Telecamere obbligatorie in asili e case di cura: dal Senato arriva l'ok definitivo

Un emendamento al decreto Sblocca cantieri prevede lo stanziamento di un fondo per l’installazione di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso negli asili e nelle strutture socio sanitarie e assistenziali per anziani e disabili

Telecamere di sicurezza obbligatorie in asili, ospizi e case di cura per i disabili: è arrivata, finalmente, la legge. Infatti, un emendamento al decreto Sblocca cantieri prevede lo stanziamento di un fondo per l'installazione dei sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso negli asili e nelle strutture socio sanitarie e assistenziali per anziani e disabili, al fine di assicurare loro la più ampia tutela possibile.

Insomma, c'è ufficialmente il via libera del Senato con un emendamento bipartisan al decreto Sblocca cantieri delle commissioni Lavori pubblici e Ambiente di Palazzo Madama.

Nello specifico, è prevista nello stato di previsione del ministero dell'Interno una dotazione di 5 milioni per il 2019 e 15 milioni per ciascuno degli anni dal 2020 al 2024 che serviranno ai Comuni per installare in ogni aula di ogni scuola per l'infanzia sistemi di videosorveglianza e apparecchiature finalizzate alla conservazione delle immagini.

Altrettanti ne vengono stanziati per fornire gli stessi strumenti alle strutture socio-sanitarie e socio-assistenziali per anziani e persone con disabilità, a carattere residenziale, semiresidenziale o diurno.

Commenti

Giorgio5819

Mar, 28/05/2019 - 19:31

Era ora.

LorisDalPoz

Sab, 01/06/2019 - 14:53

Milioni di € dovranno spendere asili e case di riposo per inutili sistemi di videosorveglianza. Nulla invece per sostenere regolari supervisioni psicologiche del personale, in grado da sole di prevenire e intercettare ogni forma violenza nei confronti degli assistiti, senza peraltro penalizzare chi lavori correttamente. Questa demagogia sarà a danno economico dei servizi e del patto fiduciario tra assistito e assistente. Si è persa una buona occasione per fare qualcosa di utile, e non solo per i produttori di sistemi di videosorveglianza