Targhe estere, arriva la stangata per i furbi

Con il decreto sicurezza arriva una stretta davvero consistente contro i furbetti che usano in Italia auto con le targhe estere

Con il decreto sicurezza arriva una stretta davvero consistente contro i furbetti che usano in Italia auto con le targhe estere. Sarà infatti vietato circolare con una targa di un Paese estero se si è residenti in Italia. Di fatto si stringono i paletti per chi usa questo tipo di targhe per risparmiare sul bollo e assicurazione e per sfuggiare alle multe che non sono visibili dal Fisco di casa nostra. Adesso col nuovo decreto varato dal governo arrivano tempi duri per i furbi. L'obiettivo del provvedimento, come ricorda ilSole24 Ore di fatto riguarda gli italiani che comprano auto nuove di lusso all'estero per non pagare il superbollo, gli stranieri irregolari che usano queste targhe per rendersi meno identificabili e gli stranieri con permesso di soggiorno che acquistano e usano in Italia auto immatricolate nei loro Paesi d'origine.

Per chi non rispetterà le nuove norme arrivano sanzioni pesanti. Una multa da 712 euro e l'obbligo di tenere il mezzo in deposito e di immatricolarlo in Italia entro 180 giorni. Inoltre è possibile pagare la sanzione e consegnare le targhe e i documenti alla Motorizzazione chiedendo un foglio di via e la targa provvisoria per poter portare il veicolo fuori dal territorio italiano.

Commenti

Squalo2

Gio, 08/11/2018 - 20:19

Era ora!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 08/11/2018 - 20:25

basta intestarla a un parente o a un amico che vive all'estero e il gioco è fatto, oppure andate in una banca svizzera che vi dirà come fare.

killkoms

Gio, 08/11/2018 - 20:52

basta furbetti!

Tranvato

Gio, 08/11/2018 - 21:32

Dopo vent' anni, era ora!

gcf48

Gio, 08/11/2018 - 23:45

franco-a-trier_DE guardi che se sei italiano non puoi guidare macchine estere. io abito in svizzera e alla frontiera ti beccano già con la scusa di una convenzione di ny per contrabbando di auto

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 09/11/2018 - 07:20

Strano, che circolino tanti mezzi con targhe false.

Ritratto di brunobeard

brunobeard

Ven, 09/11/2018 - 08:13

Adesso mi aspetto che qualcuno metta mano alle "finte" separazioni coniugali richieste con lo scopo di non pagare le tasse sulla seconda casa. Subito dopo un accertamento serio sui tanti che ricevono la pensione sociale, senza aver versato una lira di contributi, ma conducono vite da nanabbo.

Garganella

Ven, 09/11/2018 - 08:37

@franco-a-trier_DE: sei un "furbetto" anche tu a quanto pare!

Ritratto di gianluca61

gianluca61

Ven, 09/11/2018 - 09:04

Salga chi salga al governo ma l'uso che si fa del codice della strada è sempre quello, un abbecedario per rubare soldi ai cittadini. Invece di pensare a riscrivere quel Codice del Furto Statale con norme che siano di rispetto per entrambi, Stato e Cittadini ecco una ennesima spremuta. Non era meglio portare le spese (quali poi?) per il passaggio auto a livelli più sensati e umani? lo scorso mese, in una concessionaria mi hanno chiesto 600,00€ per il passaggio di proprietà..

libertyfighter2

Ven, 09/11/2018 - 09:46

Infami bastardi legislatori. Ma troverò comunque il modo di aggirare la cosa e non pagar loro il pizzo. Le multe sono il pizzo legalizzato.

fergo01

Ven, 09/11/2018 - 16:12

REDAZIONE !!! l'ho scritto stamattina ma nessuno ha ca.gato il mio commento. come la mettiamo con quelli che lavorano per una società estera la quale da il benefit di una sua autovettura ad un dipendente che viaggia in continuazione per tutta europa pur essendo ancora residente in itaglia?

Klotz1960

Lun, 12/11/2018 - 17:24

Io lavoro all'estero, quindi quando rientrero' in Italia non potro' usare l'auto fino alla reimmatricolazione, ossia per almeno due mesi. Complimenti.