Taranto, da mesi picchiava l'anziana madre sulla sedia a rotelle: arrestato 39enne

L'uomo, che era andato a vivere con la madre dopo la morte del padre, all'arrivo della polizia aveva appena pestato con violenza l'anziana. A chiamare la polizia sono stati i vicini di casa, dopo aver sentito urla fortissime provenire dall'appartamento

Per tanto tempo l'ha colpita, anche dentro le mura di casa e l'ha picchiata anche da quando la malattia e l'anzianità l'avevano costretta sulla sedia a rotelle. Le percosse duravano da tempo ed erano violente, ma nei giorni scorsi è arrivata quella peggiore, scaturita per futili motivi, addirittura in un momento in cui la donna era raccolta in preghiera. È accaduto a Taranto e secondo quanto riportato da Fanpage, al centro di questa vicenda di abusi e violenza in un contesto familiare, ci sono una madre ormai anziana e suo figlio, di 39 anni. Il quale, per essersi dimostrato brutale e violento nei confronti del genitore, è stato arrestato per maltrattamenti dalla sezione Volanti della questura di Taranto.

Le segnalazioni

In base alle prime ricostruzioni, gli agenti sono arrivati nell'abitazione dove l'uomo viveva con la madre dalla morte del padre, dopo diverse segnalazioni, fatte avere alle forze dell'ordine da alcuni vicini. I dirimpettai, infatti, avrebbero denunciato di aver sentito forti grida provenire dall'interno dell'abitazione dei due. All'arrivo dei poliziotti, l'uomo si sarebbe presentato agitato e a torso nudo e avrebbe cercato di impedire agli agenti di entrare dentro casa, probabilmente per nascondere che cosa stesse succedendo.

Il volto coperto di sangue

Una volta dentro l'abitazione, gli agenti avrebbero trovato l'anziana madre seduta sulla sedia a rotelle, con il volto coperto di sangue. La donna, soccorsa immediatamente dagli agenti nell'attesa dell'arrivo dei sanitari del 118 (allertati per prestarle le cure necessarie), e probabilmente confortata dalla loro presenza, avrebbe quindi raccontato tutto alla polizia. Dei soprusi, delle angherie e delle violenze, che andavano avanti già da qualche tempo. Da quando, cioè, il figlio si era trasferito nella casa della madre dopo la scomparsa del padre, il marito della donna.

L'ultimo violento pestaggio

Così è arrivata anche la conferma dell'ultimo terribile pestaggio, avvenuto proprio poco prima dell'arrivo della polizia dentro le mura domestiche, mentre la donna stava provando a pregare, seduta sulla sua sedia a rotelle. Per questo gesto, l'aggressore 39enne è stato quindi condotto prsso gli uffici della questura per sbrigare le formalità. Il figlio dell'anziana è stato arrestato e accompagnato nella casa circondariale cittadina.