Sulle piste senza incidenti Prepariamoci allo sci

di Corrado Bait*La stagione sciistica è alle porte e bisogna prepararsi a dovere. Uno degli aspetti fondamentali della preparazione fisica è rappresentato dagli esercizi di rinforzo della muscolatura degli arti inferiori e superiori, ma un ruolo importantissimo è rappresentato dal core stability, cioè quell'insieme di esercizi utili a tonificare la muscolatura che circonda il nostro baricentro e a migliorare la coordinazione e l'equilibrio che, di fatto, costituiscono la base per affrontare tutti gli sport. Gli esercizi del core si basano sulla presa di coscienza, all'interno del nostro organismo, di una serie di muscoli e di conseguenza della loro attivazione atta a generare movimento. Oltre a questa tipologia di esercizi non bisogna dimenticarsi degli esercizi di coordinazione propriocettiva con le tavolette o il tappeto elastico oppure gli esercizi con la «Fitball».Attenzione anche a tenere in giusta considerazione il proprio punto di partenza: chi è sedentario deve ovviamente mettere in conto di dedicare più tempo ed energie per recuperare il gap ed essere quindi in grado di affrontare senza problemi tante ore di sci. Più breve, invece, il percorso per chi è già in forma e ben allenato. La preparazione atletica ideale per affrontare le piste è quella che riguarda, in particolar, gli arti inferiori, la regione addominale e lombare. Si tratta di un'attività anaerobica di potenziamento, pertanto non adatta a perdere peso.Chi vuole ottenere anche questo risultato deve abbinare agli esercizi specifici per lo sci un allenamento aerobico, come la corsa o la bicicletta. Dopo 8 mesi di pausa, in molti tirano fuori dalla cantina sci e scarponi e con quelli vanno sulle piste. Sembra banale, ma lo ricordo sempre: l'attrezzatura va revisionata a ogni stagione, in particolare lamine, solette ed attacchi, senza dimenticarsi dei sistemi di protezione quali il casco, obbligatorio fino ai 14 anni, ma altamente consigliato a ogni età. Infine, è necessario un occhio di riguardo all'estrema varietà di discipline sportive che oramai popolano le piste. Oggi la tendenza è quella di riservare le piste alle diverse specialità, separando gli snowboardisti da chi pratica il classico sci alpino, oppure creare veri snow park per dare libero sfogo alle evoluzioni sulla neve. Ma attenzione, sempre, al rispetto delle regole e degli altri sciatori.*Aiuto responsabileUnità OperativaChirurgia del Ginocchioe Traumatologia dello SportIstituto Clinico Humanitas