La telefonata tra Gemelli e la Total: "Posso aiutarvi"

Il caso Guidi continua ad allargarsi. E da nuove intercettazioni telefoniche emergono quei presunti favori da parte del governo alla Total e alla società guidata dal compagno dell'ex ministro, Gianluca Gemelli

Il caso Guidi continua ad allargarsi. E da nuove intercettazioni telefoniche emergono quei presunti favori da parte del governo alla Total e alla società guidata dal compagno dell'ex ministro, Gianluca Gemelli. In una telefonata tra il dirigente del colosso petrolifero, Giuseppe Cobianchi e lo stesso Gemelli, come racconta il Corriere della Sera, emergono nuovi retroscena: sono diversi i ministri che si sono adoperati per far approvare l’emendamento che dava il via libera al progetto Tempa Rossa. Alcuni hanno avuto rapporti diretti con i vertici della Total e per questo hanno deciso di inserirlo nella legge di Stabilità 2015, afferma in sintesi al telefono lo stesso Cobianchi.

Il 10 dicembre 2014 Gemelli contatta i dirigenti Total perché ha saputo che c’è un rallentamento dei lavori. Ecco la trscrizione della telefonata riportata dal Corriere

Cobianchi: "Purtroppo dagli incontri romani, diciamo sono emerse alcune conferme positive per quanto riguarda la volontà del governo, dei ministeri di andare avanti... mi riferisco alla questione Taranto".
Gemelli: "Se lei ha bisogno di una mano lo sa, a disposizione, per quello che... posso...".
Cobianchi: "So che il ministro in prima persona si è adoperato nelle settimane scorse con la regione Puglia per cercare di promuovere questo incontro, che sarebbe stato importante... Purtroppo da quello che so la regione Puglia non ha dato una disponibilità a questa roba, per motivi politici sostanzialmente, da quello che ho capito, quindi adesso si cercherà di far passare nella legge di Stabilità un po’ quello che è necessario far passare... ovviamente c’è tutta una serie di iniziative che con... che si sta cercando di portare avanti anche sul piano, mi lasci dire, giuridico nei confronti delle delibere che sono state prese al comune di Taranto, eccetera... però la situazione è un po’ ingarbugliata... ecco, in questo momento... però ecco ci tengo a precisare che noi non sospendiamo niente, cioè i lavori in corso vanno avanti".


Il problema viene agilmente superato solo tre giorni dopo. Ed è la stessa guidi con un sms a comunicarlo a Gemelli che subito avvisa Cobianchi: "Le confermo che Tempa Rossa è stata definitivamente inserita come emendamento del governo nella legge di Stabilità. Buon we. Gianluca". Non è l’unico favore che Gemelli ottiene. Scrive il giudice: "È importante evidenziare come la società facente capo al Gemelli, la “Ponterosso Engineering”, abbia ottenuto “rapidamente” l’inserimento nella bidder list per partecipare da subito a una gara indetta dalla Total nel settore ingegneristico pur non essendosi ancora perfezionato il discorso della attribuzione delle “qualificazioni”. Esito ricollegabile al considerevole peso specifico rivestito da Gemelli, non in quanto tale, ma in quanto soggetto dotato di significativa contiguità rispetto a quegli ambienti governativi aventi competenza istituzionale nella soluzione di problematiche che stavano a cuore alla Total. Di una simile contiguità ormai la Total aveva raggiunto esatta e piena consapevolezza".

Commenti

g-perri

Dom, 03/04/2016 - 10:46

Forse occorre ricordare agli idioti dalla memoria corta che non molto tempo fa, quando al Governo c'era qualcun altro, per un emendamento che non provocava danni a nessun cittadino italiano, anzi li favoriva nella fruizione dei programmi televisivi, fu scatenato un inferno indescrivibile per la questione dei decoder. Questi sono moralisti solo quando stanno all'opposizione.

gigetto50

Dom, 03/04/2016 - 11:32

.....e certo...son comunisti....

Efesto

Dom, 03/04/2016 - 13:51

Si prenda alla lettera la conversazione del Cobianchi. Il punto vero è questo: la prosecuzione dei lavori costituiva un interesse per l'Italia? e poi l'ostacolo politico frapposto era nell'interesse dell'Italia, ed ancora la valutazione giuridica era nell'interesse dell'Italia. Per quanto appare agli inquirenti dell'Italia pare non fregare niente. Essi valutano solo la burocratica e pedissequa rispettosità della norma. Se poi si muore di fame transeat.

Dordolio

Dom, 03/04/2016 - 14:06

Tengo a precisare di non essere "amico del giaguaro", e ci mancherebbe.... Ma resto stupito dalla leggerezza, dal dilentattismo, dalla superficialità di questi maneggioni. E non solo loro. Adolescenti impuberi utilizzano con succcesso chat segrete e cifrate in tempo reale (e assolutamente gratuite!) e messaggistiche end-to-end che addirittura autodistruggono i messaggi dopo pochi secondi e sono cifrate AES 256 a prova di qualsiasi ascoltone, e questi babbioni dialogano in chiaro su linee non protette. L'unica spiegazione che riesco a darmi è che siano così sicuri della loro impunità - legata alla loro collocazione politica - da pensare di potersi permettere di tutto e di più...

Gasparesesto

Dom, 03/04/2016 - 14:22

Ringrazino a mani giunte che sono esentati dalla Legge ( grazie all'IMMUNITA' PARLAMENTARE )degli Atti Criminogeni e che non possono nemmeno essere intercettati ! Altrimenti Sing Sing non basterebbe per ospitarli a pane e acqua !

MassimoR

Dom, 03/04/2016 - 14:27

Dordolio concordo e poi abbiamo i giudici esperti di tendering... ma che cazzo ne sanno

tRHC

Dom, 03/04/2016 - 14:53

Dordolio: L'unica spiegazione che riesco a darmi è che siano così sicuri della loro impunità - legata alla loro collocazione politica - da pensare di potersi permettere di tutto e di più... Gia' come te lo spieghi???

unosolo

Dom, 03/04/2016 - 16:00

ma se esiste la pressione esercitata sui ministri per quale motivo il PCM dice di averlo voluto lui lo sbocco ? ha subito lui pressione ? cose strane mai nessun governo cosi strampalato e scoordinato nessuno sa ma tutti sanno e sapevano e altri si ma non sapevano , in quanti hanno firmato senza sapere e chi sapeva ,in altri tempi erano in galera tutti

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 03/04/2016 - 17:09

(2 mi piacerebbe davvero sapere perché questo commento viene censurato: incredibile) C'è ancora qualche ingenuo che crede a chi in campagna elettorale dice di far politica per passione e di "lavorare per il bene del Paese". Questa gente si scanna per andare al potere per un solo motivo; spartirsi benefici per sé e per amici, parenti, conoscenti e gruppi di potere (quelli che li sovvenzionano e ne pagano le spese elettorali). Un perfetto "Comitato d'affari" spacciato per politica.

Dordolio

Dom, 03/04/2016 - 17:41

Caro tRHC, la mia avrebbe potuto essere per l'appunto una sorta di domanda retorica. Posso aggiungere, del caso, che se mi metto a ragionare con lo spirito di uno che ha sullo stomaco il pelo dell'orso, gente così dilettantesca da non riuscire a far bene neppure delle "ordinarie porcherie" è del tutto inaffidabile in ogni altro senso. Considerato che la politica e certi affari non sono certo cose da "paese per vecchi", diciamo che il ladro di polli non è patetico in questo contesto, è detestabile. La situazione attuale è degradata a tal punto in termini ad esempio di autorità, da richiedere dei dirigenti spietati. Non - appunto - taccheggiatori da esercizio di vicinato.

lento

Dom, 03/04/2016 - 18:32

La ve@cchia e il bamboccione....Amore vero

swiller

Dom, 03/04/2016 - 19:41

Eccoli qua i piccioncini sorridenti dopo L'ENNESIMA...................................