Il Tar ferma il cantiere Tap: "No all'espianto degli ulivi"

Accolta l’istanza della Regione Puglia: tutto fermo fino al 19 aprile in attesa della discussione dell’istanza cautelare

Stop per il cantiere Tap di Melendugno. Il Tar ha infatti accolto il ricorso della Regione Puglia. E a darne notizia è stata proprio la Regione con una nota."Il presidente del Tar del Lazio, con decreto 1753/2017, ha infatti - riferisce sempre l'ente locale - accolto l'istanza presentata dalla Regione Puglia per l'annullamento - previa sospensione - delle Note del Ministero dell'Ambiente con cui è stata dichiarata pienamente ottemperata la prescrizione "A44", riferita alla cosiddetta fase 0 dei lavori, autorizzando TAP all'espianto degli Ulivi ricadenti nell'area interessata dal cantiere. Il Tar ha sospeso l'efficacia dei provvedimenti gravati, nei limiti precisati in motivazione, in attesa della discussione dell'istanza cautelare in Camera di Consiglio fissata per il giorno 19.04.2017".

Poi, come riporta la Regione, il Tar ha acceso i riflettori anche sull'espianto degli ulivi: "Il Tar ha ritenuto che - essendo già state avviate le operazioni di espianto - la misura cautelare richiesta possa venire accordata, "ai soli fini dell'immediato riesame dell'atto impugnato da parte del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), con riferimento sia alle osservazioni e alle competenze della Regione (specificate nella citata prescrizione A44), sia in base all'avvenuta presentazione al medesimo Ministero, da parte di T.A.P., di istanza di verifica di assoggettabilità a Via del progetto esecutivo, relativo alla realizzazione del microtunnel; quanto sopra, a fini di ottimizzazione e adeguato scaglionamento temporale degli interventi di cui trattasi, in considerazione dei tempi tecnici necessari per le fasi procedurali ancora da svolgere, senza pregiudizievoli situazioni di stallo e fatta salva la ricerca delle soluzioni più opportune, per il soddisfacimento dei molteplici interessi pubblici coinvolti".

Commenti

evuggio

Gio, 06/04/2017 - 11:46

prossime mosse: divellere rotaie, abbattere tralicci e distruggere autostrade; io fondo un'azienda di produzione di carrozze a cavalli e di lumi a petrolio, mia moglie si è già messa a cucire cuffiette bianche per le signore! ... ma mi faccia il piacere!!!

VittorioMar

Gio, 06/04/2017 - 11:49

...QUANDO IL "GUAIO" E' GIA' FATTO ???

DemyM

Gio, 06/04/2017 - 11:52

Questo e il risultato di una politica allo sbando incapace di governare. ormai sono i giudici/magistrati a "gestire" il paese italidiota.

grazia2202

Gio, 06/04/2017 - 11:52

ma siete sicuri che per 200 ulivi, trasferibili, ci sia questa lotta civile? per me ci sono interessi privati da parte di amministratori bypassati da progetti sovranazionali e su cui non riescono a lucrare: posti di lavori, lavori pubblici, convenzioni, mazzette e back office per i figli o altri parenti prossimi. ma è difficile dirla la verità? con la decisione di sospensione del tar del lazio si procederà alla giostra dei confronti per garantire ad ogni potere la fetta di riguardo. che ipocrisia

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 06/04/2017 - 11:54

Siamo un paese da terzo mondo bloccato da questa burocrazia, dagli scioperi e da gente ignorante.

venco

Gio, 06/04/2017 - 11:56

Questo Tar agli ordini della mafia locale che vuol speculare su questo fatto.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 06/04/2017 - 12:09

Tempo fa un vecchietto mi disse scherzando che TAR stava per "tavolo arruffoni recidivi"! Comincio a credere che avesse ragione.

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 06/04/2017 - 12:09

I politici italiani contano una mazza. Il potere assoluto é in mano alla magistratura e non si muove foglia se i giudici non vogliono. VIVA LO STATO DI DIRITTO!!!!!

Pclaudio

Gio, 06/04/2017 - 12:12

L'Italia si conferma un inemendabile, irrecuperabile, irredimibile oclocrazia nordafricana.

Jimisong007

Gio, 06/04/2017 - 12:13

Anarchia totale

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Gio, 06/04/2017 - 12:32

@grazia2202 - Infatti, questo è il solo problema.Saluti.

Idrissecondo

Gio, 06/04/2017 - 12:36

L'Italia è tornata al medioevo, con l'economia autarchica del feudo. Ogni feudo ha il suo bravo signorotto, con giudice ausiliario al seguito, che delibera in nome del popolo ligure, campano, abruzzese, veneto, marocchino, albanese.....

Ritratto di alex274

alex274

Gio, 06/04/2017 - 12:44

Da vergognarsi di essere pugliese.

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 06/04/2017 - 12:54

Te pareva, non c'è aspetto del quotidiano dove un giudice non possa metterci becco e sabotare. Schifosamente vomitevole.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 06/04/2017 - 12:59

Vorrà dire che se non ci arriverà più il gas per scaldarci taglieremo gli ulivi per far legna.......

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Gio, 06/04/2017 - 13:05

Italiani? Bastone e carota! E' triste ammetterlo, ma purtroppo è proprio così.

Gianca59

Gio, 06/04/2017 - 13:24

Bene, visto che il TAR è così sensibile a queste problematiche, a quando l' abbattimento delle case abusive ? A quando delle indagini serie per fermare il furto degli ulivi ?

Ritratto di michageo

michageo

Gio, 06/04/2017 - 13:29

...l'Italia può aspettare i porci comodi elettorali del PD ed in particolare di tale candidato che fa mille mestieri , tra cui il governatore.....Stranamente, avrete notato che, da un po' di settimane, è sparita dalle cronache nazionale la mafia pugliese i miracoli di una candidatura "messianica"?

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 06/04/2017 - 13:38

Mi sembrava strano che ancora non fosse intervenuto il solito TAR-TIR-TER-TOR-TUR ecc ecc è l'Italia che avvanza!!!lol lol.

Fjr

Gio, 06/04/2017 - 13:42

Sono in attesa che arrivi l'uomo del monte che dica si',per l'espianto sono in attesa di un luminare che è in viaggio dal Gemelli

mariobaffo

Gio, 06/04/2017 - 14:08

Pugliesi aprite gli occhi queste manifestazioni sono schifosamente comandate.

Cheyenne

Gio, 06/04/2017 - 14:08

torniamo al medioevo. E' incredibile come in italia non sia possibile fare nulla. FUCILIAMO BUROCRATI E MAGISTRATI

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 06/04/2017 - 14:41

Siamo alle solite..qualcuno in passato gridava "CONCERTAZIONE",prima di agire, cercare una intesa,un compromesso, ascoltare ..pratica di governo e approccio alla gestione delle relazioni indispensabile e purtroppo dimenticata ...."fa bene a tutti"..diceva Bersani.

mifra77

Gio, 06/04/2017 - 14:42

Finalmente veniamo a conoscenza del vero nome della "Xilella" si chiama TAP e vuole distruggere un settore dell'eccellenza pugliese.

frabelli1

Gio, 06/04/2017 - 14:59

Mai che in Italia si riesca a fare qualcosa di serio senza l'intervento dei NOTUTTO. Che barzelletta!

Giacinto49

Gio, 06/04/2017 - 17:10

No Tap. Ipocriti che andrebbero fermati con la forza. E' la stessa gente che aspetta ormai con ansia le dieci della sera per infilarsi in un pub e bere, se non peggio, fino alle tre del mattino per poi presentarsi al lavoro (chi ce l'ha, altrimenti sveglia ore 13,00) e fare sempre più casini.

pimmio78

Gio, 06/04/2017 - 19:00

Si faccia un referendum regionale. Se i pugliesi votano "Si", il gasdotto lo si realizzi senza tante storie. Se votano "No", si chiuda il gasdotto che scende da Tarvisio (la Regione Friuli è notoriamente terra desertica,impraticabile e non turistica) e si ritorni alle vecchie, care bombole di gas.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Gio, 06/04/2017 - 20:22

Ha vinto la arretratezza, la conservazione e la reazione del mafioso Emiliano contro la modernitá.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 07/04/2017 - 00:11

Io credo che simili buffonate giuridiche possano avvenire solo nel caos della giustizia italiana! Un tribunale amministrativo REGIONALE che s'intromette negli affari di un'altra regione, bloccando lavori che interessano molte nazioni, oltre la nostra, e smentendo sentenze della cassazione e del consiglio di stato! Siamo al delirio!

Ritratto di filatelico

filatelico

Ven, 07/04/2017 - 07:09

Da proprietario di un piccolo uliveto posso dire che 200 ulivi potrebbero produrre in una annata buona (quindi al massimo un anno ogni due) circa 3 quintali di olio del valore di circa 3000 euri quindi di quale danno economico o paesaggistico o archeologico stiamo parlando??? Allora a Roma non si dovrebbe costruire la metropolitana perchè si potrebbe trovare la casa di un gladiatore!!! BASTA IDIOTI AMBIENTALISTI !!! SI AL GASDOTTO !!!

umberto nordio

Ven, 07/04/2017 - 07:48

Contrordine compagni!

claudioarmc

Ven, 07/04/2017 - 08:06

ABOLIRE IL TAR

Ritratto di gianky53

gianky53

Ven, 07/04/2017 - 10:45

Bisognerebbe ABOLIRE l'Italia, non solo il TAR.