Terrore a Vicenza, ghanese con foglio di via aggredisce tre persone

Lo straniero si è reso responsabile di tre aggressioni in meno di 24 ore ai danni di cittadini che passeggiavano tra le strade di Vicenza

Tre aggressione in meno di 24 ore, tutte compiute dalla stessa persona. Il protagonista di questo criminale record è un ghanese di 29 anni, ubriaco e in seguito risultato con un foglio di via emesso in febbraio, che nel fine settimana ha seminato il terrore tra le strade di Vicenza.

Secondo quanto riportato da Il Gazzettino, lo straniero ha aggredito in successione un ragazzo di 20 anni, un secondo di 15 e una signora sulla cinquantina.

L’escalation di follia ha preso il via intorno alle 15 di sabato quando lungo la centrale viale Eretenio un giovane ha fermato una pattuglia del 113 denunciando di essere stato aggredito da un immigrato senza alcun motivo.

Con la descrizione fornita dalla vittima, gli agenti sono riusciti ad individuare in breve tempo il sospetto che vagava in strada in chiaro stato di alterazione psicofisica dovuta all’alcol. Lo straniero neanche una volta caricato in auto si è calmato tanto che ha iniziato ad inveire contro i poliziotti e a colpire i finestrini con pugni.

Una volta in Questura, l’immigrato è stato sottoposto ai controlli di rito: dagli accertamenti è emerso che l’uomo è M.O.A., cittadino ghanese che da febbraio ha a carico un foglio di via non rispettato. Il clandestino, senza un minimo di lucidità, ha continuato nella sua condotta violenta provando anche a sfondare le porte.

Nel frattempo, negli uffici si è presentata una donna per denunciare l’aggressione subita dal figlio di 15 anni sul ponte di San Michele poco dopo le 14.30. Uno straniero, infatti, si era avvicinato al giovane e lo aveva colpito con un pugno in faccia provocandogli la rottura degli occhiali.

L’adolescente ha subito riconosciuto nel ghanese l’autore della violenza. Storia finita? No, perché il giorno seguente l’immigrato si è messo per la terza volta nei guai. Poco prima delle 13 è stato notato ubriaco da una pattuglia in Contrà Porta Santa Lucia.

Alla richiesta di salire in auto, l’africano è andato in escandescenza. Nel corso dell'intervento, gli agenti sono stati avvicinati da una coppia sulla cinquantina che ha denunciato che lo stesso straniero poco prima aveva sferrato un calcio alla donna.

M.O.A., a quel punto, è stato fermato ed accompagnato, di nuovo, in Questura a Vicenza dove è stato denunciato per lesioni e per non avere rispettato il foglio di via e multato per ubriachezza.

Commenti
Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Mar, 28/05/2019 - 21:22

Ma non dirmi, ha ricevuto il foglio di via e non ha lasciato l'Italia sua sponte?