Taranto, un uomo uccide la moglie e il figlio e si toglie la vita

Tragedia in due tempi, nel capoluogo e in agro di Palagiano. Le forze dell'ordine indagano sul movente

Gesto della follia scoperto ieri sera a Taranto. Una famiglia distrutta in un tragico episodio al quale si cerca di dare una spiegazione. Un uomo di cinquant'anni, Luigi Alfarano, noto coordinatore dell'Ant (Associazione nazionale tumori), ha ucciso la moglie trentenne nella loro casa alla periferia della città. Subito dopo, insieme al figlio di appena quattro anni ha raggiunto una casa in campagna a Palagiano, in provincia di Taranto. Lì ha deciso di ammazzare anche il bambino e di farla finita togliendosi la vita.

I due corpi sono stati trovati nell'abitazione sulla strada statale 106 che collega la zona al capoluogo. Tutti i corpi presenterebbero ferite da arma da fuoco, ma sono in corso ulteriori indagini. Altri accertamenti riguardano, invece, la dinamica dell'intera vicenda. Capire cos'ha generato quello che, dagli elementi raccolti, sembrerebbe un duplice omicidio - suicidio. Dalle prime indagini è emerso che i due erano in fase di separazione.

L'ennesimo dolore. L'ennesimo tragico epilogo di un amore. Tre vite in frantumi. Si scava nelle esistenze, si cerca di capire quel che appare logico, folle, insensato,inspiegabile.