La Svezia si riscalda con i rifiuti dell'Italia

In certe zone d'Italia c'è la perenne emergenza rifiuti. La Svezia invece scopre il business miliardario dei termovalorizzatori

L'Italia è anche il paese della perenne emergenza rifiuti, dove alcuni partiti incentrano un'intera campagna elettorale per un comune sulla lotta alla costruzione di un inceneritore, forse convinti che la spazzatura delle nostre città possa smaltirsi per magia. Oppure essere stipata in una discarica. Metodo sicuramente più salutare dell'incenerirla. 

Agli antipodi del problema, non solo geografici, c'è la Svezia. Il suo motto per gestire i 461 chili di spazzatura procapite dei suoi cittadini è prevenzione, riuso, riciclo e, solo come ultima spiaggia, la discarica. Ultima spiaggia in cui finisce solo l'1% di tutti i rifiuti del paese scandinavo. 

Tutto quello che non può essere riciclato viene incenerito grazie al programma Waste-to-energy con cui la Svezia si è dotata di 32 termovalorizzatori che permettono di riscaldare 950mila abitazioni e di produrre energia elettrica per altre 250mila. Per produrre l'energia di una tonnellata di petrolio vanno incenerite tre tonnellate di spazzatura, precedentemente differenziata al momento della raccolta. L'uovo di colombo che permette di eliminare i rifiuti dalle strade e ottenerne anche un guadagno. 

Una trovata niente male che permette alla Svezia di importare, dietro lauto pagamento, 800mila tonnellate di immondizia da Regno Unito, Norvegia, Irlanda e soprattutto Italia. Noi continuiamo a pagare per regalare energia alla Svezia. E le tonnellate che non partono restano a marcire nelle "salutari" discariche che, come fa notare la responsabile del programma Waste-to-Energy Anna Gripwall, "quando (l'immondizia) risiede nelle discariche, rilasciando metano e altri gas serra, non è positivo per l'ambiente, ovviamente. Waste-to-energy è un'alternativa furba con un minore impatto ambientale, tenendo conto sia dei sottoprodotti dell'incenerimento che delle emissioni che derivano dal trasporto. In più, recuperare energia dai rifiuti consente di sfrutatre una risorsa che, altrimenti, sarebbe gettata". 

 

Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Gio, 11/09/2014 - 11:23

POPOLAZIONE MOLTO INTELLIGENTE, al confronto dei mafiosi Italiani !!!

Ritratto di stufo

stufo

Gio, 11/09/2014 - 11:30

A Trieste inizia a giorni la raccolta dell'umido, che verrà inviato al neo impianto di Maniago che si prevede si valorizzerà con 55 milioni...al popolino bue un'incombenza in più e nessuno sconto sulla tassa rifiuti. Come si ingrassano queste municipalizzate, dall'acqua ai rifiuti alla tomba.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Gio, 11/09/2014 - 11:37

Questo la dice lunga sull'ignoranza degli abusivi del no a tutto ciò che crea ricchezza e lavoro. Abbiamo le città sporche e piene di rifiuti come le periferie dell'India,sindaci alla orlando,alla marino,alla de magistris coadiuvati dai loro mentori,supportati da clown politici e disfattisti,facendo arricchire gli altri. Il quanto preclude qualsiasi ipotesi di sviluppo,ferma i cantieri e di conserva il commercio dei componenti degli inceneritori.Siamo un paese in mano a dei pazzi fanatici che stanno con i loro no distruggendo quel pò che resta di industriale. Pensiamo solo alle moschee nella speranza di salvarci il collo. Che miserie.

Mario-64

Gio, 11/09/2014 - 11:37

Ma vuoi mettere ? Noi abbiamo Grillo e Pizzarotti !

Joe Larius

Gio, 11/09/2014 - 11:49

Parere in Legnanese arcaico: "Cujun bee l'acqua" Traduzione:(Il coglione beve l'acqua)

curatola

Gio, 11/09/2014 - 11:53

Ringraziamo i verdi,i grillini,la sel e i sinistri che la gente si accanisce ancora a votare. Dunque chi è causa del suo mal pianga se stesso.

canaletto

Gio, 11/09/2014 - 12:14

E' l'uovo di Colombo. Berlusconi venne aspramente criticato per la costruzione dei termovalorizzatori che non so se sono stati messi in funzione, perchè noi sul petrolio ci speculiamo ed invece potremmo essere furbi e risparmiare sulla bolletta energetica fornendo anche calore. Ma già: i verdi, ambientalisti e speculatori vari, su queste cose ci marciano sopra col dire solo no e viviamo nella rumenta e nelle discariche. Ci vuole polso duro ed essere un tantino più intelligenti, cosa che certa gente non ha

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Gio, 11/09/2014 - 12:30

scommetto che pagate anche per dare la vostra merda,ma come mai che avete dei politici cosi' fessi?No, voi avete il PD al governo non Grillo

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 11/09/2014 - 12:40

Anche a Milano c'è il termovalorizzatore, ma a Napoli c'è Giggino che piuttosto che niente paga per esportare il combustibile del termovalorizzatore, che lui non vuole costruire, forse perché gli ricorda l'incendio doloso dell'ufficio elettorale dell'ottimo quanto deluso candidato sindaco di Forza Italia.

Giorgio5819

Gio, 11/09/2014 - 12:48

In Italia invece abbiamo una ciurma di coglioni travestiti da verdi, arancioni pseudo ecologisti, rossi del NO a oltranza che i termovalorizzatori non li vogliono....votateli , votateli !

meverix

Gio, 11/09/2014 - 13:10

In Romagna c'è il comune di Sogliano che produce energia con i rifiuti e gli abitanti ringraziano per il risparmio in esborso di euro.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Gio, 11/09/2014 - 13:11

Giorgio la ciurma di coglioni sono rossi non verdi

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 11/09/2014 - 13:17

Che strano! Da quelle parti nessuno muore di cancro.

Il giusto

Gio, 11/09/2014 - 13:56

Furbi gli svedesi,noi,ovviamente,no!!!

Ritratto di Blent

Blent

Gio, 11/09/2014 - 13:58

noi siamo governati dagli intellettuali rossi infatti napoli/de Magistris è la citta migliore in questi frangenti

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 11/09/2014 - 14:01

FrancoTrier: un pò di merda è finita gratis in germania...

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 11/09/2014 - 14:16

Che scemi sti vichinghi! Non capiscono che meraviglia è vivere in napoletan stile col percolato sotto casa

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Gio, 11/09/2014 - 14:34

Una Nazione altamente civile e democratica che INSEGNA agli "SCEMI e MAGNACCI della Politica Italiana", come fare per i rifiuti.

Angel7827

Gio, 11/09/2014 - 14:35

anche noi, siamo italiani, ci saranno tante mezzette e tangenti, affaristi e amici di politici che si arricchiscono, non sarà difficile per i corrotti trovare un partito che ha sempre difeso l' illegalità e le ruberie.

mariolino50

Gio, 11/09/2014 - 15:03

Prima di parlare informatevi, io lavoro nel ramo da alcuni anni, e ho finito recentemente di contribuire all'avviamento di un inceneritore molto grosso. Quando si brucia la spazzatura si ottiene circa un 30% di scorie, molto più fetenti e nocive della monnezza fresca, infatti occorrono discariche per rifiuti speciali, il resto se ne va sotto forma di gas di combustione, filtrati quanto vi pare ma ci sono anche loro, nulla si crea e nulla si distrugge, tutto si trasforma e da qualche parte va. Le discariche fanno schifo, ma anche gli inceneritori non sono granchè, bisognerebbe ritornare come una volta, rifiuti quasi solo organici e poco altro, e riciclare tutto. Per la popolazione non vedo grossi rischi, quelli li corrono chi ci stà dentro, come succede in genere, ma dei lavoratori nessuno si preoccupa.

titina

Gio, 11/09/2014 - 15:22

Quindi se il mio Comune vende i rifiuti con la raccolta differenziata che pazientemente faccio mi deve rimborsare. Perchè mi ha fatto pagare 80 euro in più con la raccolta differenziata?

michetta

Gio, 11/09/2014 - 15:27

Chiunque, quì o fuori di nquì, puo' dire la propria, che lavori nel ramo o meno. C'e' solamente un dato incontrovertibile ed e' l'uso del cervello. In Italia, fin dal 1980, NON ESISTE PROPRIO, perche' anche quando Berlusconi fece le proposte giuste, ci fu qualcuno, tra i suoi, che mise i bastoni fra le ruote, mandandole a ramengo. Dei rossi e dei verdi, NON PARLO NEMMENO, poiche' sono la vera schifosissima verita', unitamente ai sindacati, del perche', il male, esista solamente in questa Nazione. La Svezia, che appunto, conosco fin dal 1980, e' sempre stata TRENT'ANNI IN ANTICIPO

RC

Gio, 11/09/2014 - 15:28

IO NE HO UNO NON MOLTO LONTANO DA CASA A SECONDA DEL VENTO UN PUZZO BESTIALE ,ATTENZIONE CHE ALCUNE VOLTE è MEGLIO PASSARE DA BISCHERI CHE ESSERLO.CIAO

michetta

Gio, 11/09/2014 - 15:34

Chiunque, quì o fuori di nquì, puo' dire la propria, che lavori nel ramo o meno. C'e' solamente un dato incontrovertibile ed e' l'uso del cervello. In Italia, fin dal 1980, NON ESISTE PROPRIO, perche' anche quando Berlusconi fece le proposte giuste, ci fu qualcuno, tra i suoi, che mise i bastoni fra le ruote, mandandole a ramengo. Dei rossi e dei verdi, NON PARLO NEMMENO, poiche' sono la vera schifosissima verita', unitamente ai sindacati, del perche', il male, esista solamente in questa Nazione. La Svezia, che appunto, conosco fin dal 1980, e' sempre stata TRENT'ANNI IN ANTICIPO su di noi e per tutti i fronti! Loro, gli Svedesi, eccellenti persone e professionisti spiccatissimi, sanno sempre cosa fare, con umilta' e modestia, tralasciando la boriosa presunzione di popoli meridionali, quali siamo noi! Ed e' giusto, che una Nazione come quella Scandinava, goda di benefici, che ignoranti stupidi come noi, gettiamo al vento. Si chiami pure a raccolta,per le reprimende del caso, tutta la popolazione politica rossa, gay, verde, gialla, ma anche quella bianca ed azzurra, che ha sempre dimostrato di avere una testa sola, una testa di caxxo! W la Svezia! W l'Italia futura del 2044!

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 11/09/2014 - 16:55

Finché a ragliare puttanate in Tv ci vanno verdi, pd, sel, m5s, e tutta la pletora di mentecatti loro elettori, da Tv di stato con trasmissioni patacca, spalleggiati da sentenze di magistrati di questa risma, che pretendiamo?

mariolino50

Gio, 11/09/2014 - 18:07

michetta Mai lavorato in un inceneritore, io si e di ultima generazione, anche impianti sperimentali di vario tipo sempre del ramo monnezza. Mica è così semplice la faccenda, un discorso serio con chi conosce questi impianti dal di dentro sarebbe utile, uno come me ad esempio, ma qui non lo posso fare per ovvi motivi, ho già detto che le discariche ci sono lo stesso, solo un pò più piccole, ma peggiori. Però per chi li gestisce è un business eccezionale, ma in fondo chi credete che paghi, pantalone come sempre.

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 11/09/2014 - 20:53

E' presto detto perchè in Italia non si possono costruire i termovalorizzatori: una parte della sinistra sa di poter contare sull'ignoranza assoluta dei suoi elettori! Inutile illudersi che le nuove generazioni hanno studiato: sono figli dei loro padri.

Orangedam

Ven, 12/09/2014 - 08:58

Però, chissà come mai, nessuno gradisce abitare vicono ad un inceneritore. Quello di Torino, nuovo nuovo (però si guasta così spesso che non riesce a superare la fase di avviamento sperimentale) è continua fonte di miasmi e superamenti dei limiti consentiti (per non parlare dell'effetto accumulo di sostanze meravigliose come diossine e metalli pesanti). Se gli Svedesi sono contenti di averla, mandiamogli pure tutta la monnezza (forse non a caso la Svezia ha il più alto incremento % nel numero di tumori come quello alla prostata), meglio così!

mariolino50

Ven, 12/09/2014 - 09:52

Orangedam La fase di avviamento provvisorio è finita, e i superamenti sono assai limitati, spesso dovuti a materiali che non ci dovrebbero essere nella monnezza tal quale, la puzza si sente certo più dentro che fuori, provi a farci un giro se la fanno entrare.

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 12/09/2014 - 10:12

gzorzi non sapevo che eri venuto in Germania come ti sei trovato pene? Pardon bene?

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 12/09/2014 - 10:14

visto la situazione politica europea e italiana in Italia vi conviene costruire degli inceneritori e cagare molto visto che Putin vi chiuderà i rubinetti del gas vi farà veramente cagare lui , ajajaj

Ernestinho

Ven, 12/09/2014 - 12:55

Eccolo qui, il donchisciottesco, neonazifascista, fanatico, ex “soldatino (di sventura) di Lucera” che, già pavoneggiatosi parlando di quei suoi guerrieri, eroici (!) avi (qualche volta ci dirà che qualcuno di essi ha partecipato alle guerre puniche ed alle crociate) e delle sue proprie mirabolanti (!) imprese in terra di Francia, insieme ai suoi degni “compari di merenda”, illudendosi che a qualcuno possa interessare! Eccolo qui, dicevo, che, quando si tratta di dire “castronerie” e/o cattiverie a tutto spiano, è sempre in prima linea, dal suo bunker, lasciando ogni tanto il “gioco dei soldatini”, cimentandosi (ahinoi) alla tastiera usandola come se imbracciasse un fucile! A lui non posso altro che raccomandare, come qualcuno in altri commenti gli ha già suggerito, una bella visita neurologica, viste anche le sue demenziali risate stampate.