Susanna, la prostituta in bicicletta "Mi hanno multata di 3300 euro"

Susanna è la prostituta, diventata nota, per la sua bicicleta che usa per andare a lavorare. Ora l'hanno multata e lei si sfoga così a Radio 24

Susanna, conosciuta come la prostituta con la bicicletta, continua nella sue interviste a La Zanzara su Radio 24. Questa volta, indignata, racconta come e perchè è stata multa.

"3300 euro di multa"

"E’ successa una cosa incredibile - racconta ai microfoni di Radio 24 - mi hanno multato, 3.300 euro di verbale lunedì 20 febbraio". Vi starete chiedento come è possibile? L'avra presa in bicicletta?. È Susanna a precisare l'accaduto: "Oltraggio al pudore perché dicono che vado col culo troppo scoperto. Ma vi rendete conto? Avevo un collant un po’ trasparente, e il poliziotto già tre volte mi aveva detto di coprirmi di più. Alla quarta mi ha fatto il verbale. E poi io sono residente, italiana e regolare, devo pagare per forza. Ma che devo fare, andare coperta? Faccio la mignotta…".

I clienti e il lavoro

Ma non credete che quelli siano gli abiti nella sua vita privata. "Io così salvo i miei figli – prosegue nel suo racconto-il padre li ha abbandonati. Ma a me piace fare la mignotta. Io sono troia, una troia pazzesca. Sessualmente sono incredibile, sono una donna nata per il sesso. Ho 50 anni e grande successo, lo vivo con passione. E’ tutto insieme: lavoro, guadagno, godimento". La crisi che ha colpito l'Italia negli ultimi anni non ha risparmiato nessuno. Sorge quindi il dubbio: i prezzi sono diminuiti? "Macchè, io pratico sempre gli stessi. Trenta euro, cinque minuti, pompino con guanto e scopata". Il tutto, precisa a Cruciani, per "cinque-sette minuti".

I motivi per cui molti si rivolgoni a lei è chiaro: "Un rapporto veloce, per strada, una botta di follia per scaricarsi perché sono stressati. Per 50 euro faccio il pompino scoperto, solo in casi particolari quando sono convinta. Sempre 50 il sesso anale, 100 euro è il servizio completo, pompino scoperto, scopata e culetto". Purtroppo però la fama della radio l'ha resa nono di certo simpatica alle altre colleghe: "Mi odiano tutte le ragazze perché ho successo soprattutto dopo l’intervista alla radio". Ma non il problema non è solo quello: c'è anche lo spostamento della redazione di Sky. Ma pare che a Susanna poco interessi: "…peccato. Ma non è che se ne vanno dopo che ho detto che mi ero fatta mezza azienda. Peccato comunque che se ne vanno…".

Commenti
Ritratto di stenos

stenos

Sab, 04/03/2017 - 14:13

Il livello infame di questo stato arraffatore, sgrassatore e ladro non ha confini. Poi la cricca pd finanziaria bancaria fa sparire miliardi di euro. Cosa aspettano a legalizzare la prostituzione in aree ben definite?

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 04/03/2017 - 14:51

La polizia non ha altro di meglio di cui occuparsi ?

Francostars

Sab, 04/03/2017 - 15:13

Basta fare ricorso al Prefetto in prima istanza e successivamente al Giudice di Pace, visto e considerato che, ai sensi della Sentenza della Cassazione n. 39860/2014, i glutei scoperti non sono più riconosciuti come atti contrari alla pubblica decenza (art. 726 del Codice Penale).

sparviero51

Sab, 04/03/2017 - 19:50

QUESTI SONO I VERI PROBLEMI DELL' ITAGLIA !!!

wrights

Sab, 04/03/2017 - 19:55

Certo, che non devo essere io che non sono dell'ambiente a dover consigliare alla "Signora" di fare come fanno le prostitute straniere o i viados. "Si cambi sul posto di lavoro".