Fini rischia trent'anni. Ma il suo crimine fu politico

Se il Paese è da anni in difficoltà, la colpa è sua, quella di un mostro che illudendosi di essere Dio ha generato mostri

Gianfranco Fini, la sua compagna Elisabetta Tulliani e il di lei fratello Giancarlo sono stati rinviati a giudizio, insieme a faccendieri amici di famiglia (i Corallo) per riciclaggio e altri gravi reati scoperti durante la tardiva inchiesta giudiziaria sulla strana svendita della famigerata casa di Montecarlo svelata da questo Giornale nell'agosto del 2010 tra l'indifferenza, se non l'ostracismo, di buona parte della stampa nazionale.

Non vogliamo medaglie, né infierire su un uomo, Fini, già condannato con sentenza definitiva dagli italiani ben prima che dai giudici. Proviamo però un senso di rabbia nel prendere atto, se le accuse saranno confermate in tribunale, che l'avventura del centrodestra è stata boicottata, indebolita e poi distrutta non da gravi errori politici ma da una banda di malfattori assetata di soldi e potere di cui Fini era importante azionista.

Già, perché i guai dell'allora governo Berlusconi che in Parlamento poteva contare su un'ampia maggioranza nascono proprio nel 2010, quando Gianfranco Fini numero due del Popolo delle Libertà si mette in testa di fare fuori Silvio Berlusconi e prendere il suo posto al governo. Una spallata violenta (ricordate il: «Che fai, mi cacci?»), poi il tradimento e la scissione (nasce il Fli tra gli applausi della sinistra) e la drammatica votazione di sfiducia alla Camera da lui persa per soli tre voti. Il golpe fallì, ma le ferite furono sanguinose per tutti. Non solo la famiglia della destra, anche quella del centrodestra si indebolì in modo irreparabile e offrì il fianco agli agguati della sinistra che poco dopo (novembre 2011) ottenne la testa di Berlusconi.

Gianfranco Fini è stato un criminale politico e oggi si ipotizza anche un delinquente comune. Per la seconda accusa gli auguro di sapersi difendere (le accuse nei suoi confronti valgono fino a trent'anni di carcere), per la prima merita l'ergastolo perché ha distrutto un patrimonio non suo e aperto la strada prima a Monti e poi ai grillini. Se il Paese è da anni in difficoltà, la colpa è sua, quella di un mostro che illudendosi di essere Dio ha generato mostri.

È vero, Fini non ha fatto tutto da solo. Sul piano criminale i suoi compari sono alla sbarra con lui, su quello politico i suoi complici sono invece a piede libero. Un suo braccio destro di allora, Giulia Bongiorno, oggi è stimato ministro in quota Lega e Giorgio Napolitano (secondo numerose e concordanti testimonianze regista dell'operazione per fare cadere Berlusconi) è stato nel frattempo eletto una seconda volta presidente della Repubblica. Questa storia non può essere chiusa con una verità giudiziaria. Abbiamo diritto a una verità politica. Se Fini avesse coraggio e fosse un uomo libero potrebbe raccontarla, non tanto a noi ma al suo Paese. Non ci sarebbe riscatto, ma sarebbe pur sempre un modo dignitoso di uscire di scena e, non glielo auguro, entrare in carcere a testa alta.

Commenti

amledi

Mar, 17/07/2018 - 15:53

Che il suo crimine fu principalmente politico non ci sono dubbi.

Dordolio

Mar, 17/07/2018 - 17:10

Tutto vero. Ma non credo - ragionando a posteriori - che la storia successiva (giungendo ai tempi nostri) sarebbe stata diversa come esiti. La scena politica attuale sottolinea impietosamente come il centrodestra come il centrosinistra non abbiano saputo o voluto FARE NULLA quando potevano per risollevare il Paese. Un barbuto felpato e dei parvenu della politica col loro attivismo dimostrano di portare entusiasmi, tenacia, coraggio personale, innovazioni (anche se non ne possiamo prevedere gli esiti) del tutto sconosciuti alla vecchia politica. Quale essa fosse. Che ora si scopre essere stata niente altro che un porto delle nebbie lastricato di melma. Esemplificando banalmente: senti parlare un venerato campione dei vecchi tempi come Tajani, e ridi....

michettone

Mar, 17/07/2018 - 17:27

Tra "L'OCCASIONE FA L'UOMO LADRO" e "L'ABITO NON FA IL MONACO", Fini ha scelto prima la seconda e poi, Zac! Si è fregato tutto! Ha infinocchiato con quella faccia, il buon Giorgio Almirante e tutti noi, indi il cacciatore del comunismo Silvio Berlusconi, ma alla fine, è STATO FREGATO DA UNA DONNA ED IL FRATELLO DI QUESTA… Dovevo restaurare il bagno, ho trovato un muratore di una Ditta s.r.l., che aveva fatto lavori all'amministratore del mio condominio: l'ho ordinato a lui! Non l'avessi mai fatto!! Uno schifo tremendo, con tanto di danni ai vicini di casa! Era vero: L'ABITO NON FA IL MONACO e ti FREGA!

AloisiusUrbinas

Mar, 17/07/2018 - 17:49

C'è poco da commentare. Ricostruzione ineccepibile dei fatti. Penosa storia, anche sul piano umano. Un uomo distrutto e usato dalla sua nuova famiglia. Fini poteva essere il candidato ideale, per il dopo Berlusconi. Un tradimento che non ha pagato. Se mai tradimento possa pagare. Sinceramente si prova compassione, poiché il male non si augura a nessuno.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Mar, 17/07/2018 - 18:03

Già: questa è la disonorevole storia di un GRAN VIGLIACCO. Nessun atto riparatore potrà mai lenire il dolore di una ferita che non rimarginerà... mai!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 17/07/2018 - 18:18

---caro sallusti --i crimini politici non esistono--sono un'invenzione letteraria---se per crimini politici intendiamo i cambiamenti di casacca---l'alternanza delle alleanze --il perseguimento anche dell'ambizione personale---se facessimo uno screening non si salverebbe nessuno --e secondo questi parametri anche salvini sarebbe un emerito traditore--passibile di ergastolo anch'egli---ma si sa --la politica è di per se l'evoluzione dei tradimenti---quanto alla vicenda corallo poi--si vuole incolpare la formichina fini e lasciar libero l'intero formicaio---se l'ex generale della guardia di finanza umberto rapetto parlasse--si scoprirebbe che mezzo parlamento dell'epoca in cui furono rinnovate le concessioni a corallo--meriterebbe l'accusa di riciclaggio e di aver posto in essere le basi per un buco all'erario di quasi 100 miliardi--swag

Dordolio

Mar, 17/07/2018 - 18:37

Aloisius nessuna pietà. Fini è miserevole perchè in quel contesto avrebbe potuto avere tutto. Il progetto prevedeva di tutta evidenza il passaggio di Berlusconi (nei piani almeno...) alla presidenza della repubblica e Fini a capo del governo. Lui non ha saputo aspettare. Ma è criminale come ha gestito l'eredità della casa di Montecarlo che era del Partito, una comunità militante e degna. Ancora più scandaloso il fatto che la dirigenza erede missina (a quanto ho letto) abbia fatto solo timidi tentativi per rivalersi su di lui (non mi risultano costituzioni di parte civile ad esempio...). TUTTA questa storia è immorale ed indecente. Ed esecrabili i protagonisti.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 17/07/2018 - 20:20

Il tradimento non ha mai pagato...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 17/07/2018 - 20:22

elkid Mar, 17/07/2018 - 18:18...Stante la sua situazione (tossico e sinistro), lei non puó capire e non potrá mai capire...Non si sforzi, rimanga incollato all'uso delle canne e degli acidi, sport che,a quanto sembra, la vede primeggiare nelle classifiche degli sfigati tossici...E.A.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 17/07/2018 - 20:24

Ebbi la opportunitá di conoscerlo, quando ero nel servizio d'ordine del FdG...Mai piaciuto! Sai quella cosa di "pelle"? Ecco...Purtroppo il tempo, che è galantuomo,mi ha dato ragione.E.A.

sgarbistefano

Mar, 17/07/2018 - 20:40

Caro Sallusti, Fini si è comportato (politicamente) da traditore ed ha aperto la strada a Monti, verissimo. Tuttavia, non dimentichiamo che Berlusconi poi si rese complice dello stesso governo Monti, che il PDL appoggiò dall'esterno votandone tutti i provvedimenti (incluso il "salvaitalia" e la "fornero"). Stando alla sua teoria, dunque, il Cavaliere è un "criminale politico" quanto Fini.

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 17/07/2018 - 21:43

Direttore, Fini era il mio idolo. Incarnava ciò che dalla politica mi aspettavo: pulizia, coerenza, dedizione. Poi cominciò la sua fase discendente, camuffata dai successi elettorali che lo portarono alla scellerata scelta di confluire con Forza Italia nel Popolo delle Libertà. Politicamente quello fu il colpo di grazia per la destra sociale che ci aveva fatto sognare. Fu uno stillicidio fino al mal di pancia finale del "Che fai, mi cacci?". Ed ancora peggio, il Fini rincorso e blandito dai sinistri mentre usurpava la carica di Presidente della Camera. Cosa vuole che Le dica? l'ergastolo? Due ergastoli! Per aver ucciso il sogno di milioni di italiani che credevano nella vera destra incorrotta ed incorruttibile.

peter46

Mar, 17/07/2018 - 21:51

Dordolio...e tu non ti saresti 'vergognato' ad avere un siffatto PDR?Ed il pensare che il Fini sarebbe dovuto essere un servo di 'mediaset' messo a pdc per tutelarne gl'interessi?E nel pensare che uno come Fini,Berlù imperante,sarebbe mai potuto diventare pdc ?Ha ritrovato la schiena dritta 'FINALMENTE',ed è andato via...si è presentato da solo,senza le mezze s.... che hanno preferito rimanere fra 'nani e ballerine' e 'prebende':ha perso e si è ritirato e non ha... 'cantato':da fesso secondo me dopo aver ascoltato "i documenti della casa di Montecarlo,quella comprata dal cognato dell'on Fini,me li son procurati io.Li ho ottenuti direttamente da funzionari governativi dell'isola Santa Lucia. Ovviamente hanno voluto dei soldi.Tutta l'operazione è stata 'finanziata' da Silvio Berlusconi che mi ha consegnato 500.000$ a Pzo Grazioli.Parlo perchè è ormai tutto 'prescritto'".Questa si chiama 'corruzione internazionale',ma 'lui' non rinuncia di certo alla 'prescrizione',o sì?

peter46

Mar, 17/07/2018 - 22:04

Egr.Direttore...lodevole il disperato ultimo 'tentativo',ma...non 'acchiappa' più neanche 'ricorrendo' alle 'cronache' su Fini e alle 'noccioline' dei tulliani...l'unico,non lo dimentichi,ad esserci 'stato dentro' fino al collo in quest'affare è finora solo il forzitaliota Laboccetta...ma poi,entrati nell'animalismo brambilliano,a che serve tenere il fucile solo per cercare di 'scoppiettare' il Fini?NB:Non c'è 'onore' a stare in compagnia dalle 06:00 di stamattina finora con solo con 5 ms.

M_TRM

Mar, 17/07/2018 - 22:38

possiamo credere alle favole e a cappuccetto rosso ma poi diventiamo tutti adulti. Qualcuno può pensare che Napolitano non sapesse nulla delle strane amicizie, giroconti, operazioni del Presidente della Camera? Suvvia.... Ma, se sapeva o quanto meno, almeno, sospettava, affidarsi e far sponda su un uomo così era nell'interesse del Paese o soltanto di un'idea? o peggio, di un gruppo di potere? E se, sapendo, preferì agire nell'interesse di parte e contro l'interesse del Paese, questo non è alto tradimento?

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 17/07/2018 - 22:44

---nestore55--se passi da mi sarei felice di invitarti a bere un drink nel mio attico da 300 mq nel complesso Residenze Libeskind o CityLife che dir si voglia---vicino di casa di quel fedez ipertatuato che tu detesti tanto---bada bene che uso quell'appartamento non per viverci costantemente--in quanto i miei impegni da assessore in un paese limitrofo di mi --mi ha fatto optare di vivere in una bella villa nella periferia di un ridente paese --villa con qualche ettaro di giardino dove scorrazzano felici mio figlio sasha ed il mio fido golden retriever--come posso permettermi tutto questo?---una società di informatica aperta con quattro amici--i classici 4 amici al bar- che va alla grandissima--considerata la mia età ritengo di avere belle prospettive--altro che acidi--se un domani mi servisse un favore politico--non lesinerei di rivolgermi anche ai destricoli per portare avanti i miei progetti---potenziale traditore?--certo --come tutti--

Ritratto di pravda99

pravda99

Mar, 17/07/2018 - 23:06

Sallusti, andiamo, ora non ci faccia i piagnistei dei bambini capricciosi che non accettano di aver perso. In quale Paese le manovre politiche vengono spacciate per "crimini"...Ma stiamo scherzando? Lei non ha nessun diritto, nella sua posizione di spargere queste infami supposizioni. Berlusconi e` sempre stato debolissimo politicamente, ha sempre dovuto dipendere da nani e ballerine che facevano numero, da Fini a Bossi, dalla Fumagalli (se la ricorda?) a Casini, D'Onofrio a Mastella, fino a Salvini e cosi` via. Quindi prima o poi doveva soccombere. Le trame politiche esistono da che mondo e` mondo. Anche Berlusconi ne ha fatte (se le ricorda?). E allora non faccia il bambino, e non tratti da bambini scemi i suoi lettori. (E non importa se come al solito non mi pubblica, l'importante e` che ci siamo capiti).

19gig50

Mar, 17/07/2018 - 23:29

Sarà un piacere vederlo ma, soprattutto lei, vederla dietro le sbarre in attesa del fratellino.

Ritratto di cicciomessere

cicciomessere

Mar, 17/07/2018 - 23:33

Ho sempre detestato questo bacchettone falso moralista , sempre a dirci quello che potevamo e non potevamo fare , sempre a chiosare, per poi farsi i propri porcissimi comodi nel privato . Vederlo anche un giorno solo dietro le sbarre non ha prezzo.

ex d.c.

Mar, 17/07/2018 - 23:45

Giusto tutto l'articolo ma fini non deve spiegare niente, abbamo capito tutto da tempo.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 17/07/2018 - 23:51

Se qualcuno pensa di poter avere oggi una verità politica, credo che aspetterà alle .. calende greche. Finchè il massone e regista dell'operazione sarà in vita, non avremo un bel niente. Forse fra 30anni si potrà avere una risposta esaustiva pur essendovi oggi indicatori che individuano una realtà volutamente ignorata; questo sempre che l'Italia non sia stata definitivamente rottamata.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 18/07/2018 - 00:00

Mi sento in dovere di ricordarle, egr. dott. (credo) Sallusti, che a far rieleggere il vecchio comunista napoletano (no, il suo nome non lo scriverò mai, perché mi disgusta), fu proprio Berlusconi Silvio da Arcore. Sbaglio? E chi elesse a proprio "delfino" il sunnominato fini gianfranco da Reggio Emilia? Devo ricordarglielo?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 18/07/2018 - 00:00

sgarbistefano - 20:40 Fu un "complice forzato" Silvio, visto che fu un certo gruppo di banchieri oltre Germania e Francia che lo fecero capitolare e gli fecero intendere che se non avesse appoggiato il governo Monti gli avrebbero fatto fuori mediaset e fininvest. Qeuste aziende infatti, a fine estate 2011 persero in poche settimane il 36% del loro valore. L'ex segretario americano del Tesoro Usa T. Getner, in un suo libro "Stress test", spiegò bene come fecero cadere Silvio. Ovviamente i dinieghi si sprecarono ma la realtà è stata ben descritta in quel libro.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 18/07/2018 - 00:05

Pure i puri rivoluzionari della Revolution Francaise finirono alla ghigliottina.

faman

Mer, 18/07/2018 - 00:08

non sono un simpatizzante di Fini, ma definirlo "mostro" e definire "crimini" le sue azioni politiche mi sembra esagerato, c'è chi ha fatto molto peggio. Ha "osato" sfidare Berlusconi e ha perso. Direttore, si accontenti.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 18/07/2018 - 00:09

sgarbistefano Concordo pienamente con lei. Dopo il "che fai mi cacci?" esisteva una sola strada possibile, e la Lega lo suggerì apertamente e insistentemente all'allora ancora Cav.: ribaltare il tavolo e ridare le carte. Ma lui no, lui esitò, cercò di aggapparsi a niente e alla fine fu "convinto" prima a intervenire in Libia (errore madornale), quindi a dimettersi e infine ad appoggiare proprio coloro che lo avevano deposto. Qualcuno mi sa spiegare i veri motivi che ci furono dietro questa fila di sciagurate decisioni?

Totonno58

Mer, 18/07/2018 - 00:14

"Crimine politico" è la più grande idiozia che un giornalista potesse inventare...la verità è che Sallusti ancora non riesce ad accettare il fallimento della più forte maggioranza mai registratasi nella storia dell'Italia repubblicana e cerca appigli in certe pseudo battute ad effetto...

Ritratto di combirio

combirio

Mer, 18/07/2018 - 01:01

Il Finito fu un politico che parlava bene e razzolava male. La sua più grande responsabilità aver lasciato l’ Italia in balia della sinistra. Le riforme che si potevano fare e non sono state fatte, le partite iva che si sono suicidate con l’ avvento dell’ altro mostro che paghiamo 25000 € al mese venuto dopo di lui che ha distrutto l’ economia Italiana e imposto dalla sinistra è merito suo. Possano le fiamme dell’ inferno accoglierlo e cuocerlo in eterno questo tradidore della Patria.

bremen600

Mer, 18/07/2018 - 02:46

Fini per un pelo di una borghettara,perse il senno,ma la vera verità è che lui non ha mai creduto in quello che diceva e pensare che all'epoca era anche convincente,è sempre stato solo un disgustoso opportunista.il mio motto è : FANNO TUTTO DA SOLI.e i risultati con il tempo si VEDONO....

GPTalamo

Mer, 18/07/2018 - 04:15

Non sono convinto sul concetto di "crimine politico". La corruzione e' un crimine, e viene punita dalla legge, la condotta politica no. Il fatto e' che la storia viene scritta dai vincitori. Per esempio, l'Independence Day qui negli USA (4 luglio) sarebbe ora chiamato "Treason Day", se gli inglesi avessero sconfitto i coloni. Quello che voglio dire e' che senza la corruzione, Fini sarebbe uno dei tanti politici incapaci e inconcludenti del passato. Insomma, senza la corruzione sarebbe inezia politica, non crimine politico.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 18/07/2018 - 05:03

Caro Elkid, non ti invidio. La "Politica come evoluzione dei tradimenti" é l'insegnamento che dai al tuo figlio unigenito, che ti dimostrerà, quando meno te l'aspetti, di aver imparato l'egoistica lezione che gli impartisci con convincente esempio, col tradimento delle tue aspettative. Complimenti al Direttore e a Nestore55 che ti hanno stanato.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 18/07/2018 - 05:12

Caro elkid, tu non sei affatto ricco perché, per esempio, non fai altri figli per via del "Voglio, ma non posso", come i drogati, ne piú ne meno. Invece saresti semplicemente normale nella libertà del posso, ma non voglio.

rise

Mer, 18/07/2018 - 05:57

L' analisi politica è masochista, in quanto ci si dimentica della "macchina del fango" del ventennio precedente: Berlusconi condannato in via definitiva, Bossi condannato ad un anno, Fini in via di condanna, ma chi resta? Casini? quello di "siamo seri" il cattolico osservante, divorziato che ha appoggiato il governo Renzi e Gentiloni degli aborti e dei matrimoni gay? Fini pagherà per le sue colpe, ma in definitiva è stata la classe media inascoltata a mettere fine alla "grande alleanza", stanca dei vecchi partiti, non tanto per le malefatte, ma per la loro incapacità e per un politico è peggio!

Nick2

Mer, 18/07/2018 - 06:25

Fini, insieme a Napolitano (ideologicamente all'opposto l'uno dall'altro) sono riusciti a fermare il suo padrone, che si stava ormai apprestando ad assoggettare il potere giudiziario all'esecutivo mettendo, di fatto, fine alla democrazia nel nostro paese.

Happy1937

Mer, 18/07/2018 - 06:40

Io credo che meriti tutti i 30 anni di carcere. Glieli darei in primis per essere uno dei principali responsabili della crisi politica del Paese, ma penso anche che debba pagare il fio per essersi arricchito in maniera criminosa.

Belarofonte

Mer, 18/07/2018 - 07:07

"a testa alta"? Spetta agli esseri umani, categoria di cui capii non appartenesse, già dal primo scherzo che gli fu fatto da una trasmissione TV molti anni fa.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 18/07/2018 - 07:22

Beh diciamo che si è scelto una bella famigliola.

rokko

Mer, 18/07/2018 - 07:35

La ricostruzione degli eventi è piuttosto fantasiosa. Fu Fini ad andarsene oppure Berlusconi a mandarlo via? A me pare la seconda, fino a prova contraria.

Duka

Mer, 18/07/2018 - 07:56

Fini diede di se stesso l'esatta definizione. Quello è e rimane.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 18/07/2018 - 08:11

fini non rischia nulla, chi lo assoldò(napolitano) è ancora vivo ed è l'unico che può ancora imporre sentenze alla magistratura!

Gianx

Mer, 18/07/2018 - 08:22

Poverino.....quasi quasi spero ne prenda 40 di anni invece di 30! Pensare che era ministro dell'interno....che schifo!!

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Mer, 18/07/2018 - 08:28

Incredibile come quest'uomo si sia fatto comprare per quattro soldi. Era lanciatissimo come erede di Berlusconi e sarebbe diventato sicuramente premier, con Berlusconi al Quirinale, per diversi anni. Evidentemente aveva tanto per cui farsi ricattare dai loschi sinistri sinistrati pidioti.

Renadan

Mer, 18/07/2018 - 09:00

30 anni sono troppo pochi

peter46

Mer, 18/07/2018 - 09:30

sgarbistefano...(2)Certo che stare a guardare mentre gli passavano sotto gli occhi tutti quei provvedimenti a solo esclusivo interesse del monarca anche i 'santi' prima o poi s'indignano se la scuola era stata la 'moralità' missina...e Fini s'indignò,si tolse il 'prosciutto' dagli occhi,trovò 'spalle dritte',perse e si 'riposò',convinto però,da esperto politico,che ci avrebbero pensato gli altri due,che erano nel frattempo rimasti nell'ombra aspettando la loro occasione vista l'incapacità del monarca di 'uscire' dai suoi 'confini mentali e personali' e...ci pensarono Bossi e Tremonti a completare quel che Fini non era stato capace di portare a termine:come dovuto,certo.E come il 'monarca' ha 'confessato',ma che il dir. Sallusti si è 'scordato' di 'ricordarci'.

un_infiltrato

Mer, 18/07/2018 - 09:58

Scusate, avevo detto male con il mio precedente post (cestinato)? Non stiamo disquisendo sulle prodezze di un miseerabile?

peter46

Mer, 18/07/2018 - 10:20

E bravo a chi di guardia ai commenti...l'(1) non è proprio piaciuto dato che si parlava,con i dati,delle 'case di tutti',vero?

geronimo1

Mer, 18/07/2018 - 11:18

In carcere per 40 anni, meglio che 30..!!!! I Giuda devono pagare, ha rovinato il paese, consegnandolo alla sinistra..!!!! Che fai mi cacci???????? Ma ti dobbiamo sbattere dentro per 50 anni, altro che 30!!!!! Hai disperso il patrimonio ed il mandato di milioni di voti...!!!! Mai nessuno ha fatto danni come te in Italia...!!! E' Giuda si era accontentato di 30 denari....

Happy1937

Mer, 18/07/2018 - 15:22

Nick2 , il fazioso sostenitore dei colpi di Stato.

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Mer, 18/07/2018 - 21:23

@elkid, ma che fa? Mi fa l'elenco delle Sue proprietà e delle Sue conoscenze? Che mi fa, il piccolo borghese? Anzi il 'borghese piccolo piccolo'? Del tipo 'Lei non sa chi sono io'? Il mondo digitale, global-biologico e gli attici delle Archistar, allora, si fanno fagocitare dai perbenismi grossolani che credevamo sepolti dopo il '68? Mi creda, mi era capitato, altre volte, di cercare, tra i commenti, il Suo 'emoticon' per leggere con curiosità i Suoi interventi, seppur acidi e tracotanti. Ma adesso! Lei mi delude un bel po'. E se, come Lei dice, è un potenziale 'traditore', allora lo sta facendo, davvero, nel peggiore dei modi. Come dice quell'adagio: "Il peggior tradimento è la delusione"!