Svolta della compagnia aerea: "Pagheremo i passeggeri ​per viaggiare con noi"

L'annunco del Ceo della compagnia aerea irlandese Wow: "I clienti sono la nostra migliore pubblicità. Giusto ricompensarli"

Se viaggiate con la compagnia aerea irlandese Wow, potreste essere ricompensati. Viaggiatori pagati per viaggiare con loro.

Per ora si tratta solo di una idea, che però presto potrebbe diventare realtà. "I clienti soddisfatti sono la nostra migliore pubblicità. È giusto ricompensarli", ha detto l'amministratore delegato Skuli Mogensen. Come riporta l'Huffington Post, "Wow è nota per offrire biglietti a prezzi molto bassi, risultato di una crescita generale del budget delle compagnie aeree low cost, in grado di offrire anche viaggi intercontinentali a tariffe molto vantaggiose".

E così non potendo abbassare ulteriormente il prezzo, la compagnia sta pensando ad aprire una nuova frontiera dei viaggi aerei: "In futuro potremmo pagarvi per volare con noi", ha dichiarato al Telegraph il Ceo Mogensen.

La domanda allora sorge spontanea: come fa a guadagnarci la società? Semplice, con tutti gli annessi e connessi. Le compagnia low cost infatti basano buona parte del loro business anche sui noleggi auto, le prenotazioni degli hotel e sugli extra del viaggio. In questo modo, visti i buoni profitti, la Wow pensa di poter riuscire a garantire alcuni posti gratuiti per ogni volo. Posti da regalare ai clienti affezzionati.

La condizione per essere tra i fortunati sarebbe però quella di essere un viaggiatore abituale con Wow e soprattutto prenotare alcune delle attività connesse al viaggio. Per esempio l'hotel. Non solo. Alla fine il vincitore dovrebbe anche condividere sui social i dettagli del suo viaggio, pubblicizzando così (gratuitamente) la compagnia aerea. Un vantaggio per tutti. "Molte persone condividono immagini prima e dopo il viaggio con i loro amici", ha spiegato il Ceo come riportato dall'HuffingtonPost "Se riusciamo a fare un buon lavoro, otteniamo un importante feedback dai clienti. Sono loro la nostra migliore pubblicità, dunque è giusto ricompensarli".

Commenti

FRATERRA

Gio, 20/07/2017 - 15:15

Copiano da ALITAGLIA.

Ritratto di giordano

giordano

Gio, 20/07/2017 - 15:37

in compenso, i piloti se vorranno pilotare, dovranno pagare.

jenab

Gio, 20/07/2017 - 16:54

tutte balle, hanno dei prezzi da paura, e praticamente, arrivano solo negli USA o islanda