di galera. Ma, in Italia, la giustizia semplicemente non esiste. Punto.

Reip

Gio, 17/05/2018 - 10:13

Mi auguro il peggio per loro, tuttavia verranno liberati a breve, sembra siano incensurati, ela difesa già avanza l’ipotesi che la donne inglese fosse parzialmente consenziente... Complimenti alla giustizia italiana. Un episodio, uno dei tanti. In lombardia e a Milano queste cose succedono quotidianamente già da qualche anno.

grog

Gio, 17/05/2018 - 10:14

questi pazzi hanno pensato di integrarsi con gli immigronzi plagiando i loro usi e costumi