Taranto, si barrica in casa e minaccia di far esplodere il palazzo

A chiamare i soccorsi il fratello dell'uomo che ha dato in escandescenza. In casa c'erano anche i genitori

Ha dato in escandescenza mentre era in casa con il fratello e i genitori. Un uomo, a Taranto, si è barricato nella sua abitazione, armato di coltello, minacciando di far esplodere l'intero stabile. Per questo gli agenti di polizia sono intervenuti sul posto, in pieno centro cittadino, dopo aver ricevuto la richiesta d’aiuto da parte del fratello dell'uomo affetto da un grave disagio psichico.

Nonostante la paziente opera di persuasione dei poliziotti, il giovane barricato in casa ha continuato con il suo impeto d'ira proferendo spesso frasi sconnesse e aprendo la valvola del gas.

L'atteggiamento dell'uomo che ha seriamente preoccupato gli agenti che hanno deciso di entrare aprendo la porta d’ingresso con le chiavi fornite dai parenti.

Mentre, con circospezione, si cercava di accedere all’interno della casa, il giovane ancora più impaurito ha scagliato una grossa trave di ferro che ha perforato la porta d’ingresso sfiorando i poliziotti.

Quest’ultimo episodio, che ha dato la concreta dimensione del pericolo imminente, ha spinto gli agenti ad entrare il prima possibile in casa per scongiurare ulteriori conseguenze.

L’operazione si è mostrata alquanto complicata perché gli ambienti erano completamente al buio e l’uomo, nascosto nella camera da letto, ha cercato di aggredire i poliziotti. Fortunatamente è stato immediatamente fermato e reso inoffensivo.

Con non poche difficoltà gli agenti intervenuti sul posto sono riusciti ad immobilizzare l’esagitato che è poi stato affidato alle cure dei sanitari del 118.