Terrorismo, arrestato jihadista marocchino a Cuneo

"Indiziato di istigazione a delinquere per finalità di terrorismo". Usava i social per inneggiare al martirio. È il terzo giorno consecutivo di arresti in Italia

Nuovo blitz contro il terrorismo jihadista, questa volta in Piemonte. Alle prime ore dell'alba, i carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Cuneo hanno fermato un cittadino marocchino, Ilyass Hadouz di 19anni, residente in Italia.

Le indagini

Al centro delle indagini, coordinate dalla procura distrettuale di Roma, le "attività criminali dell'uomo, fortemente indiziato - hanno affermato gli investigatori - di istigazione a delinquere per finalità di terrorismo e partecipazione di un'associazione terroristica".

Dalle indagini è emerso che il giovane attraverso i suoi account social (guarda il video) faceva propaganda jihadista e inneggiava al martirio, alla ricompensa che Dio concederà alla comunità dei musulmani impegnati nel jihad, alla punizione dei miscredenti, esaltando le gesta, il valore ed il coraggio dei combattenti in nome di Allah. Tra le frasi più significative pubblicate online, i riferimenti al martirio,"è deprimente morire di vecchiaia", ma anche il destino di chi non crede nella parola di Allah, "ai miscredenti saranno destinati giorni neri che faranno imbiancare i capelli ai bambini".

Altri arresti

È il terzo giorno consecutivo che le forze dell'ordine colpiscono gli ambienti dell'estremismo radicale: ieri erano stati arrestati tra Roma e Latina cinque tunisini e un palestinese accusati di essere fiancheggiatore dell'autore della strage di Berlino, Anis Amri. Due giorni fa, a Torino, era stato fermato il marocchino Elmadhi Halili, che stava studiando come mettere in pratica un attentato con un camion.

Commenti

lento

Ven, 30/03/2018 - 08:46

Sarebbe meglio non farli sbarcare .

lappola

Ven, 30/03/2018 - 09:58

Ma allora se vuole essere un martire ... ACCONTENTATELO !!!