Toninelli: "Per chi guida usando il cellulare possibile il ritiro patente"

Non solo inaprimento delle sanzioni: servirebbero anche più controlli e e un'opera di sensibilizzazione culturale

Ora chi usa il cellulare alla guida potrebbe incorrere in sanzioni più severe, che potranno includere anche il ritiro immediato della patente.

A renderlo noto è il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, che in un'intervista al Mattino spiega che "stiamo ragionando su un inasprimento delle sanzioni. Ma prima ancora di una scelta sulle norme, servono più controlli e una doverosa opera di sensibilizzazione culturale". È necessario cambiare la mentalità dell'intera comunità e, in particolar modo dei giovani, se si vuole davvero arrivare a risultati concreti in questo ambito.

Quello dell'uso degli smartphone mentre si guida è un fenomeno grave, soprattutto perché"ha a che fare con le nostre abitudini più radicate e con l'idea, errata, che in fondo certe cose possano accadere solo agli altri". Secondo i dati del Consiglio di Sicurezza Nazionale, ripresi dal Corriere della Sera, il 27 per cento degli incidenti automobilistici dello scorso anno sono stati causati dall'uso del cellulare alla guida. Secondo l'Aci, in Italia, 3 incidenti su 4 sono dovuti alla distrazione, spesso conseguenza proprio dell'uso dello smartphone. Infatti, circa il 20 per cento degli automobilisti è solito effettuare chiamate o mandare messaggi anche al volante.

Oggi, per la guida col cellulare è prevista una sanzione che va da 161 a 646 euro, con la perdita di 5 punti dalla patente. Se si ripete la stessa infrazione entro due anni, scatta la sospensione della patente da uno a tre mesi. Spesso però le sanzioni vengono ridotte o annullate in tribunale, quando i giudici richiedono prove schiaccianti per collegare l'incidente all'uso del cellulare.

Commenti

mariod6

Dom, 12/08/2018 - 13:46

Venerdì mattina, circonvallazione di Treviglio (BG), passa un camion della raccolta rifiuti che entra in una rotonda senza dare la precedenza alle auto in transito con l'operatore che parla al telefono e guida con una sola mano. Sulla stessa rotonda transita un'auto della Polizia Locale in senso contrario che prosegue senza fare una piega. Perché ????

vince50

Dom, 12/08/2018 - 13:54

Non deve essere soltanto possibile ma attuabile con ritiro immediato.La prima volta per sei mesi,se si dovesse ripetere nuovo esame di guida ma di quelli quasi impossibili da superare.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 12/08/2018 - 14:25

Come avete potuto notare,le auto di recente produzione,sono dotate di vari "amenicolate",sul cruscotto,che niente hanno a che fare con la guida in sè,con la funzionalità del motore(che passa in secondo piano ormai...),tutte concentrate su "attività" che portano inevitabilmente alla distrazione,sia per essere gestite,che per essere "vissute"....Purtroppo,anche le case automobilistiche seguono l'onda demenziale,che anche alla guida,telefonino o non,bisogna essere "connessi",in "rete",presenti,disponibili a tutte le cavolate,che non hanno niente a che fare con la guida.Forse varrebbe la pena di rivedere questa tendenza perversa,restituendo alla guida quella dovuta concentrazione che merita.La tecnologia odierna,può aiutare a far si che,durante la "guida"(quindi con il veicolo in movimento),TUTTE le "distrazioni" a bordo,siano disattivate automaticamente...Credetemi è possibile,e non costerebbe molto...

Popi46

Dom, 12/08/2018 - 14:41

Lo so che è sforzo inane, ma la repressione non ha mai, dico mai (ricordate il proibizionismo inegli anni ‘20-‘30 in USA? Ha fatto ricco Al Capone.... che poi,si,è finito dentro per una questione di tasse, solo per questione di tasse....). Bisogna “convincere”, altrimenti acqua fresca...e per convincere devi avere idee senza scheletri negli armadi....ciaooooo!

Ritratto di Laura51

Laura51

Dom, 12/08/2018 - 14:50

Per la "doverosa opera di sensibilizzazione culturale" ci vorrebbero almeno 10 (dieci) anni di leva... ma per tutti.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 12/08/2018 - 15:10

vediamo se questa proposta (interessante) passerà. ho i miei dubbi visto che lega e m5s non sono troppo simili per nulla!!!

ilbelga

Dom, 12/08/2018 - 15:11

un'altra di quelle buone intenzioni che non verranno mai applicate...

Marcello.508

Dom, 12/08/2018 - 16:14

Zagovian - 14:25 Convengo. Non per nulla in testa alle cause di incidenti stradali più o meno gravi è la distrazione, poi la velocità soprattutto in strade urbane extraurbane. Ogni correttivo tendente a mettere in guardia chi pensa di poter fare il proprio comodo sulle strade va messo in atto e con durezza.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 12/08/2018 - 16:26

La soluzione si trova nella tecnologia stessa: se avviene un incidente mentre si telefona o si chatta su internet delle due l'una: o viene registrato tutto l'audio dell'avvenimento o si interrompe la messaggistica. Ovviamente chi di dovere appurerà le concause dell'incidente con i dovuti rilievi e non escludendo chi usava il telefono sia stato coinvolto nell'incidente ovvero viaggiava nel rispetto del codice della strada. Dipoi se il fisco inasprisse le sanzioni, triplicando l'attuale limite massimo, per uso del telefono e similari e facendo pagare effettivamente quanto prescrive la legge ne beneficerebbero le casse dell'erario e a lungo andare anche la sicurezza del traffico spegnendo i bollenti spiriti a chi fa uso maldestro della telefonia mobile.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Dom, 12/08/2018 - 16:35

Non esageriamo nel criminalizzare, la patente non è più come una volta, l'auto non è un mezzo di svago, oggi è quasi sempre uno strumento di lavoro essenziale per vivere, basta una bella multa. La sproporzione delle pene nel Codice Stradale in tanti casi è già troppo troppo alta! Il ritiro della patente oggi, per molte categorie di lavoratori, equivale ad una condanna a morte, andiamoci piano. Certe leggi secondo me le fanno i comunistelli biciclettari ecologisti che - quando vogliono - hanno tutti i soldi per pagarsi il taxi... oppure hanno l'auto blu a disposizione anche per andare al cesso!

Ritratto di marystip

marystip

Dom, 12/08/2018 - 16:41

A che serve! Dopo il ritiro guideranno, lo stesso, senza. Ormai è troppo tardi per reintrodurre la legalità in questo paese; la malavita e i delinquenti hanno preso il sopravvento, altro che chiacchiere. Per salvarsi ci sarebbe bisogno di una dittatura che i delinquenti li fa fuori senza tanti complimenti.

vince50

Dom, 12/08/2018 - 16:43

Oltre al ritiro immediato di patente,che in caso di incidente si faccia verifica del cellulare.Se risulta traffico di qualsiasi natura,decade il risarcimento da parte delle assicurazioni e quindi si è rovinati chiaro????

Ritratto di marystip

marystip

Dom, 12/08/2018 - 16:49

Davvero non si capisce perchè non si applichi un dispositivo che impedisca la connessione del telefonino in auto a meno che questo non sia opportunamente posizionato e collegato tramite auricolare col guidatore.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 12/08/2018 - 17:36

Gli ritirano la patente? E poi? Tanto guidano lo stesso perché se li prendono non gli fanno nulla.

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Dom, 12/08/2018 - 18:08

Piuttosto che stronxxxe come il ritiro della patente e multe assurde, se proprio l'emergenza è così grave, basterebbe intervenire sulla configurazione delle celle radio e abbassare drasticamente il limite di velocità a cui le celle consentono le comunicazioni. Abbassando il GSM e successive implementazioni allo stesso livello della tecnologia DECT, per esempio, si renderebbe impossibile telefonare dall'auto. Problema risolto. Punto. Il rovescio della medaglia però sarebbe che anche da una volante o da un'ambulanza in corsa poi non si potrebbe più telefonare, resterebbe solo la radio. Ad ogni modo, secondo me, la cosa migliore resta sempre il buon senso!

caren

Dom, 12/08/2018 - 18:32

Professor...Malafede, nessuno vuole ritirare patenti, ma l'uso del cellulare alla guida è pericoloso, e detto per inciso, il cellulare nel 90% dei casi serve solo a dirsi scemenze, della serie: "Dove sei?" "Al bar" "Cosa fai?" "Sto bevendo un caffè", fra due persone che si sono viste e parlate cinque minuti prima, quindi del tutto inutile e sciocco. La faccenda riveste una questione di sicurezza. Se uno vuole parlare al cellulare, accosta l'auto e può star lì anche tutto il giorno a blaterare, senza dar fastidio o causare incidenti.

Albius50

Dom, 12/08/2018 - 18:45

MI fa un po' ridere queste campagne contro i cellulari quando ormai tutte le auto nuove sono fornite di dispositivi BLUETOOTH.

leopard73

Dom, 12/08/2018 - 19:30

Le leggi ci sono basterebbe solo applicarle ma è la voglia che manca sono dei lazzaroni!!

Ernestinho

Lun, 13/08/2018 - 06:48

Io ne vedo tantissimi ogni volta che giro in auto!

titina

Lun, 13/08/2018 - 08:44

Giusto, e anche a coloro che guidano ubriachi o drogati: mettono in pericolo la vita di altre persone.

pardinant

Lun, 13/08/2018 - 09:28

Siamo alle grida manzoniane, a che serve aggravare le sanzioni se poi di fatto nessuno controlla? Ormai buona parte delle innumerevoli forze di polizia addette al controllo stradale o già impegnate in mille mansioni, o non effettua alcun controllo con contestazione immediata. In questo Strano Paese le multe si fanno solo con la rilevazione delle apparecchiature elettroniche :varchi ztl, autovelox e semafori, nessun controllo diretto, troppo stressante per gli agenti costretti ad applicare sanzioni già spropositate e quindi di applicazione insostenibile psicologicamente fatto aggravato dal malcostume di pensiero e di guida con l'immancabile segnalazione alla presenza di una pattuglia quasi fosse un pericolo, vanificando l'operato dei pochi volenterosi ancora rimasti. Sanzioni più umane. Io affermo: rilevatori in borghese, sanzioni più leggere, controlli frequenti tanto si ripagano e TUTTI devono pagare se non in moneta, con lavori socialmente utili.