Sarà a Torino la prima cattedra di Storia dell'omosessualità

Il Dams attiva la prima cattedra in Italia. Un corso facoltativo per sei crediti

È il primo corso nel suo genere quello in Storia dell'omosessualità che presto avrà il via a Torino, dove gli studenti del Dams potranno scegliere di frequentarlo durante l'anno accademico. Un percorso che sarà curato da un docente a contratto, Maya De Leo, e che varrà sei crediti formativi.

Il corso in Storia dell'omosessualità sara facoltativo e offerto dal dipartimento di Studi umanistici. "Propone una storia culturale dell’omosessualità che ne ricostruisce le trasformazioni in età contemporanea (dalla fine del XVIII secolo al tempo presente) tra Europa e Stati Uniti, restituendo esperienze, narrazioni e rappresentazioni collocate in diversi contesti sociali", si legge sul sito del Dams.

Giovedì in conferenza stampa il rettore Gian Maria Ajani presenterà il nuovo corso, che inizierà a fine aprile e andrà poi avanti fino a inizio giugno. In totale le lezioni saranno 18 e copriranno un periodo storico che toccherà la storia moderna, ma tornerà poi indietro nei secoli.

Commenti
Ritratto di 98NARE

98NARE

Mar, 24/10/2017 - 15:32

CHE SCHIFO !!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 24/10/2017 - 15:53

per rubare soldi tutto fa brodo .

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 24/10/2017 - 16:03

ED A QUANDO IL CORSO SUL SESSO DEGLI ANGELI????

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 24/10/2017 - 16:08

tutte le idee sono buone per rubare soldi agli italiani , e in questo "mestiere" i patani sono i più bravi di tutti .

venco

Mar, 24/10/2017 - 16:11

La massoneria non guida solo la politica ma pure la scuola e i vertici delle istituzioni italiane.

MOSTARDELLIS

Mar, 24/10/2017 - 16:12

Che strazio.....

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 24/10/2017 - 16:15

A quando la storia del ONANISMO?

Algenor

Mar, 24/10/2017 - 16:53

Torino sempre all'avanguardia nell'idiozia progressista.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mar, 24/10/2017 - 16:56

Non ci vedo nulla di scandaloso. Gli aspetti culturali dell'omosessualità sono stati molto diversi a seconda dell'epoca storica: sostanzialmente accettata socialmente fra gli antichi greci e gli antichi romani (c'è stato perfino l'imperatore Adriano che era bisessuale), rifiutata e repressa dal cristianesimo e dal cattolicesimo, è tornata ad essere accettata in epoca moderna, senza contare che - storicamente - ci sono stati molti omosessuali famosi, come Alessandro Magno, Virgilio, Leonardo da Vinci (anche se non dichiarato), Michelangelo, Lord Byron, Oscar Wilde, Abraham Lincoln, ecc. Si tratta di cultura, che non fa mai male ...

Ernestinho

Mar, 24/10/2017 - 17:12

Veramente un bella materia. E ci sarà sia l'orale che la pratica?

Ernestinho

Mar, 24/10/2017 - 17:13

Chi insegnerà? Malgioglio e Checcha Paone?

Fjr

Mar, 24/10/2017 - 17:22

Anche Abramo Lincoln?,orpo questa non la sapevo ,e Leonardo e io che pensavo che con la Gioconda......

Ernestinho

Mar, 24/10/2017 - 20:03

"liberopensiero77". Parli da competente: mi fai sospettare qualcosa! Specie quando parli di cul...tura!

Ernestinho

Mar, 24/10/2017 - 20:04

Non so se ridere o piangere!

Divoll

Mar, 24/10/2017 - 22:27

Se prima non si ripuliscono Sodoma e Gomorra, non si puo' cominciare a ricostruire l'italia e l'Europa su nuove basi e nuovi principi. per questo, spero che questa "prima cattedra" (assolutamente ridicola, oltre che inutile) sia anche l'ultima. Un po' di vera cultura non guasterebbe, per cambiare...