Omicida tunisino in permesso tenta di sgozzare compagna

Un 36enne tunisino, detenuto nel carcere di Torino per omicidio colposo, ha tentato di sgozzare la fidanzata con un coccio di vetro. Salva per miracolo, ha riportato delle profonde lesioni al volto

Ha tentato di sgozzare la compagna in strada con un coccio di vetro. Così, un 36enne di nazionalità tunisina, già condannato al carcere per tentato omicidio, ha preso a bottigliate la fidanzata finendo per sfregiarle il volto e attentando pericolosamente alla sua vita.

Stando a quanto riferisce AdnKronos, i fatti sarebbero occorsi sabato sera, in pieno centro a Torino. L'uomo era detenuto presso il carcere delle Vallette per aver ammazzato con due coltellate nel 2008, a Bergamo, una ragazza 21enne, Alessandra M., sua fidanzata dell'epoca. L’uomo, che per quel truce delitto era stato condannato a 12 anni, aveva il permesso di allontanarsi dal carcere per motivi lavorativi poiché prestava servizio cameriere in un bistrot e doveva rientrare in cella pressapoco alle 2 del mattino.

La vittima, una torinese di 44 anni, aveva scoperto il reato di cui si era macchiato il suo compagno e, ragionevolmente impaurita, aveva cercato di interrompere la relazione. Mai avrebbe immaginato cosa sarebbe le sarebbe accaduto poco dopo. Alle ore una di sabato, scesi ad una fermata del bus poco distante da casa della donna, alla periferia di Torino, i due stavano discutendo animatamente quando, tutto d'un tratto, il 36enne ha assaltato la compagna allaschiena colpendola ripetutamente con una bottiglia di vetro, fino a infliggerle gravi ferite al volto.

A notare la violenta aggressione sono stati alcuni passanti che hanno chiesto aiuto ad una volante in transito nella zona. Dopo aver prestato i primi soccorsi alla vittima, gli agenti hanno rintracciato poco distante il tunisino che, nel tentativo di darsi alla fuga, è caduto agevolando la cattura.

A raccontare l’accaduto ai poliziotti è stata la stessa donna che, a causa delle gravi lesioni, dovrà essere sottoposta ad un intervento di chirurgia maxillofacciale. A salvarle la vita, sarebbe stata una grossa sciarpa che l'ha parata da colpi potenzialmente mortali.

L'uomo, anche egli ferito, è piantonato in ospedale con l'accusa di tentato omicidio.

Commenti
Ritratto di elkld.

elkld.

Sab, 19/10/2019 - 14:10

NOI LI ACCOGLIAMO NEL NOSTRO PAESE ED ECCO COME CI RINGRAZIANO! RIMANDIAMOLI A CASA LORO.

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 19/10/2019 - 14:13

Cosi "funziona" la giustizuia Italiana!!!! AMEN.

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 19/10/2019 - 14:15

giustamente in permesso...repetita iuvant,vero toghe???

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 19/10/2019 - 14:16

se fosse stato un Italiano stava al gabbio senza permessi, ma i magistrati rossi sanno come manipolare questa gentagliaaanziche sbatterla fuori dall' Italia

Ritratto di elkld

elkld

Sab, 19/10/2019 - 14:17

OVVIAMENTE SI SPECIFICA CHE SI TRATTA DIUN TUNISINO... VI RICORDO CHE IL 90% DELLE VIOLENZE E DEGLI OMICIDI NEL VOSTRO PAESE LO COMMETTONO GLI ITALIANI!!!

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 19/10/2019 - 14:17

accoltellare e sgozzare rientrano nell'omicidio colposo????mahhhhh

Divoll

Sab, 19/10/2019 - 14:19

Ma le donne italiane li leggono i giornali? Quando capiranno che si rovinano la vita a mettersi con musulmani e africani?

ettore10

Sab, 19/10/2019 - 14:20

Si deve indagare per vedere come il tunisino abbia subito la ferita. La ragazza o il vigile o tutte due dovrebbero essere arrestati per aver disturbato una risorsa

FD06

Sab, 19/10/2019 - 14:21

Tutto corrisponde ad un percorso normale di integrazione nella società europea Per un africano la violenza fisica é parte della relazione dominante di coppia Ci si domanda come fanno le italiane a non capire .....ma continuano a credere a questi attori che una volta conquistata la preda, svelano la vera natura !!!

Anticomunista75

Sab, 19/10/2019 - 14:21

si, rimandiamoli a casa loro, assieme alle italiane che continuano ad accoppiarsi con questi però.

moichiodi

Sab, 19/10/2019 - 14:21

Italiano senza alcun permesso sgozza italiana. Accade anche questo, ma il giornale preferisce i bruni di carnagione e non le bionde.

Divoll

Sab, 19/10/2019 - 14:22

Ergastolo ostativo significa anche questo: se uno hai gia' ucciso, resta dentro a vita e non puo' piu' nuocere a nessuno. I buonisti blaterano continuamente di "salvare vite umane", ma a salvare la vita alle donne italiane non ci pensano mai? Non sono vite umane anche queste?

Divoll

Sab, 19/10/2019 - 14:23

Le leggi vanno cambiate (appena verra' un governo in grado di farlo), non esiste che un omicida esca dopo pochi anni a rifarsi una vita e, soprattutto, a uccidere di nuovo. Perche' una pena lieve da' sempre l'idea dell'impunita'.

Brutio63

Sab, 19/10/2019 - 14:25

Grazie per le risorse con cui avete riempito le città italiane! Ma come hanno dato solo 12 anni per aver ucciso una povera ragazza di 21 anni? Bisogna dire chiaro e forte che sono pochi, anzi pochissimi, e che sono sentenze demenziali e deleterie e per fortuna che a Torino era procuratore Spararo che si preoccupava molto del possibile vilipendio della magistratura. La magistratura si auto vilipendia di continuo con queste sentenze ridicole ed inoltre, dopo essere stato condannato a 12 anni cioè pochissimo era già libero di uscire anziché espulso! Questi soggetti vanno portati nelle loro ambasciate e consegnati in carico del loro ambasciatore per il rimpianto coatto, con divieto di uscita e braccialetto di controllo! Povera Italia e poveri italiani in che mani scarse e disoneste siamo finiti I cattocomunisti ed una parte faziosa, leggasi il libro toga rossa, della magistratura custode del potere hanno devastato l’italia, la sua storia, cultura, identità!

angelo gennari

Sab, 19/10/2019 - 14:26

Si pero' anche queste qui che si mettono con gli Arabi oppure vanno a fare le Volontarie nei Paesi Arabi dovrebbero firmare una manleva per liberare lo Stato dalle spese per Protezione , Riscatti , cura dei figli , ricerche di Polizia e Carabinieri etc nelle quali incorrono in modo sistematico

Ritratto di 51m0ne

51m0ne

Sab, 19/10/2019 - 14:27

Gli immigrati sono una risorsa e ci pagheranno la pensione.

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Sab, 19/10/2019 - 14:30

E' inutile continuare a commentare certi episodi. Lo sdegno che sale in ogni persona che vede di continuo il nostro Stato inerme difronte a episodi come questo è inevitabile. Come è inevitabile che la nostra società è destinata al caos più totale. Di chi è la colpa? Faccio un semplice ragionamento. Le forze dell'ordine agiscono nel rispetto delle leggi dello Stato, i magistrati e i giudici emettono le sentenze a seconda delle loro interpretazioni e a loro discrezionalità ma comunque rispettando le leggi dello Stato e della nostra Costituzione, lo Stato è colui che fa le leggi e ha il potere di modificare la Costituzione, gli italiani sono coloro che, votando, possono decidere chi deve andare al governo del nostro paese. Quindi la colpa è divisa in modo uguale tra noi cittadini che votiamo e i governi, quindi i partiti.

Rixga

Sab, 19/10/2019 - 14:32

12 anni di carcere per un omicidio evidentemente non sono abbastanza per questo soggetto, se in permesso lavorativo tenta di uccidere un'altra persona. Rieducare i carcerati sembra essere davvero un'utopia. E la domanda è questa: è giusto concedere tutte queste opportunità quando dall'altra parte i parenti delle vittime saranno furiosi?

milano1954

Sab, 19/10/2019 - 14:38

Preziosa risorsa, vera ricchezza del paese...non Sara' una di quelle "salvate" dalla signora Prestigiacomo di FI insieme ai suoi compari di LEU e PD?

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Sab, 19/10/2019 - 14:42

Scusate se mi intrometto. E' vero che tutti dobbiamo pagare le tasse e, come in America, chi non le paga deve andare in galera, ma sul piatto della bilancia, un evasore pesa di meno di un assassino. Pertanto se la proposta per un evasore è dai sei agli otto anni, per un assassino, dovremmo andare dai sessanta agli ottanta anni, meglio ancora la pena di morte, altro che permessi per lavoro. ma finitela e fateli marcire.

Ritratto di thunder

thunder

Sab, 19/10/2019 - 14:42

@moichiodi14:21,ma perche'i falliti neuronici compreso lei non andate a vivere in pakistan invece di stare qua a sponsorizzare il degrado.

steluc

Sab, 19/10/2019 - 14:43

Serve referendum abrogativo legge Gozzini, i magistrati la interpretano a loro piacimento. E 12 anni sono un’inezia, negli Usa aspetterebbe la sedia.

mutuo

Sab, 19/10/2019 - 14:47

Un'altro Giudice di sorveglianza con gli attributi, ma forse non è tutta sua la responsabilità di aver rimesso in circolazione un omicida, forse è la legge che fa acqua da tutte le parti.

Renee59

Sab, 19/10/2019 - 14:51

Ringraziate la Sinistra è sopratutto la Boldrini per questi grandi valori che faremo nostri.

baronemanfredri...

Sab, 19/10/2019 - 14:51

UN OMICIDA PER GIUNTA STRANIERO IN TERRA NOSTRA, LIBERO PER COLPA DI UN MAGISTRATO? COME NON SI PUO' DIRE CHE DOBBIAMO RIFARE IL CODICE PENALE, PROCEDURA PENALE E SBATTERE FUORI INDEGNI MAGISTRATI W SALVINI.

Blueray

Sab, 19/10/2019 - 14:54

Non ho capito se era stato condannato a 12 anni di carcere o a 12 anni di lavoro in un bistrot con pernotto in carcere. Follie delle leggi carcerarie italiche. Scherzi a parte, tentato omicidio con recesso passivo ossia non per sua volontà ma per via delle persone intervenute, sconto di pena sul reato principale 1/3 ergo 21-7=14 annetti senza bistrot si spera stavolta, e poi dritto a Tunisi.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 19/10/2019 - 14:55

@Divoll...Questo commovente buonismo su Caino,in Italia,sta diventando stomachevole!Chiamiamo questo comportamento,come vogliamo.E' il risultato,di una Società malata,drogata di protagonismo,permessivismo,"buonismo"(per cui Abele,è solo un rompiscatole! Tutta questa storia,sommata ad una "magistratura" NON ELETTIVA,sganciata completamente dal sentito popolare maggioritario in continua,rapida evoluzione,dimostra che la "tutela dei "diritti" di Caino,è diventata un obbligo,l'obbiettivo primario!....Abele,che ha sofferto,ed è morto!?...Chissenefrega!L'importante è che Caino,sia trattato sempre con "democratici guanti bianchi",nella "legalità",perchè lui nella visione "progressista" è un "POVERINO",stressato,che va compreso,non discriminato,recuperato,anche a costo di mettere in pericolo la vita di Abele,di milioni di Abele,che non faranno mai male ad una mosca!

nerinaneri

Sab, 19/10/2019 - 14:57

...state attenti alle frequentazioni delle vs nipoti...

Ritratto di bandog

bandog

Sab, 19/10/2019 - 15:02

elkld Sab, 19/10/2019 - 14:17,fatti curare e subito!il tuo disturbo bipolare si sta aggravando sempre più!

Algenor

Sab, 19/10/2019 - 15:04

La destra deve impegnarsi ad abrogare la Legge Gozzini ed aumentare drasticamente le pene: i criminali devono scontare la pena in carcere dal primo all'ultimo giorno e pagare duramente per i loro crimini, non dormire in carcere risparmiando l'affitto e gironzolare liberi durante il giorno!

rudyger

Sab, 19/10/2019 - 15:09

a Elkid che questo qua è un condannato non interessa, Ma perchè lo Stato italiota non lo caccia via dall'Italia e lo manda in qualche paese mussulmano ??

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 19/10/2019 - 15:11

Ma le toghe a cosa servono?????? Queste cose sono inammissibili.

Royfree

Sab, 19/10/2019 - 15:17

Leggi demenziali, magistrati idioti e giudici cerebrolesi. Il nostro Stato? Un paradiso creato e plasmato ad hoc per delinquenti, assassini, stupratori, evasori e tutta la feccia del mondo. Se al mondo si creerebbe il turismo per i criminali saremmo al primo posto. Schifosi politicanti.

timoty martin

Sab, 19/10/2019 - 15:18

Questi delinquenti non vanno accolti e spesati ma buttati fuori subito dal nostro Paese. Purtroppo le incapaci toghe rosse, ben protette, non lo capiscono. Vorrei sapere, in Tunisia c'è la guerra???

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 19/10/2019 - 15:25

Abolire in Costituzione come apologia di reato il dirittto umano dei carcerati. Il carcerato non deve avere diritti. Taci e sconta la pena. Poi se è un carcerato innocente faccia pure la sua strada burocratica per avere un risarcimento e la sua inconsapevolezza.

maurizio50

Sab, 19/10/2019 - 15:48

Certo che si allontanava dal carc ere con permesso lavorativo. Mi doveva pagare la pensione INPS!!!

Giorgio5819

Sab, 19/10/2019 - 15:53

L'Italia ha bisogno urgente di essere bonificata da questi parassiti tanto cari ai comunisti. Se questo ha già ucciso a coltellate la sua compagna NON C'E' ALCUN MOTIVO per lasciarlo liberamente in circolazione. FUORI I RIFIUTI SUBUMANI DALL'ITALIA. Se ai comunisti piacciono tanto...li seguano nei loro paesi d'origine, l'equazione demenziale che tenta di spiegare che anche gli italiani delinquono é solo frutto della malattia mentale di chi sostiene questa importazione di bestie.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Sab, 19/10/2019 - 16:08

Ma poverino, è ammalato, bisogna compatirlo, ha bisogno d’amore... Nel suo paese sarebbe già stato sepolto per i reati che ha commesso.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 19/10/2019 - 16:09

chi ha dato i permessi premio,ora venga messo alle pulizie

moichiodi

Sab, 19/10/2019 - 16:10

@thunder. Cosa ha capito? Lei ho capito niente. Cosa dovrei sponsorizzare assassini? Ho solo detto che in queste ore purtroppo un italiano ha ucciso la moglie ma il giornale non lo sa. Conosce solo i delitti degli stranieri. Perché lei è possa commentare a tastiera libera.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 19/10/2019 - 16:14

Chi é quella schifezza di giudice che lascia libero questo assassino

routier

Sab, 19/10/2019 - 16:15

Finché non sarà il popolo elettore ad eleggere i magistrati, in Italia avremo una giustizia, a dir poco, assai discutibile.

marinaio

Sab, 19/10/2019 - 16:22

Cioè, fatemi capire. Questo lavora e viene pagato, poi però pernotta gratis con cena e prima colazione a carico nostro? Che bello!

Algenor

Sab, 19/10/2019 - 16:30

Compagno elkid, non scrivere falsitá: nel 2018 quasi il 20% degli omicidi e oltre il 40% delle violenze sessuali sono state commesse da stranieri, a fronte di una popolazione straniera pari al 10% della popolazione totale. Quindi gli italiani commettono una % di omicidi e violenze sessuali sottoproporzionata rispetto a alla % di italiani sulla popolazione residente, mentre gli stranieri commettono % sproporzionate di questi crimini.

Algenor

Sab, 19/10/2019 - 16:43

Compagno moichiodi, l'italiano in questo paese ci é nato da genitori e nonni italiani: non é responsabilità dello stato italiano se si trova in Italia mentre nel caso dello straniero si!

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 19/10/2019 - 17:05

... in permesso ... ... ... come sempre, complimenti alla magistratura, però, se erano troppo occupati con la moto d'acqua che ha portato a spasso il figlio di Salvini ..... si possono anche perdonare !!!

Anonimo51

Sab, 19/10/2019 - 17:18

@Algenor - Non hai ancora capito che elkid e' un provocatore, che scrive per il piacere di attirarsi gli epiteti piu' sgadevoli. Aldila' di questo non si riesce a capire come agisce la giustizia italiana e chi la dve applicare: questa bestia ha gia' ucciso una donna italiana, e' stato condannato a 12 anni di reclusione (pochi per un omicidio) ed in piu' lo si premia con permessi che gli consentono di uscire per lavoro. Ma allora siamo ormai fuori da ogni realta' e la vita umana, per i nostri giudici, vale proprio zero. Come si comporterebbero costoro, appartenenti all'ultracasta, se questi spiacevoli reati colpissero qualche loro famigliare? Mi piacerebbe poter avere una risposta.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 19/10/2019 - 17:31

@routier 16:15...concordo!

necken

Sab, 19/10/2019 - 17:56

gli stranieri immigrati commentono reati 3volte procapite rispetto agli italiani ciò secondo le statistiche! che dire abbiamo pazienza speriamo che col tempo la media si abbassi?

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 19/10/2019 - 18:47

Un taglia gole musulmano. Una loro specialità

Boxster65

Sab, 19/10/2019 - 18:48

Cavoli della torinese, una che sta con un subumano del magreb se lo merita pure!

Ritratto di mailaico

mailaico

Sab, 19/10/2019 - 19:43

il giudice donna l'aveva scarcerato per buona condotta e la donna innamorata voleva affidarsi alle cure dell'uomo vero, un tunisino. BEN TI STA!

ziobeppe1951

Sab, 19/10/2019 - 20:02

.....nerinaneri...occhio alla concorrenza nera

cesare caini

Sab, 19/10/2019 - 20:16

Ma uno che ha ammazzato una donna 11 anni fa cosa ci fa in giro libero ? Ma che giustizia abbiamo in Italia ?

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Sab, 19/10/2019 - 20:40

I casi sono due: o sono le Leggi che fanno schifo e allora vanno immediatamente cambiate o sono i magistrati e allora vanno immediatamente cambiati loro. Il Governo con il Ministro della Giustizia di turno si dia una mossa!

ST6

Sab, 19/10/2019 - 20:50

nerinaneri: "...state attenti alle frequentazioni delle vs nipoti..." ROTFL e l'anagrafica qui è presto fatta! Rolz

FD06

Sab, 19/10/2019 - 20:57

Tanto peggio per la torinese doveva prevedere il rischio che un prigioniero fosse recidivo ! Le é andata ancora bene